enrgia alternativa

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:186
Data:22.11.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
enrgia-alternativa_1.zip (Dimensione: 4.25 Kb)
trucheck.it_enrgia-alternativa.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Soldi…è tutta una questione di soldi!pensate cosa dovesse accadere se tutti i cittadini italiani cominciassero a produrre energia “fatta in casa”…credete che l’Enel rimanga ad osservare?
Purtroppo nel XXI sec c’è ancora tanta gente che pensa a riempire le proprie tasche anziché alla salute comune.Contro tutto questo sta combattendo un famoso comico italiano,Beppe Grillo:ormai da anni si diletta a produrre energia elettrica grazie a n impianto fotovoltaico da cinque kilowatt che utilizza per la maggior parte per soddisfare i consumi della propria famiglia.Il sistema è molto semplice:dei pannelli solari situati generamente sui tetti assorbono la luce solare trasformandola in energia elettrica(come succede nelle foglie durante la fotosintesi clorofilliana)senza produrre alcun tipo di inquinamento!!
È proprio su quest’ultimo punto che il comico sta invitando la gente a riflettere:se tutti facessimo come lui non solo risparmieremmo un bel po’ di soldi visto che il prezzo dell’elettricità continua ad aumentare a dismisura ma eviteremmo di incrementare il tasso d’inquinamento presente nell’aria visto che per creare energia vengono bruciate enormi quantità di materiali fossili,carbone e petrolio.
Inoltre l’energia prodotta in surplus viene immessa in rete e venduta all’azienda fornitrice(Enel o altri)ad un prezzo triplo di quello praticato dal gestore della fornitura.
Certo non è mica tutto rose e fiori come sembra infatti il prezzo dei pannelli fotovoltaici è ancora elevatissimo e fabbricarne uno in casa è praticamente impossibile:in pratica è come acquistare una macchina diesel,il prezzo è più alto e il guadagno lo si ha solo dopo qualche tempo.Inoltre va detto come alle celle fotovoltaiche siano inefficienti durante la notte e creino problemi nelle giornate nuvolose ma se no si inizia ad usarli questi problemi non potranno essere mai risolti.
Comunque va ricordato come vi siano altri metodi per la fabbricazione di energia pulita ad esempio sfruttando la potenza del vento(ma c’è bisogno di ampi spazi dove costruire queste enormi “pale” che comunque sono molto fastidiose a causa del rumore prodotto)o sfruttando il calore terrestre.
Lo stato si sta adoperando per premiare tutti coloro che producono energia elettrica destinando a loro i fondi che in passato venivano erogati sottoforma di finanziamenti per gli impianti sparsi in tutta Italia.
La risposta degli italiani è molto incoraggiante come sottolinea il signor Zanchini:un terzo della domanda riguarda impianti fotovoltaici medi o piccoli quindi per condomini o piccole aziende.Ma ancora è troppo poco infatti l’Italia è uno dei paesi più in ritardo sotto questo punto di vista:paesi come il Giappone,la Danimarca,la Germania e la Spagna stanno facendo progressi esorbitanti.
Nella proiezione dell’International Energy Agenzy le fonti rinnovabili(energia idroelettrica,geotermica,fotovoltaica,eolica)possono arrivare a soddisfare il 20% della domanda di elettricità mondiale nel 2020 e metà dell’energia primaria nel 2050.L’Italia invece dal 1990 al 2002 ha aumentato la produzione di energia rinnovabile solo dell’1% passando dal 7,7 all’8,7%,ancora troppo poco.Bisogna che tutti si dimostrino realmente interessati allo sviluppo di tali forme di energia e contribuiscano attivamente alle ricerche.
Si forse non saranno belli da vedere questi pannelli neri posizionati sui tetti ma sono utili a migliorare la vita di tutti a rendere meno brutta quella della generazioni che verranno.
Almeno per una volta i grandi potenti dovrebbero fermarsi e guardarsi intorno così da accorgersi che le soluzioni sono proprio qui accanto a noi e anche se non fanno guadagnare tantissimi soldi sicuramente possono migliorare la salute di molti cittadini.

Esempio



  



Come usare