Jack Frusciante, Holden e Livingstone

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1 (2)
Download:156
Data:24.04.2000
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
jack-frusciante-holden-livingstone_1.zip (Dimensione: 6.91 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_jack-frusciante,-holden-e-livingstone.doc     23.5 Kb


Testo

Il giovane Holden, Jack Frusciante, Il gabbiano Jonathan Livingstone sono tre romanzi che hanno in comune il tema della libertа: la libertа di essere se stessi contro i condizionamenti “del gruppo”. Il modo con cui i personaggi dei tre romanzi affrontano questo problema sembra perт diverso: da una parte la pessimistica fuga dalla realtа sociale (in Holden e Jack Frusciante), dall’altra la volontа di incidere nella realtа e di modificarla (in Jonathan Livingstone).
A) Facendo precisi riferimenti ai testi valutare il giudizio proposto.
B) E’ probabile che la societа moderna ponga, anche ai giovani della tua etа, il problema della libertа di essere se stessi. In proposito quale dei tre romanzi и piщ vicino alle tue idee? Tu quale credi di individuare le soluzioni piщ giuste?

“Il giovane Holden”, “Jack Frusciante uscito dal gruppo” e “Il gabbiano Jonathan Livigstone” sono tre grandi romanzi che hanno in comune il tema della libertа: la libertа di essere se stessi contro i condizionamenti del “gruppo”.
Il modo con cui i protagonisti dei tre libri affrontano questo tema и diverso per cui li prenderт in esame uno ad uno.
Il giovane Holden, come tutti gli adolescenti sta

attraversando un periodo di profonda crisi esistenziale. Nel raccontare le sue disavventure accadute nei tre giorni trascorsi da solo nella cittа di New York egli mette a nudo tutta la sua anima. E’ un puro, un ragazzo di indole innocente che fa fatica ad integrarsi in un mondo pieno di brutture, meschinitа, cattiverie e compromessi. Sono proprio queste infatti le catene che lui vorrebbe spezzare per liberare il suo spirito e vivere sereno. Quindi, spesso, per superare i momenti di maggior depressione, si rifugia nell’immaginazione, in quanto soltanto in questo modo puт attutire il dolore che la dura realtа riesce a provocare in lui. La sua vita priva di certezze lo rende insicuro ed infelice. Tutti gli aspetti della vita lo mettono in crisi in quanto non и ancora capace di guardare bene in se stesso. Insomma non riesce a trovare nй nel “gruppo”, nй nella societа nulla di positivo, nulla che lo renda veramente libero spiritualmente, nulla per cui valga la pena di

vivere. E’ proprio nel suo definirsi “il catturatore nel campo di segale” che mette a nudo il suo
desiderio di isolarsi dal gruppo, dalla realtа quotidiana e di trovare quella libertа a cui tanto anela. Egli immagina, infatti, di trovarsi in un ampio campo di segale, sulla cima di un dirupo, nel quale giocano frotte di bambini, e lui, Holden, si trova sulla cima ed acchiappa e trattiene i bambini dal cadere giщ. Attraverso quest’immagine simbolica si capisce il sogno del protagonista di proteggere l’innocenza e l’integritа del mondo dell’infanzia dalle brutture della vita, liberando non solo se stesso ma tutti dai vincoli, dai compromessi che spesso ci intrappolano in una prigione ben peggiore del carcere.
Alex, il personaggio principale del libro di Enrico Brizzi и ugualmente un adolescente in cerca di se stesso, desideroso di uscire dal “gruppo”, tendente a quella libertа a cui tutti aspiriamo, ma che, spesso, la societа, con tutti i suoi vincoli, ci priva.

Egli ha una visione pessimistica della realtа, avrebbe voglia di volare ma prova una grande
angoscia in quanto le sovrastrutture della vita lo allontanano dall’infinito che ha dentro. Si rende conto che i modelli che la societа gli propone non riescono a soddisfarlo e non potranno mai dargli la felicitа, in quanto la vera felicitа si puт raggiungere soltanto attraverso la conquista della libertа che abbiamo in noi e si rende conto che piщ ci muoviamo, piщ ci agitiamo, piщ ce ne allontaniamo. Tutto ciт, perт, non viene compreso dal “gruppo”: nй la scuola, nй la famiglia, nй l’amicizia riescono ad aiutarlo e ad arricchire il suo spirito. Gli insegnati stessi, il cui compito sarebbe quello di promuovere il processo di maturazione degli alunni, sono considerati da lui negativamente, in quanto se da una parte lo esortano ad esprimere la sua opinione dall’altra “bloccano” la sua libertа di pensiero nel momento in cui manifesta idee che loro non condividono.

Quindi ritiene la scuola la prigione dell’anima, il luogo in cui non si puт essere se stessi, in cui
bisogna fingere per essere apprezzati, quindi un ambiente soffocante, un circuito chiuso. La famiglia stessa ha un atteggiamento di sfiducia nei suoi confronti, non si pione il problema di capirlo, di comprenderlo, и soltanto pronta a fare prediche non calandosi mai nei panni del ragazzo. Anche gli amici o sono uniformati al “gruppo” e quindi superficiali e falsi o, come lui, vivono il senso dell’angoscia e della solitudine. In tutto questo grigiore, l’unico rifugio и per Alex l’amore. Il sentimento che prova per Aidi riesce a rasserenarlo, ad appagarlo, a farlo sentire libero, finalmente uscito dal tempo e dal “libro”. Soltanto con lei prova l’inebriante gioia di godere di ogni piccola cosa: dall’aria che respira, ai paesaggi collinari, ad un banale giro in moto e soltanto con lei ha la certezza di poter aprire il suo cuore e poter esprimere le sue idee su ogni argomento

senza nessun tipo di condizionamento.
L’ultimo personaggio preso in esame и il gabbiano
Jonathan Livingstone. Anche quest’uccello agisce fuori delle righe, preoccupandosi piщ di seguire il suo istinto di libertа che le monotone regole dello “Stormo”. Egli perт, non si lascia andare ad atteggiamenti depressivi e pessimistici, ma con la sua forza di volontа cerca di incidere nella realtа, tentando di modificarla. Il nostro gabbiano, non и un uccello come tanti, per lui и senza senso vivere soltanto per mangiare, non si accontenta di imparare le nozioni elementari di volo, ma sente la necessitа di librarsi nel cielo, perchй soltanto cosм puт provare l’ebbrezza della libertа e del sapere. Lo “Stormo” non solo non riesce a comprendere le sue esigenze, ma addirittura si dimostra ostile nei suoi confronti, esiliandolo e considerandolo un “reietto”. Ma Jonathan Livingstone non si lascia scoraggiare, non si uniforma al gruppo, accetta la solitudine e l’esilio pur di raggiungere il suo

scopo. Grazie alla sua determinazione riesce ad imparare tecniche di volo sempre piщ sofisticate e
ciт lo rende felice e gli fa comprendere sempre di piщ il vero senso della vita. Per lui l’importante и sollevarsi dalle tenebre dell’ignoranza, accorgersi di essere una creatura intelligente ed abile: esser cioи veramente libero. E questo suo messaggio egli tenta di comunicarlo anche agli altri uccelli, ma lo “Stormo” и talmente preso ad arrabattarsi per un tozzo di pane e una sardella da non vedere al di lа del proprio becco, incapaci di aspirare a gioie superiori, soggiogati dalle stupide leggi del “gruppo”. Ma il coraggio e la voglia di libertа del nostro gabbiano sono talmente grandi che egli non si lascia abbattere e addirittura non sente il peso del prezzo che deve pagare, cioи la solitudine e l’esilio. Egli nei suoi continui studi e allenamenti comprende che per sentirsi veramente liberi bisogna smettere di considerarsi prigionieri di un corpo, limitati, ma bisogna sapere che

l’importante и riuscire a vivere, grazie al pensiero, privi di ogni limitazione di spazio e di tempo. Soltanto cosм и possibile arrivare ovunque ed и proprio questa la vera libertа dell’individuo. Soltanto cosм и possibile arrivare a capire il segreto della bontа, dell’amicizia e dell’amore. Grazie alla sua determinazione Jonathan passa da allievo ad istruttore e diventa per gli altri gabbiani una guida spirituale. Insegna infatti agli altri uccelli non solo volare in modo sempre piщ perfezionato ma anche a perseguire la bontа, l’amicizia, il perdono e la libertа. Con il suo modo di agire Jonathan riesce ad incidere nella realtа sociale e modificarla. Infatti, pian piano, diventa un modello da seguire per arrivare alla piщ alta forma di libertа: la perfezione. Gli altri gabbiani comprendono il suo messaggio e recepiscono che ribellarsi allo “Stormo” per ottenere cose giuste non и sbagliato. Il nostro uccello fa capire che la vera libertа и quella di svincolarsi da ogni

“Stormo”, di vedere al di la del proprio becco e di ricercare entro se stessi la perfezione intesa come consapevolezza, conoscenza, bontа ed amore, seguendo i propri istinti, la propria legge interiore
nonostante i pregiudizi degli altri.
Dall’ analisi dei tre protagonisti possiamo dunque affermare che mentre Holden ed Alex comprendono le brutture della societа e si lasciano andare ad atteggiamenti pessimistici e depressivi, Jonathan ha un atteggiamento piщ positivo, non si lascia condizionare dal “gruppo”, non arriva a compromessi, ma si impegna, studia con determinazione, riuscendo ad incidere sullo “Stormo” stesso modificando, per lo meno in parte, il suo modo di vivere.
I tre romanzi “Il giovane Holden”, ”Jack Frusciante uscito dal gruppo ”e” Il gabbiano Jonathan Livingstone” anche se scritti in tempi e stili diversi ci propongono lo stesso tema: il desiderio di evolversi e di raggiungere la libertа

dello spirito. Questo argomento и sempre attuale perchй anche nella societа moderna, soprattutto da parte degli adolescenti, и molto sentito il problema della libertа di essere se stessi. Questa и una delle problematiche che assillano i ragazzi di tutti i tempi. Nell’infanzia siamo portati a credere in tutto ciт che ci viene detto, pensiamo che il mondo sia pulito e che tutti abbiamo la possibilitа di esprimere la nostra personalitа al meglio. crescendo, pian piano cominciamo a vedere tutte le brutture della societа da cui, fino ad allora, genitori e maestri ci avevano protetto. Ci sorgono quindi dubbi, vacilliamo e spesso non riusciamo ad accettare la realtа. Ci rendiamo conto che nella vita bisogna giungere a compromessi e a sottostare alle regole del “Gruppo”, anche se ciт non ci piace. Tutto ci sembra piщ brutto di quello che и, il senso della vita ci sfugge, alle volte pensiamo al significato della morte e ci poniamo delle domande sulla nostra esistenza. Purtroppo a

questi misteri non c’и spiegazione nй logica nй scientifica per cui i dubbi ci assalgono e ci sentiamo sempre piщ “disgustati” di fronte ad una societа di adulti caratterizzata da autocoscienza e da ,compromessi, Nel leggere questi libri io mi sono identificata un po' in tutti e tre i personaggi. A volte reagisco come Holden e Alex, cioи vedo la vita negativamente, mi deprimo mi scoraggio. Mi capita di avere tanta paura di me stessa da non aver il coraggio di guardarmi in faccia, ma purtroppo prima o poi bisogna che lo faccia, perchй non posso eludere i miei doveri. Ritengo che sia necessario affrontare le difficoltа della vita senza arrendersi e senza arrivare a punti di esasperazione in quanto sono queste le cose che mi aiuteranno a crescere e a raggiungere quella libertа interiore a cui tanto aspiro. Allora mi identifico nel gabbiano di Jonathan Livingstone che agisce con chiarezza e determinazione. Anch’io vorrei cambiare in qualche modo questa

societа ipocrita e piena di compromessi ma non so se ho la stessa intelligenza e soprattutto la stessa forza di volontа del nostro personaggio. Nel mio piccolo cerco di far capire agli altri ciт che и importante per me cioи l’amicizia, l’onestа, l’amore....ma non so se ho il carisma per poter incidere sugli altri modificandone i comportamenti.

Esempio



  



Come usare