Il giovane Holden

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

2.5 (2)
Download:1141
Data:24.04.2000
Numero di pagine:12
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
giovane-holden_19.zip (Dimensione: 14.98 Kb)
trucheck.it_il-giovane-holden.doc     52 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

LA TRAMA
L’eroe e il narratore del romanzo, “Il giovane Holden”, и un ragazzo di 16 anni che viene “sbattuto fuori” per scarso rendimento scolastico dall’istituto Pencey, una scuola di Agestown in Penslyvania. Prima di abbandonare il collegio, il ragazzo ci racconta gli avvenimenti di quella giornata: l’incontro con l’insegnante di storia, i suoi compagni di studi con le loro complicitа, le loro opinioni e avventure condivise, le gelosie, le liti ecc.... . Si sente triste, solo e insoddisfatto, ricorda la morte del fratellino Allie, ed и pieno di rimorso per la delusione che darа ai suoi genitori dal momento che и stato mandato via da ben quattro scuole. Uscito di notte dall’Istituto, tra la neve e il gelo si avvia alla stazione per prendere un treno per New York e trattenersi lм un paio di giorni prima di tornare a casa. Arrivato in cittа, prende una camera in un albergo non troppo raccomandabile. Lм vive una brutta avventura con una prostituta e il suo protettore, da cui viene truffato e picchiato. Sempre piщ triste e solo, decide di telefonare ad un amica con cui aveva “filato” qualche tempo prima: Sallie. Con lei cerca di sfogarsi, esprimendole tutte le sue insoddisfazioni e confidandole tutte le sue aspirazioni, ma la ragazza non lo comprende per cui, dopo una lite, i due si lasciano ed Holden si trova nuovamente solo con i suoi dubbi e le sue paure. Successivamente incontra Carl Luce, un suo compagno di studi di Whooton con cui trascorre qualche ora e scambia qualche idea. Anche con lui non trova alcuna soddisfazione, in quanto l’amico lo tratta da immaturo e gli consiglia addirittura di farsi psicanalizzare. Ancora piщ depresso e “schifato” dalla vita si ubriaca, piange e teme addirittura di morire. Avverte perт un dolore straziante al pensiero del dispiacere che proverebbe la madre, che ha giа perso un figlio e alla disperazione della sorellina Phoebe. Decide quindi di vedere quest’ultima per cui, furtivo come un ladro, entra in casa sua e si dirige verso la camera della piccola. La sveglia e si confida con lei. Phoebe и l’umica che riesce a comprenderlo ed и proprio a lei che Holden confida il suo sogno, cioи di essere “l’acchiappatore nella segale”. come nella poesia che ha letto il protagonista desidera trovarsi in un grande campo di segale dove giocano numerosi fanciulli e lui, sul bordo di un dirupo “pazzesco” controlla i ragazzini prendendo al volo tutti quelli che stanno per cadere. All’arrivo dei genitori si nasconde e poi fugge. Trova quindi ospitalitа nella casa del professore Antolini, ma anche con lui, dopo un primo momento positivo, vive una situazione imbarazzante, per cui abbandona anche questa casa e finisce di trascorrere la notte alla stazione centrale. Dopo aver scritto una lettera alla sorellina in cui le comunica la sua decisione di andar via di casa, la incontra al museo. E’ proprio lei che induce Holden alla ragione e lo persuade a rimanere. Nell’ultimo capitolo Holden ci parla da un sanatorio in cui и ricoverato per TBC e ci comunica che и aiutato da uno psicanalista e che in autunno tornerа a scuola.

COMMENTO
Ho letto con molto entusiasmo “Il giovane Holden” in quanto l’ho trovato, nonostante scritto negli anni cinquanta, molto attuale, probabilmente perchй le problematiche che propone sono quelle della crisi dell’etа adolescenziale, che toccano tutti i ragazzi di tutti i tempi. Nell’infanzia crediamo a tutto ciт che ci viene detto, adoriamo i genitori e i maestri senza mai metterli in discussione. Pensiamo che siano dei modelli perfetti in quanto ci insegnano tutti i valori della vita: l’onestа, la bontа.... Crescendo, pian piano cominciamo a vedere i loro difetti e tutte le brutture del mondo da cui ci avevano protetto. Allora ci sorgono dei dubbi, vacilliamo e spesso non riusciamo ad accettare la realtа. Ci rendiamo conto che nella vita bisogna spesso giungere a compromessi, anche se ciт non ci piace. Tutto ci sembra piщ brutto di come и, il senso della vita ci sfugge, alle volte pensiamo alla morte e ci poniamo delle domande sul significato della nostra esistenza e dell’umanitа in generale. Purtroppo, a questi misteri non c’и spiegazione ne logica ne scientifica per cui i dubbi ci assalgono e quindi andiamo in crisi. Il giovane Holden, come molti adolescenti, и un puro e ha degli ideali e delle aspirazioni molto nobili. Egli sogna di “diventare il catturatore nella segale” perchй vorrebbe proteggere i bambini, che egli ritiene innocenti, dai pericoli della vita, per cui nella sua fantasia immagina di trovarsi su un dirupo in un campo di segale dove giocano i fanciulli e lui li trattiene dal cadere giщ. E’ proprio questa immagine simbolica il fulcro del libro, essa ci fa comprendere il sogno di Holden di proteggere i bambini, la loro innocenza e l’integritа del mondo, ma tale sogno inevitabilmente fallisce, perchй si ricade in una societа di adulti caratterizzata da autocoscienza e da compromessi. A tutti capita di avere tanta paura di se stessi da non avere il coraggio di guardarsi in faccia, ma purtroppo prima o poi bisogna farlo, perchй non si possono eludere i nostri doveri. Che ci piaccia o no, bisogna affrontare le difficoltа della vita senza arrendersi e senza arrivare a punti di esasperazione. Sono proprio queste le cose che ci aiutano a crescere e a capire meglio noi stessi. Solo cosм potremo renderci conto di ciт che ci piace, di ciт che siamo e possiamo fare. Una giusta autocritica non puт essere altro che positiva.
Anche lo stile del libro и molto attuale in quanto espresso in un linguaggio parlato non letterario. Leggero e scorrevole, a volte umoristico, a volte angoscioso e ricco di pathos, и un libro molto profondo che ti colpisce e del cui contenuto non ti puoi dimenticare facilmente.
LA LOCALIZZAZIONE SPAZIALE
Il libro “il giovane Holden” di Salinger si localizza nell’ambiente di New York negli anni cinquanta. Tramite la descrizione dei luoghi in cui si muove il ragazzo ci viene illustrata la societа americana del dopoguerra. Inizialmente possiamo vedere il collegio, con le “squallide” camere, le “luride” docce ecc... . Successivamente entriamo nel cuore della cittа di New York con i suoi grattaceli, gli ascensori, gli alberghi, i bar, i ristoranti, i musei, lo zoo ecc.... . Tutto ciт sottolinea che la vita frenetica e l’indifferenza proprie della grande cittа acuiscono il senso di solitudine, ribellione e impotenza.
LA LOCALIZZAZIONE TEMPORALE
Il libro di Salinger и stato pubblicato nel 1951 e quindi possiamo localizzarlo nel periodo storico-culturale dell’America del dopoguerra. Culturalmente ha segnato una svolta nel modo di scrivere in quanto и espresso in un linguaggio parlato, non letterario grazie al quale ha trovato successo soprattutto tra i giovani. Storicamente esprime un periodo ben preciso, quello del dopoguerra Americano in cui ci si avvia alla crescita economica di tale paese. Dalla lettura del libro si comprende che c’и abbastanza lavoro e soprattutto che un titolo di studio и ancora una certezza.
HOLDEN
Holden и un ragazzo di sedici anni, alto un metro e ottantanove, magro come un “chiodo”, con i capelli grigi. E’ un gran fumatore, poco studioso, talvolta bugiardo e sognatore ma intelligente, appassionato alla lettura e molto sensibile. Come tutti gli adolescenti sta attraversando un periodo di profonda crisi esistenziale. Nel raccontare le sue disavventure accadute nei tre giorni trascorsi da solo nella cittа di New York egli mette a nudo tutta la sua anima. E’ un puro, un ragazzo di indole innocente che fa fatica ad integrarsi in un mondo pieno di brutture, meschinitа, cattiverie e compromessi. Quindi spesso, per superare momenti di maggior depressione, si rifugia nell’immaginazione e nella bugia in quanto soltanto in questo modo puт attutire il dolore che la dura realtа riesce a provocare in lui. La sua vita priva di certezze lo rende insicuro ed infelice. Come tutti i ragazzi della sua etа i suoi comportamenti sono spesso contraddittori: alle volte agisce come un adulto e alle volte come un bambino, da una parte и poco studioso e dall’altra и amante della lettura e appassionato di Inglese. Tutti gli aspetti della vita lo mettono in crisi in quanto non и ancora in grado di guardare bene in se stesso. Ha un rapporto conflittuale con il sesso da cui, da una parte viene attratto, afferma infatti che “и un guaio che certe sconcezze siano proprio uno spasso” ma dall’altra ne ha una concezione molto casta, affermando che certe cose dovrebbero essere fatte solo con una persona con cui ci sia un’intesa non solo fisica ma anche intellettiva ed affettiva. Crede in Gesщ ma non in tutto ciт che propone la religione cattolica, per cui anche se in alcuni momenti di estrema sfiducia sente il bisogno di pregare spesso non ci riesce. Insomma non riesce a trovare ne negli amici, ne negli studi, ne negli insegnanti ecc... nulla per cui valga la pena di vivere. L’unica persona in cui veramente crede и sua sorella Phoebe, che rappresenta quel mondo di purezza e d’innocenza a cui lui aspira. Il simbolo della figura del protagonista и in una frase in cui lui si definisce: “il catturatore nel campo di segale”. Egli immagina di trovarsi in un ampio campo di segale sulla cima di un dirupo nel quale giocano frotte di bambini e lui Holden, si trova sulla cima ed acchiappa e trattiene i ragazzini dal cadere giщ. Attraverso questa immagine simbolica si capisce il sogno del protagonista di proteggere l’innocenza e l’integritа del mondo dell’infanzia dalle brutture della vita.
PHOEBE
Phoebe и la sorella di Holden. Ha circa dieci anni, и alta, magra, con un portamento elegante, degli stupendi capelli rossi che d’estate porta cortissimi, lasciando scoperte le piccole orecchie ben fatte e d’inverno lunghissimi, spesso raccolti in splendide trecce. Ha un carattere vivace, vispo e intelligente, scolasticamente и “molto in gamba”, и amante del cinema e della lettura. Sa stare con la gente e, nonostante la tenera etа, и sensibile e piena di buon senso, una persona con la quale и sempre piacevole parlare in quanto capace di ascoltare e comprendere. In certi passi del libro Holden per questa sua saggezza la definisce “la vecchia Phoebe” ma in altri mette in evidenza la sua natura di bambina con le sue ripicche e i suoi giochi. E’ generosa, affettuosa e molto affezionata al fratello per il quale prova un amore profondo. Dopo Holden si puт definire il personaggio piщ significativo del libro, perchй la sua presenze riveste un ruolo di primaria importanza: и infatti grazie a lei che Holden decide di non fuggire e ritornare a casa. Per il fratello lei rappresenta la purezza, l’innocenza cioи tutto quello a cui lui aspira e non riesce a trovare in un mondo dove tutto appare superficiale, meschino e pieno di compromessi. Holden vede lei come uno di quei bambini nell’immenso campo di segale che devono essere acchiappati, cioи salvati, per evitare che cadano nel baratro della vita.
ALLIE
Fra i personaggi del libro ritengo giusto annoverare anche Allie, il fratello di Holden morto di leucemia a solo tredici anni. Anche se non compare fisicamente, dal momento che, come ho giа detto и morto, io lo ritengo un personaggio di primaria importanza nella vita di Holden perchй il giovane prova per lui un amore profondo e sincero. Continuamente pensa a lui, lo stima a tal punto da ritenerlo un genio e ne conserva due cose: una materiale, il guantone di baseball, su cui il bambino aveva scritto una poesia su ogni dito, e una fisica, la propria mano, rimasta inabile per essersela rotta, spaccando tutto ciт che aveva vicino, per la disperazione della sua morte. E’ difficilmente accettabile per tutti perdere una persona cara, ma soprattutto per un’adolescente come Holden non и semplice capire ciт. Il fatto che un ragazzino, simpatico, intelligente e pieno di vita possa essere stroncato da una malattia inguaribile in tenera etа и un avvenimento talmente tragico che, oltre a distruggerti psicologicamente, ti fa sorgere mille dubbi sul senso della vita.
IL PROFESSOR SPENCER
Il professor Spencer ci viene descritto come un vecchio “bacucco” di circa settanta anni, malaticcio e fisicamente malridotto, di carattere onesto e molto sensibile. Non и un professore cattedratico e distaccato dagli alunni, ma una persona ricca di umanitа e molto disponibile. Professionalmente severo e giusto, si preoccupa non solo della preparazione didattica del giovane Holden ma anche di ciт che pensa e di quello che sarа il suo futuro. Cerca infatti di comprendere le motivazioni dei suoi insuccessi scolastici e tenta, anche se invano, di aiutarlo, esortandolo a prendere in piщ seria considerazione i suoi studi al fine di non trovarsi in difficoltа e pieno di rimorsi nella sua vita da adulto.
IL PROFESSOR ANTOLINI
Il professor Antolini и il migliore insegnante che Holden ritiene di aver avuto. E’ un uomo giovane, brillante e sensibile sposato con una donna molto piщ anziana di lui. Aveva colpito Holden per il fatto di aver raccolto e ricoperto con la propria giacca un ragazzo, James Castle, che si era buttato dalla finestra. Nell’incontro con il protagonista ci appare una persona piuttosto profonda, capace di comprendere molto bene l’animo dei giovani. Si rende conto infatti del baratro in cui и caduto Holden e lo esorta a riflettere. Gli dice infatti di guardare bene in se stesso per capire ciт che gli piace e ciт che non li piace. Soltanto in questo modo potrа imparare a conoscere “le sue vere misure e a vestire la propria mente”. Holden ha del professore un giudizio ottimo, ma alla fine scopre in lui un lato poco piacevole, cioи che и un omosessuale. Ciт lo atterrisce, per cui sia allontana immediatamente dalla sua casa.
WARD STRADLATER
Ward Stradlater и il compagno di stanza di Holden nell’Istituto Pencey. E’ un ragazzo fisicamente molto attraente: alto, robusto, affascinante, sicuro di sй, donnaiolo. Consapevole del suo bell’aspetto, dedica molto tempo alla cura del suo corpo, impeccabile all’apparenza, и molto trascurato con i propri oggetti. Stradlater rappresenta il tipico ragazzo americano benestante degli anni cinquanta piщ preoccupato dell’apparire che dell’essere, che a volte si mostra borioso ed egoista, a volte generoso e pieno di slancio. E’ insensibile nei confronti di Holden in quanto non si sofferma ad aiutarlo e comprenderlo, ma fino all’ultimo tenta di sfruttarlo proponendo a lui, bocciato, di eseguirgli un tema d’inglese, l’unica materia per cui il compagno mostra attitudine.
ROBERT ACKLY
Ackly и il ragazzo che occupa la stanza vicino a quella di Holden nel collegio di Pencey. E’ un tipo molto lato con la “schiena rotonda”, certi denti da “farti venire il voltastomaco” ed il viso pieno di brufoli. Anche per quanto riguarda il carattere l’autore mette l’accento piщ sui suoi difetti che non sui suoi pregi. Appare infatti come un tipo incapace di stabilire dei legami molto confidenziali con i compagni in quanto non puт soffrire quasi nessuno ed alle volte и anche un po’ maligno. Mostra antipatia ed invidia per Stradlater, probabilmente perchй molto piщ estroverso e sicuro di sй. Holden prova per lui sentimenti contrastanti: a volte pena per tutti i suoi difetti e problemi, cioи la sinusite, i brufoli, i denti e le unghie sporche, l’alito cattivo, la voce lagnosa ed il carattere introverso, a volte stima per i suoi atteggiamenti saggi e da gentiluomo, definendolo addirittura un principe.
CARL LUCE
Carl Luce amico e compagno di studi di Holden nel collegio di Whooton a circa diciannove anni. E’ un ragazzo particolare, egocentrico, presuntuoso e molto “fissato con il sesso”. Ha una relazione con una scultrice cinese di circa quaranta anni. Nell’incontro con Holden dimostra di avere poco in comune con lui, infatti non lo capisce e addirittura lo consiglia di rivolgersi ad uno psicanalista per farsi aiutare ad “adattarsi” alla vita e a riconoscere i “propri schemi mentali”.
JANE
Jane и un’amica di Holden, una ragazza particolare che per il giovane rappresenta qualcosa di speciale. Pur non avendo dei lineamenti belli secondo i canoni estetici del tempo, и per lui molto affascinante. La ritiene infatti una persona fuori dell’ordinario: sensibile, seria, intelligente, colta, amante della lettura. Tra di loro si era stabilito un rapporto molto intenso, basato sull’affetto e l’amicizia. Trascorrevano infatti molto tempo insieme, discorrendo, passeggiando, andando al cinema, giocando al golf e a dama. Jane и una delle poche persone stimate da Holden in questo periodo di depressione e di crisi profonda, in quanto riesce a vederla in modo positivo. Appartiene a quel mondo di innocenza a cui lui aspira per cui non puт sopportare l’idea che ella sia uscita con Stradlater e lui possa aver sciupato la sua purezza avendola fatta cadere nel baratro della vita.
SUNNY
Sunny и la prostituta con cui Holden viene in contato in un albergo di New York. E’ una ragazza giovane, probabilmente minorenne, magrolina e con una vocina cosм fievole che sembra un pigolio. Non ha l’aspetto di una prostituta ed и proprio questo, oltre il suo metodo di approccio frettoloso, con l’orologio alla mano, che scoraggia Holden e che lo rende piщ depresso che eccitato. Riesce a gelare il giovane proprio per il suo aspetto normale molto piщ che se fosse stata una di quelle vecchie prostitute, “cavallone”, truccate come maschere. Si rivela inoltre furba e disonesta in quanto tenta di estorcergli, pur non avendo eseguito il proprio lavoro, il doppio della cifra pattuita. Ella appartiene al mondo sudicio e meschino che Holden non riesce ad accettare e comprendere. Il ragazzo, fondamentalmente un puro, и del parere che il sesso, dovrebbe essere concepito soltanto in funzione dell’amore, basato su un’intesa non solo fisica, ma intellettiva ma, purtroppo la curiositа dell’etа lo spinge a prendere contatto con lei anche se poi prevale la sua innocenza.
SALLY HAYES
Sally и un’amica di Holden. Egli ce la descrive come una ragazza molto carina, elegante, affascinante, intelligente, intellettuale, amante della commedia. Ha un flirt con il giovane, ma quando lui le propone di fuggire insieme per andare a vivere in un ambiente incontaminato a contatto con la natura, lei si rivela diversa. La vede quindi integrata in quel mondo che lui non riesce ad accettare, si rende conto che и un tipo tradizionale, amante della vita comoda, disposta ad accettare compromessi che la societа le propone pur di avere una vita agiata. Tra lei ed Holden avviene quindi una discussione ed i due si lasciano in malo modo.
MAURICE
E’ l’addetto dell’ascensore dell’albergo in cui Holden passa le notti a New York. Una persona violenta e poco seria che ricatta e picchia il ragazzo per estorcergli il doppio della cifra pattuita per andare a letto con la prostituta. Sia il suo fisico (“era un pezzo di marcantonio”) che i suoi modi di fare intimoriscono Holden, anche se nonostante tutto si ribella e viene quindi picchiato. Anche questo personaggio rientra in quel tipo d’individui loschi e “schifosi” che un adolescente non inserito ancora nel sistema non puт sopportare. Insieme a Sunny, rappresenta il mondo della prostituzione che, ieri come oggi, и fatto di squallore e violenza.
MARTY - LAVERNE - BERNICE
Marty, Laverne e Bernice sono tre ragazze sulla trentina che Holden incontra nella sala lilla dell’albergo Edmont di New York con cui si intrattiene e balla per tutta la serata. Ce le descrive piuttosto bruttine, poco intelligenti e non molto educate. Rappresentano la vacuitа delle ragazze americane degli anni cinquanta, superficiali, in cerca di emozioni effimere e prive di spessore. Appartengono infatti a quel tipo di mondo che Holden disprezza.
DUE SUORE
Holden incontra in una tavola calda due suore, due insegnanti, una d’inglese e l’altra di storia e d’istituzioni americane. Sono due persone dimesse, gentili che piacciono molto ad Holden perchй non appartengono a quel tipo di societа meschina, cattiva ed approfittatrice che lui rifiuta.

Esempio



  


  1. giulia

    sto cercando una tesina sul giovane holden per l'esame di maturità.


Come usare