Dottor Jeckyll e Mister Hide

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:300
Data:06.04.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
dottor-jeckyll-mister-hide_1.zip (Dimensione: 6.61 Kb)
trucheck.it_dottor-jeckyll-e-mister-hide.doc     32.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Scheda Libro
“Lo strano caso del Dottor Jekyll e Mr. Hyde “
Autore : Robert Louis Stevenson
Prima pubblicazione : 1885
Genere Letterario : Romanzo Giallo
Biografia : Robert Louis Stevenson nacque a Edimburgo in Scozia il 13 novembre 1850 e morì a Samoa, 3 dicembre 1894, fu un importante scrittore del 19° secolo. Figlio di un ingegnere edile, temperò la malinconia e la durezza del carattere scozzese col brio e la gaiezza, che gli derivavano dall’origine francese della madre, Margaret Balfour.
Trama : Il romanzo è ambientato a Londra a fine 1800, tutto comincia una sera, allorché un uomo piccolo e malvagio di nome Mister Hyde si scontrò con una ragazzina facendola cadere e calpestandola. Fortunatamente all’accaduto assistette il signor Enfield e la famiglia della ragazzina che accorse subito in soccorso con un medico, in seguito chiesero anche un risarcimento all’uomo incriminato, che pagò subito con un assegno un ingente somma, firmata a nome di dottor Jekyll.
Il signor Enfield raccontò l’accaduto al cugino, il signor Utterson, con cui è abituato a trascorrere spesso le passeggiate la domenica.
Al signor Utterson il nome Jekyll non suonava nuovo, così tornato a casa in preda a forti dubbi controllò in cassaforte tra i suoi documenti, trovò il nome di Hyde ripetuto più volte nel testamento del dottor Jekyll, per questo motivo decide di andare dal dottor Lanlyon, suo grande amico, per chiedergli informazioni su Hyde, ma non seppe dargli nessuna informazione.
Il signor Utterson, non era soddisfatto delle poche informazioni che aveva a disposizione, voleva vedere chi era il misterioso Hyde, per fare ciò, si nascose vicino alla porta della casa in cui entrò per predente il blocco degli assegni.
Utterson tentò in ogni modo di parlarci, iniziando un breve discorso che si concluse subito, ma capisce che Hyde è un uomo malvagio e meschino.
Appena un anno dopo , Londra fu sconvolta dall’assassinio di una persona importante, Sir Danvers Carew, ucciso a bastonate.
Il signor Utterson venne convocato dalla polizia, capì subito che il bastone in questione apparteneva al signor Hyde, così porto la polizia alla casa dello stesso per una ispezione, dietro l’uscio di una camera trovarono il bastone con il quale Hyde aveva ucciso Carew.
Nel pomeriggio Utterson potè, recarsi a casa del dottor Jekyll , il maggiordomo di nome Poole, lo accompagna attraverso il laboratorio in un ex chirurgo, che era stato comprato dal dottor Jekyll e trasformato in laboratorio chimico dallo stesso.
Una rampa di scale conduceva allo studio del dottore dove sedeva vicino al camino acceso.
Utterson parlò della morte di Carew e delle prove che aveva contro Hyde, avvisando il dottore del pericolo di compromissione che correva, così Jekyll consegnò all’avvocato una lettera appena ricevuto da Hyde, aggiungendo che no avrebbe più avuto niente a che fare con quel mostro.
Grazie all’aiuto del signor Guest, appassionato in grafologia, scopre che la calligrafia di Hyde è molto simile a quella di Jekyll o addirittura che provenissero dalla stessa persona, a questo punto al signor Utterson nacquero dei dubbi sull’onestà del dottor Jekyll.
Nonostante la taglia per la cattura del signor Hyde, ancora non era stato trovato.
Il dottor Jekyll, era tornato alla vita normale, uscendo dall’isolamento del suo studio, cominciando a frequentare i vecchi amici.
Nel frattempo, Jekyll torna al suo solito isolamento, e l’amico Lanyon si ammala, così una sera Utterson decide di andarlo a trovare, gli diede una lettera, che non avrebbe dovuto aprire fino alla morte del dottor Jekyll, una settimana dopo Lanyon muore.
Una sera il signor Poole, si dirige a casa di Utterson, chiedendogli, molto spaventato di recarsi a casa del dottore, riferendo all’avvocato che Jekyll a parer suo era stato ucciso dal Signor Hyde.
Cosi i due si dirigono davanti alla porta del laboratorio, e dopo aver bloccato l’uscita , sfondano la porta.
Nel laboratorio trovano il cadavere del signor Hyde a faccia in giù, con in dosso i vestiti del dottore, Poole e Utterson trovano anche una relazione di Jekyll che l’avvocato prende se la mette in tasca.
Tornato a casa, Utterson lesse il contenuto della lettera di Lanyon, in quel foglio vi era scritto che Lanyon aveva ricevuto una lettera da parte di Jekyll, che gli chiedeva di prendere delle provette nel cassetto del suo studio.
La sera successiva Hyde andò a casa di Lanyon, fece una pozione con le provette e si trasformò nel dottor Jekyll.
Il seguito a questa lettera, Utterson lesse anche la relazione del dottor Jekyll, nel quale vi era scritto che in seguito all’assunzione di droghe era riuscito a trasformarsi in una persona che tirava fuori la sua parte cattiva.
Le prime volte che si trasformava era contento di avere una doppia vita, poi si rese conto che non riusciva più a tenere sotto controllo le sue trasformazioni.
Inoltre evidenzia anche che le pozioni sono quasi finite, poiché non riesce più a riprodurle, probabilmente perché un elemento che aveva usato per il primo gruppo di pozioni era impuro, e proprio questo elemento fu alla base della sua scoperta.
Per quei motivi che elencò il dottor Jekyll, gli era rimasto poco tempo di vita.
Commento : il libro è molto impegnativo sia per il lessico che per la stesura perché come tutti i gialli, la fabula non incide con l’intreccio, poiché si scopre solo alla fine i fatti che accadono all’inizio del giallo. Un libro da leggere tutto in un fiato visto la sua trama molto corta ma fitta di avvenimenti e di colpi di scena inaspettati, che mi hanno colpito fino alla fine.
Messaggio : l’autore ci fa capire che in ognuno di noi esiste il bene il male, resta a noi il compito di amministrare la parte migliore di noi, cioè il bene.
Grazie a suo esperimenti, inizialmente il dottore è contento dei risultati ottenuti, in seguito però teme della sua salute mentale e fisica, alla fine è lui stesso che si distrugge con la sua pozione.
L’autore sembra che vuole farci capire, che l’uomo con la sua sete di sapere, non deve andare contro alla sua natura e non osare contro le automatismi naturali.

Fabio Giuliani 4°ai

Esempio



  



Come usare