"La casa degli spiriti", di Isabel Allende

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:4686
Data:08.04.2010
Numero di pagine:8
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
casa-spiriti-isabel-allende_1.zip (Dimensione: 14.84 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-casa-degli-spiriti-,-di-isabel-allende.doc     54.5 Kb


Testo

LA CASA DEGLI SPIRITI
ISABEL ALLENDE

DATI BIBLIOGRAFICI
Autore
Isabelle Allende
Titolo
(La Casa De Los Esperitus) La Casa degli Spiriti
Editore, luogo, data di pubblicazione
Feltrinelli, Milano, 1983 (Originale: 1982)
Numero pagine
pp. 364
Genere narrativo
Fantasy
RIASSUNTO
La storia è incentrata sulle vicende della famiglia Trueba - Del Valle, che si intrecciano con gli avvenimenti politici di quegli anni, narrando le avventure di quattro generazioni.
I coniugi Del Valle hanno undici figli. Tra le femmine, Rosa è la maggiore e Clara la minore. Rosa, caratterizzata da una bellezza sconvolgente, è promessa sposa di un giovane, Esteban Trueba, che sta lavorando nelle miniere del Nord per guadagnare abbastanza soldi per il matrimonio. Quando la ragazza muore avvelenata per errore, Esteban torna in città da sua madre e sua sorella Ferula. Ferula accudisce la madre Ester, molto malata, da ormai molti anni: ha rinunciato al matrimonio e vive segregata nella casa dei Trueba. Esteban decide di trasferirsi in campagna, alle Tre Marie, e di riportare all'antico splendore quella tenuta. Per alleviare la sofferenza per la perdita di Rosa, egli violentò gran parte delle ragazze , tra le quali Pancha Garcia, dalla quale ebbe uno dei tanti figli illegittimi, Esteban Garcia, che avrebbe poi perseguitato sua nipote.
Nove anni dopo torna dalla famiglia Del Valle per chiedere la mano di Clara, ragazza dai poteri sovrannaturali, la quale, sentendosi in colpa per la morte della sorella, non aveva più parlato e aveva ripreso a farlo solo per predire il suo matrimonio; con loro, dopo la morte di Ester, va a vivere anche Ferula, che col passare del tempo scopre di provare per Clara un sentimento a metà tra l'amore e l'adorazione. Ben presto Clara rimane incinta di Blanca e in seguito dei due gemelli Jaime e Nicolas. Quando questi nascono, muoiono Nivea e Severo Del Valle in un incidente stradale. La famiglia Trueba passa molto tempo alle Tre Marie dove Blanca, figlia di Clara, conosce Pedro Terzo Garcia, il grande amore della sua vita. Nel frattempo Esteban caccia da casa ingiustamente sua sorella Ferula, incolpandola di allontanare da lui sua moglie con le sue attenzioni. La donna muore sola, in miseria; il suo fantasma appare a Clara, la bacia sulla fronte un'ultima volta e sparisce per sempre.
Blanca passa la maggior parte del suo tempo con Pedro Terzo Garcia, incontrandosi in segreto, ma una notte vengono sorpresi da Jean de Satigny, un conte francese in società con Esteban, interessato a sposare la giovane ragazza; egli racconta tutto al padre, il quale, quando scopre che Blanca è incinta, la fa sposare col conte e tenta di uccidere Pedro Terzo, ma gli taglia solo tre dita. Clara si ribella alle decisioni di Esteban, ma questo la picchia facendole perdere parecchi denti: da quel momento i due smettono di parlarsi per sempre. Blanca scopre che il marito è un pervertito, vedendo una raccolta di foto pornografiche nascosta in una stanza alla quale le era vietato l'accesso. Così scappa e arriva a casa in tempo per partorire sua figlia, Alba. Nel frattempo Nicolas, che conduceva una bella vita, si era innamorato di Amanda, una ragazza alla quale anche Jaime, che era diventato medico, era molto affezionato, al punto da farla abortire in segreto quando rimane incinta.
Alba studia filosofia all'Università, dove incontra Miguel, fratello di Amanda, che la coinvolge nell'occupazione dell'Università e nel movimento di sinistra.
Clara, avendo capito di aver finito il suo compito terreno, muore e la casa va in rovina. Lascia a Blanca i suoi gioielli e ad Alba i quaderni in cui aveva scritto la sua vita e le lettere con cui si congedava da amici e parenti. Esteban si candida alle elezioni ma, a sorpresa, vince la sinistra. La destra inizia allora a boicottare il governo, fino ad un colpo di stato militare, durante il quale il presidente viene ucciso e perde la vita, in modo molto cruento, anche Jaime. Miguel è costretto a nascondersi. Blanca scappa insieme a Pedro Terzo, diventato nel frattempo un famoso cantante. Alba, che aiutava i ricercati con le provviste accumulate da sua madre e le armi di suo nonno, viene fatta arrestare, picchiata e violentata da Esteban Garcia, che voleva vendicarsi del nonno che non aveva riconosciuto suo padre. Esteban non sa come fare per liberare la nipote e si rivolge a Transito Soto, una prostituta che frequentava molto tempo prima e alla quale aveva dato molti soldi per farle realizzare i suoi sogni. Transito, grazie alle sue notevoli influenze, riesce a far liberare Alba, che ritorna da suo nonno e, con lui, inizia a rimettere a nuovo la casa. Poco dopo Esteban muore, assistito dalla nipote e dal ricordo di Clara e Rosa. Alba inizia a leggere i quaderni di sua nonna e nella notte prima del funerale del nonno, mentre veglia il suo cadavere, inizia a scrivere la storia della sua famiglia.

INDIVIDUA I TEMI

Quali temi affronta il romanzo?
Il romanzo affronta temi sociali e politici che riguardano le famiglie Trueba e Del Valle.
Il titolo e l’eventuale sottotitolo forniscono qualche informazione utile alla comprensione dei temi trattati?
Il titolo del romanzo, “La Casa degli Spiriti”, richiama temi di secondaria importanza per la comprensione dei temi trattati nel romanzo. Si allude infatti alla caratterizzazione psicologica che nel corso della storia si dà a Clara, dotata di una fervida immaginazione dai poteri mentali sovrumani che le permetterebbero di mettersi in contatto con il mondo dei morti.
Li ritieni temi interessanti per un/a ragazzo/a della tua età?
Gli avvenimenti politici in particolare non mi sembrano un tema interessante per un ragazzo della mia età, anche se l’avvincente trama dell’opera e la grande abilità narrativa dell’autrice hanno saputo rendere molto avvincente ed interessante l’intero libro.
Quale situazione o episodio ti è rimasto particolarmente impresso? Per quali motivi?
Gli episodi che più mi sono rimasti impressi sono quelli tra Esteban Trueba e sua nipote, l’unica ancora affezionata al nonno. Qui potevamo vedere come anche una persona dal cuore così duro, così chiusa in sé stessa, potesse sciogliersi di fronte ad una nipotina che gli voleva bene.
ANALIZZA LE CARATTERISTICHE DEI PERSONAGGI

Quali sono i personaggi principali?
Il tempo della storia ha la durata di tre o quattro generazioni, con la comparsa quindi di più di una ventina di personaggi. Alcuni, quali Esteban Trueba, Clara, Rosa, Nivea e Severo Del Valle, Blanca, Ferula, Jaime, Nicolàs, Alba, Pedro Terzo Garcia, Amanda, Miguel, Pedro Secondo Garcia, la Nana, Transito Toto, Jean De Satigny, Esteban Garcia, di primaria importanza, mentre altri, come Ester Trueba, Pedro Garcia il Vecchio, le Sorelle
Mora, lo Zio Marcos, il Dottor Cuevas e Padre Rastrepo, che sono solamente delle comparse o che hanno ruoli di secondaria importanza.
In particolare chi è il protagonista? Quali sono gli aspetti più rilevanti del suo carattere? Rappresenta determinati sentimenti o ideali? Nel corso del racconto il suo carattere rimane uguale (è un personaggio statico) oppure subisce un’evoluzione (è un personaggio dinamico?)
L’unico personaggio che potremo definire il protagonista, per la sua caratteristica di onnipresenza, è Esteban Trueba. Egli interviene, saltuariamente, nella narrazione in prima persona e, come già detto, è l’unico personaggio presente dall’inizio alla fine della storia. Tuttavia è anche l’unico personaggio di cui non viene presentata una caratterizzazione fisica, durante tutto il racconto o in un passo specifico. Si afferma solamente che egli era “tutt’altro che un bel ragazzo”. La sua caratterizzazione psicologica e sociale è invece ampiamente trattata. I tratti principali del suo carattere sono l’orgoglio, la rabbia, la determinazione, e l’ostinazione. Non è un tipo socievole e preferisce stare da solo. È il marito di Clara, che ama profondamente, anche se non è ricambiato fino in fondo. A causa del suo carattere insopportabile finisce per perdere tutti gli affetti a lui più cari eccetto Alba, la nipote, che è molto affezionata al nonno.
Nella storia Esteban è senza dubbio un personaggio di tipo “individuo”. Egli cambia nel carattere, diventa senatore, e cambia, a causa di una maledizione di sua sorella Ferula, anche dal punto di vista fisico.
Tra i vari personaggi chi ha il ruolo di antagonista? Chi invece il suolo di aiutante?
L’antagonista, nella storia, è Esteban Garcia. Egli, inizialmente, è alle dipendenze del protagonista alle Tre Marie, e diventerà poi responsabile del rapimento di sua nipote.
Ricopre invece il ruolo di aiutante la prostituta Transito Toto. Essa sembra avere un ruolo marginale, ma alla fine è grazie a lei che Esteban riesce a riabbracciare la nipote Alba.
INDIVIDUA GLI SPAZI IN CUI SI SVOLGONO I FATTI SIGNIFICATIVI DELLA VICENDA

Dove si svolge l’azione? Sempre nello stesso luogo o in luoghi diversi? Si tratta di luoghi reali o fantastici?
La storia si svolge in Cile, anche se non viene esplicitamente detto dall’autrice. Mentre la famiglia Del Valle vive in un paesino isolato, la casa dove Esteban e Clara vanno ad abitare è nella capitale. Le Tre Marie sono in campagna, in un luogo non ben precisato; tutti gli avvenimenti principali si svolgono nella capitale.
INDIVIDUA IN QUALE TEMPO SI SVOLGONO I FATTI E COME SI SVILUPPA LA NARRAZIONE

La vicenda si svolge nel presente, nel passato oppure nel futuro? È indicata una precisa epoca storica? Ci sono comunque elementi che consentono di stabilirla? Di quali elementi si tratta?
La narrazione copre una durata molto ampia, di 3 o 4 generazioni circa. Nonostante questo, essa è densa di avvenimenti. Gli avvenimenti a cui possiamo fare riferimento sono quasi esclusivamente politici, come la Seconda Guerra Mondiale, che viene citata di sfuggita. La storia inizia quindi nei primi anni del ‘900 e si conclude verso gli anni ’70 dello stesso secolo.
La narrazione procede in ordine cronologico? Ci sono flashback che rievocano avvenimenti anteriori rispetto al punto in cui è la storia? È tutta in flashback?
Nella narrazione, i fatti narrati si susseguono seguendo l’ordine cronologico, ma sono molto ricorrenti le analessi e le prolessi. Le analessi raccontano avvenimenti avvenuti in precedenza, mentre le prolessi anticipano spesso fatti che poi vengono ripresi successivamente (spesso anche la morte di alcuni personaggi). Inizialmente è possibile individuare un’analessi notevole, che occupa molte pagine, in cui vene raccontata la vita dello zio Marcos e del suo rapporto con la piccola Clara.
Sono ricorrenti anche le ellissi e i sommari provocano lo scorrere velocissimo dell’infanzia di Blanca e della vita di Esteban, che alla morte di Clara ha 25 anni e alla morte della madre ne ha 35 eppure un solo capitolo separa questi due avvenimenti.
DEFINISCI LA TIPOLOGIA DEL NARRATORE

Chi racconta la storia? (il protagonista, un altro personaggio del romanzo oppure un narratore estraneo alla vicenda?)
Il narratore rimane sempre lo stesso oppure cambia?
La storia è molto interessante dal punto di vista del narratore, il quale è esterno per quasi tutta la durata della storia, ma talvolta è interrotto dalla narrazione in prima persona di alcuni personaggi, che naturalmente hanno una visione più ristretta e personale degli avvenimenti. Sono infatti abbastanza ricorrenti delle pagine scritte da Esteban Trueba e l’epilogo è narrato da Alba, la nipote, anche se si scoprirà poi che è stata proprio quest’ultima a scrivere l’intero romanzo. Il narratore, onnisciente, interviene non di rado con propri commenti e giudizi.
INDIVIDUA ALCUNE CARATTERISTICHE DELO STILE

Le parti descrittive e quelle narrative ti sono sembrate equilibrate?
Le parti narrative e quelle descrittive mi sembrano equilibrate. Non vi è una tipologia narrativa che prevale sull’altra. Le scene descrittive sono molto particolari e interessanti perché non bloccano la narrazione dino in fondo e mantengono vivo l’interesse.
La vicenda è raccontata con ritmo incalzante oppure lento?
Il ritmo della storia, a causa della presenza di scene dialogate, alternate a scene descrittive, narrative, riflessive, pause e sommari che si alternano continuamente, non è né eccessivamente lento né incalzante.
Il linguaggio dell’autore/dell’autrice ti è sembrato semplice o complesso? Hai trovato termini di difficile comprensione?
Il registro linguistico del romanzo è di livello medio. Non mancano termini di uso colloquiale e termini più ricercati.
Lorenzo Vidotto Classe 1B

1 | Pagina

Esempio



  


  1. emy

    inventa un tema di racconto sull'orrore o di fantasmi o di fantasy


Come usare