Cile

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

1.5 (2)
Download:114
Data:11.04.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cile_7.zip (Dimensione: 4.65 Kb)
trucheck.it_cile.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La storia
Il Cile fu scoperto nel 1520 da Ferdinando Magellano e subì la prima colonizzazione da parte dello spagnolo Diego de Almagro nel 1535.
Nel 1541 Pedro de Valdivia fondò alcuni insediamenti, tra cui ricordiamo la città di Santiago, ma nel 1553 rimase ucciso dall'araucano Lutaro che divenne più tardi il grande eroe del poema epico "La Araucana".
Il 18 settembre del 1810 i cileni di origine spagnola proclamarono la loro indipendenza e costituirono una giunta di governo. Nonostante la Spagna fosse riuscita, in un primo momento, ad avere il sopravvento, le sue truppe vennero sconfitte da quelle cilene guidate da Bernardo O'Higgins.
Il 2 settembre del 1818 fu proclamata l'indipendenza e O'Higgins fu eletto dittatore supremo. Nel 1830 O'higgins venne esiliato e il potere passò ai grandi proprietari terrieri.
Nel 1833 venne emanata una costituzione rimasta in vigore fino al 1925, quando Arturo Alessandri diede al Paese una nuova costituzione dove veniva stabilito che l'elezione del Presidente doveva essere svolta direttamente dal popolo.
Nel 1964 Eduardo Frei Montalva diede inizio alle riforme agrarie sull'espropriazione della terra e sulla nazionalizzazione delle miniere di rame, dapprima in possesso di imprenditori statunitensi.
A partire dal 1970 inizia il governo del rappresentante della sinistra Salvador Allende che portò avanti la riforma agraria. Il suo progetto venne però fermato dalla destra. L'economia crollò. Dopo tre anni ci fu una rivolta militare e Allende venne ucciso nel palazzo presidenziale distrutto dalle bombe.
Nel 1988 tramite un referendum il popolo cileno mise fine al dittatorio militare e nel 1989 il democristiano Patricio Aylwin fu eletto Presidente della Repubblica cilena.
Aspetti fisici
IlCile si affaccia sull'Oceano Pacifico e confina a Nord con il Perù, a Est con la Bolivia e l'Argentina, a Sud-Ovest è bagnata dall'Oceano Pacifico.
La sua superficie è di 756626 Km². Il Cile è diviso in diverse fasce climatiche: a Nord è costituito da un altopiano desertico a da aridi bacini interni, dove si trovano anche delle conche saline; al centro il clima è più temperato e qui si estende la Valle del Cile; la parte meridionale comprende un elevato numero di isole e penisole, con clima freddo e piovoso.
Aspetti antropici
Il paese è formato da più del 60% di meticci, da una minoranza di bianchi discendenti dagli spagnoli e il restante 5% è costituito dai discendenti degli spagnoli.
La lingua ufficiale dei cileni è lo spagnolo, la religione è cattolica, protestante e animista; la moneta che circola è il peso.
Capitale del Cile è la città di Santiago e le altre città sono Vina del Moro, Concepcion e Volporoiso.
La forma di Governo è la Repubblica Presidenziale.
Aspetti economici
Nella storia economica cilena si sono registrati alti e bassi. Infatti, dopo la guerra con la Spagna a cui seguì un periodo di stabilità politica, il formarsi di una borghesia commerciale molto attiva contribuì all'incremento delle esportazioni dei prodotti dell'allevamento, dei cereali e delle risorse minerarie.
Qualche anno dopo si svilupparono anche le prime industrie.
Il periodo di prosperità ebbe fine nel 1970, durante il governo di Salvador Allende, quando l'economia ebbe un crollo, ma verso gli anni '80 il paese ha conosciuto una vigorosa ripresa economica.
Attualmente le principali risorse del Cile sono quelle minerarie, quelle costituite dai prodotti dell'allevamento e dell'agricoltura.
Le principali colture sono quelle dei cereali, del grano, del riso e dei vigneti.
L'allevamento è di bovini e ovini.
Numerosi sono i giacimenti di rame (per cui il Cile è a primo posto nelle classifiche mondiali), di argento, di oro, di magnese, di carbone, di petrolio, di lignite, di nitrati, di sodio, di zolfo e di uranio.
Le industrie cilene sono sviluppate nei settori manifatturieri, meccanico, chimico, estrattivo, tessile, alimentare, farmaceutico e siderurgico.
Nel Cile si importano prodotti chimici e materiali elettrici; si esportano invece prodotti minerali, agricoli e chimici.

Rosaria Mazza
Annalisa Crescimanna

Esempio