i vettori

Materie:Appunti
Categoria:Informatica

Voto:

1.5 (2)
Download:147
Data:01.09.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
vettori_4.zip (Dimensione: 14.62 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_i-vettori.doc     111.5 Kb



Testo

Nel linguaggio informatico, le variabili sono molto importanti perché definiscono come un listato deve procedere.
Il listato si suddivide in diverse parti:
1- la dichiarazione delle variabili (dove ogni singola variabile viene dichiarata nel modo necessario)ed eventualmente le funzioni(se il programma lo richiede);
2- il programma principali dove avvengono tutte le operazioni e dove, eventualmente, avvengono le chiamate di funzione(se il problema lo richiede);
3- dopo la chiusura del programma principale si trovano tutte le varie funzioni
esempio di listato:
dichiarazione delle variabili;
main()
{
printf(“…………”);
scanf(“………….”);
}
la dicitura printf significa che viene stampata un informazione → output
la dicitura scanf significa che viene inserita un informazione → input.
VARIABILI
Esistono diversi tipi di variabili:
la semplice variabile → è un'unica partizione dove viene collocata una singola informazione e può essere, anch’essa, di vari tipi:
- di tipo char, se l’informazione che vogliamo inserire è una lettera
- di tipo int se l’informazione che vogliamo inserire è un numero intero
- di tipo float se l’informazione che vogliamo inserire è un numero decimale
vettori → sono delle variabili strutturali dichiarate nella parte iniziale del programma (prima del main).
I vettori sono caratterizzati da un indice e sono formati da diverse partizioni messe una di fianco all’altra formando una sorta di rettangolino con tanto informazioni vicine
Es. di vettore
Come già detto, i vettori dono caratterizzati da un indice, ovvero tiene conto di quante partizione è formato il vettore
(i è l’indice)
I=0 i=1 i=2 i=3 i=4
vettore
il vettore viene dichiarato nella sezione dichiarativa del listato. Una particolarità del vettore è che la struttura logica, coincide con la struttura fisica(ovvero un elemento è preceduto e ne segue un altro).
Ad es, se abbiamo un vettore di interi
I=0 i=1 i=2 i=3 i=4
Vettore 1 2 3 4 5

Sia logicamente che fisicamente, ad es. , il numero due segue il numero 1 e precede il numero 3. Questo è possibile perché il vettore è una variabile statica e non dinamica, infatti viene dichiarata la lunghezza del vettore, ancora prima
Che inizi il programma.

Come avviene un caricamento di un vettore
(ad es. si vogliono caricare e stampare 5 numeri interi)
- Per prima cosa si dichiarano le variabili;
- Inizia il programma e si effettua il caricamento
- Successivamente, sempre nel programma, si effettua la stampa

inizio

i=0
i file di libreria che contiene i vari comandi
int vet [5], i; dichiarazione del vettore
main() inizio della funzione principale
{
for(i=0;i

Esempio