Il linguaggio SQL

Materie:Appunti
Categoria:Informatica
Download:149
Data:10.01.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
linguaggio-sql_1.zip (Dimensione: 5.81 Kb)
trucheck.it_il-linguaggio-sql.doc     28 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Linguaggio SQL
L’SQL (Structured Query Language) è un linguaggio non procedurale utilizzato nella gestione dei database relazionali.
Rispetto ad altri linguaggi di programmazione per database è molto semplice per quanto riguarda:
1) concisione dei comandi;
2) visione tabellare dei dati;
3) facilità istruzioni;
il che fa aumentare il suo sviluppo nelle applicazioni di carattere gestionale.
Esso permette all’utente di:
- definire la struttura delle relazioni del database (FUNZIONE DDL);
- modificare i contenuti del database, con operazioni di inserimento, modifica e cancellazione (FUNZIONE DML);
- gestire il controllo degli accessi (FUNZIONE DML);
- interrogare la base di dati (FUNZIONE QUERY LANGUAGE).
Inoltre l’SQL fornisce opportuni comandi per definire in modo facile i tabulati di uscita dei risultati (reporter).
L’SQL utilizza:
- caratteri alfabetici;
- cifre decimali;
- operatori aritmetici e di confronto ( * / + - < >);
- altri caratteri di particolare significato nella sintassi delle istruzioni.
Gli IDENTIFICATORI (nomi di tabelle, nome di attributi) sono costituiti da sequenze di caratteri non superiori a 18.
Per identificare l’attributo di una tabella bisogna utilizzare la nozione:

Quando una tabella viene dichiarata bisogna specificare anche il tipo dei dati scelti per gli attributi che possono essere:
CHARACTER(n)
Stringa di lunghezza n
n da 1 a 15000
DATE
Data nella forma MM/GG/AA
TIME
Ora nella forma HH:MM
INTEGER(p)
Numero intero con precisione p
p da 1 a 45
SMALLINT
Numero intero con precisione 5
da –32768 a 32767
INTEGER
Numero intero con precisione 10
da –2147483648
a 2147483647
DECIMAL(p, s)
Numero decimale con precisione p e s cifre decimali
p da 1 a 45
s da 0 a p
FLOAT(p)
Numero reale con mantissa di precisione 7
Valore 0 oppure valore assoluto da 1E-38 a 1E+38
REAL
Numero reale con mantissa di precisione 15
Valore 0 oppure valore assoluto da 1E-38 a 1E+38
FLOAT
Numero reale con mantissa di precisione 15
Valore 0 oppure valore assoluto da 1E-38 a 1E+38
DOUBLE PRECISION
Numero reale con mantissa di precisione 15
Valore 0 oppure valore assoluto da 1E-38 a 1E+38
Nelle colonne gli attributi che hanno valore non definito o non disponibile assumono il valore NULL. Nella definizione può essere specificato che un attributo deve essere NOT NULL.
FUNZIONE DDL
Per definire la tabella viene usata la nozione:
seguita dal nome della tabella e dall’elenco degli attributi.
FUNZIONE DCL
La struttura tabellare può essere successivamente modificata con il comando:
per aggiungere una nuova colonna
per togliere una colonna già esistente
Per creare un nuovo indice sulla tabella viene usato il comando CREATE INDEX, se non si vuole che ci siano valori duplicati per l’attributo associato ad indice in righe diverse si userà:
FUNZIONE DML
Per manipolare i dati vengono utilizzati i seguenti comandi:
per inserire nuovi valori in una tabella
per aggiornare i valori di una riga
per cancellare i valori di una riga
FUNZIONE QUERY
Per interrogare il database
ùIl SELECT può essere seguito da DISTINCT se si desidera che nella tabella risultante le righe duplicate siano ridotte a una.
1
Linguaggio SQL

Esempio