Sudafrica

Materie:Appunti
Categoria:Geografia
Download:661
Data:10.09.2001
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sudafrica_4.zip (Dimensione: 1.02 Mb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_sudafrica.doc     1072.5 Kb



Testo

CARTA D’ IDENTITÀ

Superficie 1.221.037 kmq
Abitanti 41.240.000
Capitale Pretoria/Città del Capo
Governo repubblica
Religione protestante
Lingua afrikaans,inglese
Moneta rand
Speranza di vita 63 anni
La repubblica sudafricana
La Repubblica Sudafricana è situata all'estremità meridionale dell'Africa continentale, confina a nord con il Botswana e lo Zimbabwe. È bagnata a sud e a est dall'oceano Indiano e a ovest dall'oceano Atlantico. La capitale amministrativa della nazione è Pretoria, capitale legislativa Città del Capo e capitale giudiziaria Bloemfontein.
L’ambiente fisico
Essa comprende un antichissimo tavolato che occupa circa i due terzi del territorio. Il tavolato raggiunge i punti più elevati a est, dove incontra i monti dei Draghi che formano parte della Grande Scarpata e accolgono la cima più elevata del Sudafrica. La Grande Scarpata, che circonda il tavolato in un semicerchio esteso da nord-est a sud-ovest, forma la più lunga configurazione topografica del Sudafrica e fornisce uno dei panorami più belli del paese. All'estremità sudoccidentale del paese si trova il Capo di Buona Speranza.Le coste, che hanno uno sviluppo di circa 2960 km, presentano poche insenature e sono spesso soggette a movimenti tellurici.
I fiumi principali del Sudafrica sono l'Orange, il Vaal e il Limpopo. Il più lungo di questi è l'Orange che sfocia nell'oceano Atlantico. La sezione occidentale dell'Orange segna il confine con la Namibia. Il più importante dei suoi affluenti è il Vaal. Il fiume Limpopo nasce nella sezione nordorientale del paese, prima di entrare in Mozambico e continuare il suo percorso fino all'oceano Indiano. La portata d'acqua dei fiumi del Sudafrica è estremamente irregolare, e molti di essi sono asciutti per gran parte dell'anno. Per questo motivo e per i grandi dislivelli in corrispondenza della Grande Scarpata essi sono difficilmente navigabili e vengono utilizzati soprattutto per l'irrigazione.
Il clima è temperato e subtropicale, con variazioni regionali notevoli dovute alle differenze di altitudine, di ventilazione e di correnti oceaniche. Le coste orientali e sudorientali sono influenzate dalla corrente del Mozambico, calda e diretta verso sud, che mantiene elevate le temperature. Il clima del Sudafrica è generalmente secco; i periodi di siccità sono un fenomeno frequente e l'acqua è un bene prezioso per l'agricoltura e l'industria..
La vegetazione varia da regione a regione in base al regime delle precipitazioni. Lungo la costa orientale, dove le precipitazioni sono intense, si trova una vegetazione tropicale ricca di palme. Nell'altopiano orientale il suolo permette una crescita abbondante di graminacee, ma la maggior parte dell'area è coperta da tappeti erbosi che rendono l'Highveld simile a una vasta prateria.Nel paese sono presenti molte specie di mammiferi tra cui leoni, elefanti, zebre, leopardi, scimmie, babbuini, ippopotami e antilopi. Grazie alla lunga tradizione di tutela ambientale di cui il governo sudafricano si è fatto garante, questi animali si trovano all'interno di riserve naturali protette. Uno dei maggiori successi nel campo della protezione animale è stata la salvaguardia degli elefanti e dei rinoceronti. Tra le numerose specie di uccelli si annoverano struzzi, faraone e galli cedroni. Molte sono le specie di rettili presenti in tutto il territorio, mentre nelle acque costiere si trova una grande varietà di specie ittiche.
Risorse minerarie
La Repubblica Sudafricana è ricchissima di risorse minerarie. Le più importanti sono rappresentate da oro, diamanti e carbone. Il sottosuolo sudafricano è inoltre ricco di rame, platino, uranio, amianto, stagno, e minerali di ferro. Il paese ha giacimenti di gas naturale in mare aperto, al largo della costa del Capo. Non possiede importanti giacimenti petroliferi.
Popolazione e città
La popolazione della Repubblica Sudafricana è multirazziale e multietnica. I neri appartengono a numerosi gruppi etnici,gli zulu sono il gruppo più numeroso e rappresentano il 20% della popolazione globale. La maggior parte dei bianchi discendono dagli inglesi, dagli olandesi, dai tedeschi che si insediarono nella regione.
Fino al 1994 il paese fu suddiviso in quattro province: la provincia del Capo, il Natal, lo Stato Libero dell'Orange e il Transvaal, e in dieci zone riservate alla popolazione nera, i cosiddetti bantustans. Con la Costituzione entrata in vigore dopo le prime elezioni libere e multirazziali della nazione, nel 1994, il paese è suddiviso in nove province: il Gauteng, il Transvaal Settentrionale, Mpumalanga, il Nord-Ovest, lo Stato libero dell'Orange, il KwaZulu-Natal, il Capo Orientale, il Capo Settentrionale e il Capo Occidentale. Le zone riservate alla popolazione nera furono reincorporate nella Repubblica Sudafricana dopo il 1994.

Istruzione,lingua e religione
Le due lingue ufficiali del paese sono l'inglese e l'afrikaans; quest'ultima è una variante della lingua olandese parlata dalla maggior parte degli afrikaners. A partire dalla metà degli anni Ottanta il governo ha aumentato considerevolmente la spesa per l'istruzione della popolazione di colore. Tuttavia, nonostante la segregazione negli istituti scolastici sia stata abolita, gran parte dei bambini di colore frequenta ancora oggi istituti scarsamente attrezzati. La Repubblica Sudafricana possiede numerose università, attualmente aperte a tutti i gruppi etnici, dove gli insegnamenti vengono impartiti in afrikaans o in inglese. Tra questi si ricordano l'Universita di Città del Capo; l'Università di Natal e l'Università di Pretoria.
Economia, Industria e Agricoltura
L'economia sudafricana è la più forte e la più sviluppata del continente.La bassa fertilità del suolo e la scarsità delle precipitazioni limitano lo sfruttamento agricolo del territorio. La maggior parte dei terreni è pertanto riservato all'allevamento (bovini, ovini, suini e pollame). I bianchi gestiscono la maggior parte delle terre all'interno di grandi e moderne aziende agricole, mentre i neri possiedono piccole fattorie gestite con metodi tradizionali. La produzione agricola del paese comprende mais, canna da zucchero, frumento, orzo, sorgo, patate, avena e miglio.Il legname proviene soprattutto dalle foreste di pini e eucalipti poste sui versanti marittimi. L'industria ittica è una voce di rilievo sia per il mercato interno sia per le esportazioni (acciughe, sardine, sgombri e merluzzi). La produzione industriale è particolarmente attiva nei settori siderurgico, chimico, petrolchimico, agroalimentare, cartario, delle autovetture e dei veicoli commerciali. Di grande importanza i prodotti derivati dal carbone, dal ferro e dall'acciaio. Attivo anche il settore tessile (cotone).
Assetto istituzionale
Il Sudafrica è una repubblica presidenziale. Il presidente è anche capo dello stato e del governo, e ha l'autorità suprema nel governo del paese. Il Parlamento del Sudafrica è composto di due camere: l'Assemblea nazionale (con 400 deputati) e il Senato (con 90 rappresentati regionali).
L'apartheid
La discriminazione contro la popolazione nera, che aveva caratterizzato la società sudafricana fin dalle sue origini, continuò anche nel dopoguerra.Nel 1948 il parlamento introdusse numerose leggi che condannarono le persone di colore a una permanente inferiorità: negò ai cittadini neri il diritto di risiedere nella città senza un permesso speciale, impose la negazione del diritto di voto., proibì i matrimoni misti, e impose un sistema di istruzione separata per la popolazione nera. La popolazione nera guidata da Nelson Mandela intensificò la campagna di disobbedienza civile, e purtroppo si verificarono spesso nelle rivolte incidenti sanguinosi; Mandela fu riconosciuto colpevole di sabotaggio e tradimento, e venne condannato all’ ergastolo. L’indipendenza raggiunta nel 1975 dalle colonie portoghesi dell’ Angola e del Mozambico, fece aumentare le pressioni degli Stati Uniti per una normalizzazione della situazione sudafricana. Il massacro di centinaia di bambini da parte delle forze di polizia durante una manifestazione di protesta di scolari del ghetto di Soweto contro l’ uso obbligatorio dell’ afrikaans, indignò l’ opinione pubblica internazionale, rafforzando il fronte favorevole alle sanzioni,che vennero imposte sia in forma economica, che diplomatica, ai danni del regime segregazionista di Johannesburg, e il presidente Botha fu costretto ad avviare un graduale smantellamento dell’ apartheid. Nel febbraio del 1990, De Klerk successo a Bota, revocò la messa al bando della popolazione nera e liberò il suo leader Nelson Mandela. Le prime elezioni libere della storia del Sudafrica si svolsero nell’ aprile 1994, e Mandela assunse la carica di Presidente, facendosi promotore di una politica di riconciliazione nazionale.
1

Esempio



  


  1. MAURIZIO

    SUD AFRICA GEOGRAFICA SINTESI