Il razzismo

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:967
Data:15.05.2008
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
razzismo_16.zip (Dimensione: 4.45 Kb)
trucheck.it_il-razzismo.doc     23.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Cosa ne pensi degli slogan dal contenuto razzista che i tifosi urlano negli stadi di calcio? Li trovi folcloristici, e quindi divertenti? Oppure pensi che quei tifosi debbano essere perseguiti?
Con il termine razzismo vengono indicate le teorie e i comportamenti tesi a realizzare e a giustificare la supremazia di una razza alle altre.
Il fenomeno del razzismo dura per tantissimo tempo e sembra terminare con la fine della 2° guerra mondiale. Negli ultimi anni, il fenomeno del razzismo, è però tornato in tutta l’Europa.
In un mondo sempre più indirizzato all’abbattimento delle barriere ideologiche e verso la piena collaborazione tra nazioni, sono riaffiorati l’intolleranza e l’odio per il “diverso”, assumendo la forma di xenofobia ovvero l’avversione per gli stranieri e tutto ciò che è straniero.
Il “nuovo razzismo”si e’ soprattutto affermato negli ultimi tempi negli stadi infatti il campionato italiano di calcio è vittima continuamente di atti di violenza e razzismo che macchiano la sua bellezza mettendola in secondo piano.
La Tv ogni domenica sera non fa altro che parlare di atti di violenza ad opera di tifosi incivili, e ignoranti che si recano allo stadio solo per dare fastidio impedendo la visione della partita a chi ha intenzione di divertirsi.. Ricordiamo diversi cori e cartelloni razzisti contro giocatori di altre nazioni; inoltre e’ capitato in diverse partite che i tifosi fischiassero i giocatori, secondo la loro concezione “diversi”, ogni volta che toccavano il pallone. Ad organizzare tutto sono gruppi preparati a questo unico scopo, che hanno i loro simboli il loro linguaggio, i loro segni di riconoscimento. Sono gruppi da guerriglia sportiva che cercano nel calcio il pretesto per dare libero sfogo alla loro violenza repressa. Lo sport in generale ed il calcio in particolare sono stati nel passato forme di aggregazione dove il colore della pelle non contava perché ciò che veniva esaltato erano le capacità atletiche e di gioco. Moltissimi sono gli esempi: uno per tutti: Pele’, ritenuto il più grande calciatore del mondo, quanti lo hanno ammirato e osannato e quale squadra non lo avrebbe voluto nella sua formazione? Nessuno è stato capace di negare la sua qualità evidenziando il colore della pelle.
Dopo questi avvenimenti sono state applicate delle leggi che vietano ogni tipo di cartellone agli stadi e vietano qualunque tipo di coro o comportamento razzista. Sicuramente i provvedimenti che le società di calcio e le forze dell’ordine adottano sono necessarie per tentare di arginare i fenomeni di razzismo negli stadi ma non adatti a risolvere problemi che hanno radici e motivazioni più profonde di quelle apparenti. Io penso che sia giusto perseguire chiunque assuma comportamenti razzisti; in primo luogo perché penso che tutte le persone razziste siano veramente stupide e attaccate a concezioni di vita vecchissime e poi perché avendo comportamenti razzisti portano la gente a pensare che tutti i tifosi di quella squadra siano razzisti, cosa che non e’ affatto vera perché al mondo non siamo tutti uguali e se uno stupido qualunque si comporta da vero cretino non vedo perché devo andarci di mezzo io o le altre persone come me che hanno solo la sfortuna di vivere con questi “uomini”, se così si possono chiamare degli esseri viventi che hanno la mentalità di un animale.
Penso quindi che le sanzioni fatte a questi “uomini”debbano essere decisamente più pesanti.
Comunque concludo dicendo che è giusto ricordare tutti gli episodi di razzismo che avvengono negli stadi, ma non bisogna dimenticare i milioni di casi di razzismo che avvengono ovunque, in tutto il mondo, causati da un odio delle persone così tale da spingerle all’omicidio.

Esempio



  


  1. giancarlo

    razzismo tema


Come usare