Praga

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1 (2)
Download:108
Data:05.09.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
praga_2.zip (Dimensione: 173.92 Kb)
trucheck.it_praga.doc     198 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

PRAGA
1. INTRODUZIONE
Praga (ceco Praha), capitale della Repubblica Ceca e capoluogo della provincia della Boemia Centrale; sorge lungo il fiume Moldava, nel cuore della Boemia. Importante nodo stradale e ferroviario, Praga è il principale centro culturale, commerciale, politico e industriale del paese. L'industria locale è particolarmente attiva nei settori automobilistico, meccanico, chimico, elettrotecnico, tessile, alimentare, grafico-editoriale, calzaturiero e del vetro. Il turismo culturale, fenomeno già presente da tempo in città, ha conosciuto un forte impulso dopo la caduta del regime comunista.
Praga è sede di una delle più antiche e rinomate università dell'Europa centrale, fondata nel 1348 dal re Carlo IV di Lussemburgo, e di un politecnico del 1707. Vanta inoltre numerosi istituti artistici, culturali, musicali e ospita una varietà di accademie, musei, biblioteche e teatri. Situata nel cuore del continente, Praga tradizionalmente rappresenta l'incontro tra le differenti culture mitteleuropee, trovando la più riuscita espressione della propria vocazione nel genio di Franz Kafka, ceco di lingua tedesca e nazionalità ebraica. Grande è il ruolo svolto dalla città anche nella storia della musica, dai trionfi mozartiani del Don Giovanni, alle ricerche espressive di Dvoøák, Smetana, Janáèek.
2. URBANISTICA E LUOGHI DI INTERESSE
Praga, una delle capitali europee più belle e più ricche di storia, patria del celebre eroe letterario Faust, si estende nell'ampia vallata della Moldava fino a lambire le colline adiacenti. Tra gli innumerevoli e caratteristici ponti che varcano il fiume, il più famoso è il Karlûv most (ponte di Carlo), del XIV secolo, arricchito da un gruppo statuario in epoca barocca. Sulla riva destra del fiume sorge la duecentesca Città Vecchia (Staré Mesto), dove è possibile rimirare splendidi esempi architettonici della passata grandezza boema: la cattedrale gotica Santa Maria di Týn (XIV secolo), centro della rivolta religiosa degli hussiti, la Staromestská Radnice (sede comunale del XIV secolo) e la chiesa barocca di San Nicola.
Il primo nucleo della Città Nuova (Nové Mesto), sulla riva destra della Moldava, fu creato da Carlo IV verso la metà del XIV secolo. Oggi ospita i quartieri commerciali e numerosi edifici pubblici, musei e banche. Sulla riva sinistra del fiume si trova la Città Piccola (Malá Strana), ricca di palazzi barocchi e dominata dal Castello di Hradèany, un tempo residenza dei re di Boemia e attualmente dimora del presidente della Repubblica. Accanto a questa vasta struttura si erge la cattedrale gotica di San Vito (XIV secolo) che ospita le tombe di numerosi sovrani. Di altrettanto valore storico-artistico sono la chiesa di San Giorgio (XII secolo) e la torre delle Polveri (1475). Il centro cittadino ospita inoltre uno dei più grandi ghetti ebraici d'Europa, ricco di testimonianze di grande significato, dalla Staronova skola, la più antica sinagoga conservatasi in Europa, allo Zidovskie Muzeum, eccezionale raccolta di oggetti di culto e costumi ebraici, al curioso cimitero Beth-Hachajim.
3. STORIA
Sorta nel IX secolo ai piedi del castello, la città si ampliò nel XIII secolo con l'introduzione di comunità tedesche nella Città Piccola per volere del re boemo Venceslao I. L'abitato crebbe rapidamente, cosicché alla zona più antica, centro di mercanti e artigiani (Staré Mesto, 1232), si aggiunse, un secolo più tardi, una parte nuova (nucleo originario della Nové Mesto).
Praga prosperò come capitale della potente provincia di Boemia e nel XIV secolo era la maggiore città europea dopo Parigi. Conquistata dagli hussiti nel 1442, nel 1618 fu teatro della cosiddetta defenestrazione di Praga che diede inizio alla guerra dei Trent'anni. Nel 1744 la città si arrese a Federico II, re di Prussia, il quale sconfisse qui le forze austriache durante la guerra dei Sette anni (1756-1763). Nel 1848 l'esercito austriaco sedò a Praga un'insurrezione antiasburgica. Nel 1918 divenne capitale della neonata Repubblica Cecoslovacca.
Nel marzo del 1939 subì l'occupazione dell'esercito tedesco. I praghesi si ribellarono all'oppressione nazista nel maggio 1945, poco prima di essere liberati dai sovietici. Nel febbraio del 1948 fu teatro del colpo di stato che portò al potere il già forte Partito comunista di Klement Gottwald. Le istanze di una via autonoma al socialismo, di cui si fecero espressione gli stessi dirigenti comunisti, portarono ai tragici fatti della Primavera di Praga, episodio di autodeterminazione politica nell'Europa dei blocchi, soffocata nel sangue dalle truppe del patto di Varsavia. Nel 1989 una nuova fase di forte impegno per il cambiamento portò la popolazione praghese alla conquista della democrazia (Vedi Cecoslovacchia).
Abitanti: 1.209.855 (1996).

Esempio