Flush! una biografia

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1.5 (2)
Download:71
Data:08.08.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
flush-biografia_1.zip (Dimensione: 3.9 Kb)
trucheck.it_flush!-una-biografia.doc     22.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Scritto da Adeline Virginia Stephen, meglio nota come Virginia Woolf , il romanzo fu pubblicato nel 1933. è la storia di un cane, il cocker spaniel di Elizabeth Barret (1806-1861), nota poetessa inglese.
Fush nasce nel 1842 nella casa di campagna di Miss Mary Mitford , amica di Elizabeth. Il cucciolo trascorre lì i primi mesi, felice e libero, finchè miss Mary non lo dona all’amica che vive “reclusa” nella casa paterna londinese. A Wimpole street , regnano il lusso e gli agi ma la vita non è felice per Elizabeth che, afflitta da una malattia di origine nervosa e oppressa da un padre tiranno, si consuma e soffre. Contemporaneamente Flush dimentica l’emozione di scorrazzare per le campagne per restare al chiuso in un cupo salotto. Ma nella loro vita irrompe l’avventura, impersonata dal giovane e impetuoso Robert Browning, La sua prima lettera turba Flush che comprende subito la diversità di quella lettera tra tutte le altre. Dopo un’intensa corrispondenza il signor Browning fa visita ad Elizabeth. Mentre nasce questa relazione amorosa il cane ascolta le appassionate conversazioni letterarie tra i due e cova un’immensa gelosia tanto grande da morsicare, un giorno, il poeta. Col passare del tempo Robert riesce e farsi accettare dal cane che segue lui e la givane a Firenze dove si trasferiscono grazie al cambiamento avvenuto in Elizabeth e causato dall’amore che le ha dato la forza e il coraggio per abbandonare le sue paure e fuggire con l’amato. Qui, cane e padrona, vivono gli anni più belli e vengono sepolti l’uno nel giardino di casa Guidi, l’altra nel cimitero degli Inglesi.
La storia di Flush sembra una fiaba ma è una storia vera perché tutti i personaggi sono realmente esistiti. Questo libro parla dell’amore di un cane per una giovane donna e poi dell’amore di questa donna per un uomo più giovane di lei.
La Woolf mi ha colpita molto per come è riuscita a raccontare la storia di Flush attraverso quella della signora Barret. Tra i due esiste una somiglianza benché ci sia il più vasto abisso che può separare due creature. L’una parla ed è una donna; l’altro è muto ed è un cane. Così strettamente uniti ma così immensamente divisi si guardano, studiano i reciproci comportamenti, provano emozioni. Inizialmente il loro bellissimo rapporto viene messo alla prova dall’arrivo del signor Browning anche se riuscirà a farsi accettare dal cane.
Secondo me Flush incarna la spontaneità e l’istinto a cui la padrona ha rinunciato. Per lei rinuncia alla libertà e trascorre interminabili inverni e assolate estati cittadine nella stanza dove la poetessa distesa su un’ottomana, scrive assiduamente. Credo che la frase più significativa del libro e del rapporto tra Elizabeth e Flush si trovi nel 1° capitolo:”mentre si guardavano ognuno sentì: Quello sono io-e ognuno sentì poi- ma quanto diverso!”

Esempio



  



Come usare