Il tema del duello

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

2 (2)
Download:275
Data:25.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tema-duello_1.zip (Dimensione: 3.62 Kb)
trucheck.it_il-tema-del-duello.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL TEMA DEL DUELLO

Ne “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” di R. L. Stevenson, al contrario degli altri due libri, non si ha un duello reale: infatti esiste soltanto tra le due personalità del dottore (quella buona e quella cattiva) un contrasto interiore; non è possibile che sia esteriore, visto che le personalità vivono nello stesso corpo e quindi non si potrebbero mai incontrare. Durante tutto il romanzo c’è inoltre il duello, interiore appunto, fra Jekyll che vuole sopprimere Hyde, e Hyde che vuole continuare a vivere, prendendo il sopravvento sul dottore.
In “William Wilson” di E. A. Poe, oltre alle varie liti tra i due personaggi, assume una rilevante importanza il duello finale, un vero e proprio duello, poiché stabilisce l’esito del racconto. Quel duello è a lungo atteso dal protagonista, anche se il finale risulta per lui del tutto inaspettato; l’esito del duello è infausto sia per l’uno che per l’altro, perché il primo William Wilson non sa, se non dopo il duello che causa la sua morte, che l’altra persona è in realtà il fantasma della sua coscienza.
Anche ne “Il visconte dimezzato” di I. Calvino è presente un duello finale, che, in modo simile al racconto precedente, decide le sorti dei due combattenti, i quali si sfidano a duello per avere la mano di Pamela. In questo caso, prima del giorno precedente all’accaduto, il duello era inaspettato ad entrambi, però viene programmato per il giorno successivo: in tal modo le due parti di Medardo (il Buono e il Gramo) hanno tempo per prepararsi e trovare una soluzione per stare in piedi anche senza appoggiarsi ad una stampella. Alla fine del duello per entrambe le due metà c’è un finale piacevole, che risolve i problemi causati dall’enorme differenza fra i loro caratteri. Durante il duello sembra quasi che i contendenti vogliano ferire l’altro dalla parte del taglio, forse per unirsi nuovamente a lui e ritrovare così la propria interezza.
La cosa principale che accomuna gli ultimi due libri citati è che in tutti e due i casi non ci sono un vincitore e un vinto, ma nel primo caso si hanno due vinti, mentre nel secondo due vincitori.

Esempio



  



Come usare