A Kiss Before Dying

Materie:Traduzione
Categoria:Inglese
Download:299
Data:12.06.2007
Numero di pagine:60
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
kiss-before-dying_1.zip (Dimensione: 70.65 Kb)
trucheck.it_a-kiss-before-dying.doc     262 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

PARTE UNO: DOROTHY
1
La stanza vicino l’università
Aprile 1950
La notte stava arrivando nella città di Blu River, nello stato di Lowa.
Era quasi buio nella piccola stanza vicino lo Stoddard University campus.
Le due persone nella stanza quella domenica sera erano entrambi studenti al secondo anno d’università.
Loro si guardavano reciprocamente in silenzio.
Il bel giovane era arrabbiato. I suoi piani stavano funzionando così bene. E adesso queste notizie erano arrivate. Ma lui non mostrava la sua rabbia – quello non l’ avrebbe aiutato. Lui camminò alla finestra, e per pochi secondi, guardò fuori alle luci della città. Guardava le luci gialle nelle strade. Guardò la luce rossa sulla cima dell’edificio municipale, la torre che era la costruzione più alta a Blu River, lontana un miglio o due. Poi lui si girò, e sorrise alla giovane donna seduta sul letto.
“ sei sicura di essere incinta?” le chiese lui gentilmente.
“sei veramente sicura che stai per avere un bambino?”
“si, sono sicura”, replicò lei. “ il dottore mi ha detto che sono al secondo mese di gravidanza”. Lei iniziò a piangere. “cosa faremo? possiamo sposarci presto?”
“non piangere”, disse il giovane ragazzo. “ tutto andrà bene”. Lui sorrise nuovamente.
La giovane donna smise di piangere e provò anche lei a sorridere.
“oh, ci sposeremo subito”, disse lei. “ sono sicura che piacerai a mio padre quando lui ti incontrerà. Saremo così felici!”
“bene, noi potremmo sposarci immediatamente,” disse il giovane. “ ma non è quello che avevo pianificato, Dorothy – lo sai questo. Io avevo progettato di incontrare tuo padre a NY in estate, alla fine dell’anno universitario. Io volevo chiedere a lui il permesso di sposarti a quel tempo.
“ io voglio piacere a tuo padre, Dorothy”, andò avanti velocemente. “ se noi gia siamo sposati quando lo incontro, lui ipotizzerà la ragione. Ipotizzerà la tua gravidanza. Non gli piacerà, sarà arrabbiato. Smetterà di darti soldi. Saremo poveri. Io dovrò lasciare l’università e dovrò prendere un lavoro in un negozio! E tu dovrai lasciare l’università per prenderti cura del piccolo. Dovremo vivere in una roulotte. Come ti sentirai così?Come si sentirà la tua famiglia?”
“io ti amo”, replicò miseramente la giovane donna. Io non mi curo di essere povera. Non mi curo della mia famiglia. Noi saremo felici – sono sicura di questo! E non credo che mio padre sarà arrabbiato. In ogni modo, non abbiamo altra scelta. Sono incinta! Dobbiamo sposarci presto”.
Il bel giovane camminò versò Dorothy e mise le sue braccia intorno a lei. Stanotte, lui doveva fingere di amarla.
“ noi abbiamo un’alternativa”, disse lui.
“cosa intendi dire?” bisbigliò nervosamente la giovane donna.
“ io conosco qualcuno che può aiutarci”, replicò lui. “ tu non devi essere incinta, Dorothy”.
La giovane donna lo spinse via da lei.
“ tu vuoi che io abbai un aborto?” disse lei arrabbiata.
“No!io non lo farò! e ricominciò a piangere.
“ ascoltami”, disse il giovane. “ io l’amo, Dorothy. Lo sai questo. Ma non voglio distruggere la tua vita. La tua famiglia è ricca. Tu non sai che vuol dire diventare povero. Ma io lo so. Tu l’odieresti!Ascolta! io voglio sposarti la prossima estate, con il permesso di tuo padre. Lui continuerà a darti soldi. Noi affitteremo una piccola casa vicino all’università. Sarà meraviglioso. Ma non devi avere questo bambino!”
“ io non voglio abortire!” gridò Dorothy.
“ non hai bisogno di un’ operazione”, replicò il giovane quietamente. “ dovrai solo prendere delle pillole. Le posso prendere da un ragazzo in una delle mie classi. Suo zio possiede una farmacia, qui a Blu River”.
Lui tenne nuovamente l’infelice giovane donna tra sue braccia. Per l’ora seguente, lui bisbigliò nel suo orecchio. Lui le disse delle cose che lei voleva sentire. Alla fine, lui guardò il suo orologio.
“ tu devi ritornare al tuo dormitorio”, disse lui. “ sono quasi le 10. ti incontrerò domani sera, sotto l’albero fuori il laboratorio farmaceutico. Ti incontrerò alle 8. Poi ti porterò le pillole”.
________

Quando la sua ragazza era andata, il bel giovane mise le sue mani sulla sua faccia.
“Oh, dio!” disse lui disperatamente.
Lui aveva progettato tutto così attentamente! Ma era stato sbadato su una cosa. Lui aveva fatto l’amore con Dorothy solo una volta. Doveva farle credere che l’amava. Ma è stato sbadato. E adesso lei era incinta!
“ io non posso sposarla se lei è incinta!”disse a se stesso. “ io non vivrò in una roulotte con Dorothy e un bambino”.
Il giovane ragazzo era disperato perché voleva sposare Dorothy Kingship. Lui voleva sposarla perché lei era ricca. Lui voleva sposarla perché suo padre era il proprietario della Kingship Copper Incorporated. Quando il giovane aveva scoperto che una ragazza nella sua classe di filosofia ed economia era una delle figlie di Leo Kingship, la sua vita era cambiata. Lui iniziò a pensare un eccitante futuro per se stesso. Aveva pensato un futuro con molti soldi, una bella casa, e un buon lavoro con la grande Kingship, compagnia di successo. Subito dopo avere incontrato Dorothy, aveva scritto agli uffici di Kingship Copper e chiesto per alcune informazioni circa la compagnia. Gli uffici Kingship in NY gli hanno mandato alcuni fascicoli. Lui li teneva sul fondo di un cassetto nella sua scrivania. Ogni notte, prende i fascicoli e li legge. Ogni notte, guarda le foto della grande fonderia Kingship in Illinois, e legge di quanti soldi la compagnia ha guadagnato nell’ultimo anno.
Il bel giovane vuole molto un buon futuro. La sua prima vita non era sta facile. Lui era nato nella piccola città di Menasset, vicino Fall River, Massachusetts. Lui era figlio unico – non aveva ne fratelli ne sorelle. I suoi genitori erano stati poveri. Sua madre ha odiato suo marito perché non ha mai avuto un buon lavoro. Suo figlio era diventato la cosa più importante nella sua vita – lei era interessata solo a lui. Suo padre era morto ora, e sua madre ancora pensava che il giovane fosse la cosa più importante nella sua vita.
Da quando lui aveva 18 anni, il giovane iniziò a credere che tutte le donne erano come sua madre. Molte donne sono interessate a lui. A loro piace lui perché era molto bello. Di solito loro erano le donne più vecchie, con abbondanza di soldi. Loro avevano goduto nel fare l’amore con lui. Ma il loro interesse in lui non era mai durato molto. Ogni volta, un altro bel giovane lo ha rimpiazzato dopo pochi mesi. Adesso, lui odia le donne, ma è ancora felice di spendere i loro soldi.
“perché Dorothy è incinta?”si chiese adiratamente. lei è una giovane sciocca stupida!”
Il giovane aveva 24 anni – 5 anni più vecchio di Dorothy. Lui era più vecchio della maggior parte degli altri studenti alla Stoddard University. Lui era stato nell’esercito americano per un po’ di anni prima di venire alla Stoddard. Ha lottato nel lontano est nel 1945, l’ultimo anno della guerra. Quello era dove ha imparato che era facile distruggere vite. Anche se era arrabbiato con Dorothy Kingship, il giovane improvvisamente si sentì un po’ spiacente per lei. Lei era una persona molto possessiva. E le persone possessive sono persone difficili da piacere!La settimana prima Dorothy gli disse di un altro dei suoi ragazzi – uno studente della Stoddard che passava molto tempo con lei. Questo studente ha rotto con lei prima di Natale perché lei era diventata troppo seria e troppo possessiva nei suoi confronti. “ donne possessive spaventano gli uomini!” pensò il giovane.
Ma lui aveva capito la ragione della possessività di Dorothy. La sua prima vita era stata molto differente dalla sua. Dorothy non era figlia unica – lei aveva due sorelle. Ma i suoi genitori erano stati infelici, come lui. Dopo i primi anni del suo matrimonio, la madre di Dorothy si era innamorata di un altro uomo per un breve tempo. Otto anni dopo, Leo Kingship scoprì questa relazione. Lui non è stato capace di perdonare sua moglie. Divorziò da lei, anche se da allora era molto malata. Le tre ragazze stettero con il loro padre, e subito dopo il divorzio la loro madre morì. Leo Kingship non era stato mai alcun tipo di padre affettuoso. E dopo la morte di sua madre, Dorothy aveva paura di essere da sola. Lei aveva sempre tentato di piacere agli altri. Dorothy aveva detto al bel giovane, “ sono sicura che piacerai a mio padre quando ti incontrerà”. Ma lei aveva parlato di suo padre spesso. È un uomo duro. Lui non perdona mai le persone se pensa che loro offendono. Il giovane era sicuro che Leo Kingship non perdonerebbe mai la sua giovane figlia per essere incinta. E non la perdonerebbe mai se si sposasse senza il suo permesso.
“cosa potrò fare se lei non vuole abortire?” si chiese il giovane. C’era una cosa di cui lui era felice. Lui aveva sempre incontrato Dorothy segretamente. Nessuno di loro aveva detto a qualsiasi altro studente che loro si incontravano nelle sere. Lui non pensava che qualcuno di loro sapesse della relazione. E lui era sicuro che Dorothy non avesse detto ancora niente alla sua famiglia di lui. Anche se Dorothy ha due sorelle più grandi, non le vede molto spesso. La sorella più grande, Marion, ha un lavoro a NY city, dove vive anche Leo Kingship. Dorothy non scrive mai a Marion o le telefona. Ellen, la seconda sorella, era a Caldwell college. Caldwell è a 100 miglia da Blu River, nello stato del Wisconsin. Il giovane sa delle sorelle, perché Dorothy gli ha parlato molto della sua famiglia. E lui sa che a Natale, Dorothy aveva discusso con Ellen. Loro non si parlano da allora.
“Dorothy non dire a nessuno del bambino”, il giovane si disse. “ se le pillole funzionano, tutto sarà ok.”
2
il laboratorio Farmaceutico
Lunedì sera, il giovane incontrò Dorothy all’università, vicino al laboratorio farmaceutico. Lui le diede le due pillole bianche che ha avuto dal suo amico. “le devi prendere entrambe”, lui le disse. “ prendile stanotte”. Probabilmente avrai la febbre per un’ora o due. E probabilmente vomiterai. Ma poi, abortirai il bambino”. “ cosa faremo se le pillole non funzioneranno?”gli chiese Dorothy nervosamente .
“ non preoccuparti, cara”, replicò il giovane. Lui sorrise. “ se non funzionano, ci sposeremo subito”.
Dorothy mise le pillole in tasca.
“ vuoi andare al cinema stasera?” chiese lei.
“sono spiacente, ho da fare molto lavoro per la mia classe di Spagnolo”, disse il giovane.
“ti aiuterò io,”, disse Dorothy velocemente. “verrò nella tua stanza con te”. Dorothy era brava in spagnolo – era una studentessa in una classe avanzata di spagnolo.
“ No. Sarò ok”, disse lui. “ vai a casa e prendi le pillole ora. Poi sarai ok in mattina”.
Dorothy non capiva. Il bel giovane non era buono in spagnolo, ma di solito non se ne cura. Perché vuole fare lavoro extra per la sua classe ora? E perché non le permetterebbe di aiutarlo? Lei era confusa. Dorothy non discusse con lui. Ritornò al suo dormitorio. Si sedette sul suo letto, e guardò le due grandi bianche pillole.
“potrei mentirgli”, si disse. “ lui non lo scoprirebbe mai. Potrei dirgli che ho preso le pillole, e che non hanno funzionato. Se lo faccio, mi sposerà presto. noi saremmo felici, qualsiasi cosa mio padre dica”.
Ma Dorothy non voleva mentire al suo ragazzo. Loro stavano per sposarsi presto. E mentire non è un buon modo per iniziare un matrimonio. Lei prese un bicchiere d’acqua dal bagno, chiuse i suoi occhi e prese le pillole. Un ‘ora dopo, lei ebbe la febbre e un terribile dolore allo stomaco. Dopo un’altra ora, vomitò. Ma il mattino seguente, era ancora incinta.
________
Martedì mattino, alle nove e due minuti, il bel giovane era seduto nella sala conferenze all’università. Non stava ascoltando veramente quello che stava dicendo il professore di filosofia. Stava pensando a Dorothy. Dov’era? Anche lei era una studentessa di filosofia, ma non è venuta alle lezioni questa mattina. Era un bene? L’amico che gli ha venduto le pillole non era sicuro che avrebbero funzionato. “ se la tua ragazza è incinta al secondo mese può esser troppo tardi”, disse lui. “ queste pillole sono in realtà per persone che hanno solo poche settimane di gravidanza. Ma lei le può provare,non può?”
“forse lei ha abortito il bambino nella notte”, il bel giovane pensò nervosamente. “ forse Dorothy non si sente abbastanza bene da venire in classe questa mattina”.
Ma alle nove e un quarto, la porta della stanza si aprì quietamente e Dorothy entrò. Era molto pallida. Si sedette vicino al giovane e mise i suoi libri sulla sua scrivania. Scrisse alcune parole su una pagina del suo quaderno, strappò la pagina, e la passò a lui.
La pillola non ha funzionato. Ho avuto la febbre e ho vomitato tutta notte, ma sono ancora incinta.
Il giovane chiuse i suoi occhi. Provò a non mostrare la sua rabbia e disperazione. Dopo un momento, aprì gli occhi di nuovo e sorrise a Dorothy. Velocemente scrisse qualche parola in una pagina del suo quaderno.
Non preoccuparti. Ci sposeremo questa settimana.
Sorrise di nuovo a Dorothy e le mostrò la pagina. Ma non la strappò dal quaderno. Il giovane stava pensando intensamente. Dorothy vorrebbe sposarsi subito. Lui aveva bisogno del tempo per pensare ad un altro piano.
“Oh, Dio”, pensò lui. “io desideravo che le pillole l’avessero uccisa!” e appena lui aveva pensato questo, qualcosa dentro lui cambiò. Improvvisamente, sentì calma. Lui era di nuovo in controllo del suo futuro. Quando la classe finì i due ragazzi lasciarono l’aula insieme.
“ dobbiamo parlare” disse il giovane. “ andiamo in centro. Possiamo avere del caffè li. Non andrò in nessuna classe oggi. E tu non hai alcuna classe fino al pomeriggio”.
Dorothy era ancora pallida, ma era felice e eccitata. “ sposiamoci domani”, disse lei. “ no, è troppo presto, cara”. Replicò il giovane.
“ dobbiamo trovare qualche luogo adatto per vivere. Non possiamo vivere nella mia piccola stanza. C’è un parco roulotte dall’altra parte della città. Alcuni degli studenti sposati vivono li. Parlerò con qualcuno per affittare una delle roulotte. Ci sposeremo venerdì. Poi noi possiamo avere un fine settimana insieme in un hotel e muoverci nella roulotte lunedì”. “dobbiamo aspettare fino a venerdì per sposarci?”chiese Dorothy.
“ sono solo un po’ più giorni”. Disse il giovane.
“OK, scriverò a mia sorella Ellen stasera”. Disse Dorothy.
“Gradirei subito dirle le mie notizie”.
“non è una buona idea, Dorothy”. Disse il giovane. “ se parli ad Ellen del nostro piano, ne parlerà con tuo padre. È probabile che lui tenti di fermare il nostro matrimonio. Puoi telefonare alla tua famiglia dopo il matrimonio venerdì”. loro discussero un paio di minuti. Ma in fine, Dorothy acconsentì. I due giovani camminarono verso il centro della città. Bevvero caffè in un piccolo ristorante li. Poi Dorothy lasciò il ristorante per ritornare all’università. Il giovane la guardò andarsene.
“Io dovrò ucciderla”, si disse. “ ma tutti devono pensare che la sua morte è un incidente. O forse un suicidio – si,, le persone devono pensare che si è uccisa. Povera Dorothy!”
________
mezz’ora più tardi, il giovane era seduto nella libreria dell’università. Sulla sua scrivania c’erano libri su famosi assassini, e libri sulla tossicologia. Lui li ha letti tranquillamente per del tempo, scrivendo note nel suo quaderno. Quando lasciò la libreria, aveva una lista di 5 veleni. Qualsiasi di loro ucciderebbe una persona velocemente. Ora lui aveva una piccola quantità di uno di questi veleni. La farmacia non aveva il permesso di vendere veleni, ma il giovane conosceva un posto dove poteva prenderli – al laboratorio farmaceutico dell’università di Stoddard. Il giovane non era stato mai nel laboratorio, ma sapeva che c'era una dispensa per chimici nella cantina. Tutte le sostanze chimiche di cui avevano bisogno per gli esperimenti degli studenti di farmacia erano tenuti là. E gli studenti dell’ultimo anno avevano la chiave della dispensa . Gli studenti dell’ultimo anno spesso fanno esperimenti senza un insegnante. Il giovane doveva ottenere quella stanza. Quindi lui dovrebbe fingere di essere uno studente di farmacia dell’ultimo anno. Dalla biblioteca, andò alla libreria dell’università. Sul muro del negozio c’era una lista dei libri con cui gli studenti hanno studiato per le loro classi. Guardò la lista per un minuto. Dopo prese una copia dei libri di testo che tutti gli studenti dell’ultimo anno di farmacia hanno usato. Era un libro sottile ed alto con una copertina verde. Prese anche delle buste bianche. Un quarto d’ora dopo, il giovane era in piedi nel corridoio della cantina del laboratorio farmaceutico. Stava fingendo di leggere gli avvisi su un tabellone, che era vicino alla porta chiusa della dispensa. Lui stava tenendo il manuale verde ed alto sotto il suo braccio, insieme con un quaderno e le buste.
Voleva uno dei reali studenti di farmacia per aprire la stanza della dispensa per lui. Ma quello non sarebbe un problema. c'era un centinaio di studenti di farmacia. Presto, uno di loro verrà alla dispensa. Lo studente non riconoscerebbe il giovane, ma questo non sarebbe un problema. Loro non potevano conoscersi tutti. C’erano 3 grandi classi per l’ultimo anno di farmacia. Chiunque veniva alla dispensa vedrebbe il giovane stare in piedi nel corridoio con il manuale di fine anno. Chiunque veniva avrebbe potuto pensare che potesse essere uno studente all’ultimo anno – ma uno studente in una classe differente. Il giovane si diceva questo e provava a guardare calmo e rilassato. Ma era molto nervoso. Lui non pianifica un omicidio ogni giorno! Dopo pochi minuti, una bella studentessa donna venne lungo il corridoio della cantina. Prese un gruppo di chiavi dalla sua borsa. Nello stemmo momento, il giovane prese il suo gruppo di chiavi dalla sua tasca e finse che stava tentando di trovare la chiave della dispensa. La bella giovane donna gli sorrise. “ ti aprirò la porta”. Le disse lei. E un momento dopo, erano entrambi dentro la dispensa. Tutto attorno la stanza era mensole piene di bottiglie. Le bottiglie contenevano sostanze chimiche. Alcune delle sostanze chimiche erano polveri, e alcuni erano liquidi. Ogni bottiglia ha un’etichetta bianca con lettere nere, che ne identifica i contenuti. Alcune delle etichette hanno anche la figura di un teschio e la parola “veleno” in lettere rosse. Il giovane mise il manuale verde e il suo quaderno su una scrivania. Li ha aperti e ha finto di leggere e prendere note. La giovane donna aveva trova presto quello che cercava. Mise alcune polveri da una delle bottiglie, dentro a un piccolo contenitore di vetro. Poi lei andò alla porta.
“ ciao”, disse lei, mentre lasciava la stanza. Appena lei era andata, il giovane uomo iniziò a leggere le etichette su tutte le bottiglie. In un minuto, aveva trovato la bottiglia che stava cercando. Arsenico bianco (AS4O6) veleno era scritto sull’etichetta. Lui aprì la bottiglia e ha versato della polvere dentro una delle sue borse. Poi ha trovato una bottiglia di capsule di gelatina vuote e ne ha messo un po’ in un altro sacchetto. Un minuto dopo, stava venendo via dal laboratorio farmaceutico. Lui non era più nervoso. Era calmo e rilassato di nuovo. Il suo piano stava funzionando!
3
La nota
Quella sera, nella sua piccola stanza vicino l’università, il giovane fece le pillole d’arsenico. Ogni capsula di gelatina vuota aveva due pezzi – uno più piccolo, e uno più grande. Il giovane aprì attentamente due delle capsule. Attentamente riempì i due pezzi di gelatina più piccoli con polvere di arsenico. Poi attentamente spinse i pezzi di gelatina più grandi verso i più piccoli.
Aveva letto dell’arsenico bianco nei libri di tossicologia. Sapeva che l’ammontare di arsenico nelle due capsule era circa dieci volte la dose letale. Contenevano dieci volte l’ammontare di arsenico che era necessario per uccidere qualcuno. Adesso aveva le pillole! Ma non aveva iniziato a pensare alla prossima parte del suo piano. Doveva fare in modo da far prendere le pillole a Dorothy. Bene, quello sarebbe stato troppo diffide. Ma a meno che la polizia non creda che Dorothy si sia uccisa, loro inizierebbero a fare domande all’università. Chiederebbero da dove è venuto il veleno. Poi forse la bella studentessa farmacista può ricordare di aver visto uno sconosciuto nella dispensa. La polizia mostrerebbe le sue foto di tutti gli studenti nelle classi di Dorothy. Questo non deve accadere! Lui doveva fare scrivere una nota di suicidio a Dorothy. Quello era il problema difficile. Quando andò a letto quella notte, il giovane non aveva ancora la soluzione al suo problema. E non aveva molto tempo per trovarne una. Ha detto a Dorothy che l’avrebbe sposata venerdì. Se non la sposa venerdì pomeriggio, potrebbe diventare sospettose. Potrebbe scrivere a sua sorella Ellen e dirle del bambino. Poi lui dovrebbe lasciare l’università e spostarsi in un altro stato. E quello non era il futuro che aveva pianificato per se. Non stava andando a vivere in una roulotte con una moglie che non ama, e un bambino puzzolente e chiassoso! Dorothy sarebbe dovuta morire prima di venerdì pomeriggio!
________
Il prossimo giorno era mercoledì. Tutta la mattina, il bel giovane si preoccupava del suo problema. Ha trovato la soluzione durante l’ultima classe del pomeriggio. L’ultima classe era spagnolo. Gli studenti stavano studiando una novella romantica chiamata la casa de las Flores Negras. Il giovane odiava il libro. Ma mentre stava provando a tradurre un passaggio dalla novella, trovò la soluzione al suo problema. Ed appena l’ebbe trovata, era molto felice. Quando la classe di spagnolo finì, lui incontrò Dorothy al laboratorio farmaceutico e la portò al cinema. Dopo quello, andarono al ristorante. Avevano caffè e cheeseburgers. “Dorothy” disse il giovane, appena lei finì il suo caffè. Mi presti la foto che ti ho dato? Voglio farne una copia per mia madre”.
Dorothy aprì la sua borsa e uscì una piccola foto del bel giovane. Le parole “ A Dorothy, con tutto il mio amore “ erano scritte attraverso il suo fondo. Lei gliela diede.
“ te la ridarò la prossima settimana”, disse lui.
“OK. Ma prenditene cura “, replicò lei. “I voglio tenerla per sempre!”
Quando lasciarono il ristorante, il giovane la portò nella sua stanza e fece l’amore con lei. Si sentì spiacente per lei. Questa era solo la seconda volta che loro facevano l’amore, ma era anche l’ultima volta. Appena lei era ritornata al suo dormitorio, il giovane bruciò la foto. Non voleva che la polizia trovasse qualcosa che collegasse lui a Dorothy.
________
La prima classe del giovane, Giovedì era economia. Anche Dorothy era una studentessa in quella classe. Lei entrò nella stanza appena il professore iniziò a parlare. Lei si sedette vicino al giovane uomo, e gli sorrise felicemente. Il giovane scrisse alcune parole su una pagina del suo quaderno. Le mostrò a Dorothy.
Per favore prendi note per me. Ho da finire alcune traduzioni di spagnolo per la mia classe questo pomeriggio.
Poi per venti minuti , finse di scrivere una traduzione di un passaggio dalla la casa de las Flores Negras nel suo quaderno. Alla fine di quel ora, smise di scrivere e guardò molto confuso per un minuto. Poi il giovane tagliò un piccolo pezzo di carta dal suo quaderno. Velocemente disegno un ritratto di Dorothy su un lato di esso. Poi lo girò. Sull’altro lato, scrisse alcune parole.
Puoi aiutarmi?non capisco questo.
Querido,
Espero que me perdonares por la infelicidad que causare. Non hay ninguna otra cosa puedo hacer.
Lui passò il pezzo di carta a Dorothy. Lei lesse le parole velocemente. Poi girò il foglio. Stava scrivendo la traduzione sul retro. Ma vide il disegno, e sorrise. Girò una nuova pagina nel suo quaderno e ci scrisse la traduzione. Lei tagliò la pagina dal libro e lo passo al giovane. E quando lui lo lesse, sapeva che tutto stava procedendo bene.
Cara,
spero che potrai perdonarmi per l’infelicità che ti porterò. Non c’è nient’altro che io posso fare .
Adesso lui aveva la nota di suicidio di Dorothy!
________
Durante il pomeriggio, il giovane andò nella stanza nell’università dove c’erano diverse macchine da scrivere. Alcuni studenti della Stoddard potevano usare queste. Lui dattiloscrisse un indirizzo su una delle sue buste.
Miss Ellen Kingship
North Dormitori
Caldwell College
Caldwell, Wisconsin
________
Il giovane incontrò Dorothy dopo la sua ultima classe del pomeriggio.
“Ho appena parlato con il mio amico – l’amico di cui lo zio possiede la farmacia”, iniziò lui. “ mi ha detto che mi dato le pillole sbagliate lunedì”. Il giovane prese una busta dalla sua tasca . “queste sono quelle giuste”, disse lui. “ devi prenderle sta sera”.
“ ma non voglio prendere alcune pillole”, disse Dorothy nervosamente. “ voglio sposarmi domani”.
“ Dorothy, ascoltami!” disse il giovane. “ se abbiamo questo bambino adesso, crescerà in una roulotte. Avrà un cattivo inizio nella vita perché i suoi genitori saranno poveri. Per favore, prendi le pillole, Dorothy. Ci sposeremo presto ad ogni modo. Ma prima devo incontrare tuo padre. Dopo avremo un po’ di denaro. Noi non dovremo vivere in una roulotte. noi possiamo vivere in una vera casa. Saremo così felici. E potremo avere un bambino il prossimo anno, cara!”
“No,”, Dorothy disse miseramente. Iniziò a gridare. “ No, no!”
“ Dorothy, per favore fallo per me”, disse il giovane, mettendo le sue braccia attorno a lei. “ lo so che vuoi il bambino. Ma stai pensando solo a te stessa. Non stai pensando a me o al bambino. Non dare al nostro primo figlio un brutto inizio di vita”. Improvvisamente, la sua voce era fredda. “ se non vuoi prendere le pillole Dorothy, non ti sposerò. Dovrai chiedere aiuto a tuo padre. Cosa dirà?”
parlarono per mezz’ora. Finalmente, Dorothy prese la busta da lui.
“ Prendi le pillole alle dieci circa questo pomeriggio”, disse il giovane. “ se queste pillole non funzionano, ti sposerò domani pomeriggio. Te lo prometto!”
Poi lui tenne la sua mano per un momento e la lasciò. Lentamente e tristemente , lei camminò verso il suo dormitorio.

________
Alle dieci e un quarto quella notte, il bel giovane andò alla cabina telefonica nella strada vicina alla sua stanza. Chiamò alla stanza di Dorothy al dormitorio.
“Hai preso le pillole?”le chiese.
“Si”, disse lei. “ le ho prese elle dieci”.
“grazie, cara”, disse lui. “ il mio amico mi ha detto che probabilmente sentirai del dolore dopo mezz’ora da quando le hai prese. Non devi preoccupartene. Non dirlo a nessuno. Il dolore andrà via presto. Starai meglio in mattinata. Buona notte, cara. Ti vedrò domani”.
“Buona notte” replicò lei. “ ti amo”.
Il giovane prese la traduzione di Dorothy da la casa de las Flores Negras dentro la busta con l’indirizzo di sua sorella Ellen di fronte. Poi lasciò cadere la busta nella cassetta della posta. Sorrise mentre camminava per ritornare nella sua stanza.
4
L’edificio municipale
Il bel giovane era mattiniero per la sua prima classe del venerdì mattina. Il professore di filosofia non era ancora arrivata. Tre ragazza stavano parlando nell’angolo della stanza. Erano agitate per qualcosa, e il giovane era preoccupato. Stavano parlando di Dorothy? Qualcuno aveva già trovato il suo cadavere?questo non è buono!Ellen, la sorella di Dorothy non otterrebbe la nota fino a dopo le tre questo pomeriggio. Se il corpo di Dorothy viene ritrovato prima di questo, la polizia verrà all’università e faranno domande a tutti i compagni di classe di Dorothy. Il giovane sperava che nessuno avrebbe iniziato a preoccuparsi di Dorothy fino a sera. Appena Ellen avrà la nota, telefonerà all’ufficio dell’università. Poi la polizia vorrà essere sicura che Dorothy si sia uccisa, anche prima che loro vadano al dormitorio. Poi non faranno domande nella sua classe. Il professore arrivò e tutti si sedettero. Il bel giovane cercò di dimenticare le sue preoccupazione. Provò ad ascoltare le parole del professore. Dopo pochi minuti, sentì la porta della stanza aprirsi e sentì qualcuno entrare. Non si girò. Ma quando qualcuno si sedette vicino a lui, si guardo intorno. Improvvisamente lui volle gridare. La sua pelle sentì freddo e pensò che stava per vomitare. Dorothy gli sorrise e gli passò un pezzo di carta. Lui aspettò in di minuti, poi lesse le parole.
Le nuove pillole non funzionano.
“Oh, Dio”, pensò il giovane disperatamente. “ perché ho avuto fiducia in lei? Non ha preso le pillole! Vuole sposarsi subito, così non ha preso le pillole! E alle tre sua sorella Ellen otterrà la nota. Dopo telefonerà all’università. E poi sarà un problema!”
Lui smise di ascoltare il professore e iniziò a pensare sodo circa il suo problema. La nota di suicidio era in viaggio per Caldwell – quello non poteva cambiarlo. Guardò il suo orologio. Erano le dieci. La nota giungerebbe al dormitorio della sorella di Dorothy alle tre quel pomeriggio.
“ così nelle prossime 5 ore, Dorothy deve morire”, il giovane si disse. “ e tutti devono pensare che si è uccisa. Cosa posso fare?”
Ma presto, lui ebbe un’idea e si sentì nuovamente calmo. Dorothy credeva che stava per sposarsi quel pomeriggio. E le persone a Blu River spesso si sposano nell’edificio municipale. L’ufficio di licenza di matrimonio era lì. Le persone dovevano andare all’ufficio per prendere la licenza prima che potessero sposarsi. E c’era anche un giudice d’ufficio nell’edificio. Se due persone non volevano sposarsi in chiesa, il giudice poteva sposarli, non appena avevano la loro licenza.
“ l’edificio municipale e l’edificio più alto nella città”, pensò il giovane. “ è alto 14 piani. Se qualcuno saltasse dalla sua cima, morirebbe certamente!”
________
alla fine della classe di filosofia, il giovane parlò velocemente a Dorothy.
“ Ci sposeremo oggi, cara”,disse lui. “ mi puoi aspettare al laboratorio farmaceutico? Devo chiamare qualcuno. Non starò molto. Poi possiamo attuare i nostri piani”. Il giovane andò alla cabina telefonica. Chiese all’operatore il numero dell’ufficio di licenze di matrimonio. Compose il numero.
“ è l’ufficio di licenze di matrimonio?” chiese, quando qualcuno rispose. “ quando è aperto l’ufficio oggi per favore?” l’impiegato gli disse che l’ufficio sarebbe stato aperto fino alle 12, e poi dall’una alle 5 del pomeriggio. L’ufficio sarebbe stato chiuso per un ‘ora tra le 12 e l’una. Quello era quando gli impiegati vanno fuori per il loro pranzo. Pochi minuti dopo, il giovane incontrò Dorothy fuori il laboratorio. Lei sembrò nervosa. Lui le sorrise.
“ci sposeremo presto, cara”, disse. “ non preoccuparti del bambino. Tutto andrà bene”.
“Oh, sono così felice che non sei arrabbiato per il bambino”, replicò lei. “ voglio sposarti così tanto”.
“ dobbiamo andare all’edificio municipale a prendere le licenze”, disse il giovane. “ andiamo lì alle dodici e mezza. Dovrai mostrare all’impiegato il tuo certificato di nascita. Non dimenticare di portarlo”.
“OK, devo prendere dei vestiti dal dormitorio e devo comprare dei guanti”, replicò Dorothy. “ ci incontreremo qui alle dodici e un quarto”.
Lei lo baciò e se ne andò via velocemente.
________
Quando Dorothy lo rincontrò, lei stava indossando un bel abito verde, una cintura verde, una camicia bianca, una sciarpa blu e guanti bianchi. Aveva messo del rossetto rosso brillante.
“ il mio certificato di nascita è nella mia borsa”, disse Dorothy. “sono così felice!”
Loro andarono con l’autobus verso il centro della città. Erano le 12 e 40 quando arrivarono all’edificio municipale. Come loro arrivarono, il giovane vide qualcosa che lo preoccupò. Lui non aveva mai guardato attentamente prima l’edificio. Adesso lui vide che i lati dei 14 paini della torre non erano completamente dritti. I piani dal 7 al 12 non erano ampi come dall’1 al 6 piano. E la cima dei due piani non era ampia come i piani dal 7 al 12.
“ se il tetto del 12 piano e molto ampio, è probabile che io abbia un problema”, si disse il giovane. “ tutto sta andando storto oggi!”
I due giovani entrarono nell’edificio, nell’atrio, loro guardarono la lista degli uffici su ogni piano. L’ ufficio di licenze di matrimonio era al sesto piano. Presero l’ascensore e andarono su. Uscirono fuori dall’ascensore al sesto piano, e velocemente trovarono la porta dell’ ufficio di licenze di matrimonio. C’era una firma sulla porta. L’ufficio era chiuso fino all’una.
“ sono spiacente, Dorothy”, disse il giovane. “ sono così stupido. Perché non ho controllato?” poi sorrise. “ ho un’idea”, disse lui. “Tentiamo di arrivare su al tetto. La vista da la deve essere meravigliosa”.
Ritornarono all’ascensore e salirono al 14 piano. Quando uscirono, videro una porta di ferro opposta all’ascensore. Il giovane tirò per aprire. Oltre la porta c’erano alcuno gradini di ferro. Il giovane chiuse la porta dietro di loro e iniziarono a salire. In cima alle scale c’era un’altra porta di ferro. Non è stata aperta per un lungo periodo, e non si muove facilmente. Ma il giovane la spinse molto duramente, e alla fine si aprì. Dorothy e il giovane si sorrisero mentre camminavano fuori nel tetto.
“ siamo così in alto qui!” disse Dorothy. Vicino alla porta c’era una cornice di metallo alta. In cima a questa c’era la luce rossa che il giovane poteva vedere dalla sua stanza ogni notte. Il bel giovane si guardò attorno. Ogni lato del tetto era largo circa 150 piedi. Tutto attorno all’orlo era un muro di mattoni, approssimativamente tre piedi e mezzi alto ed un piede spesso. Ma l’edificio non era solido. Nel mezzo, aveva un grande passaggio d’aria quadrato. Ogni lato del passaggio d’aria era largo circa 30 piedi. C’era un muro di mattoni anche attorno il passaggio d’aria. Era la stessa altezza e grossezza come il muro esterno.
“vieni sull’orlo, Dorothy”, disse il giovane. Guarda alla vista di Blue River”. Lui la condusse all’orlo esterno del tetto. Mentre Dorothy stava guardando fuori sulla torre, il giovane guardò giù. Solo due piani sotto di loro c’era una larga pietra sporgente. Era il tetto del 12° piano.
“se lei precipita solamente sopra quel tetto, non sarà uccisa”, pensò lui. “ dovrò spingerla nel passaggio d’aria”.
Lui condusse Dorothy indietro verso il centro del tetto. Lui si inclinò sul muro del passaggio d’aria. I lati del passaggio d’aria erano diritti. Poteva vedere il terreno, 14 piani sotto di lui. Improvvisamente si sentì bene. “ nient’altro andrà male” si disse tutto. “tutto andrà bene adesso”.
“sediamoci su questo muro e fumiamo una sigaretta mentre aspettiamo”. Disse lui. “ l’ufficio aprirà nuovamente in 15 minuti”. Prese la borsa di Dorothy e la mise giù vicino il muro. Lui l’alzo su, finché lei potesse sedersi sul muro. Poi salì anche lui e si sedette accanto a lei. Accese una sigaretta per entrambi. Loro fumarono silenziosamente per pochi minuto. Poi parlarono del loro futuro al parco roulotte.
“ sarà divertente”, disse Dorothy. “ avremo una casa di nostra proprietà”. Lei finì la sua sigaretta, e ne lasciò cadere la fine sopra il tetto vicino al muro. Il giovane guardò la sigaretta finita. Lui vide il rossetto rosso su di essa. Sorrise e gettò la sua sigaretta finita nel passaggio d’aria. Lui saltò giù. Dorothy era ancora seduta sul muro. Il giovane tenne le sue mani. “ sono così felice che quelle pillole non abbiano funzionato, cara”, disse lui. “ hai ragione! Sarà divertente nella roulotte!”
“ lo pensi veramente? Chiese lei. “ sei veramente felice che le pillole non abbiano funzionato?”
“ si, Dorothy”, replicò lui. “ voglio anche avere questo bambino. Adesso lo so”. Sorrise lui. Questo era il tempo di spingerla. Ma c’era qualcosa che il giovane voleva sentire prima. Stava per ucciderla ad ogni modo, ma questo gli avrebbe dato una ragione in più. Lui sapeva cosa lei stava per dirgli dopo.
“ c’è una cosa che devo dirti”, disse Dorothy. “ ti ho mentito. Non ho preso quelle pillole la scorsa notte. Le ho gettate nel gabinetto. Volevo sposarti così tanto. Mi perdonerai, caro? Io –“
La sua ultima parola cambiò in un urlo di terrore appena il giovane la spinse con tutta la sua forza. Lei precipitò all’indietro dal muro nel passaggio d’aria. Gridando mentre cadeva. Il giovane stava già correndo verso la porta di ferro quando sentì il corpo di Dorothy colpire il fondo della passaggio. Tre minuti dopo, lui era nella strada. Stava allontanandosi lentamente dall’edificio municipale. Dopo un altro minuto, vide un’ambulanza andare verso l’edifico.
PARTE 2: ELLEN
1
Sul treno
Marzo 1951
Erano le 9 del mattino. Ellen Kingship era seduta in un treno, sulla strada per Blu River, Lowa. Stava scrivendo una lettera a Bud Corliss. Bud era il suo ragazzo. Come Ellen lui era uno studente al Caldwell College. Ellen iniziò a leggere quello che aveva scritto.
Caro Bud,
andrò via da Caldwell per alcuni giorni. Per favore non preoccuparti di me. Ho deciso di viaggiare a Blu River. C’è qualcosa che devo fare là. Forse avrei dovuto parlartene prima di andare via. Non ti ho detto niente perché volevo iniziarlo da sola. Mi hai chiesto di non andare a Blu River di nuovo. Lo so che stavi provando ad aiutarmi. Lo so che non vuoi che io fossi sconvolta. Spero che tu non sia arrabbiato con me, Bud. E spero che mi aiuterai quando avrò bisogno del tuo aiuto. Spesso ti ho parlato di quanto infelice fossi quando mia sorella morì, quasi un anno fa. E tu sai che da quando ti ho incontrato la prima volta alla Caldwell lo scorso autunno, mi hai fatto sentire più felice. Sei stato così buono con me, Bud. Ma non posso smettere di pensare a Dorothy. Sto pensando molto alla sua morte recentemente , e ho scoperto qualcosa di terribile! Mia sorella non si è uccisa – è stata assassinata!
Tu dirai, “ questo è stupito! La polizia disse che Dorothy si è uccisa. La polizia sa meglio”. Ma la polizia non sa alcune cose che io so adesso. È vero che la morte di Dorothy non poteva essere un incidente. Il muro attorno al passaggio d’aria del edificio municipale era più che 3 piedi e mezzo alto. Dorothy non poteva cadere nel passaggio d’aria accidentalmente! Ma perché la polizia pensa che Dorothy si sia uccisa? C’erano 4 ragioni.
1) ricevetti una nota da Dorothy nel giorno che lei è morta. La polizia disse che è una nota di suicidio. Ma c’era qualcosa che non va circa quella lettera. Dorothy non mi ha mai chiamata “cara”. Lei mi ha sempre scritto “cara Ellen” o “carissima Ellen”. E la lettera non parla realmente del suicidio. Diceva solo che qualcosa che Dorothy stava per fare mi avrebbe resa triste. La lettera diceva che lei era spiacente per quello.
2) La polizia ha trovato la borsa di Dorothy nella cima del edificio municipale e il suo certificato di nascita era li dentro. La polizia disse “ lei lasciò il certificato di nascita la così che noi potessimo identificarla facilmente”.
3) La polizia trovò anche la fine di una sigaretta con il rossetto di Dorothy su di essa sulla cima dell’edificio. Loro pensarono che lei era andata in cima all’edificio, fumata una sigaretta per farsi coraggio, poi saltò nel passaggio d’aria.
4) Il dottore che ha guardato il suo cadavere ha scoperto che Dorothy era al secondo mese di gravidanza. Così la polizia pensò che lei si fosse uccisa perché era incinta. Nessuno dei giornali che riporta la morte di Dorothy dice che lei era incinta. Quello era perché nostro padre pagò persone per tenere quelle informazioni fuori dai giornali! La polizia lo sapeva. Loro sapevano che lui odiava l’idea una donna non sposata incinta. Così la polizia pensò che Dorothy era impaurita di dire a nostro padre del bambino. Dorothy stava per avere un bambino, così lei doveva avere un ragazzo.
Nessuno dei suoi amici sa chi poteva essere il padre del bambino. Loro non l’hanno vista con un ragazzo da Natale. Ma ad aprile era in cinta di 2 mesi, così lei doveva avere una relazione con qualcuno prima di febbraio, almeno. Mio padre disse, “non è strano che questo uomo non ha detto alla polizia della sua relazione con Dorothy. Lui doveva sapere che lei era incinta. Se lui parlava con la polizia, diranno che la morte di Dorothy è colpa sua”.
Io ero d’accordo con questo al tempo. E non ero sorpreso quando la polizia non ha provato a trovare il padre del figlio di Dorothy. Mettere incinta qualcuno non è un crimine in questo paese! E non ero sorpreso che Dorothy non mi abbia detto della sua gravidanza. Noi avevamo discusso a Natale, e lei non mi ha scritto da allora. Ma mi chiedevo chi era il padre del bambino. Un po’ di settimane prima avevamo discusso, Dorothy mi aveva parlato di uno studente che gli piaceva molto. Era nella sua classe d’inglese. Mi disse che era alto, biondo, e molto bello. Era lui il padre del bambino? La polizia pensò che mia sorella si fosse uccisa, così loro non erano interessati a nessuno dei suoi ragazzi. E c’erano altre cose in cui la polizia non era interessata – alcune cose molto strane. La polizia non conosce Dorothy, così loro non capiscono che queste cose erano strane! Ma nelle ultime settimane, ho provato a capire queste cose.
Ellen smise di leggere per un momento.
“Bud sarà arrabbiato con me per aver visitato Blu River”, pensò lei. “ ma capirà. Mi aiuterà quando avrò bisogno del suo aiuto”. Lei ricominciò a leggere.
Un po’ di ore prima che Dorothy morisse, prese in prestito una cintura da una delle sue amiche nel dormitorio. Perché prese in prestito una cintura, se stava per uccidersi? La polizia si chiese quello, ma non pensavano che la domanda fosse molto importante. Loro dissero, “ lei era triste. Non sapeva cosa stava facendo”.
Ma c’era un'altra domanda che la polizia non si è posta. Ho preso le cose di Dorothy dalla sua stanza al dormitorio dopo la sua morte. Trovai qualcosa li che mi confuse. Dorothy possedeva una cintura precisa a quella che aveva preso in prestito dalla sua amica. Era ancora nella sua stanza. Perciò perché ha preso in prestito la cintura della sua amica?
Quando lei è morta, Dorothy stava indossando un paio di nuovi guanti bianchi. Li aveva comprati in un negozio a Blu River nella mattina del giorno che è morta. Erano guanti molto economici e non erano molto graziosi. Ma nella stanza, Dorothy aveva un bel paio di guanti bianchi costosi. Perché ha comprato un paio di guanti bianchi economici quel giorno, quando già aveva un bel paio nella sua stanza?la polizia parlò al proprietario del negozio dove Dorothy aveva comprato i guanti. La donna disse che Dorothy aveva chiesto prima un paio di calze bianche. La negoziante non aveva alcune calze bianche, così comprò invece i guanti bianchi. Disse la donna, “ pensai che lei volesse qualcosa di nuovo quel giorno. Lei non si curava se era un paio di calze o un paio di guanti”.
Dorothy stava indossando un bel abito verde quel venerdì. Era il suo miglior abito e ne era molto fiera. Ma stava indossando anche una camicia bianca molto vecchia. La camicia non si intonava bene con l’abito – era lo stile sbagliato. E Dorothy aveva molte diverse camicie bianche nella sua stanza. Loro sarebbero sembrate buone con l’abito. Dorothy era molto attenta sui suoi vestiti – lei si vestiva molto scrupolosamente. Quindi perché indossava quella vecchia camicia bianca? E c’era un'altra cosa strana. Quando è morta, Dorothy stava indossando una sciarpa blu brillante con il suo abito verde e le sue scarpe marroni. La sciarpa non si intonava bene gli altri suoi vestiti. E Dorothy aveva alcune sciarpe nella sua stanza che si sarebbero intonate meglio con l’abito verde. Per settimane adesso, mi sono posta queste domande – “ perché Dorothy ha preso in prestito la cintura dalla sua amica, quando lei ne possedeva già una esattamente uguale a quella? Perché stava indossando quella vecchia camicia con il suo nuovo abito? Perché stava indossando la sciarpa blu? E perché ha comprato un nuovo paio di guanti bianchi quando ne possedeva già alcuni migliori?
Mi sono posta queste domande, e mi sono detta, “ c’è un messaggio qui da Dorothy. Devi provare a capire il messaggio”.
Poi due giorni fa, mi sono fatta le domande in un ordine diverso. Mi sono chiesta, “ perché Dorothy stava indossando la camicia vecchia? Perché ha comprato i guanti nuovi? Perché ha preso in prestito la cintura? E perché indossava la sciarpa blu con il suo abito verde?” e improvvisamente capii!
Bud, tu conosci il vecchio poema su cosa deve indossare una sposa nel giorno del suo matrimonio? Il poema dice che se lei indossa queste cose, sarà fortunata. Il poema dice che una sposa deve indossare - qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di blu.
La polizia disse che Dorothy era andata all’edificio municipale perché voleva uccidersi. Loro dissero, “ voleva saltare da un edificio alto, e l’edificio municipale è l’edificio più alto nella città.” Ma ho scoperto qualcos’altro. L’edificio municipale è anche l’edificio che contiene l’ufficio di licenze matrimoniali. Questo è dove le persone vanno se vogliono sposarsi. E se qualcuno vuole sposarsi, devono mostrare all’impiegato d’ufficio il loro certificato di nascita! E adesso ho guardato di nuovo la lettera di Dorothy. E probabile che le sue parole dicano che è spiacente che sta per sposarsi senza averlo detto a me prima. C’è ancora una cosa. Ho scoperto che l’ufficio di licenze matrimoniali chiude tra le 12 e l’una ogni giorno. Erano l’una meno 10 quando Dorothy cadde dal tetto. Io adesso penso che questo è quanto è accaduto lo scorso aprile. Dorothy disse al suo ragazzo che era incinta. Lui le disse che voleva sposarla. Nel giorno che è morta, lui le disse che la stava portando all’ufficio di licenze matrimoniale. Poi la portò sulla cima dell’edificio municipale, perché l’ ufficio era chiuso per pranzo. Aspettò mentre lei fumava una sigaretta, poi la spinse nel passaggio d’aria! Bene, Bud, tutto questo è la ragione per cui ho lasciato Caldwell per pochi giorni. Io sono in viaggio per Blu River. Sono sul treno adesso. Sto andando a parlare con il professore di inglese all’università Stoddard. Sarò un detective! Voglio scoprire dei bei studenti biondi nella classe d’inglese di Dorothy. Voglio scoprire chi era il ragazzo di Dorothy. Non preoccuparti di me, Bud. Starò molto attenta. Ho visto molti film dove una coraggiosa ragazza detective scopre l’identità di un ‘assassino. Lei gli dice sempre che conosce la verità su di lui. E lui dice, “ adesso tu sai la verità, quindi devo ucciderti!” se trovo il ragazzo di Dorothy, non gli parlerò, Bud. Io voglio solo sapere chi è. Poi dirò tutto a mio padre, e mio padre parlerà con la polizia.
Ellen finì di leggere cosa aveva scritto e guardò fuori dal finestrino. Il treno stava arrivando a Blu River. A distanza, poteva vedere l’edificio municipale. Aggiunse un po’ di parole alla sua lettera.
Ti scriverò presto di nuovo. È probabile che io ne sappia di più poi. Augurami buona fortuna, Bud! Con amore da Ellen
2
I due biondi
Ellen trovò velocemente un hotel a Blu River e prese una stanza per un po’ di giorni. Lei disfece la sua valigia, poi chiamò il reparto inglese all’università Stoddard. Parlò al professore d’inglese, e gli disse che era la sorella di Dorothy Kingship. Disse che voleva parlare con lui di Dorothy. Il professore si ricordò di Dorothy, e acconsentì ad incontrare Ellen all’una. Ellen voleva chiedere al professore se c’era stato qualche bel alunno biondo nella classe d’inglese di Dorothy. Me lei non poteva dirgli, “ penso che uno dei tuoi studenti è l’assassino!” lui non le crederebbe. Lei aveva bisogno di dargli un'altra ragione per le sue domande – una ragione che avrebbe creduto. Lei pensò per alcuni minuti, poi ebbe un’idea.
________
All’una, Ellen stava parlando al professore d’inglese. Lui era un uomo gentile. Lui voleva aiutarla.
“una settimana prima che lei morisse”, iniziò Ellen, “ Dorothy mi aveva detto che aveva preso in prestito dei soldi. Li ha preso in prestito da uno dei suoi studenti nella sua classe d’inglese. Era arrabbiata con nostro padre, non voleva chiedergli dei soldi. E ne aveva bisogno solo per un po’ di giorni. Recentemente, ho guardato tutti i libretti degli assegni di Dorothy. Ho scoperto che lei non restituì quei soldi, adesso mio padre e io vogliamo rimborsarli per lei”.
“si, lo capisco questo”, disse il professore.
“ ma abbiamo un problema”, andò avanti. “ noi non sappiamo il nome dello studente – Dorothy non mi ha detto il suo nome. Lui non ha tentato di parlarci. Forse non voleva chiederci i soldi dopo che Dorothy si è uccisa. Forse è un tipo di persona che non vuole farci tristi”.
“ ah si, lei ha un problema”. Disse il professore. “ come posso aiutarla?”
Dorothy non mi ha detto il nome di questo studente”, replicò Ellen. “ma so che lui era nello stesso secondo anno della classe d’inglese come Dorothy. E mi ha detto che lui ha i capelli biondi, e che era alto e molto bello. Se ci sono solo un po’ di studenti maschi da questa classe che sono biondi e belli, vorrò provare a parlare con tutti loro”.
Il professore pensò per un momento. “ vieni con me,” disse lui. Portò Ellen all’ufficio universitario e le chiese di sedersi. Poi lui andò ad un grande armadio e uscì fuori circa 40 fascicoli marroni.
“gli studenti dalla classe di inglese di tua sorella Dorothy sono nella classe del terzo anno adesso”. Disse lui. “ questi sono i loro archivi personali. Ci sono foto degli studenti in questi archivi”. Il professore guardò velocemente in ogni fascicolo, e li mise in due mucchi sulla scrivania. “ queste sono le studentesse”, disse puntando al mucchio più grande. Poi puntò all’altro mucchio. “ questi 16 fascicoli sono per gli studenti”. Poi guardò più attentamente attraverso gli archivi degli studenti maschi. Li divise in due gruppi. “ ci sono 16 uomini nella classe”, disse lui. “ma 12 di loro hanno i capelli scuri. Così ci sono solo 5 biondi”.
Poi lui rimosse 3 fascicoli dal gruppo di 5.
“ nessuno chiamerebbe questi 3 bei gentiluomini “, disse il professore, sorridendo. “ così adesso abbiamo 2 bei maschi biondi. Qui ci sono i loro nomi e indirizzi”.
Aprì i due fascicoli alla loro prime pagine e li mise di fronte a Ellen. Lei copiò i nomi degli studenti e indirizzi nel quaderno.
Gordon C. Gant
1312 ovest 26° strada
Dwight Powell
1520 Ovest 35° strada
lei ridiede gli archivi al professore.
“ perché non scrive sotto anche i loro numeri di telefono?” disse lui. Lui glieli lesse e lei li aggiunse nel suo quaderno. Poi si alzò.
“ grazie, professore”, disse lei. “ lei è stato molto buono”.

________
Quando Ellen chiamò il numero di Gordon Gant, al telefono rispose una donna.
“Gordon è li?” chiese Ellen.
“No, non c’è!” la donna replicò sospettosamente. “ sarà fuori fino a tardi questa sera”.
“ con chi sto parlando?” Chiese Ellen cortesemente.
“ sono la signora Acquette”, replicò la donna” questa è casa mia. Gordon affitta una stanza qui. Posso dargli un messaggio?”
“ No, grazie”, disse Ellen. “ richiamerò dopo”.
Mise giù il telefono. Pensò per un minuto.
“ se vado a casa della signora Arquette, forse parlerà con me”. Si disse Ellen. “ fingerò di essere una delle parenti di Gordon. Chiederò a questa donna della ragazza di Gordon. Forese mi dirà chi stava incontrando lo scorso inverno. Poi non dovrò parlargli di me”.

________
Dopo mezz’ora, Ellen suonò il campanello della porta della casa del 1312 ovest 26° strada. La donna che aprì la porta d’ingresso era piccola e magra. Aveva i capelli grigi e disordinati. Ellen le sorrise.
“ lei deve essere la signora Arquette”, disse Ellen. “ Gordon è qui?”
“No, non è qui”, la donna disse sospettosamente . “ lui sapeva che lei stava venendo?”
“Si, io sono la cugina di Gordon”, disse Ellen. “ gli scrissi una lettera. Gli ho detto che sarei stata a Blu River oggi. Gli ho detto che sarei venuta a visitarlo per un ora”.
“non me ne ha parlato”, disse la signora Arquette. “ forse non ha avuto la sua lettera. Ma per favore entri dentro e si segga per un momento. Sono contenta di incontrare una parente di Gordon. Gordon è un giovane eccellente”. La donna sorrise improvvisamente.
“ venga nel soggiorno” disse lei. “ le farò del caffè”. Ellen la seguì nella casa.
“ Gordon è alla stazione radiofonica”, disse la signora Arquette quando erano sedute nel suo soggiorno, con il caffè davanti a loro. “ conosce il suo programma radiofonico??”
“ mi ha detto qualcosa” replicò Ellen.
“ è un Dj nella stazione radiofonica di Blu River” disse la signora Arquette. “ fa suonare registrazioni per due ore tutte le notti, eccetto la domenica. Gordon è un giovane molto occupato. Lui è all’università la maggior parte del giorno, poi nella sera, è alla radio!”
“ora lui è felice, signora Arquette?” chiese Ellen. “ io penso che lui fosse molto triste un anno fa, quando l’ho visto l’ultima volta”.
“ non ricordo quello”, replicò la donna, lei pensò per un momento. “ No, non lo ricordo quello”.
“ penso abbia rotto con una ragazza – qualcuna che gli è piaciuta molto”, disse Ellen. “ penso che il suo nome fosse Dorothy. Lei si ricorda una ragazza chiamata Dorothy?”
“No, non ricordo”, disse la signora Arquette. “ lui incontra molte ragazze, ma non ha una ragazza speciale. E non ricordo nessuna chiamata Dorothy”. Improvvisamente Ellen voleva lasciare la casa. Non stava apprendendo niente qui. Si alzò.
“bene, adesso me ne andrò” disse lei. “ grazie per il caffè”. “ non aspetterà Gordon?” disse la signora Arquette. “ sarà di ritorno tra pochi minuti”.
“in pochi minuti? Ma lei mi ha detto che sarà fuori fino a tardi questa sera”. Disse Ellen. “ lei mi ha detto questo quando ho telefonato”. Appena lei disse le parole, lei sapeva che lei aveva detto la cosa sbagliata. “eri tu che hai telefonato prima?” disse la signora Arquette.
“non hai detto che eri la cugina di Gordon quando hai telefonato. Gordon trova molte telefonate da ragazze che lo sentono alla radio. Loro vogliono tutte parlare con lui e incontrarlo. Io dico sempre loro che sarà fuori tutta la giornata”. Adesso la donna era di nuovo diffidente. “ ma se pensi che Gordon sta fuori tutto il giorno, perché sei venuta qui?” disse lei. “ io non credo che tu sia la cugina di Gordon. Chi sei?”
In quel momento loro sentirono aprire la porta principale, e qualcuno entrare in casa.
“ sono tornato, signora Arquette!” chiamò una voce maschile. La donna corse fuori dalla stanza. Ellen sentì il suo bisbiglio a qualcuno, “ lei dice di essere tua cugina, ma io non le credo!”
Poi la porta del soggiorno si aprì, e un bel giovane alto entrò. Aveva capelli biondi e corti. Guardò Ellen, e lei guardò lui. Poi il giovane sorrise.
“Cugina Hester!” disse lui. “ sono così felice di vederti”.
3
L’ investigatore
Ellen corse oltre Gordon Gant e la signora Arquette, fuori dalla porta principale, e nella strada. Vide un taxi è gli ondeggiò il suo braccio. Il taxi si fermò e lei ci saltò dentro. Disse all’autista l’indirizzo del suo hotel, poi si rimise a posto. Il suo corpo stava tremando. Mezz’ora dopo, seduta nella sua stanza d’hotel, si stava sentendo un po’ meglio. Ma era arrabbiata con se stessa.
“sono stata così stupida”, pensò lei. Il suo pomeriggio non aveva avuto successo. Non ha scoperto niente che poteva aiutarla. E adesso, a causa delle bugie che lei ha detto, non sarà capace di parlare di nuovo alla signora Arquette. E, non sarà capace di parlare di nuovo Gordon Gant.
“posso tentare di scoprire sull’altro uomo, Dwight Powell”, si disse. “ ma se scopro che Powell non era il ragazzo di Dorothy, dovrò ritornare da Caldwell. Perché se Gordon Gant è l’assassino, non mi permetterà di scoprire qualcosa di nuovo. Lui adesso saprà cosa sto tentando fare. E se lui è l’assassino, è probabile che lui tenti di uccidermi”. Dalla sua borsa, prese la lettera che aveva scritto a Bud sul treno. La mise su un tavolo vicino la finestra. Ha deciso di aggiungergli alcune righe prima di imbucarla. In quel momento, qualcuno bussò alla porta della sua stanza. “asciugamani puliti per lei”, disse una voce alta femminile. Ellen aprì la porta.
“ciao di nuovo”, disse Gordon Gant. “Io posso fingere di essere qualcuno altro anche!” lui la spinse oltre nella stanza e chiuse la porta dietro di lui.
“ per favore non gridare aiuto”, disse lui. “ se lo fai, dirò alla polizia della tua visita alla casa della signora Arquette. Non voglio farti male. Ho seguito il tuo taxi qui perché voglio sapere cosa sta succedendo. Perché stavi facendo finta di essere mia cugina? Perché chiese quelle domande di me alla signora Arquette?”
“non posso dirtelo”, disse Ellen. “ per favore lasciami da sola”. Era terrificata. Ma mentre lei parlava, Gant vide la lettera sul tavolo vicino alla finestra. Lui la prese, corse dentro il bagno e chiuse la porta. Ellen iniziò a piangere.
“per favore non leggere quella lettera”, disse lei miseramente, attraverso la porta. “ è privato!”
Gant non rispose. 5 minuti dopo, lui venne fuori dal bagno. Diede la lettera a Ellen.
“ho capito adesso”, disse. “ sono spiacente. Sono nella tua lista degli studenti belli e biondi?”
“Si”, disse Ellen quietamente.
“ come ti chiami?” le chiese Gant. “ per favore dimmelo”.
“Sono Ellen Kingship”, replicò lei.
“ ascoltami”, disse Gant. “ io non conoscevo tua sorella. L’ho vista nella classe d’inglese, ma fino a che non morisse non conoscevo il suo nome. Non l’ho uccisa. C’erano altri uomini biondi in quella classe, Ellen. Ma gradirei aiutarti. Mi permetterai di aiutarti?” lui le sorrise.
Ellen voleva credere alle sue parole. Ma doveva essere sicura. L’uomo che ha ucciso sua sorella doveva essere stato un buon attore, perché Dorothy aveva avuto fiducia in lui. Forse Gordon Gant stava recitando adesso.
“No”, replicò lei. “Io non posso permetterti di aiutarmi”. C’era un libro sul tavolo vicino al letto. Gant lo prese.
“non hai fiducia in me”, disse lui. “ ma io giuro su questa bibbia che non ho ucciso tua sorella”.
“no, non ho fiducia in te”, disse Ellen. “ se l’hai uccisa, puoi giurare su 20 bibbie che non sei l’assassino”.
“Questo è vero”, Gant replicò malinconicamente. “ OK, ora me ne andrò”.
Dopo che Gordon Gant se ne è andato, Ellen pensò a lui. Gant non ha provato a ferirla, e lei in realtà non credeva che lui fosse l'assassino. Dwight Powell era probabilmente l’assassino di Dorothy. Lei doveva scoprire di lui. Si sedette con la sua lettera per Bud. Prese una penna e scrisse l’indirizzo del suo Hotel dopo la sua firma. Poi aggiunse un po’ di righe alla lettera.
Ho una deliziosa stanza in questo hotel di Blu River. Il professore d’inglese è stato molto utile. Penso che adesso so chi ha ucciso Dorothy. Il suo nome è Dwight Powell e vive al 1520 ovest 35° strada. Andrò a cercarlo domani.
Ellen andò giù nell’atrio dell’ hotel e imbucò la lettera. Poi ritornò nella sua stanza. Riempì il bagno con acqua calda e ci si sedette per un’ora, ascoltando la stazione radiofonica di Blu River. Sentì la voce di Gordon Gant alla radio. E quando sentì lui dire, “ la prossima registrazione è per la mia buona amica Ellen da Caldwell”, lei sorrise.

________
Il mattino seguente, Ellen chiamò alla casa dove Dwight Powell viveva. Il proprietario della casa rispose al telefono.
“ Dwight sta lavorando questa mattina”, disse la donna, quando Ellen chiese di Powell. “ ha un lavoro al negozio di caffè di Folger, nel centro della città”. Ellen prese una decisione. Lei era quasi sicura che Powell fosse stato il ragazzo di sua sorella. Sarebbe andata al negozio di caffè di Folger e parlare a Powell di Dorothy. Se lui non sa che lei è la sorella di Dorothy, non avrebbe ragione di mentirle. 10 minuti dopo, Ellen andò al negozio di caffè. Era pulito e piacevole. Powell stava lavorando dietro la cassa. Ellen aveva visto la sua foto nel suo archivio degli studenti. Lei lo riconobbe immediatamente.
Lei sedette alla cassa.
“ mi piacerebbe un caffè e un cheeseburgers, per favore”, disse lei. Mentre lei mangiava Powell iniziò a parlarle.
“non ti ho mai vista qui prima”, disse lui. “ vivi a Blu River?”
“starò qui per un po’ di giorni”, replicò Ellen. “ voglio trovare un lavoro qui. Sono una segretaria”. Powell sembrava un giovane piacevole e calmo. Ma Ellen ricordò che l’assassino di Dorothy era un buon attore. Loro parlarono per 10 minuti della vita di Powell come studente all’università Stoddard. Ma non ha parlato di nessuno chiamato Dorothy fino a che Ellen aveva finito il suo pasto.
“ quando sei entrata, mi hai ricordato qualcuno”, lui le disse. “ e ho provato a ricordare chi mi ricordassi. Adesso ho ricordato. Era una ragazza nella mia classe. Il suo nome era Dorothy. Era una bella ragazza”. Lui sorrise malinconicamente. Come Ellen stette in piedi per andare via, Powell disse, “ sei libera questa sera? Posso portarti al cinema?” lei pensò per un momento. Forse lei potrebbe scoprire di più su questo giovane.
“OK”, disse lei. “lo gradirei”.
Lui le disse che sarebbe venuto all'atrio del suo Hotel alle 8.
“come ti chiami?” chiese lui.
“ Evelyn Kittridge”, replicò lei.
“OK”, disse Powell. “ ti vedrò poi alle 8, Evelyn.
________
Ellen era seduta nell’atrio dell’hotel alle 7:30. Lei non voleva che Dwight Powell chiedesse all’impiegato di qualcuno chiamato Evelyn Kittridge! Alle 7:55, arrivò Powell. Portò Ellen al teatro cinematografico nel centro della città. Durante il film, lui mise il suo braccio attorno alle sue spalle, e appena loro lasciarono il teatro, lui la baciò. Dopo il film, i due giovani andarono al ristorante per del caffè. Poi Powell riportò Ellen al suo hotel. Loro si sedettero nell’atrio e parlarono per del tempo.
“ questa mattina mi hai detto che io ti ho ricordato di qualcuno”, disse Ellen. “ il suo nome era Dorothy. Per favore parlami di lei, Dwight”.
“ era una ragazza molto bella”, replicò Powell. “ era nella mia classe di inglese. Era la mia ragazza per un po’ di mesi”.
“ perché hai rotto con lei?” chiese Ellen..
“ era molto possessiva”, disse Powell. Lei diventò troppo seria con me. Voleva sposarsi. Era una bella ragazza, ma io non volevo sposarla”. Loro parlarono per qualche minuto. Poi Powell si alzò.
“posso incontrarti di nuovo domani notte?” chiese lui. “ andremo a ballare”.
“OK”, disse Ellen. “ mi piacerebbe. Vieni qui alle 7:30”.
Powell la baciò, e lasciò l’hotel. Ellen andò nella sua stanza. Era nel letto quando il telefono suonò. Lei lo prese. Sentì la voce di Gordon Gant.
“Sono stato preoccupato per te”, Gant disse. “ ho pensato che tu potessi essere in pericolo. Hai parlato con qualche altro bel biondo studente?”
“Si,” replicò Ellen. “ ho parlato a Dwight Powell. È una strana persona. Mi ha parlato di qualcuno chiamato Dorothy. Ha detto che era la sua ragazza per un breve periodo. Io sono sicuro che stesse parlando di mia sorella. Penso che lui l’abbia uccisa. Ha detto che questa ragazza voleva sposarsi, ma lui non voleva sposarla. Forse questa è la ragione per cui lui l’ha uccisa!”
“Forse hai ragione”, disse Gant. “lo rincontrerai?”
“Si,” replicò Ellen. “lo rincontrerò domani sera. Ma non preoccuparti di me. Starò attenta. Lui non sa chi sono. Gli ho detto che il mio nome era Evelyn Kittridge. Domani, gli chiederò delle domande sulla morte di Dorothy. Forse mi dirà qualcosa che non ha potuto leggere nei giornali. Poi sarò sicura che lui fu l’assassino”.
“ per favore stai attenta, Ellen”, disse Gant.
“OK, starò attento”, disse Ellen. “ grazie per aver suonato una registrazione per me. Buona notte”.
4
Sul tetto
Il pomeriggio seguente, Ellen andò alla biblioteca municipale di Blu River. Stette la per molte ore. Lesse tutti i rapporti sulla morte di Dorothy che sono stati stampati nei giornali di Lowa. Se Dwight Powell le disse qualcosa della morte di Dorothy che non è stato stampato, lo saprebbe. Saprebbe che lui è l’assassino
________
Quella sera, Ellen stava di nuovo aspettando nell’atrio dell’hotel quando Dwight Powell arrivò.
“sono spiacente Dwight”, lei gli disse. “ non posso venire a ballare questa sera. Devo andare a trovare un avvocato nell’edificio municipale. È probabile che lui abbia un lavoro per me. Mi ha detto che lui sarebbe stato la fino alle 8:30. vuoi venire con me, per favore? Io non dovrò parlare con l'uomo per molto. Dopo che l’ho visto, possiamo ritornare qui e prendere insieme alcune bibite”.
“OK, Evelyn,” disse Powell. “ io ci andrò”. Lui non sembrava felice.
________
Ellen e Powell uscirono dall’ascensore al 14° piano dell’edificio municipale.
“l’ufficio dell’avvocato è la stanza 1405”, disse Ellen . “ deve essere vicino all’angolo”. Lei iniziò a camminare lungo il corridoio e Powell la seguì. Lei aveva telefonato all’ufficio quel pomeriggio. La segretaria dell’avvocato le disse che l’ufficio chiudeva alle 5. Lei sperò disperatamente che nessuno fosse stato la ora. Trovarono presto la stanza 1405. un segnale sulla porta dice FREDEICK CLAUSEN – AVVOCATO. Ma l’ufficio era chiuso, e li non c’erano luci dentro.
Ellen guardò il suo orologio adiratamente .
“sono solo le 8”. Disse lei. “ quando ho parlato al signor Clausen al telefono questo pomeriggio, mi ha detto che sarebbe stato qui fino alle 8:30! Dovrò ritornare domani”. Camminarono di nuovo lungo il corridoio. Poi improvvisamente, Ellen puntò ad una porta di ferro, opposta all’ascensore.
“ quella doveva essere la via per il tetto”, disse lei. “ saliamo, Dwight. La vista sarà bellissima di notte. Voglio guardare le stelle”.
“ perché non andiamo a ballare, Evelyn?” Powell disse nervosamente. “ abbiamo ancora il tempo per farlo”.
“No, voglio andare sul tetto!” disse Ellen. Lei aprì la porta e iniziò a correre sui gradini ferro. Powell la seguì lentamente.
Un minuto dopo, erano sul tetto. Ellen stava guardando al cielo notturno.
“non è una bella notte?” disse a Powell. “ la luna è così grande! Ci sono così tante stelle! Non lo ami qui su, Dwight?”
“ non mi piacciono i posti alti, Evelyn ”, Powell replicò miserabilmente. “ non mi sento al sicuro qui”.
Ellen camminò sull’orlo esterno del tetto e guardò sul muro.
“ hai paura di cadere, Dwight?” disse Ellen. “ ho sentito che uno degli studenti della Stoddard è stato ucciso qui lo scorso anno. Ho letto che lei è caduta dalla cima di questo edificio. Precipitò solamente due piani sopra quel tetto?quella piccola caduta l’ha uccisa?”
“non è caduta,” Powell disse quietamente. “ lei saltò. E non saltò là. È saltata dentro il passaggio d’aria”. La pelle di Ellen si sentì fredda. “ lui sapeva qualcosa sulla morte di Dorothy”, pensò lei. “ ma potrebbe averlo letto nei giornali”.
“conoscevi la ragazza che è morta, Dwight?” disse ad alta voce.
“ per favore Evelyn, non ne voglio parlare”, replicò Powell.
“ ma la conoscevi?” chiese di nuovo Ellen. Powell aspettò un momento prima che parlasse.
“ si” disse malinconicamente. “ io la conoscevo. Era la ragazza di cui ti ho parlato ieri. Lei era stata la mia ragazza. Io ho sempre pensato che la morta di Dorothy fosse colpa mia. Ho rotto con lei perché stava diventando troppo seria. Poi un po’ di mesi dopo, lei si è uccisa”.
Improvvisamente , Ellen era molto arrabbiata. non aveva paura di questo uomo.
“ tu stai mentendo!” gridò lei. “ Dorothy non si è uccisa! Tu l’hai assassinata. L’hai messa incinta e poi l’hai uccisa! L’hai spinta in quel passaggio d’aria!” Powell era spaventato adesso. Ellen lo poteva vedere questo. Ma era anche confuso.
“incinta?” disse lui. “ Dorothy era incinta? Non lo sapevo questo. I giornali non dicevano che lei era incinta.
È questo il motivo per cui si è uccisa?Oh Dio, questo è terribile!”
“ lei non si è uccisa!” gridò Ellen. “ tu l’hai uccisa. Tu hai ucciso mia sorella!”
“tua sorella?” disse Powell. “ chi sei tu? Perché mi hai portato qui?”
“il mio nome è Ellen Kingship”, disse Ellen. “ e ti ho portato qui perché voglio sapere la verità. Non provare ad uccidere anche me! Qualcuno sa che sono qui con te. Se non andiamo giù nella strada nei prossimi 5 minuti, lui telefonerà alla polizia”.
“ non voglio provare ad ucciderti signorina Kingship”, Powell disse malinconicamente. “ non ho mai ucciso nessuno. Per favore dimmi qualcosa. Da quanto tempo Dorothy era incinta?”
“ tu sai da quanto tempo era incinta!” gridò Ellen. “ era al secondo mese di gravidanza quando è morta. Questo è il motivo per cui l’hai uccisa”.
“due mesi”, disse Powell lentamente. “ Oh – allora il bambino non era il mio. Signorina Kingship. Ho rotto con Dorothy prima di Natale, 1949. Nel gennaio, 1950, io andai all’università a NY city per un anno. Io volevo andarmene via da Blu River. Non volevo vedere di nuovo Dorothy. Ero a NY quando lei è morta. Posso provarlo! Qualcun altro ha messo incinta Dorothy quel inverno”.
Improvvisamente, tutta la rabbia di Ellen scomparve. Lei gli credeva.
“io – io sono spiacente, Dwight”, disse lei.
“ti riporterò al tuo hotel”, disse Powell quietamente.
________

Dopo mezz’ora, Ellen e Powell erano seduti in un tranquillo angolo dell’atrio dell’hotel. C’erano degli schermi attorno il loro piccolo tavolo. Loro non videro l’uomo che era seduto ad un tavolo sull’altro lato di uno degli schermi – l’uomo alto in un cappotto scuro e un cappello che stava ascoltando la loro conversazione. Loro stavano ancora parlando di Dorothy, ma adesso Ellen era sicura che Powell non era l’assassino di sua sorella.
“ un po’ di giorni dopo che ho rotto con Dorothy, la vidi con un altro studente, “ disse Powell. “ era alto e bello – assomigliava un a po’ a me. Qualcuno mi ha detto che Dorothy era stata al cinema con lui alcune volte. Noi abbiamo rotto, e Dorothy voleva qualcuno che l’amasse. Lo voleva molto. No ero sorpreso che avesse trovato qualcun altro così velocemente”.
“ chi era, Dwight?” chiese Ellen. “ Forse era il padre del bambino. Forse l’assassino di Dorothy!”
“non ricordo il suo nome “, disse Powell. “ non era nella nostra classe d’inglese. Non lo conoscevo. Qualcuno mi ha detto che lui era nella stessa classe di economia di Dorothy. E qualcuno una volte mi disse il suo nome. L’ho scritto in un quaderno. Non lo posso ricordare adesso. Ma se andiamo nella casa dove ho la stanza, lo troverò per te”.
“ OK, andiamo adesso” disse Ellen. “ sono spiacente di averti fatto salire sul tetto stanotte, Dwight. La morte di Dorothy no è colpa tua”. I due giovani lasciarono l’hotel. Loro passarono il tavolo sull’altro lato dello schermo, me era vuoto. L’uomo alto nel cappotto scuro già era andato via. Dorothy andò ad una cabina telefonica. Chiamò la stazione radiofonica di Blu River. Voleva parlare a Gordon Gant. Ma la donna che rispose al telefono le disse che Gant era occupato.
“ posso dargli un messaggio da parte tua?” chiese la donna.
“Si,” replicò Ellen. “ per favore gli dica che Ellen Kingship ha chiamato. Gli dica, “Dwight non è l’uomo” gli dica, “ Powell sa di un altro studente che probabilmente è stato il ragazzo di mia sorella – uno studente che non era nella sua classe d’inglese”. Gli dica che sto andando nella stanza del signor Powell adesso a cercare il nome di questo studente. E per favore dica al signor Gant che lo chiamerò più tardi”

________
La casa dove Dwight Powell viveva era vuota quando lui arrivò con Hellen. Fece ad entrambi del caffè e portò Ellen nel soggiorno.
“aspetta qui”, disse lui. “ andrò su nella mia stanza. Il nome che vuoi e in uno dei miei vecchi quaderni d’università. Non ci metterò molto”.
Powell corse su per le scale e dentro la sua pulita, ordinata stanza da letto. Aprì un cassetto nella sua scrivania e prese una pila di quaderni. Iniziò a guardarci attraverso.
“ il nome è in uno di questi”, disse a se stesso. C’era un armadio alto in un angolo della stanza. Powell non vide la sua porta aprirsi lentamente. Lui non vide l’assassino di Dorothy Kingship dentro l’armadio. Non ha visto l’uomo che gli stava puntando una pistola.
________
Ellen sentì un rumore forte nella stanza sopra di lei. Corse fuori dal soggiorno verso le scale. In cima alle scale lei vide un uomo alto e bello. Lei non vide la pistola nella sua mano. Lei non l’ha vista perché stava guardando la sua faccia sorridente.
“ caro, cosa stai facendo qui?” lei gli chiese.
“ cosa è accaduto a Dwight?”
“ti avevo chiesto di non venire a Blu River, Ellen”, disse Bud Corliss. “ avresti dovuto ascoltarmi!” poi lui sparò tre volte. Il terzo colpo finì il suo grido di terrore.
PARTE 3: MARION
1
New York city
Settembre 1951
Marion Kingship viveva da sola in un piccolo appartamento a NY city. Tutto in esso avrebbe potuto dire a un visitatore dell’appartamento dei gusti di Marion – i suoi gusti in libri, i suoi gusti in quadri e i suoi gusti in musica. Ma l’unico visitatore che sia mai andato nell’appartamento era il padre di Marion. Lui non andava li spesso. E Leo Kingship non era interessato ai gusti della figlia. A lei non era mai piaciuto realmente suo padre. Aveva 10 anni quando i suoi genitori divorziarono. Lei era stata molto turbata riguardo questo. Ellen poi aveva solo sei anni, e Dorothy cinque. La ragazza più giovane non ha realmente capito perché la loro madre li abbia lasciati. Ma Marion lo sapeva. Lei decise poi che suo padre era un uomo crudele, freddo. E la morte di sua madre, subito dopo il divorzio, aveva aumentato l’antipatia di Marion per lui. Marion ha vissuto con suo padre e sua sorella nella bella casa di Leo in NY city finché lei finì l’università. Lei era stata una studentessa all’università Columbia, a NY. Dopo l’università, si spostò al piccolo appartamento dove vive adesso. Lei aveva sempre voluto lavorare in un'agenzia pubblicitaria. Quando lasciò l’università, suo padre provò a farla lavorare per l’agenzia che guardava dopo alla pubblicità della sua società. Lui disse al direttore dell’agenzia di dare a sua figlia un lavoro. Ma Marion non ha mai voluto l’aiuto di suo padre. Lei trovò un lavoro con un agenzia pubblicitaria molto più piccola. Non guadagnava molti soldi la, ma a lei piaceva il lavoro ed era felice. Dopo che lei passò al suo appartamento, Marion visitava la casa di suo padre per cena una sera a settimana. Loro erano sempre gentili, ma non si piacevano realmente l’un l’altro. Subito dopo che Marion lasciò l’università Columbia, Ellen andò nel Wisconsin, a studiare all’università Caldwell. E un anno dopo, Dorothy andò a Lowa, a studiare all’università Stoddard. Così Marion e suo padre erano di solito da soli insieme per queste cene settimanali. Niente era cambiato tra di loro dopo la morte di Dorothy. Leo era arrabbiato perché Dorothy era stata incinta. Ed era arrabbiato perché lei si era uccisa. Ha pagato persone per tenere le notizie della gravidanza fuori dai giornali. Poi provò a dimenticare la sua figlia più giovane. Dopo l’assassinio di Ellen, Leo tentò di essere più gentile verso Marion. E lei si sentiva spiacente per suo padre. Adesso lei andava a casa sua 3 sere a settimana, invece di una. Lei cercava di farselo piacere di più. Ma lei era sempre sospettosa quando Leo provava ad essere gentile . Lei non gli credeva realmente. Marion Kingship non amava realmente nessuno. Ma aveva il suo appartamento, e amava questo. Ogni sabato, spende il giorno pulendolo. E spesso lei sogna che un giorno, un buono, e gentile uomo voglia visitarla li – qualcuno che vuole amarla e prendersi cura di lei. “ verrà mai?” si chiede spesso lei.
________
Un sabato mattina di settembre, Marion stava pulendo il suo appartamento. Stava pulendo un tavolo e stava guardando la sua copia del quadro di Charles Demuth. Il mio Egitto, il quale appese sul muro sopra di esso. Demuth era il suo pittore preferito, e Il Mio Egitto era il suo quadro preferito. Il telefono squillò. Marion rispose.
“Ciao”, disse lei.
“Ciao”, disse una voce maschile, che Marion non riconosceva. “ sei tu Marion Kingship?”
“Si”, Marion rispose. “ chi sei tu, per favore?”
“il mio nome è Burton Corliss – Bud Corliss,” replicò l’uomo. “ conoscevo sua sorella, Ellen”.
“Si, Ellen mi ha parlato di lei, signor Corliss”, disse Marion. Marion ricordava l’eccitazione di Ellen quando lei parlò di quest uomo a Natale. “ lo amo così tanto, Marion”, sua sorella aveva detto. “ lui è buono e gentile”.
“gradirei incontrarla, signorina Kingship”, disse gentilmente Bud Corliss. “ ho un libro che appartiene a Ellen. Lei me lo prestò una settimana prima della sua morte. Gradirei dartelo. Posso portartelo al tuo appartamento?”
Marion pensò velocemente. Quest uomo voleva darle qualcosa che è appartenuto a sua sorella. Questa era gentilezza sua. Ma lei non voleva farlo venire nel suo appartamento. L’appartamento stava aspettando per l’uomo speciale che vorrà visitarla un giorno.
“ sono spiacente, signor Corliss, devo uscire presto”, mentì lei.
“ forse potrei incontrarla questo pomeriggio? Io sto andando a fare compere sulla 5° via. Potrei incontrarla in quella zona alle tre”.
“ bene”, replicò il giovane. “ ti aspetterò vicino alla statua fuori Rockefeller Center. Poi prenderemo da bere insieme. Ciao, signorina Kingship”.
“Ciao”, Disse Marion. Lei mise giù il telefono.
Marion non era felice della telefonata. Sabato era il suo giorno speciale. Non voleva andare fuori. Lei realmente non voleva incontrare nessuno degli amici di Ellen. E non voleva nessuno dei libri di Ellen. A Ellen non sono mai piaciuti i tipi di libri che piacciono a Marion. A Marion piacciono i libri di Prust, Flaubert, e tutti i grandi romanzieri del 19° secolo. Ad Ellen erano piaciute storie moderne e sciocche – storie che non hanno molto significato. “ non voglio stare con questo uomo per molto”, pensò Marion.
________
Bud Corliss riconobbe Marion Kingship quando era a 100 piedi lontana da dove stava in piedi. Lei somigliava ad entrambe le sue sorelle. Lui la portò in un bar e comprò bibite. Loro si sedettero in un piccolo tavolo e lui le diede il libro di Ellen.
“l’ho letto”, lui disse. “ ma non mi piace molto. Non è il tipo di libro che mi piace. Il gusto di Ellen in libri era molto differente dal mio. Libri come questo non hanno molto significato! Mi piacciono libri di Proust, Flaubert, Dickens – agli scrittori piace questo”.
Marion sorrise. “ anche a me piacciono”, disse lei.
“ Ellen mi ha detto che tu lavori per un agenzia pubblicitaria”, disse Bud.
“ Si, giusto”, replicò Marion. “ e sei ancora a Caldwell?”
“No, ho lasciato l’università” replicò il giovane.
“ ma a Natale, eri uno studente del terzo anno, come Ellen, non lo eri?” disse Marion. “ perché non rimani per il tuo anno finale?”
“ Bene, mio padre morì un po’ di anni fa”, replicò Bud. “ e mia madre doveva trovare un lavoro. Lei puliva le case delle persone. Io non voglio che lei lavori allungo, così sono venuto a NY e ho un lavoro qui. Forse ritornerò all’università il prossimo anno e finire i miei studi poi.” alcuni momenti dopo, Marion si alzò.
“devo andare adesso, Bud”, disse lei. “grazie per il drink”.
“ ne vuoi avere un altro?” chiese Bud.
“Adesso devo incontrare qualcun altro”, lei mentì. “ è un incontro d’affari. Non devo essere in ritardo per questo”.
Bud guardò Marion Kingship lasciare il bar. Molto attentamente, lui la seguì. Lui la vide andare dentro un palazzo. Aspettò per mezz’ora, ma lei non veniva fuori di nuovo.
“un incontro d’affari!”si disse lui. “ No – lei vive la”.
Iniziò a camminare verso la parte povera della città dove ha affittò una piccola stanza. Lui adesso sapeva dove Marion Kingship viveva. Lui potrebbe nascondersi nella strada vicino il suo edificio ogni qualvolta lui vuole. Lui potrebbe seguirla dovunque lei vada.
________
Per mesi dopo che lui aveva ucciso Ellen Kingship, Bud Corliss era stato arrabbiato e impaurito. Era stato arrabbiato per il tempo che ha speso sui Kingship – prima con Dorothy, poi su Ellen. E aveva avuto paura sul suo futuro. Stava per essere povero, dopo tutto quello che aveva pianificato? Aveva voluto così tanto dei soldi di Leo Kingship. E tutto quanto era andato male! Lui non aveva voluto che Dorothy diventasse incinta. E aveva detto a Ellen di non ritornare a Blu River, ma la stupida sciocca non ha voluto ascoltarlo. Bud non era spaventato della polizia di Blu River. Era sicuro che loro non avrebbero mai collegato lui con l’assassino. Era stato molto attento. Quando la lettera di Ellen arrivò, aveva deciso che doveva fare qualcosa velocemente. Ellen aveva imparato pressoché la verità su lui e Dorothy. Da un armadio nella sua stanza aveva preso la pistola che aveva dai suoi anni nell’esercito. Poi dopo il buio, aveva rubato una macchina a Caldwell guidata fino a Blu River. Dopo che aveva ucciso Powell e Ellen, guidò velocemente indietro a Caldwell. Si era fermato per un momento sul ponte, per gettare la pistola nel Mississippi River. Si, era stato molto attento! Aveva portato i guanti alla casa di Dwight Powell. La polizia non poteva trovare le impronta di Bud la! E aveva lasciato la macchina vicino la zona dove l’aveva rubata. Nelle settimane dopo le uccisioni, Bud lesse il giornale di Lowa tutti i giorni. Lesse delle investigazioni della polizia sugli assassini. Lui realizzò presto che la polizia non stava per scoprire l’identità dell’assassino. E lesse di un uomo chiamato Gordon Gant, che aveva perso il suo lavoro come DJ alla stazione radiofonica di Blu River. Gant aveva tentato di dire alla polizia e al padre di Ellen, che lui aveva delle informazioni sulle uccisioni. Aveva provato a dir loro che la morte di Dorothy Kingship era un assassinio, non un suicidio. E aveva provato a dir loro che Ellen stava investigando sulla morte della sorella. La polizia non gli ha creduto, così Gant iniziò a dire cose maleducate su di loro sul suo programma radio. Il proprietario della stazione radiofonica era stato arrabbiato per questo, e il DJ perse il suo lavoro. Bud non era preoccupato di Gant – lui non poteva provare niente! Ma quando il trimestre universitario finì a giugno, Bud ritornò infelicemente alla casa di sua madre in Menasset. Quel estate, discusse con sua madre ogni giorno. Era maleducato e arrabbiato tutto il tempo. Poi una notte, ebbe un’idea. Forse il tempo che ave speso con Dorothy e Ellen era stato utile. Loro erano morti adesso, ma Marion Kingship era ancora viva. E Leo Kingship era ancora un uomo ricco! Bud sapeva molto su Marion Kingship. Dorothy aveva parlato di lei, Ellen aveva parlato di lei. Lui aveva speso ore sentendole entrambe parlare della loro famiglia! Marion era molto differente dalle sue sorelle, lui lo sapeva questo. Le piacevano romanzi seri e musica classica. Le piacevano i dipinti di artisti di cui non aveva mai sentito il nome prima. Bud aveva preso un pezzo di carta e scrisse su di esso tutte le cose che conosceva su Marion Kingship.
Marion Kingship
A lei piace
Libri: Proust, Flaubert, Dickens etc…
Drammi: Bernard Shaw, Tennesse Williams
Musica: Stravinsky, Bartòk
Pittori : Renoir, Van Gogh, Hopper. Il suo pittore preferito è Charles Demuth (controlla compitazione – è Demeuth?)
Cibo : le piace meglio cibo italiano e americano.
Cose da fare
Leggere libri su pittori.
Leggere Proust, Shaw e Flaubert.
Cercare ristoranti italiani e americani a NY.
Dopo che ha scritto la lista, Bud la mise nella piccola cassaforte metallica, dove lui teneva le sue cose più private. Anche i suoi depliant dalla Kingship Copper Incorporated erano li. Chiuse la scatola e la nascose in un armadio nella sua stanza da letto. Il giorno dopo, Bud disse a sua madre che lui non sarebbe ritornato all’università Caldwell a settembre.
“ voglio andare a NY”, disse lui. “troverò un lavoro li. Ho avuto un idea veramente buona. Non posso dirti ancora su di esso – è un segreto!”
sua madre gli sorrise.
“ hai sempre magnifiche idee, Bud”, disse lei.
________
Nel pomeriggio di domenica dopo il suo primo incontro con Bud Corliss, Marion Kingship era seduta in una delle grandi, brillanti stanze nel museo di arte moderna di NY. Lei spesso va al museo di domenica. Era il suo posto preferito nella città. Stava guardando a delle grandi statue, quando sentì un rumore dietro di lei.
“ciao di nuovo, Marion”, disse Bud Corliss. “ non mi aspettavo di vederti qui”. Bud stava mentendo. Stava aspettando di vedere Marion là. Stava aspettando vicino il suo edificio quando lei venne fuori, e lui la seguì fino al museo.
“ amo questo museo”, andò avanti Bud. “vengo spesso qua”. Anche questa era una bugia. Bud era sta la solo una volta prima. Aveva trovato le stanze che contengono dipinti degli artisti moderni che a Marion piacciono molto.
“ anch’io vengo spesso”, disse Marion. Lei sorrise al giovane. Io volevo sempre che Ellen fosse interessata all’arte”. Bud disse.
“ ma lei non voleva mai andare al museo o guardare i dipinti. Ellen era una ragazza molto dolce, ma i suoi gusti erano così differenti dai miei. Lei mi piaceva moltissimo, io non penso che saremmo rimasti insieme dopo l’università”. Sembrò triste per un momento. Dopo sorrise.
“ guardiamo i dipinti insieme”, disse lui. “ amo i dipinti americani. Il mio pittore preferito è un americano. Il suo nome è Charles Demuth. Conosci il suo lavoro Marion?”

________
Molte ore dopo, appena i due giovani lasciarono il museo insieme, Bud prese la mano di Marion per un momento. “Mi piacerebbe portarti al ristorante per cena sta sera”, disse lui. “ c’è un magnifico ristorante americano, non lontano da qui. Ti piace il cibo americano, Marion?”
2
Gordon Gant
Dicembre 1951
Era il 24 dicembre – vigilia di Natale. Marion Kingship guardò il giornale che stava tenendo e sorrise. Domani, sarebbe il giorno di Natale. E pochi giorni dopo questo, sarebbe il suo giorno di matrimonio. Finalmente, lei stava per essere felice! rilesse nuovamente la storia sul giornale.
MARION KINGSHIP SI SPOSERA’ SABATO
La signorina Marion Kingship, la figlia del signor Leo Kingship, si sposerà sabato. Il signor Kingship è il proprietario della Kingship Coppper Incorporated, una delle compagnie più riuscite negli stati uniti. La signorina Kingship sposerà il signor Burton Corliss. Il signor Corliss era nell’esercito degli stati uniti durante la 2° guerra mondiale, e dopo studiò all’università Caldwell, Wisconsin. Lui adesso lavora negli uffici della Kingship Copper. Fino alla settimana scorsa, la signorina Kingship ha lavorato in un’ agenzia pubblicitaria.
Marion sorrise di nuovo. Gli ultimi mesi non sono stati facili per lei. Per primo, suo padre era stato diffidente di Bud.
“quel giovane non ti ama, lui ama i miei soldi”, disse Leo, dopo che Marion gli disse di Bud. “ prima lui provò a prendere i soldi da Ellen. Poi Ellen è stata uccisa. Così adesso sta provando a prenderli da te! Io scoprirò di più su di lui”.
“se lo fai”, Marion replicò adiratamente, “ io non ti parlerò mai di nuovo!”
Suo padre capì che lei avrebbe fatto quello che ha detto. Promise di non investigare sulla vita di Bud. Ellen gli disse che lei e Bud volevano sposarsi. Lei disse a Leo che loro si amarono l’un l’altro. Saremo così felici insieme”, lei aveva detto. “ ci piacciono le stesse cose. Ci piacciono gli stessi libri, commedie e dipinti. Ci piace addirittura lo stesso cibo!”
Alla fine, Leo cambiò idea su Bud e sul matrimonio. “ mia moglie e due delle mie figlie sono andate”, aveva detto lui. “ non voglio che vada anche tu, Marion”. La settimana seguente, Leo aveva dato a Bud un buon lavoro con la sua compagnia. E adesso lui aveva comprato ai due giovani una bella casa a NY city. Loro vivranno la quando saranno sposati. Tutto quanto stava andando bene!
________
Nel pomeriggio della vigilia di Natale, Leo Kingship stava lavorando nella sua stanza negli uffici della Kingship Copper. Il telefono sulla scrivania di Leo suonò e lui rispose.
“c’è qualcuno qui che vuole parlare con lei urgentemente, signore”, disse il suo segretario. “ il suo nome è Robert Dettweiler”. Un momento dopo, un giovane entrò nella stanza. Stava portando 2 libri e un giornale. Leo Kingship lo guardò per un momento.
“io ti ho incontrato prima”, disse lui. “ ma il tuo nome non è Dettweiler”.
“giusto, signore”. Replicò il giovane. “ sono Gordon Gant. Ci siamo incontrati a Blu River a marzo. Pensai che lei avrebbe rifiutato di vedermi oggi, se io avessi detto al suo segretario il mio vero nome. Sono venuto perché ho letto una storia nel giornale questa mattina – una storia sul matrimonio di sua figlia. C’è una cosa che le devo dire, signore.”
“signor Gant”, disse Leo, “ per favore pensi attentamente prima di parlare. A marzo, hai detto a me e a mia figlia Marion del tuo incontro con ellen. Ci hai detto che mia figlia Dorothy è stata uccisa. Ci hai detto dell’idea di Ellen sulle cose vecchio, nuovo prestato e blu che Dorothy stava indossando. Ma la polizia disse che Dorothy si è uccisa. E tu non puoi provare che qualcun’ altro l’abbia uccisa.
“Io credo che le tue ragioni per dirci delle idee di Ellen erano buone ragioni – ragioni sincere”, Leo seguì. “ ma le cose che hai detto a Marion e a me ci sconvolsero moltissimo. Per favore non dirci le stesse cose di nuovo adesso. La polizia non troverà mai l’assassino di Ellen, e Dorothy si è uccisa. Marion si sposerà nel tempo di qualche giorno. Voglio che lei sia felice, signor Gant”.
“ per favore mi ascolti per un minuto, signore”, Gant disse. “ ho letto che sua figlia sposerà Burton Corliss. Ho ricordato che Corliss è stato il ragazzo di Ellen all’università Caldwell. E mi chiesi se questo giovane era più interessato nel suo denaro che alle su figlie. Non l’ha pensato anche lei? Ma poi iniziai a chiedermi se Corliss abbia conosciuto anche Dorothy. Mi sono chiesto se lui fosse stato il padre del suo bambino. Io non conobbi Corliss, ma mi chiedo se è stato uno studente alla Stoddard”.
“No, sono sicuro che non era alla Stoddard, signor Gant”. disse Leo. “ lei stesso è uno studente della Stoddard. Tu eri uno studente del secondo anno nello stesso periodo di dorothy – tu mi hai detto questo a marzo. Se Corliss è stato anche alla Stoddard, avresti dovuto conoscerlo”.
“ questo non è vero, signore”, replicò Gant. “ Stoddard è un’università molto grande. Ci sono più di 12 mila studenti là. Nessuno può conoscere tutti gli altri studenti. Ellen pensava che io conoscessi Dorothy perché noi eravamo nella stessa classe di inglese. Aveva torto. Era una classe molto grande, e non ho mai parlato con dorothy. Ma ti ho detto qualcosa di importante a marzo. Nella sera che Ellen è morta, lasciò un messaggio per me. Il messaggio diceva che l’ultimo ragazzo di Dorothy non era nella classe d’inglese.
“ e questa mattina”, Gant seguì. “ ho ricordato qualcosa che ho letto nella lettera di Ellen a Corliss. Disse di averlo incontrato prima nell’autunno del 1950, a Caldwell. Ma Caldwell è un’università molto piccola, signore. Ci sono solo circa 8 mila studenti. Tutti gli studenti li si conoscono l’un l’altro. Corliss e Ellen erano entrambi studenti del terzo anno li, ma loro si incontrarono all’inizio del loro terzo anno. Corliss. Quindi Corliss è dovuto venire a Caldwell da un'altra università quel autunno. Questo è il perché Ellen non lo incontrò prima.
“ questo è quello che penso sia accaduto”, Gant seguì. “ Burton Corliss era alla Stoddard. Divenne il ragazzo di Dorothy perché era tua figlia – lui voleva sposare una ragazza ricca. Quando lei divenne incinta, pensò che tu ti saresti arrabbiato. Pensò che tu avresti smesso di dare soldi a Dorothy. Così lui la uccise! Poi lui si spostò a Caldwell, perché cercava ancora i tuoi soldi, e divenne il ragazzo di Ellen. Quando Ellen scoprì che Dorothy era stata uccisa, Corliss uccise anche lei, e uccise un giovane che la stava aiutando. E adesso lui è venuto a NY. Adesso prenderà il tuo denaro, sposando Marion!”
“non puoi provare niente di questo”, disse Leo adiratamente. “ perché mi stai dicendo di questo ora?”
“ho incontrato Ellen per pochi minuti, signore”, replicò Gant gentilmente. “ma mi piaceva moltissimo. Credo che le persone dovrebbero sapere la verità sulla sua morte. E penso che l’assassino di Ellen dovrebbe essere punito.
“ e posso provare che Corliss era uno studente alla Stoddard”. Seguì lui. “ quando ho ricordato le parole nella lettera di Ellen, ho iniziato a investigare”. Lui aprì uno dei libri che stava tenendo. “ questo è l’annuario dell’università di Stoddard dal 1949 al 1950. ed ecco una foto del signor Corliss e una lista delle sue classi. “ puntò alla pagina. “ non era nella classe di inglese di Dorothy, ma era nelle sue classi di filosofia ed economia! Ed erano classi molto piccole. Lui doveva conoscerla!” Gant aprì l’altro libro. “ Corliss è anche nell’annuario del 1948 – 49.”
“ Oh Dio!” Leo disse miseramente. “ perché Marion non me ne ha parlato?”
“Forse non lo sapeva “, replicò Gant. “ l’articolo di giornale dice che Corliss era a Caldwell, ma non dice niente di Stoddard. Perché no? Forse Corliss non ha detto a nessuno a NY che era sempre uno studente lì. Così forse Marion non sapeva che era uno studente lì. E penso che tu glielo debba dire. Non posso provare ancora che lui abbia ucciso Dorothy o Ellen. Ma posso provare che abbia conosciuto Dorothy prima che conoscesse Ellen. E tu potrai dire a Marion che il signor Corliss è solo interessato al denaro dei Kingship”.
“lei non mi crederà, signor Gant”, replicò Leo. “ lei non ha fiducia in me. E dirà, “ Bud non mi ha detto che conosceva Dorothy perché non voleva sconvolgermi”. Non c’è più niente che io posso fare, signor Gant. La madre di Corliss sta venendo a NY stanotte . Marion sposerà Corliss sabato.
“non posso fermarlo”. Poi io dovrò continuare la mia investigazione”. Disse Gant.
“ addio, signor Kingship. Grazie per avermi ascoltato. “ si girò e lasciò la stanza.
________
Quella sera, la madre di Bud arrivò a NY. Cenò a casa di Leo. Marion era molto felice di incontrarla. A lei piaceva moltissimo la signora Corliss.
“ lei è una signora dolce”, Marion disse a Bud, dopo che sua madre se ne era andata al suo hotel. “ e tu sei un figlio meraviglioso per lei”.
La signora Corliss stava passando il giorno di Natale con suo figlio ed i Kingship. Dopo stava nella città fino al matrimonio, 4 giorni dopo. Ma lei stava trascorrendo i giorni prima del matrimonio da sola, guardando gli edifici di NY city, che lei non aveva mai visitato prima. Leo aveva organizzato per Bud, Marion e lui per visitare i lavori di fusione della Kingship Copper in Illinois in quel giorno. Bud voleva vedere moltissimo i lavori di fusione.
________
Nella sera del 27 dicembre, Gordon Gant bussò alla porta di casa di Leo Kingship.
“ perché sei qui?” disse Leo nervosamente, quando lui aprì la porta. “ Marion non deve vederti qui. Se lei pensa che ho chiesto a qualcuno di investigare su Corliss, non mi parlerà di nuovo”.
“dov’è sua figlia, signore?” chiese Gant.
“ è andata fuori con Corliss e sua madre”, replicò Leo.
“ puoi venire dentro per pochi minuti, se hai qualcosa da dirmi”.
“mi ascolti, signore”. Disse Gant quando erano seduti nella biblioteca di Leo. “ due giorni fa, sono andato a Menasset. Non ho mai fatto irruzione in casa di qualcuno prima. Ma lei mi ha detto che la signora Corliss sarebbe stata qui a NY per Natale. Così trovai il suo indirizzo a Menasset, e ho fatto irruzione nella casa. In un armadio nella stanza da letto di Bud Corliss, ho trovato una cassaforte. Io la ruppi aprendola, signore. E nella scatola, ho trovato questi”. Gant diede a Leo alcuni depliant della Kingship Copper. Erano logorati e sporchi. Sono stati letti alcune volte!
“ e ho anche trovato questo”, seguì Gant. diede a Leo il pezzo di carta sul quale Bud aveva scritto la lista dei gusti di Marion.
“io non so che tu hai trovato questi a Menasset.” Disse Leo. “ puoi avere preso i depliant dai miei uffici. Puoi aver scritto la lista da solo!”
“chiami i suoi uffici domani”, replicò Gant. “scopra se i depliant sono mai stati spediti al signor Burton Corliss. Se la risposta è si, cerchi quando sono stati spediti”.
Leo prese il telefono e compose un numero. “ lo farò adesso”, disse lui. “c’è sempre qualcuno che lavora negli uffici di NY”. Un momento dopo stava parlando con il suo segretario. Poi ci fu silenzio per 3 o 4 minuti. Finalmente, disse Leo, “ ho capito. Grazie”. E mise giù il telefono.
“aveva ragione, signor Gant”, disse lui. “sono spiacente di non averti creduto. I depliant della società sono stati mandati a Burton Corliss, a Blu River, nel presto febbraio lo scorso anno. Questo era circa 10 settimane prima che Dorothy morisse. Lui l’ha dovuta mettere subito incinta dopo che ha ricevuto i depliant”. Leo mise le sue mani sulla sua faccia. “ devo dirlo a Marion. Non sarà facile”. Poi improvvisamente Leo fu molto arrabbiato. “ avevi ragione su Corliss che stava aspettando i miei soldi, signor Gant”, disse lui. “ e penso che avevi ragione che Corliss è anche un assassino! Non possiamo provarlo – La polizia non ci crederà mai. Ma se lui ha ucciso le mie figlie, deve essere punito per questo! Noi dobbiamo fargli confessare gli omicidi. Mi aiuterai?”
“si, l’aiuterò, signore” disse Gant.
“parlerò di questo stasera a Marion”, disse Leo. “ anche lei deve aiutarci. Non deve dire a Corliss cosa sappiamo di lui. Se lui scopre questo, scapperà. Scomparirà.
Quindi Marion deve fingere che lei se lo sposerà sabato. E domani, noi andremo ai lavori di fusione. Anche lei deve venire, signor Gant. Faremo confessare Corliss li. Non sarà capace di scappare dai lavori di fusione!”
3
i lavori di fusione
Bud Corliss stava guardando fuori da una delle finestre del piccolo aereo della Kingship Copper. Si stava sentendo meravigliosamente. Il sole stava splendendo nel cielo blu pulito. E adesso il piccolo aereo stava discendendo verso terra. Lontano avanti, Bud poteva vedere i grandi lavori di fusione Kingship. Nubi enormi di fumo stavano sorgendo dai tetti degli alti edifici. Piste di ferrovie scure funzionavano attraverso la brillante neve bianca verso i lavori. Era tutto così bello. Bud sentì che questo era il miglior giorno della sua vita! Leo e Marion erano nell’aereo con lui, e c’era anche un giovane chiamato Dettweiler. Leo ha detto a Bud che il padre di Dettweiler era uno dei direttori della società. Presto, l’aereo sbarcò in un campo vicino i lavori di smaltimento. Leo, Marion, Dettweiler e Bud furono incontrati dal direttore dei lavori. Tutti loro avevano mangiato insieme nell’ufficio del direttore, poi il direttore portò Bud e Marion dentro una stanza dove c’erano alcune grandi fotografie. Le fotografie mostrarono il processo diverso che fu usato per fare rame puro. Il direttore parlò di questo per un’ora. Bud era molto interessato. Non era mai stato così interessato in qualcosa in tutta la sua vita.
“ Leo non è un giovane”, disse a se stesso. “lui non vivrà per molti anni. E domani, sarò il marito di sua figlia. Quando Leo morirà, tutto questo sarà mio!” In quel momento, Leo e Dettweiler vennero nella stanza. “Venga su ora sopra una delle passerelle, Bud”, disse Leo.
“dalle passerelle, puoi vedere tutti i processi sotto di te. Lei poi capirà tutto meglio. Marion starà qui.”
Leo condusse Bud e Dettweiler in uno degli enormi edifici dove accadevano i processi di fusione. Era molto caldo dentro l’edificio, e c’era fumo dovunque. Leo puntò su verso il tetto. La passerella era una piattaforma lunga che procedette pressoché la lunghezza intera dell'edificio, 50 piedi sopra le loro teste. Aveva un pavimento di metallo e sbarre di metallo lungo i suoi lati. Leo cominciò a salire una scala che condusse alla passerella. Bud e Dettweiler lo seguirono. Quando loro giunsero alla passerella, Leo disse a Bud di camminare davanti a Dettweiler e lui. Appena i tre uomini camminarono lungo il pavimento di metallo, tenendo le sbarre, Leo spiegò di nuovo il processo di fusione. Appena lui parlò, puntò a enormi vasche di caldo, metallo liquido nel pavimento lontano sotto di loro. Spiegò cosa c’era in ogni vasca. Spiegò come il rame era separato dagli altri metalli che erano fusi con esso. Bud fece molte domande e Leo rispose loro. La passerella finisce sull’ultima vasca”, disse Leo. “ il rame in quelle vasche è puro”. Un momento dopo, loro arrivarono alla fine della passerella. Bud guardò giù. Lontano sotto di lui, vide la grande vasca di rame liquido puro. Calore terribile e fumo verde stavano sorgendo dal metallo liquido. Non c’era sbarra alla fine della passerella – solo una catena di ferro.
“ hai qualche domanda, Bud?”chiese Leo.
Bud si girò verso gli altri 2 uomini.
“No”, replicò lui. Improvvisamente si chiese perché Leo e Dettweiler stavano guardando così freddi e arrabbiati.
“ allora ho una domanda per te”, disse Leo. “come hai fatto scrivere a Dorothy quella nota di suicidio?”
Per un momento, Bud non poté parlare. Loro sapevano! Ma cosa sapevano? E come lo sapevano?
“ non ti capisco, Leo”, disse lui. “ Non ho mia conosciuto Dorothy. Non l’ho mai incontrata. Io conoscevo Ellen – lo sai questo. Ma Dorothy era morta quando incontrai Ellen.”
“ noi non ti crediamo, Corliss”, disse Gant. “ sappiamo che eri uno studente alla Stoddard. Sappiamo che eri in due delle classi di Dorothy. E sappiamo che l’hai uccisa!””chi sei Dettweiler?” disse Bud. “ perché sei qui?”
“sono qui perché conoscevo Ellen”, replicò Gant. “ e il mio nome non è Dettweiler, è Gant – Gordon Gant. incontrai Ellen il giorno prima che l’hai uccisa. Mi piaceva moltissimo”.
“Leo per favore aiutami” disse Bud. “ di cosa sta parlando quest uomo? Prima dice che ho conosciuto Dorothy. Poi dice che ho ucciso Ellen. È pazzo?”
“ascoltalo, Bud”, replicò Leo.
“ Sono andato a Menasset 2 giorni fa”, disse Gant. “ ho trovato la tua cassaforte. L’ho aperta e ho trovato i depliant. E ho anche trovato la lista, Corliss!”
Bud pensò velocemente. Si girò verso Leo Kingship.
“OK, Leo. OK, OK”, disse lui. “ conobbi Dorothy. L’ho conosciuta, ma non l’ho uccisa! Non ho mai ucciso nessuno. Confesso che volevo il tuo denaro. Questo è il perché io spedii per i depliant. Questo è il perché io mi trasferì a Caldwell. Questo è il perché io mi trasferì a NY. Marion non mi vuole sposare – io mi resi conto di questo. Così voglio lasciare questo posto adesso! Devo portare mia madre indietro a Menasset domani”.
“ gira in tondo, Corliss”, disse Leo. “ metti la tua mano sulla catena.”
“ anche tu sei pazzo, Leo?” disse Bud adiratamente. Ma lui girò in tondo e mise la sua mano sulla catena di ferro alla fine della passerella. Appena lui la toccò, la catena si ruppe in due pezzi. Adesso non c’era niente a fermare qualcuno che cade!
“no, non sono pazzo”, disse Leo. La sua voce era fredda e dura. “ e tu non sei l’unica persona che può pianificare un omicidio, Corliss! Abbiamo tagliato la catena mentre tu stavi parlando con il direttore. Non voglio ucciderti. Voglio portarti alla polizia. Voglio che tu dica loro cosa hai fatto. Ma se non confessi adesso che hai ucciso Dorothy e Ellen, ti spingeremo dentro la vasca di rame liquido. È molto, molto caldo. Non vivrai a lungo, ma il tuo ultimo momento sarà molto doloroso! Adesso dicci come hai fatto scrivere a Dorothy quella nota!”
immediatamente, Bud era molto impaurito. Queste persone volevano veramente ucciderlo! Lui stesso ha ucciso persone quando era nell’esercito. E aveva ucciso 3 persone a Blu River. Era stato facile ucciderle perché lui non aveva voluto loro bene. Ma ognuna gli aveva sempre voluto bene. Perché queste persone non gli vollero bene? Leo si fermò verso di lui. E nello stesso momento Bud vide anche Marion scalare sulla passerella. Lei iniziò a camminare verso suo padre.
“ se io confesso”, pensò Bud, “ mi porteranno alla polizia. Ma forse posso scappare quando siamo fuori da questo edificio. Se non confesso, mi uccideranno ora”.
“Ok, ho ucciso Dorothy”, disse lui. “ la nota era la traduzione da un libro di spagnolo. Ho chiesto a lei di scriverla. Ho ucciso lei e anche Ellen!”
Era molto impaurito, e immediatamente poteva pensare solo alla sua paura.
“ era colpa di Ellen!” gridò lui. “ le avevo detto di non andare a Blu River. Io dovevo ucciderla! E non volevo che Dorothy divenisse incinta! Tutto era colpa loro! Le donne sono così stupide!”
In quel momento, Marion spinse oltre suo padre e si mosse verso Bud. Il giovane spaventato si girò via da lei, e il suo piede scivolò sul pavimento di metallo. Iniziò a cadere dalla fine della passerella. Mentre cadeva verso la terribile vasca di rame liquido , sentì un urlo. Gli ricordò l’urlo di Dorothy mentre cadeva dentro il passaggio d’aria. Gli ricordava l’urlo di Ellen prima che il suo terzo proiettile la uccidesse. È realizzò che l’urlo stava venendo dalla sua bocca.
________
L’aereo stava ritornando a NY. Marion stava piangendo quietamente.
“non stavamo per ucciderlo veramente, Marion”, disse Gordon Gant. “ cercavamo solo di farlo confessare”.
“lo so questo”, disse lei. “ non sto piangendo per lui. Ma ho pensato che stavo finalmente per essere felice. tu non capisci. Tu non puoi capire!”
lei mise le sue mani sulla sua faccia.
________
Quando i Kingship ritornarono alla casa di Leo, trovarono la signora Corliss che li aspettava. Lei guardava felice e eccitata.
Lei sorrise a Marion.
“ buona sera, mia cara”, disse lei. “ sono felice di vederti di nuovo. Dov’è Bud?”
1

Esempio