le preposizioni di luogo

Materie:Appunti
Categoria:Inglese

Voto:

1 (2)
Download:1696
Data:02.02.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
preposizioni-luogo_1.zip (Dimensione: 3.97 Kb)
trucheck.it_le-preposizioni-di-luogo.doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Le preposizioni di luogo

“To” e “into” sono due preposizioni di moto a luogo.
“to” corrisponde ad “a”, “in”, perché indica un moto di avvicinamento e il raggiungimento del luogo.

Da notare che to non si usa mai davanti al sostantivo home (casa):

You’d better go back home.
Faresti meglio a tornare a casa.

La preposizione “into” corrisponde a “in”, “nel”, “nella” e denota la penetrazione in un luogo circoscritto. Normalmente tale preposizione richiede l’uso dell’articolo determinativo davanti al nome del luogo.

“into” si usa anche per esprimere un cambiamento di stato o moto figurato.

L’opposto di “into” è “out of”, che significa “fuori da” e denota

L’opposto di “into” è “out of”, che significa “fuori da” e denota l’uscire da un luogo chiuso o circoscritto; si usa anche in senso figurato

“at” e “in”, significano “a” e “in”, esprimono entrambi stato in luogo, indicando un punto preciso.

“at”, in particolare, si usa quando si vuole sottolineare la funzione svolta da un determinato luogo (es. scuola , garage) oppure in riferimento ai nomi di piccole città e villaggi, o ancora ai numeri civici.

“in” si usa,invece, quando si vuole far riferimento ad un luogo in generale, ovvero ai nomi di grandi città, regioni, nazioni e continenti, nonché a quelli di vie e piazze.

“from” significa “da” e introduce un complemento di moto da luogo.
Si usa l’espressione “to come from” per indicare la provenienza,il paese d’origine.

“on”,”above” e “over” traducono il nostro “su”,”sopra” nelle sue più diverse sfumature.
In particolare, “on” implica un contatto fisico con la superficie in oggetto.

“above” e “over”, invece significano entrambe sopra, nel senso di più in alto di.
Ma si usa “over” e mai “above” per esprimere l’idea di qualcosa che è sopra un’altra, ricoprendola, ovvero l’idea del passare oltre, superare qualcosa.

“under, underneath, below e beneath” traducono allo stesso modo “sotto” a seconda del caso

“under” significa “sotto, al di sotto” è l’opposto di over.

“underneath” significa anch’esso “sotto, al di sotto di” ma, a differenza di under, implica sempre il concetto di qualcosa che resta nascosto.

“below”, opposto di “above” denota lo stare “più in basso di”.

“beneath” , infine , si usa per lo più in senso figurato al posto di “below”; in senso letterale sono preferite le forme “under” o “underneath”.

“inside” “dentro” e “outside” “fuori” si usano entrambi in riferimento a qualcosa di circoscritto anche in senso metaforico; “outside” spesso si traduce con “davanti”.

“through e “across” esprimono entrambe un moto attraverso qualcosa, ma “through” specifica una penetrazione fisica.

“Between” e “among” hanno il medesimo significato di “tra” o “fra”,
con la differenza che la prima si usa per dire ! tra due persone o cose, mentre la seconda si usa per più di due.

“along” esprime l’idea di un moto lungo una certa direzione.

“by, near e beside” indicano vicinanza: “by e near” in senso più generico, così come “close to e next to” con le quali sono spesso intercambiabili .

“beside” esprime anch’essa vicinanza, ma in modo meno generico in quanto è usato col significato più specifico di “al lato di”

“opposite” “di fronte a” e “in front of” “davanti a” in senso generico.

“down”, che significa “giù per”,”più giù”, indica un moto a luogo verso il basso.
“up” significa “su per” ed è l’opposto di down.

“past”, con i verbi di koto, indica il ”passare davanti” e oltre un certo punto nello spazio.

“beyond” significa “oltre”,”al di la.

“around” significa –attorno-, -intorno- ma è adoperato in senso più generico.

“towards” indica moto a luogo, “verso” qualcosa, “in direzione di” anche nel senso figurato, “ nei confronti di”.

Esempio