Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale
Download:346
Data:04.01.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
jack-frusciante-e-uscito-gruppo_4.zip (Dimensione: 5.69 Kb)
trucheck.it_jack-frusciante-+     25 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

JACK FRUSCIANTE E’ UsCITO DAL GRUPPO
ORIENTARSI SU UN TESTO
A) Nota biografica e bibliografica
Enrico Brizzi è nato a Nizza nel novembre 1974. Vive a Bologna dove studia Scienze della Comunicazione. Ha scritto il suo primo racconto (tuttora inedito) a sedici anni e a venti ha ottenuto uno straordinario successo con Jack Frusciante è uscito dal gruppo, finalista al premio Campiello. Dal romanzo lo stesso autore ha ricavato la sceneggiatura per il film omonimo. Ha scritto inoltre Bastone e Tre ragazzi immaginari.
B) Titolo dell’opera; anno e luogo della prima pubblicazione
Il titolo de libro è “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” e fa riferimento a una pagina in cui si racconta che Jack Frusciante, il chitarrista del complesso rock Red Hot Chili Peppers, si è ritirato dal gruppo nel momento di maggiore successo; questo fa riflettere Alex (un appassionato di musica) che non capisce il perché di questa scelta.
Il libro è stato pubblicato per la prima volta nel 1994 ad Ancona.

ANALISI DEL TESTO
A) I personaggi
I protagonisti di questo libro sono due: Alex e Adelaide.
Alex ha diciassette anni e frequenta il liceo ginnasio “Caimani” di Bologna. È un adolescente piuttosto normale, con le passioni e i sogni tipici della sua età, e come la maggior parte dei suoi coetanei si innamora. Egli vorrebbe vivere il rapporto con Aidi, una sua compagna di scuola, come un vera storia d’amore, ma lei, che sa di dover partire, mantiene le distanze trattenendo il loro legame su un piano di amicizia profonda e niente di più.
Ci sono poi altri personaggi di secondo piano come “Il Cancelliere” (padre di Alex), “La Mutter” (madre di Alex) e Martino (amico di Alex).
B) L’ambiente
La vicenda è ambientata ai giorni nostri a Bologna.
C) analisi del punto di vista della narrazione
Il narratore è onnisciente, infatti nel libro si possono trovare dei suoi commenti.
Alex viene si presentato da un narratore esterno, ma che “Dall’archivio magnetico di Alex D.” diventa narratore interno di secondo grado.
D) Analisi della narrazione
In questo libro non vi sono molte descrizioni degli ambienti, ma l’autore è molto attento nel rappresentare la condizione giovanile.

E) La trama
La vicenda è ambientata a Bologna.
Vi si racconta un anno di vita di un ragazzo, “il vecchio” Alex, un giovane di diciassette anni che frequenta il liceo ginnasio “Caimani” di Bologna; Alex è un ragazzo a cui piace la musica, tanto che canta in un complesso rock, ma non riesce ad accettare i compromessi che la società d’oggi gli impone.
Egli conoscerà Adelaide, sua coetanea e compagna di studi, la quale dovrà passare un anno negli Stati Uniti e perciò non è molto disponibile ad iniziare un rapporto impegnativo. Aidi cambierà veramente Alex, il quale si innamorerà pazzamente e cercherà in qualsiasi modo di conquistarla ma sarà un amore speciale senza baci e senza sesso, ma con molto più affetto di quanto si possa pensare.
I due si lasceranno e dopo rivedendosi si rimetteranno insieme, ma la felicità sarà turbata da un fatto gravissimo: Martino, il più caro amico di Alex, morirà di droga. Il protagonista proverà allora un profondo dolore, perché Martino non potrà più ritornare e ciò renderà la sua vita tremenda: è terribile non vederlo più tutte le mattine, è agghiacciante non potere più sentire la sua voce cantare.
Prima che Aidi parta per l’America passa con Alex l’ultima notte e neanche in questa occasione, i due riusciranno a scambiarsi un vero bacio d’amore.
RICERCA DEI SIGNIFICATI SECONDARI
Il romanzo tratta dello strano amore che coinvolge i protagonisti, della visione della società che hanno i due giovani (soprattutto Alex) e quindi fa riflettere sui modelli di comportamento.
Nel libro vengono descritti in chiave ironica i travagliati rapporti tra genitori e figli, incomprensioni che sempre ci sono state e sempre ci saranno.
COMMENTO PERSONALE
Una frase che mi ha fatto riflettere leggendo questo libro è la domanda che Alex si pone: “Bisogna continuare a studiare per ottenere la felicità in futuro o è meglio cogliere tutte le occasioni che si presentano al momento?”. Beh, non sono ancora riuscito a darmi una risposta.
Consiglio la lettura soprattutto ai ragazzi della mia età perché racconta esperienze di vita che tutti noi giovani possiamo vivere di giorno in giorno ed è inoltre un racconto allegro e spensierato, scritto con un linguaggio che tutti gli adolescenti conoscono bene, quindi si legge abbastanza alla svelta senza presentare grosse difficoltà.
Lo considero un libro anche per adulti perché vede la gioventù di questa società con gli occhi dei ragazzi, in modo semplice e chiaro, senza giri di parole.

Esempio



  



Come usare