l'ipertesto

Materie:Appunti
Categoria:Informatica

Voto:

1 (2)
Download:90
Data:13.03.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ipertesto_1.zip (Dimensione: 8.31 Kb)
trucheck.it_l-ipertesto.doc     30 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L’IPERTESTO
L’ipertesto è un collegamento libero e interattivo fra informazioni poste in punti diversi di uno o più documenti. Esso è composto da blocchi di testo, chiamati nodi (parola-chiave, pulsante, ecc.), che connettono tra loro vari elementi testuali o multimediali (un’immagine, un riferimento sonoro, ecc.) tramite interconnessioni, chiamate links, che si attivano tramite un clic del mouse. Per orientarsi in queste interconnessioni si ha bisogno di una mappa, che è l’indice generale degli argomenti trattati.
L’idea base dell’ipertesto è di consentire a chi lo utilizza un libero collegamento fra informazioni poste in punti diversi dello stesso documento e di permettergli una consultazione personalizzata, lasciandosi guidare dalla logica del pensiero.
Il sistema di ipertesto più conosciuto e più ampio è il World Wide Web, che utilizza il linguaggio HTML per dettare le istruzioni per il suo funzionamento.

L’ipermedia è un’estensione del concetto di ipertesto, in quanto esso viene integrato con testi, grafici, animazioni, immagini, filmati, musica, ecc., riuniti su un unico supporto tecnico che facilita la conoscenza degli argomenti grazie all’impiego di linguaggi in chiave analogica.
CARATTERISTICHE DELL’IPERTESTO
L’ipertesto è composto da un indice generale, che si trova sempre sulla prima pagina del documento. Esso è composto da bottoni di tipo testuale o iconico che rappresentano i vari argomenti e che permettono di passare immediatamente all’informazione che cerchiamo o di accedere ad un sottoindice.
Ogni argomento è unito ad un altro tramite links, che danno sempre la possibilità di tornare al punto di partenza. Questo modo di lettura dell’ipertesto si chiama “navigare”.
I testi contenuti in un ipertesto sono testi aperti, spandibile ed incompiuti, in quanto possono essere integrati, cambiati di struttura e di veste grafica.
L’ipertesto è valido nei lavori interdisciplinari, perché costringe alla collaborazione di più persone e al lavoro in sinergia.
L’ipertesto è incentrato sul lettore, in quanto è lui che decide cosa leggere e come fruire dell’informazione.
COME SI REALIZZA UN IPERTESTO
Per prima cosa bisogna scegliere l’argomento, che può essere di natura scientifica, letteraria, artistica, ecc.
Raccolta del materiale:
• scelta del materiale occorrente: testi, immagini,filmati;
• catalogazione del materiale in base alle esigenze;
• trasposizione dei testi dal cartaceo al computer.
Pianificazione della struttura, che sarà l’interfaccia grafica del progetto:
• definire l’articolazione del progetto, la fisionomia dell’opera, il layout dei vari capitoli e le dimensioni delle pagine;
• definire l’indice generale e i sottoindici;
• decidere le componenti testuali;
• scegliere le componenti multimediali;
• scegliere una veste grafica adeguata e un’impaginazione accattivante.
Pianificazione delle attività:
• distribuzione dei compiti ai componenti del progetto;
• pianificazione dei tempi di realizzazione;
• risorse coinvolte;
• costi del progetto.
Definizione dei legami tra i nodi:::
• definire l’interconnessione dei vari testi fra loro;
• stabilire le associazioni, che consentono di tornare al punto di partenza;
• pianificare la navigazione, che potrà essere casuale o prestabilita;
• strutturare gli accessi a indici e sottoindici.
Ottimizzazione dell’ipertesto:
• testare di persona l’ipertesto e farlo testare ad altri per verificare eventuali errori, difficoltà di accesso o elementi poco chiari;
• verificare che l’interfaccia grafica sia comprensibile e facilmente accessibile;
• correggere eventuali difetti.

Esempio