Il giovane Holden

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

2.5 (2)
Download:549
Data:19.10.2000
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
giovane-holden_2.zip (Dimensione: 11.77 Kb)
trucheck.it_il-giovane-holden.doc     79.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

David Bortolusso Classe 3° ELI B Udine, 28/07/1999
SCHEDA LIBRO DI “IL GIOVANE HOLDEN”
Titolo del testo: “Il giovane Holden” (titolo originale inglese “The Catcher in the Rye”).
Nome dello scrittore: J.D. Salinger.
Casa editrice: Einaudi.
Anno di pubblicazione: 1999, prima pubblicazione 1951.
Genere letterario: Racconto.
Tema centrale del libro: il ritorno a casa di Holden Cauldfield, dopo essere stato mandato via dalla scuola, e gli incontri che fa durante il viaggio, che gli fanno pensare alle esperienze passate e alla sua visione molto negativa della vita.
Protagonista e personaggi secondari: Holden Cauldfield è un ragazzo di 16 anni, è alto 1.89 e ha i capelli grigi. Si dimostra più vecchio della sua età, anche se ogni tanto si comporta come un bambino. E’ un giovane apatico, che odia i film e ama molto ballare e leggere; ha pochi amici, anche perché ha già cambiato quattro scuole; viene bocciato anche all’Istituto Pencey, dove su 5 materie viene promosso solo in Inglese, l’unica materia che gli piace. E’ il manager della squadra di scherma, ma prima di una gara a New York perde l’attrezzatura e così attira su di sé il rancore dei compagni. E’ molto geloso, infatti fa scoppiare una rossa dopo che Stradlater è uscito con la sua vecchia amica Jane, ed è anche un perfetto bugiardo: molto spesso, quando non sa cosa dire, si ritrova a raccontare menzogne che però sono sempre molto realistiche. E’ un vigliacco, infatti piuttosto di battersi preferisce subire gli abusi degli altri, come viene ad esempio con il lift e la prostituta. Non gli piace nulla della sua vita, non ha ricordi belli, e per questo vorrebbe scappare ed incominciare a stare da solo.
D.B. è il fratello maggiore di Holden. Si è trasferito a Hollywood dove si è arricchito scrivendo racconti.
Il signor Spencer, professore di storia di Holden, lo invita a casa sua per poterlo salutare prima della sua partenza. Influenzato, lo accoglie in pigiama e il suo comportamento non piace a Holden: è dispiaciuto di aver bocciato il ragazzo, ma con lui è molto sarcastico e gli rinfaccia spesso di non aver mai studiato la sua materia.
Ward Stradlater è il compagno di stanza di Holden; è alto e forte, ma molto presuntuoso: crede di essere il ragazzo più bello del mondo, e per questo pensa che chiunque sia sempre disposto ad aiutarlo. Al protagonista piace il suo senso dell’umorismo, ma incomincia ad odiarlo quando scopre che ha un appuntamento con Jane Gallagher, una sua vecchia amica.
Robert Ackley è un vicino di stanza di Holden; è un ragazzo speciale, ficcanaso e bifolco ma molto religioso. Ha 18 anni e il brutto vizio di toccare tutto ciò che trova nella stanza del protagonista, che lo prende in giro chiamandolo “pivello”: in questo modo si arrabbia e smette fare l’invadente e non perde l’occasione di ricordargli che lui è il più grande dei due.
Jane Gallagher è la ragazza con cui esce Stradlater. E’ una vecchia amica di Holden, che di lei ricorda soprattutto il modo particolare di giocare a dama. Il ragazzo l’aveva conosciuta molto bene: era una ragazza non molto bella, ma a cui piaceva leggere e che si entusiasmava facilmente, comportamento che piaceva molto al protagonista.
Allie Cauldfield è il fratello minore di Holden, morto di leucemia quando la sua famiglia stava ancora nel Maine. Più piccolo del protagonista di due anni, era molto intelligente e simpatico. Il giorno della sua morte Holden spacca tutte le finestre del garage, rompendosi la mano, e dorme nell’autorimessa.
Phoebe Cauldfield è la sorella minore di Holden. Ha 10 anni, ha i capelli rossi, è carina ed intelligente, ma anche molto emotiva. Le piace molto scrivere racconti, come il fratello maggiore D.B. . Vuole molto bene al protagonista, tanto che vorrebbe scappare da casa con lui, e si arrabbia quando lui le dice che non la vuole con sé, assicurando che sarebbe rimasto lì con lei.
Le tre ragazze che Holden incontra nel Night Club sono piuttosto brutte e stupide, ma il protagonista le convince a ballare nonostante loro siano lì solo per cercare personaggi famosi.
Sally Hayes è una vecchia amica di Holden, che il ragazzo invita a teatro. Sapendo che lei è un’appassionata di quel genere di spettacoli, e soprattutto ama il gruppo che recita in una commedia, egli la porta a vedere proprio quella rappresentazione. Secondo il protagonista ella è molto bella e può sembrare intelligente, anche se il suo unico interesse è il teatro.
Carl Luce è un vecchio compagno di stanza di Holden: più vecchio di lui di tre anni, il protagonista lo ha sempre ritenuto un ragazzo molto intelligente, anche se la sua compagnia non lo aiuta a superare i suoi problemi.
Il professor Antolini è un insegnante di Holden, poco più vecchio di D.B., con cui il ragazzo aveva sempre mantenuto un contatto e che lo aveva sempre aiutato nei momenti di difficoltà; lo accoglie a casa sua e cerca di consigliarlo, dicendogli di aspettarsi una scelta difficile da fare, invitandolo a rimanere lì per la notte. Mentre il ragazzo è addormentato egli gli accarezza la testa, confondendo e spaventando il ragazzo, che per questo scappa.
Tempo e luogo della narrazione: la vicenda si svolge principalmente a New York, anche se inizialmente la storia è ambientata nell’Istituto Pencey, che si dovrebbe trovare vicino alla città. La narrazione comprende un periodo di qualche giorno, durante il dicembre di un anno tra il 1947 e il 1948. La storia è un lungo flash-back, perché il protagonista racconta ciò che gli è successo un anno prima.
Sintesi della trama: Holden si trova sulla collina vicina allo stadio della sua scuola, dove si stava giocando una partita di football che tutti ritenevano la più importante dell’anno. Lui non si trova con gli altri del pubblico perché non ne ha voglia e perché è appena ritornato da New York. Partito con la squadra di scherma, di cui è il manager, aveva perso l’attrezzatura sulla metropolitana e così avevano fatto ritorno prima del previsto. Ad un tratto si ricorda che il professor Spencer lo aveva invitato a casa sua per poterlo salutare prima della partenza, così si reca da lui correndo giù dalla collina. Entrato in casa del professore, che è ancora influenzato, viene fatto accomodare su un letto molto scomodo ed è costretto a subire, oltre all’odore di medicine che riempiva la stanza, i rimproveri del professore: era stato bocciato in quattro materie e così doveva ritornare a casa. Congedatosi con una scusa inventata, Holden ritorna alla scuola e, entrato in camera, incomincia a leggere un libro che aveva già iniziato; dopo poco è costretto a terminare la lettura, perché lo ha raggiunto Robert Ackley, un suo vicino di stanza, che aveva incominciato a curiosare in camera sua: il protagonista cerca di farlo andare via, ma il ragazzo se ne va solo quando rientra anche Ward Stradlater, il compagno di stanza di Holden, perché non gli è molto simpatico. Egli è ritornato prima della fine della partita perché deve uscire con una ragazza: il protagonista, curioso, cerca di scoprire chi è la fortunata che sarebbe uscita con il suo amico, ma quando viene a sapere che si tratta si Jane Gallagher, una ragazza che aveva conosciuto due anni prima e a cui voleva molto bene, incomincia ad odiare il suo compagno, perché si immagina cosa le avrebbe potuto fare. Così decide di aspettare il suo ritorno e, dopo una breve discussione, prova a dargli un pugno ma invano, ricevendone invece uno in pieno volto; cerca conforto discutendo con Ackley, ma capisce che avrebbe fatto meglio ad andarsene subito, senza aspettare che passasse qualche giorno, così prepara le valigie e prende il primo treno per New York, dove abita la sua famiglia. Dato che ha ancora un po’ di soldi, decide di non recarsi subito a casa, preferendo che i suoi genitori ricevano la notizia della sua bocciatura e si calmino. Si fa accompagnare così in un hotel e, a tarda sera, raggiunge il night club presente al piano terra dell’albergo; qui incontra tre ragazze piuttosto brutte e stupide, che erano arrivate a New York solo per vedere personaggi famosi, e le convince a ballare, anche se solo una di esse era veramente brava. Dopo che le donne se ne sono andate Holden, che non è ancora stanco, decide di andare da Ernie, un locale molto importante che frequentava qualche tempo prima. Dopo aver bevuto qualche bicchiere di soda ed aver incontrato un’amica di suo fratello D.B., ritorna a piedi al suo hotel. Sull’ascensore che prende per raggiungere la sua stanza, incontra Maurice, il lift, che gli propone un incontro con una prostituta. Holden accetta ma, quando la ragazza arriva nella sua camera, egli non si sente in vena e così la manda via, pagandola lo stesso. Qualche tempo dopo, però, Maurice e la donna ritornano da lui, pretendendo altri soldi: il ragazzo si rifiuta, ma alla fine i due prendono i soldi e il lift lo colpisce con un pugno al ventre.
Il giorno dopo decide di chiamare Sally Hayes, una ragazza di New York che aveva conosciuto qualche anno prima, per invitarla a teatro. Per trascorrere il tempo che mancava al suo appuntamento, Holden si reca alla stazione, dove incontra due suore giunte in città per insegnare, e con loro si intrattiene a discutere delle opere di letteratura che avevano trattato durante le lezioni di Inglese. Sally arriva al punto prestabilito con qualche minuto di ritardo, così i due devono sbrigarsi per arrivare al teatro prima dell’inizio della commedia che avevano deciso di andare a vedere. A Holden non piace andare a vedere quel genere di rappresentazioni e soprattutto non sopporta le persone che durante gli intervalli ostentano le loro conoscenze teatrali. Sally incontra, nel corso di una pausa, un vecchio amico che non vedeva da tempo e con lui si ferma a parlare di tutti i posti che avevano visto insieme, della persone che conoscevano… Anche questo comportamento non piace molto al protagonista, che però cerca di non farlo capire alla ragazza. Ella, alla fine dello spettacolo, lo convince ad andare a pattinare, ma dopo aver capito di essere troppo scarsi per continuare, si fermano al bar lì vicino: qui Holden esprime tutti i suoi sentimenti alla ragazza, chiedendole di scappare con lui; ricevendo una risposta negativa il ragazzo le dice che la odia, e così è costretto ad andarsene da solo. Invita un suo vecchio amico, Carl Luce, a bere qualcosa, per poter sfogarsi con qualcuno, ma non trova il conforto che cercava, così decide di tornare a casa. Entra in casa cercando di fare meno rumore possibile, per non svegliare i genitori, e si dirige verso la stanza di D.B., dove sa di trovare sua sorella Phoebe. Svegliata la bambina, le racconta quello che è successo e quello che vuole fare, scatenando l’ira della piccola. Holden telefona al professor Antolini, che gli dice di andare a casa sua, dove il ragazzo si reca subito dopo il ritorno dei suoi genitori. Anche al professore spiega ciò che gli è accaduto, e l’uomo gli dà dei consigli. Invitandolo a rimanere lì per la notte. Holden si addormenta subito dopo aver preparato il divano dove avrebbe dormito, ma viene svegliato dalla mano del professore che gli accarezzava la testa. Confuso e spaventato, il ragazzo scappa da quella casa e raggiunge la stazione, dove pensa di dormire il più possibile.
La mattina seguente, convinto di partire, lascia un biglietto per sua sorella alla scuola. La bambina lo raggiunge come stabilito all’ora di pranzo, ma con sé porta una valigia, intenzionata a partire con il fratello. Questo fatto convince il ragazzo a rimanere a casa con la sorella.
Alla fine del suo racconto Holden spiega che è stato da uno psicanalista e che, assieme a lui, tutti continuano a fargli continuamente delle domande; non è contento di aver raccontato la sua storia, perché ora sente la mancanza di tutte le persone che ha nominato, ma la sua vita continuerà ed ha settembre dovrà ritornare a scuola.
Opinioni e giudizio personale: il libro mi è piaciuto molto, perché la storia è originale e il linguaggio semplice invoglia il lettore a continuare la lettura. Il racconto può piacere a tutti i ragazzi della mia età perché ciò che accade al giovane Holden, negli anni ’50, potrebbe succedere anche a loro, ai giorni nostri.

Esempio



  



Come usare