La Gran Bretagna

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1.5 (2)
Download:250
Data:08.06.2007
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
gran-bretagna_8.zip (Dimensione: 9.44 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-gran-bretagna.doc     40 Kb



Testo

Regno Unito Londra

ASPETTO FISICO
Clima Atlantico, influenzato dalla Corrente del Golfo, ha inverni miti ed estati fresche con piogge regolari, temperature con pochi sbalzi, c'è la tipica nebbia sulle coste ad ovest per via dell'umidità.
Ambienti L'arcipelago è il più esteso, composto di Galles, Scozia, Inghilterra e Ulster. A nord i ghiacciai hanno spianato, era coperto da foreste di latifoglie e conifere che oggi sono meno del 10%, troviamo pascoli e brughiere.
Laghi D'origine glaciale, sono tanti, piccoli lunghi e abbastanza profondi, soprattutto a nord, come Loch Ness. Il maggiore è nell'Ulster: Lough Neagh.
Coste Sono frastagliate, con insenature e penisole. A nord ovest sono alte e rocciose, a est basse e uniformi, a sud pareti calcaree a strapiombo. Tutte le località sono abbastanza vicine al mare.
Montagne Sono d'antica origine, modellate dagli agenti esogeni. Sono tra le più basse d'Europa e sono separate tra loro da pianure e depressioni.
Fiumi Sono brevi e abbondanti, con regime regolare; sono collegati tra loro e navigabili
Isole Le isole inglesi sono 5.000; le principali sono Wight e l'Isola di Man e i tre arcipelaghi: Ebridi Orcadi e Shetland a nord ovest.

LE TRACCE DEL PASSATO
A sud si trova Stonehenge, un monumento preistorico composto da megaliti disposti un ordine preciso riferito alla posizione del Sole e delle stelle e costruito con sforzi sovrumani tra il 3.000 e il 1.500 a.C.
Nel 1066 l'Inghilterra fu invasa dai Normanni, provenienti dalla Francia e guidati da Guglielmo I il Conquistatore, che vinse gli Inglesi nella battaglia di Hastings. Questi portarono in Inghilterra il feudalesimo e rafforzarono l'importanza della chiesa nella vita inglese.
Nella seconda metà del 1.600 Oliver Cromwell guidò l'opposizione a Carlo I, che divenne poi guerra civile, conclusasi con la vittoria di Cromwell, al decapitazione del e la proclamazione della repubblica.
Anche se successivamente la monarchia venne restaurata, iniziarono a circolare in Inghilterra nuove idee che portarono nel 1689 alla emanazione della "Dichiarazione dei diritti", con la quale in Inghilterra si instaurò una monarchia costituzionale.
Verso la metà del 1.700 in Inghilterra s'iniziò a sostituire il lavoro dell'uomo con le macchine. Grazie alla scoperta della forza vapore si sviluppò moltissimo l'industria tessile.
Migliaia di contadini si trasferirono in città per lavorare nelle fabbriche.
Ad iniziare dal 1.700 il Regno Unito cominciò a conquistare ampi territori in Nord America, Africa, in Asia e in Oceania, tanto che alla fine del 1.800 il Regno Unito era il più vasto impero coloniale mai esistito.
Molti di questi paesi conservano tuttora lingua e costumi anglosassoni.
Dopo la seconda guerra mondiale le colonie hanno gradualmente ottenuto l'indipendenza, rimanendo però legate al Regno Unito da un'associazione di Stai, il Commonwealth. Esistono invece ancora territori dipendenti dal Regno Unito: i più importanti sono l'Isola di Man, Bermuda, Gibilterra, Sant'Elena, le Isole Vergini Britanniche, il Territorio Antartico Britannico.
Il Regno Unito partecipò fin dall'inizio, nel 1939, alla seconda guerra mondiale, combattendo contro la Germania.
Londra e l'Inghilterra subirono pesanti bombardamenti, ma alla fine nel 1944 dalle coste inglesi partì lo sbarco in Normandia che diede inizio alla sconfitta della Germania.

I SEGNI DEL PRESENTE
Nel secondo dopoguerra sono state costruite 32 "new towns", cioè città nuove, dotate di strutture produttive, centri commerciali e servizi, lontane dalla metropoli per combattere l'urbanesimo.
La lingua inglese è la lingua più diffusa al mondo; è la lingua ufficiale in molti paesi, mentre in altri è la seconda lingua.
L'inglese è anche la lingua straniera più studiata al mondo.
Molte delle ex colonie inglesi che dopo la seconda guerra mondiale hanno ottenuto l'indipendenza, hanno creato il Commonwealth, che è una comunità volontaria di Stati, colonie e possedimenti inglesi che applicano tra di loro tariffe preferenziali nella relazioni commerciali.
Dal 1994 è in funzione un tunnel sotto la Manica che consente di attraversare la Manica, su appositi treni navetta, in circa mezz'ora e cioè più rapidamente che con il traghetto o in aereo.
Nel 1921 è l'isola dell'Irlanda è diventata uno stato autonomo (Repubblica di Irlanda o Eire), con eccezione della parte settentrionale (Ulster) che è invece rimasta al Regno Unito. Le tensioni tra i protestanti che nell'Ulster sono la maggioranza e i cattolici ha dato luogo ad una lunga guerra civile. Ultimamente sono in corso delle trattative per creare un governo autonomo dell'Ulster, senza però riunificarlo all'Eire.
I vecchi dock di Londra (cioè bacini chiusi dove venivano collocate le navi per caricare e scaricare) sono di un grande progetto di trasformazione urbana: saranno sostituiti da un centro comemrciale, uffici, abitazioni, impianti sportive e scuole.

L’ECONOMIA
Il Regno Unito è il Paese da cui è partita la Rivoluzione industriale ed alla fine del secolo scorso era una nazione molto forte, anche grazie al suo vasto impero coloniale, che le procurava materie prime a basso costo.
Da quanto il Regno Unito ha perso le sue colonie, ha perso anche il primato economico, ma resta sempre uno dei Paesi maggiormente sviluppati.
Le attività industriali continuano ad essere importanti; le industrie più significative sono quella siderurgica, metallurgica, cantieristica e aeronautica, e - più recentemente - quella chimica e nucleare.
Il 70% della popolazione attiva lavora però nel settore dei servizi (sia avanzati che tradizionali). Particolarmente importante il settore finanziario (la Borsa di Londra è una delle borse di riferimento mondiale con quelle di New York e Tokio).
Il turismo è diventato importante negli ultimi venti anni.
Agricoltura, allevamento
L'agricoltura occupa il 2% della popolazione attiva; è di tipo intensivo. Si coltivano soprattutto cereali, barbabietole da zucchero, lino, luppolo, patate.
Più importante dell'agricoltura è l'allevamento (i 3/4 dei terreni coltivati sono destinati a foraggio)
Pesca
I mari britannici sono poco profondi e molto pescosi.
Servizi e turismo
Il settore finanziario è particolarmente importante il settore finanziario (la Borsa di Londra è una delle borse di riferimento mondiale con quelle di New York e Tokio); di rilevanza mondiale sono anche le compagnie di assicurazione e le società finanziarie inglesi.
Dopo che il Regno Unito è entrato nella CEE i maggiori traffici commerciali non sono più con i Paesi del Commonwealth ma con i paesi CEE.
Il Regno Unito è al /° posto delle graduatorie mondiali del turismo per presenze stranieri, soprattutto a Londra.
Industria
Le industrie più importanti sono quella siderurgica, metallurgica, cantieristica e aeronautica, chimica e nucleare.
L'industria tessile è sempre importante, sia per quanto riguarda la produzione del cotone, sia con riferimento alla produzione di fibre sintetiche.
Molto importante è l'industria estrattiva, soprattutto per i giacimenti di petrolio e di gas del Mare del Nord.
INSEDIAMENTI E COLLEGAMENTI
Insediamenti
Oggi il 70% della popolazione inglese vive in città.
Vi sono sette grandi conurbazioni; cinque di queste conurbazioni, situate a sud del Paese e comprendenti Londra. costituiscono una megalopoli di circa 40 milioni di abitanti.
Nel nord del Paese invece, per ragioni climatiche, vi è una bassissima densità di popolazione.
Gli immigrati sono molti.
Collegamenti
Il Regno Unito ha un'articolata rete di vie di circolazione: stradali, fluviali e ferroviarie.
La metropolitana di Londra è la più antica del mondo e una delle più sviluppate.
Sono importanti anche i porti inglesi che generalmente sorgono sugli estuari dei fiumi, collegati con rete di canali a tutto il Paese.
Londra
Si trova sul Tamigi e 60 km circa dalla foce.
E' una delle città più importanti al mondo.
Al centro della città, nella City, hanno sede le banche, le compagnie di assicurazione e la vecchia Borsa.
A Londra si trovano concentrate attività industriali, commerciali, finanziarie, il porto e l'aeroporto.
Numerosi sono i parchi cittadini.
Birmingham
E' la seconda città per numero di abitanti; è situata al centro del Paese, al centro di una zona industriale.
Cambridge
E' sede di una delle università più antiche e famose dell'Inghilterra, intorno alla quale ruota tutta l'economia della città.
Liverpool
E' uno dei porti principali del Paese, collegato alla regione circostante da molti canali
Manchester
Nel Medio Evo era un importante centro di industrie tessili; oggi vi si trovano anche industrie chimiche, meccaniche e della gomma.
Edimburgo
Situata sul Mare del Nord, è la capitale della Scozia.
E' un importante centro culturale, dove ogni anno si svolge il festival di musica e teatro.
Bristol
Ha un porto importante situato sull'estuario del fiume Severn, da cui partono le rotte che attraversano l'Atlantico e sui si concentrano tutti i traffici delle attività industriali.
Dover
Si trova nel punto più stretto del Canale della Manica, vicino alle famose scogliere a strapiombo sul mare.
E' il più importante porto passeggeri di collegamento con il continente, dove arrivano i traghetti provenienti dalla Francia e dal Belgio.
Sempre a Dover arriva il tunnel che passa sotto la Manica.

Esempio



  


  1. paola

    sto cercando degli appunti per una ricerca per la scuola media


Come usare