Hannibal Lecter: le Origini del Male

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:326
Data:19.11.2008
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
hannibal-lecter-origini-male_1.zip (Dimensione: 5.72 Kb)
trucheck.it_hannibal-lecter:-le-origini-del-male.doc     26 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Schedatura

Autore: Thomas Harris
Titolo: Hannibal Lecter Le Origini del Male
Data di pubblicazione: Febbraio 2008
Genere: Thriller

Svolgimento della narrazione:
* Situazione iniziale: Il giovane Hannibal Lecter si trova in Lituania e sta scappando assieme a tutta la sua famiglia dai nazisti. I genitori muoiono e lasciano Hannibal e la sorellina alle prese con un gruppo filonazista che per mancanza di viveri si mangia la sorella. Approffittando di un attacco sovieti Hannibal scappa.
* Esordio: il palazzo della mente di Hannibal Lecter contenente i suoi ricordi è ben strutturato, con le memorie della gioventù ai primi piani. E sono proprio questi i piani che dovremo aprire per capire come è diventato il mostro che è ora...
* Sviluppo: Hannibal cresce nel castello di famiglia che è stato trasformato in orfanotrofio dal governo sovietico, ma presto va a vivere dallo zio. Qui conoscerà Lady Murasaki, la moglie dello zio che però è molto più giovane. Dopo la morte della zia recupera la memoria e uccide uno alla volta tutti gli assassini della sorella.
* Situazione finale: Hannibal viene imprigionato, ma grazie alla compassione che riesce ad ottenere viene liberato e può laurearsi. Alla fine del romanzo decide di trasferirsi in America dove uccide l'ultimo degli assassini della sorella.

Breve riassunto: Il giovane Hannibal Lecter si trova in Lituania e sta scappando assieme a tutta la sua famiglia in un casale privato perchè i nazisti stanno giungendo al castello di famiglia. Durante un combattimento tra un borbandiere e un carro armato muoiono lasciando Hannibal e la sorellina Misha alle balie di un gruppo di sciacalli filonazisti, ma le provviste finiscono presto e decidono di uccidere e mangiare la bambina, ormai debole e vicina alla morte. Un attacco sovietico fa scappare tutti compreso Hannibal, che viene ritrovato da un carro armato Russo.
Hannibal cresce nel castello di famiglia che è stato trasformato in orfanotrofio dal governo sovietico, ma presto va a vivere dallo zio, che è subito avvertito dal comportamento di Hannibal incline a non accettare alcun tipo di ingiustizia. Qui conoscerà Lady Murasaki, la moglie dello zio che però è molto più giovane. Qui il giovane riprende l'uso delle parole (non aveva più parlato da quando era stato ritrovato) e continuerà gli studi. Il suo primo crimine è l'uccisione di un macellaio filonazista che aveva offeso sua zia e causato involontariamente la morte dello zio. Insieme alla zia si trasferisce a Parigi dove si iscrive ad anatomia. Poco dopo si trova in carcere per cercare di ottenere il corpo di un condannato a morte e riesce ad ottenere una sostanza che aiuta a ricordare ciò che il cervello prova a nascondere. Grazie ad essa riesce a ricordare ciò che successe alla sorella. Torna in Lituania dove ritrova il vecchio cavallo con cui va alla casina dove si erano nascosti per fuggire dai nazisti. Qui ritrova alcuni gioielli, le ossa della sorellina, le targhette con i nomi degli assassini della sorella e ne uccide uno che prova a coglierlo di sorpresa, ma prima riesce a farsi rivelare dove si trovano alcuni dei suoi vecchi compagni. E' inoltre il suo primo atto di cannibalismo in quanto ne mangia le guancie, che a detta del suo vecchio cuoco sono la parte migliore di un animale. Nel frattempo, l'ispettore Popil, messo al corrente della situazione comprende subito che il colpevole è Hannibal. Allora si reca una sera alla facoltà di medicina dove Hannibal vive per avvisarlo e dicendogli che se avesse compiuto un altro assassinio lo avrebbe messo lui stesso in prigione, ma ignorando che poco prima Hannibal aveva avuto uno scontro ravvicinato con un altro degli assassini e lo aveva ucciso facendolo bollire. Dopo Lady Murasaki viene rapita ma Hannibal con un astuto stratagemma riesce a liberarla e ad uccidere altri due assassini.
Hannibal viene imprigionato, ma grazie alla compassione che riesce ad ottenere viene liberato e può laurearsi. Alla fine del romanzo decide di trasferirsi in America dove uccide l'ultimo degli assassini della sorella.

Incipit: Narrativo

Excipit: Narrativo

Fabula/Intreccio: L'intreccio non coincide con la fabula

Personaggi principali: Hannibal Lecter
Personaggi secondari: Lady Murasaki, Popil, Grutas, Mischa Lecter
Comparse: Robert Lecter, Jakov, Leet, Trabelaux, Milko, Petras Kolnas, Ferrat, Dortlich, Grentz.

Categorie dei personaggi: Dinamici

Presentazione dei personaggi: indiretta

Caratteristiche dei personaggi:

Hannibal Lecter: è un personaggio assai complesso da comprendere. Thomas Harris tralascia completamente la descrizione fisica per presentarcelo solamente sotto il piano psicologico. Questo romanzo rappresenta il primo di una serie di 4 libri che vedono Hannibal protagonista e ci spiega che è diventato un mostro a causa del bisogno di vendetta che provava verso gli assassini della sorella e che una volta completato il massacro ci ha ormai preso troppo gusto ad uccidere per potersi fermare. E' una persona molto colta e assai raffinata, inoltre dimostra un enorme autocontrollo, ai limiti dell'immaginabile, come ci viene dimostrato quando è sottoposto alla macchina della verità e le pulsazioni non sono superiori alla norma neppure mentre nega di aver ucciso il macellaio. Come abbiamo già detto è molto intelligente e riesce ad analizzare ogni situazone gli capiti davanti e ad uscirne sempre vittorioso.

Protagonista: Hannibal Lecter
Antagonista: Grutas
Aiutanti: ---

Spazio Reale: La vicenda inizia in Lituania, ma vede la maggior parte dello sviluppo in Francia, per poi spostarsi alla fine in America

Tempo:
Epoca: Dopoguerra
Durata della vicenda: imprecisato, parte da quando Hannibal ha 8 anni, ma non sappiamo quanti ne ha alla fine.

Ordine: segue in prevalenza la storia di Hannibal, andando alcune volte ad intercciarsi con delle vicende secondarie
Durata narrativa: sono presenti alcune analisi

Narratore: esterno

Livelli di Narrazione: 1° livello

Focalizzazione: mista

Tecniche Narrative: discorso indiretto libero

Lessico: letterario-tecnico
Nel racconto sono presenti alcune metafore non di rilevante importanza, soprattutto nei dialoghi tra I vari personaggi.

Esempio



  



Come usare