Il segno dei quattro

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale
Download:749
Data:23.04.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
segno-quattro_2.zip (Dimensione: 5.73 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-segno-dei-quattro.doc     29 Kb



Testo

Elisa Merletti 14/03/01
Classe 1^ sez. B
‘Uno studio in rosso’
di Sir Arthur Conan Doyle

Il libro, scritto da A. Conan Doyle nel 1887, inizia con la descrizione della vita di John Watson e con il suo incontro con Sherlock Homes.Durante la loro convivenza Watson è incuriosito dal lavoro del coinquilino che non ha ancora capito quale sia.Un giorno il generale legge sul giornale un articolo sulla ‘scienza della deduzione’ scritto da Sherlock Homes e, su tale argomento, iniziano a discutere. Homes è, infatti, un investigatore privato dalle caratteristiche un po’ bizzarre, è informatissimo su tutti i casi criminali della storia, sui diversi tipi di terreni, conosce in modo preciso la chimica, la fisica e l’anatomia umana, ma è del tutto ignorante sull’astronomia e sulla letteratura che lui ritiene inutili per il suo lavoro. Holmes è attento ad ogni singolo particolare d’ogni fatto che accade.
Un giorno si scopre di un assassinio a Brixton Street –quartiere londinese- e Holmes, spronato da Watson, decide di aiutare i due poliziotti di Scotland Yard, Lestrade e Gregson, per trovare l’assassino. Inizia qui il racconto delle indagini alternato da Flash Back in cui si parla delle varie testimonianze e delle ipotesi dell’assassinio. Holmes dimostra subito la sua ‘scienza della deduzione analitica’ non tralasciando nessun particolare e non si lascia ingannare neanche dal tranello posto dall’assassino per sviare le indagini scrivendo sul muro la parola tedesca RACHE, che il dectetive capisce subito che non è stata scritta da mano tedesca .L’uomo trovato morto è Enoch Drebber che non è stato ucciso con delle armi ma, molto probabilmente, avvelenato; un fatto importante è anche il ritrovamento di una fede nuziale femminile sul corpo dell’uomo lasciata cadere dall’assassino che poi ritorna a cercarla ma si deve fingere ubriaco perché il delitto è stato ormai scoperto. Watson e Holmes iniziano così le loro indagini, con numerosi colpi di scena come l’assassinio del presunto assassino (secondo i poliziotti di Scotland Yard) Joseph Stangerson e dell’inseguimento del reale assassino che poi riesce a scappare.Il finale della prima parte è quindi segnato dall’arresto di Jefferson Hope, assassino di Drebber e di Stangerson.
Nei primi capitoli della seconda parte sembra che il libro sia un altro, infatti, qui inizia un Flash Back di circa vent’anni prima che narra le avventure di Jefferson Hope con la bella Lucy che poi dovrà unirsi in matrimonio con Drebber dove morirà dalla disperazione; J. Hope decide di vendicare la sua amata uccidendo i due, ma alla fine, anche se arrestato, morirà contento per essersi vendicato e per riabbracciare la sua bella nell’aldilà.Homes è quindi un personaggio singolare appunto per la sua ‘scienza della deduzione’ che lo ha portato, e lo porterà, a numerosi successi.Gli altri personaggi principali sono:
• Il dottor John H. Watson: ha svolto il suo mestiere nell’esercito britannico durante una guerra in Oriente e, a causa di una ferita ad un braccio e seguenti malattie, è dovuto tornare a Londra per riposarsi. Ha così conosciuto Holmes ed insieme vivono in un appartamento. E’ abbastanza alto e non molto magro.
• Jefferson Hope: è l’assassino. Agisce in questo modo non per pazzia, ma per vendicare la morte, accaduta venti anni prima, della sua ragazza e del suo padre adottivo, causata da Enoch J. Drebber e Joseph Stangerson, le due vittime. E’ un uomo alto e robusto, con una grave malattia cardiaca che gli impedisce di arrivare al giorno della sentenza.
• Drebber e Stangerson: sono uomini meschini, vili e cattivi. Venti anni prima avevano massacrato il padre di Lucy (la ragazza dell’ assassino) e avevano ucciso la giovane costringendola a sposare uno dei due . Erano mormoni.
• Lucy: si era innamorata di Hope. Era alta bella e simpatica. Pur essendo fuggita dal gruppo di “fanatici religiosi”(I mormoni) con il suo ragazzo e il padre, viene catturata e costretta a scegliere fra le due vittime per poi sposare il prescelto. Muore così di disperazione e d’odio nei confronti del marito.
• Gli agenti Lastrade e Gregson fanno parte degli investigatori di Scotland Yard, sono abbastanza bravi e si litigano sempre quando portano avanti un caso ma, purtroppo, non adottano il sistema infallibile della deduzione di Holmes…

IL ROMANZO GIALLO
Da quel che ho potuto capire di solito il romanzo giallo o poliziesco è caratterizzato da alcuni topos letterari;sicuramente ogni testo giallo è caratterizzato dalla scoperta di un delitto e in ogni caso c’è sempre un caso da risolvere; spesso poi vi è l’utilizzo della tecnica del FORESHADOWING,infatti, spesso vengono lasciati indizi per far capire anche al lettore l’assassino e per riuscire a seguire le indagini del dectetive, in poche parole per permettere al lettore di ‘immergersi’ nel racconto.Il dectetive (in questo caso Sherlock Homes) che spesso è il protagonista della storia perché è lui che riesce a ricostruire nel modo corretto com’è potuto accadere e riesce a ritrovare l’assassino, punto-chiave dei romanzi polizieschi.Questi dectetive sono spessi affiancati da aiutanti (in questo libro, il generale Watson e dei ragazzi di strada) che lo aiutano, spiando e fingendo, ad arrivare all’assassino.Il luogo in cui si svolgono i fatti sono di solito le città perché caotiche, instancabili e multietniche, basti pensare a Londra, luogo in cui si svolgono le vicende del libro.

Esempio



  



Come usare