finlandia

Materie:Tesina
Categoria:Geografia
Download:84
Data:30.05.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
finlandia_4.zip (Dimensione: 5.04 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_finlandia.doc     24.5 Kb



Testo

Finlandia

INTRODUZIONE

Finlandia (nome ufficiale Suomen Tasavalta, Republiken Finland, Repubblica Finlandese), stato dell'Europa settentrionale, delimitato a nord dalla Norvegia, a est dalla Russia, a sud dal golfo di Finlandia, a sud-ovest dal mar Baltico, a ovest dal golfo di Botnia e a nord-ovest dalla Svezia. Quasi un terzo del territorio finlandese si trova a nord del Circolo polare artico. La superficie complessiva è di 338.145 km², comprendenti 33.551 km² di acque interne. Ha un’estensione costiera di 1.126 km. Helsinki è la capitale e la maggiore città.
TERRITORIO

Il territorio della Finlandia, prevalentemente pianeggiante, è caratterizzato dalla presenza di un gran numero di laghi (oltre 60.000), concentrati nella parte centromeridionale del paese (la cosiddetta “piattaforma lacustre”, una zona fortemente modellata dall’erosione glaciale). Le coste della Finlandia sono perlopiù basse e molto frastagliate: prospicienti ad esse sono un gran numero di piccole isole, tra cui l’arcipelago delle Åland. A nord, in Lapponia, si estende una regione collinare con un’altitudine media di oltre 400 metri. A nord-ovest, in prossimità del confine con la Norvegia, i rilievi assumono carattere montuoso innalzandosi fino ai 1.328 m del monte Haltia, la cima più elevata del paese.
Clima

Il clima, data la latitudine in cui è situato il paese, è freddo. Lungo le coste però è notevolmente mitigato dall’influsso del mare, ed è temperato-freddo: a sud, nelle regioni costiere, la temperatura media a luglio è di 15,6°C, a febbraio di circa -8,9°C. In Lapponia la media dei mesi più freddi è di –15°C. La media delle precipitazioni (incluse quelle nevose) è di 460 mm nelle regioni settentrionali e di 710 mm in quelle meridionali. L'innevamento, che interessa tutto il territorio finlandese, dura dai cinque ai sette mesi l'anno, a seconda della latitudine.
Lingua e religione

Le lingue ufficiali sono il finlandese, appartenente al gruppo ugrofinnico, e lo svedese; quest'ultimo, oltre che nelle isole Åland, è diffuso nelle regioni sudoccidentali. I lapponi parlano il lappone o saami. La grande maggioranza degli abitanti (circa il 90%) appartiene alla chiesa evangelica luterana di Finlandia e solo una piccola minoranza è greco-ortodossa.
Istruzione e cultura

L'istruzione è obbligatoria e gratuita tra i 7 e i 16 anni di età. Il tasso di alfabetizzazione della popolazione adulta è del 100% (1995). Oltre ai numerosi istituti superiori, nel paese vi sono oltre venti università, di cui quattro hanno sede a Helsinki. Nella capitale è situata anche la Biblioteca nazionale, che ha sede nell’Università di Helsinki, oltre che numerosi musei, tra cui il Museo finnico di storia naturale.
In seguito alla conquista del territorio finlandese da parte della Svezia nel XII secolo, la cultura autoctona delle tribù finniche subì profondi mutamenti, integrandosi a quella dei nuovi colonizzatori; tra la popolazione contadina continuarono a essere trasmessi oralmente i poemi epici della tradizione (vedi Kalevala) con l'accompagnamento di strumenti musicali tipici, come il kantele. Tra gli appartenenti alle classi più colte, la cultura svedese era dominante: lo svedese infatti, oltre a essere comunemente parlato, era anche la lingua letteraria; nel corso del XIX secolo, tuttavia, la cultura tradizionale cominciò a trovare espressione e il finlandese divenne anch'esso lingua letteraria (vedi Letteratura finnica).
Per quanto riguarda la musica, il paese ha una radicata tradizione, in ambito sia folclorico sia religioso; quest'ultimo, in particolare, si sviluppò in seguito all'introduzione nel paese del cristianesimo nel corso del XII secolo e durante la Riforma, quando i canti gregoriani e altri generi di musica con parole in latino, furono adattati alla lingua finlandese. Nel XIX secolo di grande rilevanza fu l'opera di due musicisti tedeschi, il compositore Fredrik Pacius e il direttore d'orchestra Richard Friedrich Faltin; Martin Wegelius, il primo compositore finlandese, influenzò profondamente i successivi sviluppi della musica classica e il suo contemporaneo, Robert Kajanus, fece conoscere la musica del paese al pubblico europeo; fu tuttavia con Johan Sibelius che, sulla base dell'ispirazione a elementi propri della tradizione locale, si giunse a un vero e proprio stile musicale nazionale. Nel dicembre del 1993 fu inaugurato il nuovo Teatro dell'Opera di Helsinki, sede dell'Orchestra nazionale e del corpo di ballo.

Esempio