Interfaccia

Materie:Appunti
Categoria:Informatica

Voto:

2.5 (2)
Download:89
Data:22.03.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
interfaccia_1.zip (Dimensione: 21.46 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_interfaccia.doc     131.5 Kb



Testo

RELAZIONE

PROGRAMMA:
Trasmissione e ricezione con l’8255.

INTRODUZIONE:
Lo scopo è quello di effettuare una comunicazione parallela tra due computer .I dati vengono trasmessi da un calcolatore ,ricevuti e visualizzati dall’altro . Per svolgere questa operazione
ci siamo serviti dell’8255.
TEORIA:
L’8255 è un circuito integrato di interfaccia per gestire le periferiche. Il circuito contiene tre porte:
-PA allocata all’indirizzo 60h
-PB allocata all’indirizzo 61h
-PC allocata all’indirizzo 62h.
L’8255 è programmabile attraverso 4 registri:
-pa,pb,pc,control(per impostare il verso di funzionamento delle porte ).
E’ collegato al microprocessore tramite il bus dati ed il bus indirizzi.
Ha tre modi di programmazione :Modo 0,Modo1,Modo2.
Modo0:
Le porte possono essere programmate in input o in output, e inoltre questo metodo non richiede l’uso degli interrupt.
Con il modo 0 possiamo gestire le periferiche semplici come il tastierino, led, …
Modo1:
Le porte PA e PB devono essere programmate in input o output .
Alcuni bit della porta PC sono usati per gestire l’ input e l’output delle porte PA e PB. Per
l ’ingresso di un dato vengono usati i segnali di controllo STB(ingresso di strobe), IBF(flip-flop segnalazione buffer di ingresso pieno), INTR(richiesta di interrupt). Per l’uscita, invece, i segnali
di controllo sono: OBF(flip-flop segnalazione di buffer di uscita piena ), ACK(dato ricevuto), INTR, INTEA ,INTEB.
Modo2:
La porta PA viene ussata sia in input che output, mentre PB e PC vengono usati per i segnali di controllo. 5 bit di controllo servono per gestire la bidirezionalità della porta PA.
Il segnale di controllo del bus bidirezionale è INTR; per l’ ingresso di un dato i segnali di controllo sono STB, IBF e INTE2 (flip-flop associato a IBF); per l’uscita invece OBF, OCK e INTE1.
PROVE EFFETTUATE:
Per verificare la validità del nostro programma abbiamo utilizzato due computer collegati tra di loro attraverso un interfaccia parallela. Abbiamo lanciato il nostro programma su entrambi i Pc ,ponendo uno in ricezione e l’altro in trasmissione. In questo modo da un computer venivano lanciati dei dati e questi venivano trasmessi e visualizzati sull’altro.
TEMPI DI SVILUPPO:
Per sviluppare questo programma abbiamo impiegato 6 ore di laboratorio.
BIBLIOGRAFIA:
“IBM PC programmazione del microprocessore 8088” di D.C.WILLEN e J.I.KRANTZ.

Esempio