Grammatica inglese: regole

Materie:Altro
Categoria:Inglese

Voto:

2 (2)
Download:1311
Data:25.05.2005
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
grammatica-inglese-regole_1.zip (Dimensione: 7.66 Kb)
trucheck.it_grammatica-inglese:-regole.doc     35 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

THE VERB TO BE
Present tense affirmative Present tense negative
I am I’m I am not I’m not
You are You’re You are not You’re not
He/she/it is He/she/it ’s He/she/it is not He/she/it ’s not We are We’re We are not We’re not
You are You’re You are not You’re not
They are They’re They are not They’re not
! Le forme del verbo to be sono generalmente contratte.
I si scrive sempre con la lettera maiuscola.
It è il pronome del genere neutro. Si riferisce a oggetti, animali, nomi astratti.
N.B. In inglese non si dà del “tu”, del “lei” o del “voi”. Si usa soltanto YOU.
Present tense interrogative
Per formulare una domanda con il verbo TO BE, si mette il verbo prima del soggetto.
Es.: Sei italiana? Are you Italian?
Per formulare una domanda con altri verbi si usa la forma verbale DO posta all’inizio della frase.
Es.: Parli inglese? Do you speak English?

! Gli aggettivi di nazionalità si scrivono sempre con la lettera iniziale maiuscola. Inoltre, come tutti gli aggettivi inglesi, rimangono invariati per genere e numero.
Es.: I’m German Io sono tedesco
She’s German Lei è tedesca
They’re German Loro sono tedeschi
In inglese, la frase deve sempre esprimere il soggetto, anche se in italiano è sottointeso.
Es.: Is she Italian? E’ italiana?
Mrs, Miss e Mr (Mister) si scrivono sempre con l’iniziale maiuscola. “Mister” si scrive sempre abbreviato “Mr”.
Mrs deriva dall’antica forma Mistress.
Sia Mrs che Miss e Mr non sono mai preceduti dall’articolo e sono sempre seguiti dal cognome mai dal nome.
Nell’uso moderno oltre a Mrs e Miss esiste una forma, Ms, che non precisa lo stato civile della donna.
Miss Bianchi Signorina Bianchi
Mr Rossi Signor Rossi
Mrs Rossi Signora Rossi

THE è l’articolo determinativo inglese. È invariabile. Si usa quindi per maschile, femminile, singolare e plurale.
THIS (singolare) rimane invariato sia per il maschile che per il femminile.
Ha un plurale: THESE.
Differenza tra MINE e MY: mine è un pronome possessivo; my è un aggettivo possessivo. Ambedue rifiutano l’articolo.
Es.: It’s my pleasure. E’ mio piacere.
The pleasure is mine. Il piacere è mio.

La maggior parte dei sostantivi inglesi rimangono invariati. Si usa lo stesso termine per il maschile e il femminile.
Es.: My friend Robert Il mio amico Roberto
My friend Maria La mia amica Maria

Un parola che traduca letteralmente il verbo “stare”, in inglese, non esiste. “Stare” viene tradotto in vari modi, a seconda del contesto della frase.
Es.: How are you? Come stai?
I’m very well. And you? Sto molto bene. E tu?
I’m very well too. Sto molto bene anche io.
In questo caso con il verbo “essere” = to be.
Nella frase “I’m very well too” il TOO significa anche, pure e, come molti altri avverbi e preposizioni, viene spesso messo alla fine della frase.
In altre frasi il TOO assume il significato di troppo.
Nelle domande, le preposizioni vengono usualmente poste alla fine della frase.
Es.: Where do you come from? Da dove vieni?
Present participle
Per formare il participio presente, o anche il gerundio, si aggiunge –ING all’infinito del verbo (senza “to”), con minime variazioni di scrittura.
Fare – to do do-ing – facendo
Dimenticare – to forget forget-t-ing – dimenticando
Acquistare – to shop shop-p-ing – acquistando
Tornare – to come back com-ing back – tornando

Progressive form
Es.: I’m buying some shirts. Compro delle camicie.

La forma progressiva è formata dal verbo essere e dal participio presente del verbo principale, e si usa per azioni che si stanno svolgendo ora, nel momento in cui si parla.
Es.: What are you doing? Cosa fai? (Cosa stai facendo?)
I’m doing some shopping. Faccio (Sto facendo) delle compere.
È anche usata frequentemente per esprimere l’intenzione di fare qualcosa, soprattutto nel prossimo futuro.
Es.: I’m going to Japan. Vado in Giappone.
He’s going to Milan. Va a Milano.
When are you leaving? Quando partite?
Notate che in queste frasi, mentre noi diciamo “andare IN Giappone, andare A Milano”, gli inglesi usano sempre TO = “a”, sia per le città che per le nazioni.

IDIOMS (frasi tipiche e modi di dire)
In inglese si usa rispondere alle frasi di presentazione ripetendo la stessa frase.
Es.: “How do you do?” “How do you do?”
“Pleased/nice to meet you!” “Pleased/nice to meet you!”

As the case may be – A seconda dei casi, secondo le circostanze
All the same – Lo stesso, ugualmente
What you are supposed to… – Quello che dovete fare, il vostro compito è…
Nice - simpatico, gradevole, carino, bello ecc.
On business – Per affari (business in inglese è sempre singolare) Es.: Business is business. Gli affari sono affari.
By plane – By ship – In aereo – Per nave
Per tradurre le espressioni che indicano un mezzo di trasporto (IN aereo - PER nave – CON l’auto, ecc.), si usa sempre BY.
BY car – in macchina; BY bus – in pullman; BY train – in treno.
Pardon, abbrevazione di I beg your pardon? – Come ha detto? è forma assai più cortese di What? – Cosa?
Bye-bye! – Ciao!, forma abbreviata di Goodbye: è una forma di saluto assai usata quando si ha familiarità con una persona.
By the way – A proposito
Once and for all – Una volta per tutte
L’uso del DO per formulare una frase nella forma negativa.
Le frasi negative, quando non contengono il verbo “essere” (o un altro verbo ausiliare), si ottengono inserendo dopo il soggetto la forma verbale DO NOT, contratta spesso in DON’T.
Es.: I don’t know. Non lo so.
I don’t understand French. Non capisco il francese.

Il plurale dei sostantivi si forma, nella maggior parte dei casi, aggiungendo una S al singolare.
Es.: shirt – camicia shirtS – camicie
husband – marito husbandS – mariti
N.B. Alcuni sostantivi hanno plurali irregolari o non hanno affatto plurale.
Per esempio CHILD (bambino) diventa CHILDREN al plurale; BUSINESS non ha plurale.
THE VERB TO HAVE
Present tense affirmative Present tense negative
I have I’ve I have not I haven’t
You have You’ ve You have not You haven’t
He/she/it has He/she/it ’s He/she/it has not He/she/it hasn’t We have We’ ve We have not We haven’t
You have You’ ve You have not You haven’t
They have They’ ve They have not They haven’t
How much is…? – In italiano si dice “Quanto fa…?” – in inglese “Quanto è…?”
Es.: How much is seven and one? Quanto fa sette più uno?
Seven plus one is eight. Sette più uno fa otto.

Could you…? – Potrebbe…? Si usa quando si vuole fare una richiesta in modo gentile.
Could è uno dei verbi ausiliari inglesi.
Possessive adjectives
Gli

Esempio