Il sistema informativo aziendale

Materie:Appunti
Categoria:Informatica
Download:425
Data:02.05.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sistema-informativo-aziendale_4.zip (Dimensione: 4.05 Kb)
trucheck.it_il-sistema-informativo-aziendale.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

1. DEFINIZIONE DI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE insieme di tutti i dati e di tutti i flussi che riguardano la raccolta, la produzione, l’archiviazione, l’elaborazione, la distribuzione dei dati, nelle attività operative e di controllo che si svolgono all’interno dell’azienda.
2. SIGNIFICATO DELLA CATENA DATI-INFORMAZIONI-CONOSCENZA i dati sono la materia prima per le aziende, sono riuniti in grandi archivi e possono essere distribuiti a coloro che li richiedono, possono provenire sia dall’interno che dall’esterno dell’azienda, e possono essere dati strutturati (record, registri) o dati non strutturati (telefonate, riunioni). Le informazioni sono ottenute tramite l’organizzazione dei dati e sono il supporto per i processi operativi. La conoscenza, da mettere a disposizione di coloro che devono prendere decisioni, è l’obiettivo del sistema informativo.
3. DEFINIZIONE DI SISTEMA INFORMATICO insieme delle risorse messe a disposizione dalla tecnologia, delle persone che le utilizzano e delle applicazioni utilizzate, con l’obiettivo di automatizzare l’archiviazione, la produzione, l’elaborazione e la distribuzione dei dati aziendali.
4. ELEMENTI DEL SISTEMA INFORMATICO i dispositivi hardware, elaboratori, terminali, periferiche, dischi, reti; il software, cioè programmi per la gestione (sistemi operativi), programmi applicativi, programmi di supporto alla progettazione; le persone, specialisti informatici, gestori e utilizzatori dei dati aziendali; le applicazioni, per gestire i dati in modo automatizzato.
5. CARATTERISTICHE E FUNZIONI DEI PROFESSIONISTI INFORMATICI le principali figure dell’informatica sono: il progettista software, che si occupa del coordinamento del gruppo di lavoro e della definizione delle specifiche di progetto, il programmatore, scrive e collauda i programmi, ne assicura la manutenzione e l’aggiornamento; l’analista, che insieme al progettista deve definire gli obiettivi di lavoro; il tecnico software, che ha il compito di individuare lo strumento software più adatto; l’operatore, che gestisce e controlla le apparecchiature del sistema di elaborazione; il web designer, esperto nella progettazione di siti web; il web developer, che si occupa dello sviluppo di software per le applicazioni web; il sistemista, che si occupa dei sistemi di elaborazione. Vi sono poi soggetti esterni all’azienda, come il tecnico hardware, il consulente informatico, il product manager e il venditore.
6. CHI RIENTRA NELLA CATEGORIA DEI SISTEMISTI il system engineer, specializzato nella produzione e manutenzione del so, l’amministratore di sistema, l’amministratore della base di dati, l’amministratore di rete, l’amministratore di un sito web.
7. COS’E’ L’OUTSOURCING significa approvvigionamento all’esterno, consiste nell’affidamento di alcune parti gestionali del sistema informativo ad aziende e società di servizi esterne. Ci sono 2 forme di outsourcing: l’esternalizzazione globale, che riguarda tutta la gestione dell’azienda, e l’esternalizzazione selettiva, che riguarda solo alcune attività, mentre le altre sono mantenute all’interno dell’azienda.
8. ASPETTI DELL’OFFICE AUTOMATION l’office automation è l’automatizzazione delle attività d’ufficio. Alle richieste di automatizzazione l’informatica ha risposto con: l’informatica di organizzazione, rendere programmabili il maggior numero di attività possibile, per sostituire l’uomo; e l’informatica individuale, che consiste nel fornire gli strumenti informatici che gli utenti potranno usare liberamente per aumentare l’efficienza degli uffici.
9. CHE SI INTENDE PER CONOSCENZA AZIENDALE l’insieme delle informazioni, delle procedure e delle esperienze necessarie per mantenere il livello di competitività delle imprese, e assicurare una rapida risposta alle esigenze del mercato.

Esempio