America settentrionale

Materie:Appunti
Categoria:Geografia
Download:567
Data:21.05.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
america-settentrionale_5.zip (Dimensione: 5.57 Kb)
trucheck.it_america-settentrionale.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

-Scheda sull’analisi dell’America Settentrionale Anglosassone-
-Continente: America
-Superficie in Km2 : 19.300.000km2
1.Posizione geografica:
a.Confini: confina a nord con il mar Glaciale Artico e la Groenlandia, ad ovest confina con l’Oceano pacifico, a sud confina con il Messico e con il Golfo del Messico, ad est invece confina con l’Oceano Atlantico;
b.I mari che lo circondano: Oceano Atlantico, Oceano Pacifico, Mar di Bering, Mar Glaciale Artico, Mar di Beaufort e il Golfo del Messico;
c.Punti estremi: il punto estremo a nord è Capo Murchison (penisola di Boothia), a sud è Capo Sable (la punta estrema della Florida), ad est è Capo Charles, ad ovest invece è il Capo Principe di Galles (Alaska);
2.Spazi naturali:
Coste: le coste artiche, a nord, sono basse e frastagliate, disseminate d’isole; le coste atlantiche, ad est, si presentano alte e ricche d’insenature naturali, nella parte meridionale invece diventano basse e paludose. Le coste occidentali, affacciate sul Pacifico, si presentano alte e rocciose;
Isole: l’isola più importante è la Groenlandia, politicamente appartenente alla Danimarca, ma fisicamente appartenente all’America Anglosassone; poi ci sono all’interno dell’arcipelago artico le isole di Baffin, Victoria, di Banks, di Melville e di Devon. Altra isola importante è l’isola di Terranova, che si trova nell’Oceano Atlantico;
Golfi: i golfi più importanti sono, il Golfo d’Alaska, il Golfo del Messico, il Golfo del S. Lorenzo e il Golfo di Boothia;
Baie: baia di Bristol, baia di Chesapeake, baia di Delaware, baia di Fundy, baia di James, baia di Hudson e baia di Baffin;
Penisole: penisola d’Alaska, penisola della Florida, penisola del Labrador, penisola d’Ungeva;
Stretti: stretto di Bering, stretto della Florida, stretto di Caboto, stretto di Belle Isle e stretto di Hudson;
b.Le catene montuose: ad ovest si trovano la catena delle Montagne Rocciose e la Catena Costiera, entrambe soggette a fenomeni vulcanici e sismici.
Altre catena importanti sono i Monti Appalachi e la Catena dell’Alaska.
Inoltre, in queste zone, si trova anche un’importante faglia, la Faglia di Sant’Andrea, ubicata tra Los Angeles e San Francisco;
Monti: i monti più importanti sono il monte McKinley alto 6194m ed il monte Logan alto 6050m;
Altopiani: altopiano dell’Arizona e l’altopiano del Colorado, poi le pianure più importanti sono la Pianura Costiera del Golfo, la Pianura Costiera e il sistema delle Grandi Pianure, ubicate all’interno del continente;
Deserti: deserto Mojave e il deserto Sonora;

c.Acque interne:
Laghi: l’America Settentrionale, in particolare il Canada, è un territorio ricchissimo di laghi. I più importanti sono: il Grande Lago Salato, il Grande Lago degli Orsi, il Grande Lago degli Schiavi, il Grande Lago delle Renne, il lago Athabasca e il lago Winnipeg.
Oltre ai 250.000 laghi del Canada, in queste zone si trova anche, il più grande sistema d’acque dolci del mondo, formato dal lago Superiore, dal lago Huron, dal lago Michigan, dal lago Erie e dal lago Ontario, insieme sono anche chiamati laghi Laurenzani. L’unione di questi laghi forma una superficie di 240.000kmq, poco inferiore alla superficie dell’Italia.
Fiumi: i molti corsi d’acqua di questo grande continente possono essere distinti in quattro gruppi, ciascuno con caratteristiche diverse.
-I fiumi canadesi, tra i quali il più importante è il San Lorenzo (lungo 3058km), che raccoglie le acque dei cinque grandi laghi (Superiore, Michigan, Huron, Erie, Ontario) e che sfocia nell’Oceano Atlantico; altri fiumi importanti sono il Mackenzie (4241km), l’Albany ed il Nelson.
-I fiumi costieri dell’Atlantico, quelli più importanti sono l’Hudson (sul quale sorge la città di New York), il Connecticut, il Delaware e il Potomac, che permettono grazie ai loro estuari una notevole portualità.
-I fiumi che sfociano nel golfo del Messico: il bacino più importante è quello del Missisipi-Missouri-Red Rock, il quale è anche il terzo fiume al mondo con i suoi 5970km e il Rio grande, che segna con il suo corso un ampio tratto del confine tra Stati Uniti e Messico.
-Il quarto gruppo riunisce i corsi d’acqua molto tortuosi, i più importanti da ricordare sono: lo Yukon, il Columbia, il Sacramento ed il Colorado.
-Cascate: le cascate più importanti sono quelle del Niagara, che si trovano tra il lago Erie ed il lago Ontario;
d.Clima: all’interno dell’America del nord possono essere distinti ben sei climi differenti, il clima freddo seminivale è caratterizzato da inverni rigidi ed estati fresche e brevi, la vegetazione è formata in gran parte da muschi e licheni, e questo clima interessa l’Alaska, il Canada Settentrionale, l’Arcipelago Artico e la Groenlandia.
Il clima freddo, con inverno umido, è caratterizzato da inverni molto rigidi e da un’estati abbastanza calde, la vegetazione è formata in prevalenza da foreste di conifere (la taiga) e i territori interessati sono quelli del Canada meridionale.
Il clima temperato, con inverni piuttosto freddi e con estati calde (con temperature sopra i 20°), offre grandi possibilità per lo sviluppo di colture agricole, infatti, questo clima interessa tutti gli Stati Uniti, dove lo sviluppo sia agricolo che economico è molto accentuato.
Il clima montano interessa in particolare i territori alpini dove la vegetazione è unicamente costituita da piante erbacee, formando veri e propri deserti freddi.
Il clima tropicale interessa la zona meridionale degli Stati uniti e le zone costiere del Messico, le temperature sono abbastanza elevate e la vegetazione è sempre lussureggiante.
Il clima temperato senza stagione secca è caratterizzato da inverni miti ed estati fresche, esso interessa la California e tutta la penisola della Florida.
3.Spazi sociali ed economici:
Forme di governo prevalenti: le forma di governo sia per gli U.S.A. che per il Canada è la repubblica federale.
Popolazione: la popolazione di questi territori si divide in tre gruppi, quello dei discendenti dei coloni europei, dove la lingua parlata è per gli U.S.A. l’inglese o l’americano e per il Canada è il francese; quello dei discendenti delle antiche popolazioni indigene, gli Amerindi; il gruppo degli Eschimesi che vivono in Alaska e nelle terre del Nord canadese; il gruppo degli Indios o Indiani d’America, che vivevano nelle vaste praterie, regno dei bisonti e dove si dividevano in numerose tribù; e poi vi è il gruppo degli Afro-Americani, composto dai discendenti delle popolazioni deportate dall’America Settentrionale ai tempi della tratta degli schiavi.
La distribuzione della popolazione non è omogenea, perché la maggior parte delle persone vive nei grandi centri economici, come New York, Toronto, Washington, Boston, Los Angeles, San Francisco e Chicago.
Agricoltura: l’agricoltura riveste un’importanza bassa, gli addetti all’agricoltura sono circa pari al 20 per cento;
Industria: l’industria riveste un’importanza media, gli addetti all’industria sono circa pari al 30 per cento;
Terziario: il terziario riveste un’importanza altissima, gli addetti al terziario sono circa pari al 50 per cento;
-Rispetto agli altri Continenti, questo stato è molto sviluppato;
-Le reti di comunicazione continentali sono ottime.

Esempio