Aristofane

Materie:Appunti
Categoria:Greco

Voto:

1.5 (2)
Download:407
Data:24.06.2009
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
aristofane_4.zip (Dimensione: 8.07 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_aristofane.doc     38 Kb


Testo

_______ARISTOFANE_______
Biografia:
nasce nel demo attico di Cidatene nel 455/440 a.C. e comincia molto presto la sua attività drammaturgica.
Le sue prime commedia: Banchettanti, Babilonesi e Acarnesi sono messe in scena da Callistrato perché lui è ancora troppo giovane.
Osserva molto attentamente la realtà e si pone in modo critico rispetto a questa,usando il filtro della comicità.
Produzione poetica:
Aristofane si interessa alle vicende della propria città. La sua produzione è divisa in 3 fasi:
1 fase: domina il legame con il vivere quotidiano
2 fase: più forte e c’è spinta di fantasia e del ribaltamento utopistico
Amplia spazio alla riflessione.
3 fase: si costruisce un mondo alla rovescia,che si avvia a rappresentare
Un andamento generale di una realtà politico economica.
Commedie superstiti: (dal 425 al 388 a.C.)
I FASE
Acarnesi: Diocepoli va all’assemblea perché vuole la pace. Manda Anfiteo a fare una pace segreta con Sparta. E’ inseguito dagli acarnesi. Riuscito il patto,Diocepoli viene sorpreso dagli acarnesi.Allora va da Euripide a chiedere il travestimento da straccione buon parlatore. Travestito da Telefo pronuncia un’orazione dove è esposta la motivazione nascosta per la quale gli acarnesi vogliono la guerra. Questi ultimi schierano Lamaco,che si difende ma viene chiamato da un messaggero al dovere militare. La commedia si conclude con Lamaco che è ferito e Diocepoli che entra in scena ubriaco.
→La guerra è in corso e la soluzione sembra lontana perché molti vogliono trarre vantaggio da questa condizione.
Cavalieri : due servi si lamentano della situazione politica di Atene. Paflagone si era infatti conquistato il favore del padrone con l’adulazione e consultando un oracolo,i due servi,scoprono che per liberarsi di Paflagone dovevano trovare un salsicciaio che ne prendesse il posto. Il salsi acciaio si scontra con Paflagone e si dice che sia il salcciaio a vincere.
→degenerazione politica ateniese→disincantato messaggio del poeta
Nuvole: Sterpsiade è preoccupato per colpa del figlio Filippide,che sa solo spendere il patrimonio paterno. Davanti casa,c’era il pensatoio di Socrate,ma il figlio si rifiuta di andare. Allora va lo stesso padre,e viene iniziato ad un nuovo culto,quello delle nuvole. Con il consiglio di queste ultime convince il figlio ad andare al pensatoio,dove nel frattempo si discute di discorso forte e discorso debole. Il figlio tornato a casa,non solo supera in dialettica tutti i creditori,ma anche lo stesso padre,il quale si rammarica di aver abbandonato il culto della tradizionali divinità per abbracciare la dimensione sofistica del discorso debole. Decide di incendiare il pensatoio.
→ dibattito e insegnamento politico fanno parte della vita quotidiana.
Vespe: Bdelicleoene ha ordinato a due suoi collaboratori di badare al padre Filocleone perché aveva una malattia: la smania per i processi. Una notte giungono le vespe ossia il coro di vecchi giudici . Dopo un violento litigio il padre elogia l’attività giuridica,mentre il figlio spiega che fare il giudice significa mettersi al servizio dei demagoghi. Non trovando soluzione, Bdelicleone decide di attrezzare un tribunale casalingo. Il primo caso riguarda l’accusa ad un cane che ha rubato un pezzo di formaggio. Il vecchio Filocleone deve assolverlo e stordito da questo si affida al figlio che gli propone di fare una vita di lusso e piacere. La commedia si conclude con Filocleone di ritorno da un banchetto ubriaco.
→parla della rapida degenerazione del sistema giudiziario attraverso uno scontro generazionale
Pace: due servi di Trigeo stanno facendo le porzioni di sterco da dare allo scarabeo gigante con cui il loro padrone aveva deciso di raggiungere gli dei. Arrivato alla dimora di Zeus viene informato da Ermes che gli dei se ne sono andati lasciando solo Polemo(guerra) e Tumulto. Arrabbiati per la guerra che conducevano gli uomini hanno lasciato ai primi il potere di fare ciò che vogliono. Trigeo lo scopre a buttare le città greche in un mortaio per farne il pesto. Non trovava un pistello e mentre ne crea uno, il vignaiolo chiede a tutti di liberare la pace che si trova chiusa in un antro. Riesce a liberarla e vengono liberate insieme alla statua della pace,anche due fanciulle l’Abbondanza e la Processione. Ermes spiega a Pace la situazione e dice a Trigeo che può sposare L’abbondanza,mentre l’altra deve essere portata al consiglio. La pace viene festeggiata in vari modi,soprattutto con il rifiuto di comportamenti bellicosi.
→canto che esalta la vita campestre e la vita in tempo di pace.

II FASE
Uccelli: due uomini abbandonano Atene e si fanno consigliare da Upupa una città tranquilla,ma dato che non esiste pensano di fondare la città degli Uccelli. Questi ultimi sono contrari perché gli uomini in quanto cacciatori sono loro nemici. Upupa li convince e arrivano i servi con le ali per dare le fondamenta della città. La notizia si diffonde e arrivano sia i personaggi ateniesi sia Iride ,messaggera degli dei. Prometeo avvisa dello scontro con gli dei per i pochi sacrifici. Arrivano allora una delegazione di divinità e si decide che metà poteri vanno agli dei e metà agli uccelli. Inoltre a uno dei due uomini viene concessa in sposa una giovane divinità.
→metafora per parlare della polis reale.
Lisistrata: Lisistrata convoa tutte le donne ateniesi e anche quelle spartana guidate da Lampitò decidendo di fare lo sciopero del sesso,fino a che gli uomini non avessero fatto la pace. Occupano inoltre l’acropoli per bloccare il consumo di denaro per la guerra. Esempio di Mirinne che seduce l marito e poi si tira indietro. Gli uomini accettano le condizioni delle donne e stipulano la pace.
→problemi che potrebbero portare comportamenti progressisti
Tesmoforiazuse : Euripide e un parente vanno a chiedere aiuto a un effeminato,che doveva vestirsi da donna e parlare a suo favore all’assemblea delle donne,fatta perché Euripide le sbeffeggiava. Agatone si rifiuta e si offre il parente,che però difende il poeta maldestramente e viene smascherato. Mentre aspetta Euripide rapisce il bimbo di una donna che poi in realtà era un otre di vino. Il coro è a favore delle donne. Arriva Euripide ,giura di non sparlare più delle donne, riesce a salvare l’amico dalla guarda e fuggono.
→ruolo e la forza che una donna poteva avere a quel tempo. Se avesse preso potere avrebbe deteriorato la Grecia. Si discutono i modi di scrivere di Agatone e di Euripide.
Rane: Il dio del teatro Dioniso e il suo servo,vanno a casa di Eracle per prendere informazioni perché vogliono andare nell’Ade a riprendere Euripide.Arrivano alla reggia di Plutone mentre era in corso una lite tra Euripide e Eschilo. Entrambi volevano sedere vicino a Plutone,Euripide lo pretendeva pur essendo l’ultimo arrivato. Sofocle invece si era messo accanto a Eschilo molto umilmente. Fanno allora una gara sulla loro tragedie. Dioniso decide di riportare sulla terra con sé Eschilo. Questi si apparta e chiede a Plutone di far sedere Sofocle accanto a lui.
→ saggio di critica letteraria,discussione impegnata e comica.
Parla della fine della tragedia e con essa della polis
Disincanto del poeta (presente anche negli uccelli,pace)
III FASE
Ecclesiazuse: Prassagora esce in abiti maschili e si incontra con le altre donne. Vanno all’assemblea e fanno votare per il potere alle donne. I mariti intanto lamentano della mancanza dei mantelli. Quando torna a casa la donna dice di essere stata ad aiutare un parto. Prassagora enuncia il programma del governo:unione dei beni. I mali del sistema che scaturirono : vecchie che vogliono i favori di un giovane ,un uomo che mette tutti i beni subito in comune e l’altro che non vuole.
→obiettivo polemico: no critica ai problemi ma alle strutture.
Beni comuni?proposta ridicola:è più accettabile governo di uccelli.
Pluto: Cremilo e il suo servo vanno ad interrogare l’oracolo che gli dice di seguire la prima persona che incontra :Pluto. Cremilo convince Pluto che le persone oneste devono essere ricche e lo portano al tempio di Asclepio per farlo guarire dalla cecità. La dea della povertà li avverte che sarebbero scaturiti solo molti mali da questo,ma i due uomini non si fanno convincere. Guariscono Pluto. I buoni ringraziano, ma Zeus ed Ermes sono affamati perché nessuno ha più fatto sacrifici in quanto è già fortunato. Cremilo allora decide di ricollocare Pluto nel Partenone a guardia del tesoro della dea.
→scena privata con risvolto sociale

Esempio



  



Come usare