Portogallo

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1.5 (2)
Download:163
Data:01.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
portogallo_5.zip (Dimensione: 5.41 Kb)
trucheck.it_portogallo.doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL PORTOGALLO

SUPERFICIE Km²: 92.080
POPOLAZIONE: 10.800.000
CAPITALE: Lisbona
GOVERNO: repubblica

NOTIZIE STORICHE

Il Portogallo occupa la fascia occidentale della penisola iberica ed è tutto affacciato sull'Atlantico.
La povertà del suolo e la favorevole posizione geografica, spinsero i Portoghesi, a partire dal XV secolo, sulle rotte atlantiche alla ricerca di nuove terre e di scali commerciali. Infatti dopo la scoperta di Madeira, delle Azzorre e delle isole di Capo Verde, seguirono le spedizioni di Bartolomeo Diaz, che nel 1487 doppiò il Capo di Buona Speranza, e di Vasco de Gama che, circumnavigando l'Africa, aprì nel 1497 una nuova via per le Indie.
Il grande impero coloniale comprendeva quindi le coste dell'Africa e dell'Asia meridionale ed i Portoghesi stabilirono contatti con gli imperi, allora quasi sconosciuti, della Cina e del Giappone. Più tardi vi fu la colonizzazione del Brasile.
Successivamente la colonizzazione spagnola, le guerre contro Napoleone e le lotte d'indipendenza da parte delle colonie portoghesi, causarono la perdita della maggior parte di queste ultime, portando il paese ad un graduale declino.

IL TERRITORIO

Posto all'estremità occidentale della penisola iberica, il territorio portoghese ha la forma quasi di un rettangolo, con un lato lungo e uno breve (ovest e sud) affacciati sull'oceano Atlantico, e gli altri due (est e nord) confinanti con la Spagna.
Fanno parte del territorio gli arcipelagi atlantici delle Azzorre (situate quasi alla stessa latitudine del Portogallo, a 1.500 Km di distanza) e di Madeira (più a sud, a 500 Km dalla costa del Marocco).
Le coste hanno uno sviluppo complessivo di circa 850 Km e sono basse, a tratti rocciose, ma interrotte da grandi lagune.
I rilievi, mai molto alti, sono però accidentati e irregolari, specialmente nella parte settentrionale del paese, per poi frantumarsi in colline e altipiani che scendono verso il mare.
I fiumi portoghesi… non sono portoghesi: infatti quasi tutti nascono in Spagna e appartengono al Portogallo solo per l'ultimo tratto. Il principale è il Tago, poi vi sono il Duero e la Guardiana, che segnano per alcuni tratti il confine con la Spagna.

IL CLIMA

Il clima è atlantico, mite ma molto umido nelle regioni nord-occidentali, che sono tra le più piovose d'Europa. Continentale, arido, con inverni rigidi ed estati calde, nel centro. Mitissimo con caratteristiche mediterranee, piuttosto che atlantiche, sulla fascia costiera meridionale.

L'ECONOMIA

Il Portogallo è uno dei paesi d'Europa economicamente meno sviluppati.
L'agricoltura è piuttosto arretrata; il prodotto principale è la vite che dà vini famosi come il Porto e il Madeira (dall'Isola di Madeira) insieme alla coltura dell'olivo, diffusa in tutto il paese.
La pesca, naturalmente, è molto importante, si svolge in tutto l'Atlantico fino alle coste della Groenlandia.
La quercia da sughero ha un grande rilievo economico: il Portogallo è il secondo produttore mondiale.
Povero di fonti di energia, le sue industrie sono scarse: poche officine meccaniche a Lisbona e Oporto, alcuni impianti chimici e cartiere. Migliore è l'industria alimentare legata all'agricoltura e alla pesca (surgelamento e inscatolamento).
In questi ultimi anni anche il turismo ha assunto una certa importanza.

LE CITTÀ

LISBONA (840.000 abitanti circa), la capitale del Portogallo, sorge sul maestoso estuario del fiume Tago, a pochi chilometri dall'oceano Atlantico.
La città si estende su sette colli, che degradano lentamente verso la sponda del Tago.
La meravigliosa posizione occidentale, il clima dolcissimo in tutte le stagioni dell'anno, i suoi bellissimi monumenti, le grandiose piazze e gli stupendi viali alberati fanno di Lisbona la città più bella del Portogallo e una delle più suggestive capitali europee.
La città è un importante centro industriale e commerciale: le appartiene infatti il più attivo porto del Paese.
OPORTO (300.000 abitanti circa), posta sul fiume Duero a 5 Km dal mare, è la seconda città del Portogallo per numero di abitanti. Nella regione di Oporto si produce il prelibato vino esportato in tutto il mondo ed è anche sede di alcune industrie (soprattutto tessili, alimentari, concerie, fonderie).
SETUBAL (104.000 abitanti circa) è una cittadina nota per le sue saline ed è un centro importante per la pesca.
Altri centri abitati di una certa importanza sono: Coimbra, Nazarè, Fatima, Evora e Tomar. Tra le province del Portogallo sono comprese anche le isole atlantiche di Madeira e le isole Azzorre.

Esempio