Stati Uniti (U.S.A.)

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

2 (2)
Download:216
Data:08.05.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
stati-uniti_6.zip (Dimensione: 4.85 Kb)
trucheck.it_stati-uniti-(usa).doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

GLI STATI UNITI
U.S.A.
Gli U.S.A.( ovvero united stated of American ) Confinano a nord con il Canada,a sud con il Messico e con il Golfo del Messico,a est con l’Atlantico e ad ovest con l’oceano Pacifico. Il Territorio degli U.S.A. è molto ampio ed ospita ad est la catena degli Appalacchi dei monti antichi che si estendono per circa 2000 Km e sono livellati dalle erosioni glaciali, a ovest il 30% del territorio è occupato dalla catena delle Montagne Rocciose, queste, a differenza degli Appalacchi, sono tuttora in formazione provocano terremoti. L’area centrale degli Stati Uniti, è occupata da tavolati e pianure attraversati da numerosi fiumi come il Mississipi ed i suoi affluenti.Questo fiume divide a metà il territorio degli U.S.A. a ovest c’è un terreno arido formato dai detriti delle montagne, a est ci sono le zone umide e le praterie. A nord sul confine col Canada c’è il più grande complesso lacustre d’acqua dolce del mondo. Essendo gli U.S.A. un territorio ancora in formazione,su tutta l’area sono frequenti i terremoti presenti soprattutto nell’area Californiana di San Fransisco dove c’è la Faglia di S.Andrea.Sono diffusi anche i fenomeni vulcanici primari e secondari come i geyser.
Il clima, continentale,è caratterizzato dalla latitudine e dalla disposizione dei rilievi.Sulle coste Atlantiche il clima è condizionato dalla corrente fredda del Labrador mentre in California si risente l’influsso positivo della corrente del Kuro Shivo che caratterizza il clima mediterraneo. Anche l’Alaska e le isole Hawaii fanno parte degli U.S.A. La prima ha un terreno montuoso ed un clima polare,le seconde hanno un clima tropicale come la vegetazione. Sono una ventina di isole di origine vulcanica.
La popolazione americana è multietnica a causa delle migrazioni avvenute negli anni compresi tra il 1850 e il 1914 in cui sono giunti 50.000.000 di persone.Ci sono200milioni di bianchi,30milioni di neri e 8 milioni di persone di diversa etnia. Il potere politico ed economica è in mano ad un gruppo ristretto di bianchi definito col termine wasp (bianco anglosassone protestante)i neri sono il gruppo più povero. Il reddito pro capite è differente da bianco a nero, il primo ha un reddito in costante ascesa mentre il secondo ha un reddito in costante diminuzione.Vivono quasi tutti in città, e c’è una scorretta distribuzione della popolazione, circa 28ab/Kmq.Lo stato non offre assistenza sociale ed un povero se sta male muore perché non ha i soldi per curarsi.Per questo ci sono molte assicurazioni private, perché in America andare dal medico costa molto!
Gli U.S.A. sono i più grandi esportatori di cereali e, grazie alle loro aziende, e alle loro multinazionali, controllano il 40% della produzione industriale.Questo perché sono ricchi di risorse naturali ed hanno un modello economico capitalistico.Le basi del capitalismo sono la disponibilità di capitali,e le corporations che sono la fusione di società che si sono ingrandite creando le multinazionali. L’intervento dello stato è molto forte a sostegno delle industrie in crisi ed alla ricerca scientifica. L’agricoltura è integrata con l’industria perché produce concimi, macchine, nuove tecniche automatiche, e perché, le aziende agricole sono gestite come l’industria. L’agricoltura è quindi di tipo meccanico.Si coltivano cereali, soia, foraggio e si allevano bovini dato che latticini e care sono il cibo abituale di un americano.
La ricerca scientifica è molto importante nello sviluppo industriale si occupa dei settori farmaceutici(Dupont),elettronico(General elettric), informatico(IBM),aeronautico(United Technologies), aerospaziale ed automobilistico(General Motors e Ford). E’ sviluppata nell’industria energetica(idroelettrica e nucleare).
Inizialmente l’agricoltura era decisa in fasce climatiche dette belts, cinture.Da nord a sud c’era allevamento di bovini da latte,mais,frumento,cotone,tabacco.Ogni cintura era coltivata a monocoltura di quella determinata specie di prodotto.Ora si possono distinguere 4 zone agricole.
-A NE si produce latte,legumi,frutta e si allevano volatili;
-Al centro si produce mais,frumento,soia,sorgo,barbabietola,foraggio;
-negli altipiani ad ovest, si produce frumento e si fa allevamento estensivo;
-Nel resto del territorio(California Virginia Luisiana e Florida)si coltiva agrumi,tabacco,canna da zucchero,riso,pompelmi.
Le industrie sono sviluppate nella zona nord-est dove, gia dal18° secolo si sviluppò l’industria di base americana vicino ai bacini carboniferi della Pensylvania e alle miniere di ferro vicino ai laghi e si creò una fitta rete di comunicazione tra laghi,fiumi,canali artificiali e ferrovie.Nel 20° secolo l’industria automobilistica si instaurò dov’erano presenti industrie siderurgiche.Negli anni 30-40, si sviluppò l’industria bellica per far fronte alla guerra.La Sun Belt(California,Texas,Florida e Arizona), è stata protagonista di un forte sviluppo industriale dovuto alla presenza di centri di ricerca, dal clima favorevole, dai prezzi bassi dei terreni e dalla disponibilità di manodopera poco esigente e non sindacalizzata.
Le città americane si sono sviluppate più o meno nella stessa epoca e tutte hanno le stesse caratteristiche:grattacieli, vie povere veri e propri ghetti dove abitano i poveri;tuttavia ogni agglomerato urbano,manca di un centro storico con antichi monumenti. A NE degli U.S.A.,si trova una megalopoli di città:Whashington,la capitale federale,New York, Chicago, Detroit, Buffalo e Cleveland. A SO troviamo:Los Angeles e San Francisco distrutta nel 1906 da un violento terremoto dato che si trova vicino alla faglia di S. Andrea.

Esempio