L'inquinamento: nemico terribile del nostro tempo. Quale futuro?

Materie:Tema
Categoria:Geografia

Voto:

1.7 (3)
Download:241
Data:13.05.2008
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
inquinamento-nemico-terribile-nostro-tempo-quale-futuro_1.zip (Dimensione: 3.56 Kb)
trucheck.it_l-inquinamento:-nemico-terribile-del-nostro-tempo-quale-futuro.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L’inquinamento: nemico terribile del nostro tempo. Quale futuro?

Uno dei danni più vistosi che l’uomo ha recato all’ambiente è l’inquinamento.
Quindi, la tutela dell’ambiente è ormai un aspetto fondamentale della nostra società, e può influenzare tutti gli aspetti della vita del nostro tempo e del futuro, in quanto molte sono le conseguenze sulla nostra salute.
Molti interpretano il problema ecologico esclusivamente come lotta all’inquinamento del pianeta: suolo, acqua, aria.
Per quanto riguarda l’inquinamento del suolo è causato, soprattutto, dall’enorme quantità di rifiuti che vengono prodotti ogni anno.
Il loro smaltimento è un problema, perché le discariche si presentano inadeguate e buona parte degli inceneritoti si è dimostrata pericolosa, mentre gli impianti di riciclaggio sono ancora poco usati (in Italia solo una bassa percentuale dei rifiuti viene riciclata), nonostante esista una legge che dice che le amministrazioni locali debbano provvedere ad effettuare raccolte differenziate.
Altre minacce per il suolo sono la deforestazione, la contaminazione radioattiva e gli antiparassitari usati in agricoltura. Quest’ultimi producono alterazioni al terreno e cosa più grave, spesso, col cibo li ingeriamo nel nostro organismo.
Antiparassitari, fertilizzanti, coloranti vengono, anche, scaricati nei fiumi, mari e laghi inquinando non solo le acque, ma pure le falde acquifere che alimentano gli acquedotti.
Infatti, gli amministratori sono costretti ad interrompere l’erogazione di acqua potabile creando gravi disagi alla popolazione.
Infine, l’inquinamento atmosferico consiste nell’emissione nell’aria di sostanze altamente dannose.
Le conseguenze sono molteplici, per esempio lo sviluppo di malattie tumorali.
Un altro tipo di inquinamento dell’aria è quello acustico, cioè causato dai rumori. Provoca un calo di udito.
L’inquinamento, in generale, cresce sempre più con la richiesta di una migliore qualità di vita; pertanto oggi l’uomo si trova investito da una grande responsabilità. Le sue scelte condizioneranno il futuro di tutto il pianeta.
Secondo me, per affrontare il problema occorre prevenire, non è sufficiente spendere enormi capitali ricorrendo a costosi interventi disinquinanti, ma è indispensabile che lo Stato emani semplici provvedimenti legislativi e che collabori con tutti gli altri Paesi.
E per concludere è importante ricordare che negli ultimi decenni la situazione ha mostrato piccoli segni di miglioramento grazie, anche, all’opera di informazione e sensibilizzazione delle libere associazioni dei cittadini che si pongono come obiettivo la tutela del patrimonio naturale (W.W.F., Lega Ambiente…).
Ciò dimostra che è l’uomo a doversi impegnare maggiormente, attraverso il rispetto delle leggi in vigore e la protezione e la salvaguardia dell’ambiente.

Esempio