L'inquinamento dell'aria e le modificazioni del clima

Materie:Appunti
Categoria:Geografia
Download:222
Data:16.02.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
inquinamento-aria-modificazioni-clima_1.zip (Dimensione: 3.72 Kb)
trucheck.it_l-inquinamento-dell-aria-e-le-modificazioni-del-clima.doc     25 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

4.3 L’inquinamento dell’aria e le modificazioni del clima pag. 67

La Terra è circondata dall’atmosfera, un involucro a forma di corona sferica composto di aria. I gas che compongono l’aria cambiano in percentuale e in caratteristiche nel tempo e nello spazio. Per esempio l’atmosfera primitiva, che circondava la Terra circa 3800 milioni di anni fa era composta soprattutto di azoto, anidride carbonica, vapore d’acqua e composti di zolfo, mentre mancava l’ossigeno. Circa 2000 milioni di anni fa l’ossigeno iniziò ad aumentare, a causa della nascita delle alghe azzurre, primi organismi capaci di produrre la fotosintesi clorofilliana. Durante l’evolversi della storia geologica si ebbero cambiamenti periodici della composizione chimica dell’aria dovuti a diverse cause. A causa dell’industrializzazione e dell’uso sempre maggiore di combustibili fossili, negli ultimi secoli i cambiamenti della composizione atmosferica si succedono con maggiore velocità. Alcuni gas, come l’anidride carbonica nella troposfera, stanno aumentando. Altri, come l’ozono nella stratosfera, diminuiscono. In passato, le fasi più importanti di cambiamento atmosferico hanno provocato mutamenti radicali su tutta la superficie terrestre, che hanno interessato il clima, la vegetazione e gli animali. Se l’attività umana continuerà con gli stessi ritmi la composizione dell’aria cambierà sempre più rapidamente, provocando l’aumento di fenomeni come l’effetto serra e le piogge acide.

L’effetto serra
Se l’atmosfera è povera dei cosiddetti gas serra, cioè l’anidride carbonica, il vapore d’acqua, il metano e l’ozono, le radiazioni calorifiche la attraversano e si disperdono nello spazio extraterrestre, viceversa, se l’atmosfera ne è ricca, le radiazioni vengono assorbite e causano l’aumento della temperatura dell’aria. Gli effetti più probabili che provocherà l’effetto serra saranno un sollevamento del livello marino e alcune variazioni climatiche. Nelle zone costiere pianeggianti il mare avanzerà rapidamente sulle terre emerse cambiando profondamente il paesaggio e rendendo difficoltose le possibilità di vita delle popolazioni costiere.
Molti ricercatori pensano che andremo verso un riscaldamento delle terre boreali e verso un inaridimento delle terre temperate.

Le piogge acide e la loro distribuzione
Dalla combustione del petrolio e del carbone, che contengono carbonio, zolfo e azoto, si sviluppano gas che uniti al vapore dell’acqua d’atmosfera danno luogo a diversi acidi molto corrosivi (carbonico, solforico, nitrico) che ricadono sulla terra durante le precipitazioni atmosferiche sotto forma di piogge acide. Questo fenomeno avviene solo in parte nelle zone dove i gas nocivi sono prodotti, dato che nell’emisfero settentrionale le masse d’aria tendono a deviare il loro percorso verso destra. Cadendo sulla vegetazione le piogge acide provocano la necrosi delle foglie fino a causare la morte della pianta. L’acido nitrico, che intacca metalli e vernici, colpisce le statue di bronzo accentuandone la corrosione. L’acido solforico colpisce il marmo, trasformandolo in gesso che prima si sfalda, poi si scioglie o viene portato via dal vento.

Esempio