Regione indiana

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

2 (2)
Download:469
Data:28.06.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
regione-indiana_3.zip (Dimensione: 3.95 Kb)
trucheck.it_regione-indiana.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Spiegazione della Regione Indiana

La regione indiana si trova nel sud dell’Asia ed è separata dal resto del continente tramite la catena dell’Himalaya. La regione e per lo più occupata dal tavolato del Deccan. Tra quest’ultimo e le catena montuosa dell’Himalaya si estendono le valli fluviali dei tre maggiori fiumi della regione: l’Indo, il Gange e il Brahmaputra. Questi tre fiumi, oltre a rifornire d’acqua la regione, sono venerati dagli abitanti locali tramite l’induismo e il bramanesimo. La regione si incunea nell’oceano Indiano, formando due bacini: il Golfo del Bengala e il mar Arabico. Il clima è caldo in gran parte della regione, a parte che nelle pendici dell’Himalaya.
La regione indiana è stata fino alla metà del ventesimo secolo colonia britannica e ha conosciuto l’indipendenza solo dopo l’opera di protesta del mahatma Gandhi che è culminata nel 1947, con l’indipendenza della regione. Nello stesso anno le tensioni tra induisti e mussulmani sfociarono in una guerra civile che portarono alla separazione della regione in Unione Indiana e in Pakistan. Quest’ultimo fu diviso in Pakistan Occidentale e Pakistan Orientale fino al 1971, quando il Pakistan Orientale si dichiarò indipendente e assunse il nome di Bangladesh. Oltre alla separazione tre India e Pakistan, la guerra civile provocò all’assassinio di Gandhi.
Come si è già capito la regione Indiana ospita più di una religione. Si possono identificare tre religioni principali: l’Induismo, l’Islamismo e il Buddismo.
La popolazione è divisa in stati e all’interno di essi la popolazione è divisa in caste. La casta più alta e quella degli intoccabili. I membri di caste diverse non possono sposarsi tra loro, e anche se questa attività non viene riconosciuta dalla legislazione viene ancora praticata. Lo stato più basso è naturalmente il più povero e il meno alfabetizzato.il problema sta nel fatto che pi§ della metà della popolazione vive nell’analfabetismo.Tra gli induisti è vietata l’assimilazione di capi di bestiame, poiché per la religione sono sacri a causa dei cicli della reincarnazione.
La tensione tra Induismo e Islamismo è ancora evidente nella regione del Kashmir. La regione è soggetta alle tensioni tra le due nazioni, i motivi sono:
la regione è occupata da islamici, per questo il Pakistan la rivendica, dall’altra parte, l’India non cede perché in quella regione si trovano le sorgenti dei grandi fiumi sacri indiani.
La società della regione non è tra le migliori nel mondo; il sistema giudiziario è corrotto, lo sfruttamento minorile è ovunque e non serve un genio per accorgersene, e durante il periodo turistico o estivo non manca il turismo sessuale; che porta a malattie come l’AIDS, a i vari tipi di Epatiti e alla Sifilide o Lue.
Oltre alle malattie sessuali nella regione esistono malattie che non hanno niente a che fare con le malattie sessuali, come la lebbra, la malaria o persino la peste. Di questi malati, che vengono abbandonati sulla strada da amici e familiari per paura di epidemie famigliari, se ne occupò Madre Teresa di Calcutta. Questa suora, con l’aiuto dell’Ordine delle missionarie della carità, curo i reietti della società e li fece resuscitare a nuova vita. Madre Teresa, durante il corso degli anni, ha ricevuto numerosi aiuti economici e l’ordine da lei fondato e cresciuto sempre più. Nel 1979 ricevette il Nobel per la Pace e successivamente si incontrò con papa Giovanni Paolo II. Morì nel 1997.
L’economia della regione è basata sul settore primario e una conferma lo da il gran numero di addetti che vi lavorano. L’agricoltura è organizzata in piantagioni che sono proprietà delle grandi multinazionali. Questo è il neocolonialismo, la multinazionali non controllano il territorio come facevano i coloni ma l’economia locale grazie alle enormi quantità di possedimenti che hanno in gran parte degli stati in via di sviluppo.

Esempio



  



Come usare