i promessi sposi: La morte di Cecilia

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

1.7 (3)
Download:914
Data:05.01.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
promessi-sposi-morte-cecilia_1.zip (Dimensione: 3.57 Kb)
trucheck.it_i-promessi-sposi:-la-morte-di-cecilia.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

TEMA

L’episodio della madre di Cecilia narra di una donna che ha perso una figlia a causa della peste e non vuole che venga trattata come un sacco di patate buttata lì sul carro, ma paga il monatto perché la tratti con rispetto. La morte di Cecilia è un episodio commovente che esprime pietà, una pietà singolare che fa pensare a quanto sia stato doloroso e difficile vivere in quel periodo in mezzo alla miseria e alla morte; fa riflettere su quanto sia penoso per una madre vedere la propria figlia morire e non poter fare niente per aiutarla, fa pensare alla rassegnazione della madre che sta per perdere anche la più piccola delle figlie a causa di quella terribile malattia e quasi la felicità che la prende considerando che presto le raggiungerà anche lei.
Mi ha colpito la profonda dignità della donna che attende abbracciata alla piccola la morte che le riunirà a Cecilia.
Questo episodio esprime anche la purezza dell’anima e l’abbandono completo alla volontà divina sapendo di trovare la serenità eterna.
A differenza di don Rodrigo la madre di Cecilia vive questa carestia con una dolorosa speranza e rassegnazione dovute alla fede in Dio e alla preghiera, mentre don Rodrigo la vive con paura perché perderà i suoi soldi, il suo potere, la sua grandezza. Il terrore di don Rodrigo è dovuto alla mancanza di fede o forse è proprio perché ha fede che ha paura di questo Dio così potente che tutto può fare e tutto può distruggere, la paura di chi sa di aver sbagliato ma il suo orgoglio gli impedisce di riconoscerlo davanti al Signore e chiedere perdono.
Alla povera gente che muore di fame non gli resta altro che Dio, ma ad un potente cosa gli serve Dio? Ha già tutto quello che vuole. Finche non arriva la morte, la resa dei conti e allora iniziano a tremare perché la loro potenza, il loro denaro non gli serviranno a niente: Dio guarda la ricchezza dei cuori.
Sono queste le differenze che fanno vivere la stessa situazione in modo diverso a due persone profondamente diverse.
Mentre la madre di Cecilia è consapevole e rassicurata di riunirsi alla figlia nella maestà del Paradiso, Don Rodrigo sa di non poter fare la stessa fine della donna e ha paura.
Renzo, vedendo la scena di Cecilia, ne rimane colpito e prega per la donna e per le figlie perché vengano accolte nella grazia di Dio senza più soffrire come hanno sofferto a causa della peste.
Io penso che alla fine le persone più deboli sono quella che si scoprono più forti e quelle più forti sono in realtà le più deboli, soprattutto di fronte alla morte.
In questo caso Don Rodrigo nella sua vita è stato il potente, il forte, il più virile, ma di fronte alla morte ha paura e si dispera invocando pietà; invece la madre di Cecilia, che rappresenta la popolazione, la gente comune, e quindi i più deboli, davanti alla morte si dimostra forte e pronta da accettare il suo destino e quello delle figlie.

Esempio



  



Come usare