Yemen

Materie:Appunti
Categoria:Geografia
Download:102
Data:23.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
yemen_1.zip (Dimensione: 4.75 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_yemen.doc     28 Kb



Testo

Yemen

Repubblica (Al-Jumhuriya al-'Arabiya al-Yamaniya) della penisola arabica.
Superiore: 527.968 km2.
Popolazione: 11.493.000 ab.
Capitale: San'a.
Lingua: arabo.
Religione: musulmana.
Unità monetaria: il riyal e il dinaro dello Yemen del Sud.
Confini: confina a nord con l'Arabia Saudita, a est con l''Oman; si affaccia a ovest sul Mar Rosso e a sud sul golfo di Aden (Oceano Indiano).
Ordinamento: l'attuale Repubblica dello Yemen si è costituita il 22 maggio 1990 dalla fusione della Repubblica Araba dello Yemen (Yemen del Nord) con la Repubblica Democratica Popolare dello Yemen (Yemen del Sud). Secondo la nuova Costituzione, il Corano è la fonte principale della legislazione. Titolare del potere è il Consiglio presidenziale provvisorio, formato dai dirigenti dei due Stati.

GEOGRAFIA
La sezione occidentale dello Yemen, affacciata sul Mar Rosso, è costituita da un altopiano, che è la regione più ospitale del Paese ed è chiamata Serat o 'luogo fresco'. Questo è eroso profondamente ai suoi orli da vallate che scendono ripide verso le pianure costiere. La fascia costiera ha condizioni climatiche meno favorevoli ed è chiamata Tihamah o 'luogo caldo'. Procedendo verso l'interno i rilievi dell'altopiano (Hadur Shayykh, 3760 m) si appianano e il territorio assume forme tabulari, digradando verso est e assumendo aspetto desertico. La parte orientale dello Yemen è un vasto altopiano di terreni arenacei, che a nord lasciano il posto a un immenso deserto di sabbie rosse (Rub'al Khali); le coste sono sabbiose. Il clima è caldo e secco, di tipo desertico. La popolazione si concentra soprattutto nel Serat e nei centri costieri; nell'interno a est gli unici centri di un certo interesse sono situati lungo la fertile vallata dell'uadi Hadramaut. Principale risorsa di un'economia assai povera è l'agricoltura (cereali, agrumi, banane e datteri; tabacco e caffè) e l'allevamento (caprini e ovini, che forniscono le pelli di astrahan, bovini). Sottosuolo (petrolio). Industrie (raffinerie di petrolio a Little Aden e a Marib; modeste attività tessili, e di lavorazione del tabacco). Commercio di transito e attività portuali (Aden, Hodeida). Centri principali: Aden, Ta'izz, Hodeida, Al Mukalla, Moca.
STORIA
Il territorio dell'attuale Yemen era diviso anticamente tra i regni Saba, Main, Qataban e Hadramaut. Nel 628 vi fu introdotta la religione islamica e nel XVI sec. cadde sotto il dominio ottomano. Nel 1838 la zona di Aden e l'Hadramaut furono separate dall'insieme della regione e ridotte a dipendenza coloniale dalla Gran Bretagna. Nel 1904 le regioni settentrionali si resero indipendenti dall'Impero ottomano sotto il regno dell'iman Yahya. Nel 1962 un colpo di Stato proclamò la Repubblica Araba dello Yemen (o Yemen del Nord): la lunga guerra civile tra monarchici e repubblicani sfociò in una dittatura militare, dal 1978 sotto la guida di Abdallah Saleh. Contemporaneamente i territori sotto il dominio britannico, riuniti tra il 1959 e il 1963 nella Federazione dell'Arabia Meridionale, raggiunsero l'indipendenza nel 1967 e nel 1970 si denominarono Repubblica Democratica Popolare dello Yemen (o Yemen del Sud) sotto un regime marxista (unico fra gli Stati arabi) e apertamente filosovietico (all'URSS venne concessa un'importante base navale ad Aden). La differenza di regimi portò a frequenti contrasti e anche a scontri armati fra i due Yemen. Tuttavia la distensione USA-URSS e il ridimensionamento del ruolo di grande potenza mondiale di quest'ultima hanno finito per mettere in gravi difficoltà il regime dello Yemen del Sud che nel 1990 ha avviato trattative con lo Yemen del Nord che hanno portato rapidamente alla fusione dei due Stati. L'unità ha portato numerose difficoltà tra cui la riconciliazione tra conservatori e islamici capi tribali del nord e i più liberali cittadini del sud. I conservatori hanno vinto le elezioni del 1993, ma contemporaneamente è scoppiato un conflitto tra nord e sud di nuovo divisi. Dopo mesi di bombardamenti delle rispettive capitali, la guerra è cessata nel luglio 1994, dopo che truppe del nord hanno conquistato Aden. Il governo si è trovato impegnato su due fronti, quello nazionale dovendo attuare una necessaria riforma economica, e quello internazionale a causa delle tensioni con l'Arabia Saudita e con l'Eritrea. La questione con il governo arabo si è risolta a giugno del 1995 con l'istituzione di commissioni di controllo sui confini tra i due paesi, mentre si è gradatamente trasformato in conflitto il contezioso con l'Eritrea per il possesso delle isole Hanish, poste nello stretto che collega il golfo di Aden all'Oceano Indiano.

Esempio