Il decadentismo

Materie:Riassunto
Categoria:Italiano
Download:774
Data:04.05.2005
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
decadentismo_39.zip (Dimensione: 5.78 Kb)
trucheck.it_il-decadentismo.doc     25.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

DECADENTISMO (1870-1900): elementi chiave: irrazionalità che presuppone l’uso del sentimento, istinto, intuito-si usa l’intuizione e non la conoscenza scientifica
1 ASPETTO DEL DECADENTISMO: SIMBOLISMO – BAUDLAIRE CHARLES: La raccolta + importante:1857 FIORI DEL MALE. E’ il padre del concetto decadentista. Il decadentismo è un movimento in cui il poeta si sente la divisione netta con la società dominante. Questo si vede nella poesia L’Albatro: l’Albatro e il poeta vengono paragonati. È la seconda poesia de “I fiori del male”. Le quattro quartine, contengono un’idea centrale, quella della solitudine del poeta e del rapporto conflittuale con la realtà e la società che lo circondano. Messaggio: il poeta è sovrano, ma il suo regno non è tra gli uomini comuni. Egli è destinato all’esilio tra i viventi, perché da un lato essi non possono comprenderlo, dall’altro “le sue ali da gigante”(l’altezza del suo spirito gli impediscono una vita normale, vissuta in un’opaca quotidianità. 1CONCETTO che caratterizza il poeta decadente: emarginazione, il poeta non sa stare con la società. 2° CONCETTO: “CORRESPONDENCE”- richiami sensoriali che creano determinate varie sensazioni dalla natura percepite solo dal poeta. Corrispondenze – rapporto di conoscenza. Figura retorica dominante: Analogia e Similitudine. Da questa poesia nasce la corrente del Simbolismo. Gli elementi diventano sacri quindi l’immagine vale un punto di partenza per suggestioni diverse. Secondo Boudlaire i poeti riescono a percepire la natura grazie all’irrazionalità e alla sensibilità. SIMBOLISTI: poeti in cui gran parte delle figure sono SIMBOLI. ALLEGORIA: io parlo di una cosa ma in realtà ne penso un’altra; Baud mescolava i cinque sensi. SINESTESIA: figure retoriche; unire l’effetto di elementi sensoriali diversi. SPLEEN: (milza, organo tradizionalmente considerato come sede dell’umor nero) quarta composizione, la più intensa della prima sezione. Malinconia: tetra, funerea disperazione. ANAFORA: ripetizione di una parola o frase nel versi; METAFORA: descrive Parigi sotto la pioggia; Noia esistenziale ansia e tensione; non c’è costruzione logica, ma solo una serie di immaginazioni. La prima parte (v1-16) è scandita dall’anafora, la seconda rinvia al risultato psicologico.

VERLAINE: Vive a Parigi, è un altro dei poeti maledetti (nasce con lui il termine); vita disordinata. Caratteristica della poetica: MALINCONIA – Canzone d’autunno”. “ARTE POETICA”, poesia scritta in carcere. Parla di poesia (mèta poesia). Parti fondamentali: musica sopra ogni altra cosa; suggestione, sfumature di poesia che ci suggerisce le cose; la poesia non deve dare messaggi; è contrario alla poesia politica – la poesia deve dare sensazioni pure; la forma deve suggerire e evocare qualcosa; ce l’ha a morte con la rima; meglio assonanza; lo rima non va bene perché la musica della rima è troppo uguale; LA POESIA DEVE PORTARCI CON LA MUSICA.
RIMBAUD:Le caratteristiche di Verlaine, con Rimbaud vengono accentuate; è il maledetto per eccellenza; Si contraddistingue per: è un rivoluzionario; le sue poesie sono del tutto nuove – poesia allucinatoria e onirica (può anche esprimere cose assolutamente assurde, dandole per normale; poesia creativa. Lui parla di deragliamento di sensi; il poeta deve lasciarsi andare per scoprire mondi completamente nuovi, irreali e fantastici, grazie al rifiuto della logica. Anticipa nettamente l’arte del 900. VOCALI: poesia allucinatoria e onirica(appartiene al sogno, deragliamento dei sensi), Sinestesia: fusione di sensazioni di natura diversa; Deragliamento dei sensi, cose astratte, niente logica.

2° ASPETTO DEL DECADENTISMO: ESTETISMO: gli esteti vogliono vivere assolutamente una vita superiore e aristocratica; l’unico valore è la bellezza; la società borghese si contrappone agli esteti; atteggiamento di ribellione; il bene e il male non contano più; il poeta non può essere legato ai soliti valori, scrivendo sempre dei fiori di opere. Dogmi fondamentali: fare della propria vita un’opera d’arte; l’uomo utilizza la sua geniale capacità nella vita. CANONI: HUYMANS: fu uno dei primi che diede i canoni dell’esteta; inventa un nuovo personaggio: Des Essentes – uomo nobile che vive a Parigi, non sopporta la gente borghese che abitava vicino a lui; va in campagna ma cade in depressione. OSCAR WILDE: è irlandese; è esteta anche nella vita; è eccentrico e anticonformista.
PASCOLI: nelle sue poesie ci sono aspetti importanti: quello che gli è successo in famiglia; la sua esperienza culturale; lui segue le idee del simbolismo francese
La poetica di pascoli: 1_elementi della campagna, quindi uomini comuni e umili atteggiamenti; 2_in latino perche fa riferimento a un verso di Virgilio, che era un poeta che aveva vissuto in campagna (umiles tamerice); 3_ inserisce all’interno delle poesie anche termini tecnici e realistici MA dietro queste immagini, significato + profondo; impressiono e suggestione che un dato oggetto in campagna può dare significati diversi e diventano SIMBOLI.
SAGGIO DI POETICA: riflessione sulla sua poetica – nella poesia “ Il Fanciullino” - pubblicata nel 1902, è in prosa.
MYRICAE. Raccolta poetica di Pascoli 1821. NOVEMBRE: è rivolta a penetrare il segreto senso delle cose, a scoprire in esse un messaggio (di morte, di fragilità , di vuoto. LAVANDARE: potrebbe sembrare una poesia verista; enjambement(v2-3); andamento lento, andamento lento che traduce a livello fonico la pesante monotonia del lavoro; nella lirica si realizza la coesistenza di impressionismo e simbolismo. X AGOSTO: similitudine tra mondine e il padre; visione pessimistica della terra.
L’ASSIUOLO (Myricae) – uccello notturno, spesso presente nella poesia di Pascoli e generalmente sentito; simbolo di tristezza e di morte; ci sono valenze simboliche sempre più luttuose:voce dai campi, singulto, pianto di morte; costruita su immagini quasi oniriche; si può meglio constatare il passaggio dall’impressionismo naturalistico al simbolismo. IL GELSOMINO NOTTURNO (Canti di castelvecchio): poesia erotica, parla di sesso ; dedicata a un suo amico che si stava sposando e doveva passare la sua prima notte di nozze; tema erotico al quale pascoli ne parla sempre con molta sensibilità adolescenziale e attrazione; sensazioni

Esempio



  



Come usare