geografia generale..significati parole

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

2 (2)
Download:1024
Data:03.07.2006
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
geografia-generale-significati-parole_1.zip (Dimensione: 7.01 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_geografia-generalesignificati-parole.doc     30.5 Kb



Testo

La terra ruota intorno a una linea immaginaria detta asse terrestre, che interseca la sua superficie in due punti detti poli rispettivamente polo nord e polo sud. Per convenzione sono state tracciate sulla superficie terrestre delle linee immaginarie che uniscono i due poli dette meridiani i meridiani sono 360 il numero 0 al meridiano che passa per Greenwich. Sono state tracciate delle linee orizzontali dette paralleli in quante sono tutte paralleli tra loro.
L’insieme dei meridiani e dei paralleli disegnato sulle carte geografiche costituisce il reticolo geografico. Per rappresentare la posizione di un punto sulla terra si indicano tre numeri che si chiamano coordinate geografiche : rappresenta la posizione rispetto ai meridiani, si chiama longitudine; rispetto ai paralleli, latitudine, rispetto all’altezza sul livello del mare, altitudine. La rosa dei venti stabilisce la posizione rispetto a un altro.
La più esatta rappresentazione geografica della terra è il globo cioè una sfera in quanto la terra ha una forma sferica. Per questo si usa raffigurare la terra sul piano, per mezzo delle carte geografiche. Le carte sono in pratica disegni della terra in dimensioni ridotte. Esse sono simboliche perché i diversi oggetti sono rappresentati da simboli, sono approssimate perché è impossibile rappresentare esattamente in piano una superficie curva. Le carte geografiche hanno un titolo che dice quale parte del mondo è stata rappresentata e una legenda cioè una spiegazione dei simboli. Per deformare il meno possibile i territori rappresentati si ricorre a costruzioni di tipo geometrico dette proiezioni . le rappresentazioni della terra ottenute con le proiezioni cartografiche sono approssimate . vi sono proiezioni che mantengono la proporzione tra le distanze in questo caso sono equidistanti (sono le carte stradali). Possono mantenere proporzionali le aree in questo caso sono equivalenti (carte politiche e economiche). Possono mantenere esatti gli angoli tra meridiani e paralleli allora sono isogone (carte nautiche).
La scala è un rapporto di riduzione. La scala viene riportata sulla carta, si dicono piccola scala le carte che rappresentano un territorio esteso, mentre le carte a grande scala illustrano una piccola porzione di territorio. I mappamondi o planisferi sono carte che rappresentano il mondo intero. Essi servono a illustrare la posizione e i contorni dei continenti e degli oceani. Carte generali o geografiche = quelle che rappresentano un continente con scala da 1:50 a 1:100 000. carte corografiche = rappresentano una singola regione. Carte topografiche = rappresentare con molto dettaglio una piccola porzione di territorio. Mappa = tipo di carte più dettagliato. vengono usate per rappresentare i limiti delle singole proprietà , mappe catastali.
CARTE FISICHE = rappresentano fenomeni fisici
CARTE POLITICHE = riportano i confini, le città.
CARTE STRADALI = utili per chi viaggia in auto, indicano strade e autostrade
CARTE TURISTICHE = mettono in evidenzia i luoghi interessanti da visitare
CARTE TEMATICHE = trattano un tema particolare per mezzo di simboli: distribuzione dell’industria, uso del suolo in agricoltura, servono per rappresentare cose che non si vedono nel paesaggio.
ATLANTE = un volume che raccoglie un certo numero di carte fisiche, politiche e tematiche.
ATLANTI NAZIONALI = caratteristiche geografiche naturali e umane. Italia dal 1993.
SATELLITI DA RILEVAMENTO = in grado di vedere a grande distanza anche i piccoli particolari; ruotano intorno al globo terrestre e mandano alle stazioni a terra un’enorme quantità di informazioni.
TECNICHE INFORMATICHE = permettono di raccogliere memorizzare ed elaborare grosse moli di dati.
SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO GIS =permette di associare i dati alle coordinate geografiche.
La prima scelta è quella del tipo di proiezioni, la seconda è in che cosa rappresentare.
DATI NUMERICI sono importanti per fare dei confronti. Vengono rilevati nei censimenti nazionali che si effettuano ogni anno.
ANNUARI STATISTICI =sono libri dive ci sono i dati
INCHIESTE = per raccogliere dati su temi specifici. La più semplice elaborazione consiste nella costruzione di una tabella in cui si elenca lo stesso tipo di dati per località diverse.
TABELLA A DOPPIA ENTRATA = può essere consultata sia lungo una colonna sia lungo una riga. Tra questi sono molto usati:
- RAPPORTI
- PERCENTUALI
- MEDIE
IL GRAFICO LINEARE O DIAGRAMMA, si usa per rappresentare fenomeni che variano nel tempo.
ISOGRAMMA = serve a confrontare lo stesso dato riferito a località diverse; un tipo di diagramma usato nella geografia della popolazione è la piramide dell’età . per costruirla bisogna conoscere i dati riguardanti il numero di abitanti di un territorio divisi per classi di età e per sesso.
AREOGRAMMA = serve a rappresentare come un certo fenomeno si ripartisce in località o regioni diverse.
CARTOGRAMMI = sono dei grafici particolari nei quali i dati numerici sono riportati su una carta e rappresentati da colori diversi e da simboli. La caratteristica fondamentale dei cartogrammi è di mettere in evidenzia fenomeni che non si vedono nel paesaggio. Si possono costruire due carte rappresentanti lo stesso fenomeno in epoche diverse, possono rappresentare le attività umane, caratteristiche sociali e culturali delle popolazioni. Un cartogramma molto usato è il cartogramma a mosaico = si parte da una tabella nella quale sono elencate le aree geografiche da rappresentare con il dato corrispondente, i dati poi vengono divisi in classi di frequenza. Per le foto da aereo o da satellite possono essere usate pellicole normali, che sono impressionate da raggi luminosi oppure possono utilizzare pellicole sensibili ai raggi infrarossi.
Quando i dati vengono usati per rappresentare un fenomeno vengono chiamati INDICATORI :
- i.numerici detti anche variabili, possono essere dati assoluti.
- INDICATORI COMPLESSI = sono il risultato di calcoli tra vari indicatori assoluti detti indici.
Gli indicatori possono essere utilizzati per descrivere un fenomeno ma più spesso per mettere a confronto i fenomeni nello spazio.
Gli indicatori hanno il pregio di permettere delle valutazioni oggettive, di verificare ipotesi.
RILEVAZIONE = in primo luogo è soggetta a errori umani o tecnici, in secondo luogo non è raro il caso in cui gli stessi organismi officiali pubblichino dati falsati.
INDICATORI DEMOGRAFICI
POPOLAZIONE ASSOLUTA : numero abitanti di una regione amministrativa, si tratta di un indicatore descrittivo.
DENSITA POPOLAZIONE : numero aitanti per km2 (distribuzione)
TASSO DI NATALITA : numero di nati per anno ogni mille abitanti.
TASSO DI MORTALITA: numero morti per anno ogni 1000 abitanti.
SALDO NATURALE : differenza tra il taso di natalità e quello di mortalità
SALDO MIGRATORIO : DIFFERENZA TRA IL NUMERO DI IMMIGRATI E DI EMIGRATI IN UN ANNO
SALDO DEMOGRAFICO
POPOLAZIONE ATTIVA = comprende la popolazione in età operativa con esclusione degli studenti e delle casalinghe ed invalidi. I disoccupati sono compresi.
OCCUPATI NEI DIVERSI SETTORI DI ATTIVITA : la popolazione attiva è divisa nei tre settori produttivi : 1 produzione: agricoltura, pesca, silvicoltura; 2 trasformazione : industria, 3 distribuzione: servizi : turismo, sanitario, scolastico, trasporti.
ATTIVITA ESTRATTIVA : segue una trasformazione e entra sia nel primario sia nel secondario.
Indicatori sociali
MORTALITA INFANTILE = numero di decessi di bambini con meno di un anno di età
PRODOTTO INTERNO LORDO = valore dei beni e dei servizi prodotto in un anno da un paese
PIL PRO CAPITE : rapporto tra il PIL e il numero di abitanti
BILANCIA COMMERCIALE
BILANCIA DEI PAGAMENTI = conto economico che confronta importazioni ed esportazioni (rimesse degli emigranti)
DEBITO PUBBLICO
DEBITO ESTERO

INDICE DI SVILUPPO UMANO o ISU = per misurare lo sviluppo umano e confrontare il suo livello nei diversi paesi riguardanti situazione ambientale, sanitaria, istruzione e situazione femminile (emancipazione).
EURASIA = definire porzione di terre emerse che comprende Europa e Asia. Le tre regioni : 1 è l’europa delle terre antiche russia. 2 europa dei grandi massicci e dei bacini sedimentari ( Portogallo Inghilterra Boemia e comprende anche i monti urali. Qui possono esistere fenomeni pseudo-vulcanici , 3 europa delle terre giovani è la più tormentata e irregolare essendo stata interessata dalle orogenesi (sollevamento montagne). Le catene montuose susseguono dalla Spagna all’Asia Minore e hanno le tipiche caratteristiche delle montagne geologicamente giovani: cime elevate, vette aguzze, valli profonde.
La presenza e la disposizione dei rilievi elevati hanno condizionato l’insediamento e l’attività economica nella storia. I rilievi racchiudono importanti pianure alluvionali.
L’europa delle terre giovani è tettonicamente instabile, in quanto si trova lungo un alinea di confine di due zolle terrestri quella eurasiatica e quella africana

Esempio



  


  1. federica

    Coordinate geografiche