Il garofano rosso

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:273
Data:06.06.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
garofano-rosso_3.zip (Dimensione: 7.25 Kb)
trucheck.it_il-garofano-rosso.doc     31.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

SCHEDA – LIBRO

TITOLO: Il garofano rosso

AUTORE: Elio Vittorini

TRAMA:
Il garofano rosso è un romanzo incentrato sulla figura di Alessio, un sedicenne siciliano che frequenta il liceo classico insieme al suo migliore amico Tarquinio. I due amici alloggiano nella stessa pensione e condividono una nascente passione politica per il fascismo nelle sue prime manifestazioni: siamo infatti nel 1924.
Nella “Cava”, una tipografia dove i due amici, insieme con altri, s’incontrano spesso a discutere, si condividono gli interessi politici, le avventure amorose e si esaltano figure come Rosa Luxemburg.
Ben presto Alessio si accorge di essersi innamorato di una studentessa, che frequenta il suo stesso liceo, diciottenne di nome Giovanna, più grande di lui. I due si scambiano un solo bacio e lei dona al ragazzo come simbolo amoroso un garofano rosso. Ma il giorno dopo un'amica di Giovanna si fa ambasciatrice di un suo messaggio: niente di più potrà esserci tra i due, perché Alessio è troppo giovane, mentre lei ha già diciotto anni. Al ragazzo, perciò, non resta che un sogno d'amore idealizzato.
Nel giorno della commemorazione di Giacomo Matteotti, Alessio, Tarquinio e gli altri amici decidono di scioperare e di occupare la scuola in segno di protesta: per questo Alessio viene rimandato in varie materie e decide di presentarsi come esterno agli esami.
Arrivata l'estate torna a casa dove viene accolto in modo distaccato dai genitori incapaci di comprenderlo e soltanto con la sorella Menta può confidarsi. Decide dunque di rimanere segregato in camera e di non parlare con il padre e la madre: sebbene essi siano disposti a perdonarlo, convincendosi che non potrà mai più vivere con loro. Nel periodo estivo intanto Alessio comincia ad apprezzare il lavoro degli operai dipendenti nella fabbrica di mattoni del padre.
Tarquinio, invece, rimane solo lontano dalla famiglia sia fisicamente che idealmente, infatti non trascorre l’estate nella casa paterna, ma rimane nella cittadina siciliana, alloggiato ancora alla pensione.
Tornato a Siracusa dopo l'estate, Alessio, si accorge che l’amicizia tra lui e Tarquinio non è più la stessa che li legava qualche mese prima. Il protagonista vive comunque nuove ed eccitanti esperienze: decide di recarsi nella casa di tolleranza di Madama Ludovica, dove si trova la prostituta Zobeida. Tra i due nasce una vera storia d'amore. Alessio lascerà alla prostituta il garofano rosso, pegno del suo antico amore, per evitare che una banda capeggiata dal suo rivale, Rana, glielo rubi. Purtroppo, però, anche Zobeida scompare presto dalla sua vita, poiché viene arrestata per una faccenda di droga.
Alessio, nel frattempo, ha dimenticato ogni dovere di studente: non ha sostenuto gli esami e ha dunque perso l'anno. Tornerà a far parte del suo antico mondo di studente in occasione di un funerale: muore, infatti, suicida per amore, una compagna di Giovanna (Daria Cortis), i ragazzi si ritrovano tutti per la triste occasione. Qui si rivedono anche Alessio e Tarquinio, quest’ultimo rivela all’amico che Giovanna si è concessa a lui: come prova gli mostra mi fazzoletto impregnato di sangue.

PERSONAGGI:
Alessio Mainardi è il protagonista del libro, un ragazzo di sedici anni che frequenta il liceo classico. Il personaggio non viene descritto fisicamente poiché è lui stesso che narra la vicenda.
Sembra timido e impacciato, soprattutto con le donne, ma quando è con gli amici, rigorosamente più grandi di lui, proprio per il desiderio di diventare adulto.

Tarquinio Masseo è come un fratello maggiore per Alessio, è più grande di lui di due anni. Ha diciotto anni, ma per una complessa vicenda di bocciature non ha mai preso la licenza ginnasiale e si prepara da privatista alla licenza con l’amico. Alloggia alla pensione di Rosmunda Formica con Alessio.
Tarquinio cerca sempre di dimostrare la sua autonomia, nonostante sia molto legato all’ambiente che lo circonda infatti, dopo l'estate, si recherà alla Corona di Ferro per vivere da solo. L’amicizia tra Tarquinio ed Alessio cambierà al ritorno dalle vacanze di Alessio; i due dopo un’animata discussione prenderanno due strade diverse per poi ritrovarsi di nuovo al funerale di una ragazza suicidatasi per amore.
Giovanna (da lui chiamata anche Diana) è l'amore di Alessio. La figura della ragazza compare solo in poche circostanze e le uniche sue azioni rilevanti sono il regalo di un garofano rosso ad Alessio e un fugace e innocente bacio con lo stesso. È la figlia del colonnello; dagli occhi grigi, bruna e dal viso dolce. Indossa spesso un vestito verde ed azzurro che rimane impresso nella mente di Alessio. Si comporta in modo altezzoso e distaccato, quasi di superiorità ai sentimenti e alle emozioni. Giovanna è sempre accompagnata da una sua amica, “la levatrice”, che fa di tutto per tenere Alessio lontano da lei.

Zobeida è l'amore carnale e concreto di Alessio. Una prostituta matura e sensuale, con lunghi capelli biondi, occhi neri e dal corpo perfetto. Alessio è uno degli unici ragazzi che ha la possibilità di avere dei rapporti sessuali con questa donna e che riesce a comprendere il suo carattere nascosto (fragile, sensibile e materno). L’amore tra i due avrà vita breve perché Zobeida è una prostituta che verrà arrestata per droga.

TEMPO E LUOGHI:
Siamo nel '24, lo stesso anno del tragico delitto Matteotti. La vicenda è ambientata in Sicilia, precisamente in un paesino a ridosso di una montagna rosa ed affacciato sulle rive del mare. Accanto al luogo principale c’è il luogo di vacanza nel nord Italia, dove il protagonista trascorre l’estate.

TEMI:
Il confronto con il fascismo, l’amicizia e l’amore sono i temi principali del testo.
Alessio è un fascista convinto e sarà proprio la campagna che rappresenta la sua infanzia ad allontanare il protagonista dalle sue idee di destra.
L’amicizia e l’amore danno ad Alessio le risposte che tentava invano di trovare nella famiglia e nella scuola.
Se Giovanna è l’amore idealizzato, Zobeida è per Alessio l’amore vero, passione dei sensi. L’amore con lei è un ingresso nel mondo adulto, attraverso la porta della sessualità.

Esempio



  



Come usare