Cina.

Materie:Riassunto
Categoria:Geografia

Voto:

1.5 (2)
Download:146
Data:03.04.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cina_18.zip (Dimensione: 9.25 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_cina.doc     40 Kb



Testo

POSIZIONE:
- È delimitato a nord dalla Mongolia e dalla Russia; a nord-est dalla Russia e dalla Corea del Nord; a est dal Mar Giallo e dal Mar Cinese orientale; a sud dal Mar Cinese meridionale, dal Vietnam, dal Laos, dal Myanmar, dall'India, dal Bhutan e dal Nepal; a ovest dal Pakistan, dall'Afghanistan e dal Tagikistan; a nord-ovest dal Kirghizistan e dal Kazakistan.
MORFOLOGIA: rilievi, pianure, coste:
- I rilievi più imponenti si trovano nelle sezioni occidentale e centrale, dove si ergono alcune delle catene montuose più elevate del mondo quali il Tian Shan, il Kunlun Shan e l'Himalaya.
- Sono queste pianure alluvionali le aree più popolate, cuore storico del paese, percorse da alcuni dei fiumi più lunghi dell’Asia, come il Chang Jiang e lo Huang He.
IDROGRAFIA: fiumi, laghi.
- I quattro maggiori fiumi della Cina, considerati tali per l’ampiezza del loro bacino di drenaggio, sono lo Huang He, il Chang Jiang, lo Xi Jiang e l’Amur.
- La Cina è ricchissima di laghi d’acqua dolce. I più estesi del paese si trovano lungo il medio e basso corso del Chang Jiang, come il Dongting e il Poyang Hu, che costituiscono importanti bacini di riserva idrica.
CLIMA:
- Il clima della Cina è prevalentemente continentale; in considerazione della vasta estensione latitudinale del paese si registrano tuttavia sensibili variazioni tra le regioni settentrionali e occidentali e quelle orientali e meridionali.
FLORA E FAUNA:
- Data la vastità del territorio e la presenza di numerose e diverse regioni fisiche e climatiche, la vegetazione della Cina è molto varia: la quercia, il ginkgo, il pino, l'azalea e la camelia, oltre a foreste di lauri e di magnolie con un denso sottobosco di arbusti e boschetti di bambù. Nelle regioni tropicali meridionali si trovano numerosi tipi di scimmie e, in alcune zone remote, carnivori quali l’orso, la tigre e il leopardo; questi ultimi vivono anche nella Manciuria settentrionale.
POPOLAZIONE:
- La Cina ha una popolazione di 1.306.313.800 abitanti (2005), con una densità media di 140 unità per km². Il dato rappresenta la media di una distribuzione geografica in realtà molto irregolare.
LINGUA:
- La lingua ufficiale del paese è il cinese, diffuso in diversi dialetti. Alcune minoranze parlano lingue non cinesi, come il mongolo, il tibetano, il miao, il thai, l'uiguro e il kazako.
RELIGIONE
- Le religioni più diffuse sono il confucianesimo, il taoismo e il buddhismo, seguiti dal cristianesimo e dall'Islam
ORDINAMENTO:
- Sorta nel 1949 alla fine di una lunga guerra civile, la Repubblica Popolare Cinese si basa su una Costituzione promulgata nel 1982 (la quarta; le altre tre furono redatte nel 1954, nel 1975 e nel 1978), che la definisce “stato socialista sotto la guida del Partito comunista”.
- In base ai dati del 1995, in Cina ci sono oltre quaranta città che contano più di un milione di abitanti; le principali sono Pechino, capitale, Shanghai, Tianjin, Wuhan, importante porto fluviale, e poi ancora Canton, Chengdu, Chongqing, Harbin, Kunming, Lanzhou, Nanchino, Shenyang e Zhengzhou.
SETTORE PRIMARIO: agricoltura, allevamento, pesca, sfrutt. for. e ris del sott.
- La Cina è il primo produttore mondiale di cereali e di riso. Un altro cereale di cui il paese è primo produttore mondiale è il frumento. Altre colture di rilievo sono batate, patate, ortaggi e frutta, come quella tropicale, nell'isola di Hainan, mele e pere nelle province settentrionali di Liaoning e Shandong, e agrumi nella Cina meridionale.
- Nelle zone agricole più sfruttate, la povertà dei terreni destinabili al pascolo limita fortemente l'allevamento di bovini, ovini e caprini. Ma in compenso è notevolmente diffuso quello dei suini, fondamentale per l'alimentazione.
- Nonostante la pesca sia praticata tuttora con metodi piuttosto antiquati, la Cina è tra i primissimi produttori di pesce del mondo. Nel paese sono presenti numerosi allevamenti ittici, in particolare di carpe, uno degli elementi base dell'alimentazione cinese.
-A causa di secoli di eccessivo sfruttamento, le risorse forestali cinesi sono ora limitate. Programmi intensivi di rimboschimento hanno ottenuto soltanto risultati parziali e nel 2000 le zone boscose ammontavano al 17,1% del territorio totale, fornendo una produzione di 286 milioni di m³ di legname.
- La Cina possiede una grande varietà di risorse minerarie: nel sottosuolo cinese sono presenti circa 150 tipi di minerali diversi. Il settore dell’estrazione mineraria occupa il 4% della popolazione attiva.
SETTORE SECONDARIO: industria e artigianato:
- Particolarmente fiorente nel paese è l'industria tessile (cotone, seta, lana, lino, fibre sintetiche) che impiega più di quattro milioni di lavoratori; la maggior parte degli stabilimenti si trova vicino alle zone di produzione del cotone, come le province di Hubei, Hunan, Hebei e Shaanxi. Altre industrie importanti producono cemento, carta, biciclette, macchine da cucire, veicoli a motore e apparecchi televisivi.
SETTORE TERZIARIO:servizi, commercio, trasporti,
turismo.
- L'unità monetaria cinese è lo yuan. Il sistema bancario è controllato dal governo; la Banca Popolare Cinese è l'istituzione centrale di finanziamento ed è responsabile dell'emissione di moneta.
- I prodotti esportati sono petrolio grezzo e raffinato, tessuti di cotone, seta, abbigliamento, riso, suini, prodotti ittici e tè; i prodotti di importazione comprendono macchinari, automobili, fertilizzanti, caucciù e frumento.
- Due terzi del trasporto di passeggeri e metà del trasporto di merci viene effettuato su rotaia. Dal 1949 la rete ferroviaria è stata ampliata fino ad arrivare, nel 2002, a 60.627 km, di cui solo una piccola parte è elettrificata

Esempio