Il gattopardo

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1.5 (2)
Download:552
Data:15.11.2000
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
gattopardo_4.zip (Dimensione: 4.65 Kb)
trucheck.it_il-gattopardo.doc     15 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

SCHEDA DI LIBRO DI NARRATIVA.

Autore:Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Titolo:Il Gattopardo

Prima pubblicazione:1957

Casa editrice:Feltrinelli

Data dell'edizione:1969

1) INTRECCIO.
Riassunto :Il romanzo "il Gattopardo" и stato scritto da Giuseppe Tomasi di Lampedusa ed и ambientato in Sicilia durante il periodo di passaggio dal Regno Borbonico allo stato unitario,in cui l'aristocrazia crollerа.Egli non si fa illusioni e accetta il corso degli eventi in quanto sa che non vi si puт opporre;ormai rassegnato accetta le opinioni contrastanti del religioso padre Pirrone,il quale и intimorito dalla nuova monarchia,e del nipote Tancredi che,invece,desidera fortemente il cambiamento.
A Donnafugata,feudo del principe,nella stagione estiva,osservando il nuovo sindaco Calogero Sedara,capisce che classe prenderа il posto dell'aristocrazia,e quindi quale sarа la classe dominante.La bella Angelica,figlia del sindaco,и corteggiata da Tancredi,del quale и innamorata Concetta,la figlia del principe.Don Fabrizio organizza il matrimonio tra Angelica e Tancredi e li fa conoscere ad un ballo,dove si accentua il disprezzo per la societа priva di spirito e di ideali.Il principe muore nel 1883,nella convinzione di essere l'ultimo esponente della sua nobile famiglia.
A villa Salina,in seguito,vivranno le sue tre figlie senza mariti,che trascorreranno il periodo della loro vecchiaia a raccogliere falsi cimeli,mentre Angelica resterа vedova e senza figli.

2)SPAZIO NARRATIVO.
Il romanzo и ambientato in Sicilia che oltre ad avere un valore di spazio reale, ha anche un valore simbolico:
infatti la vicenda narrata si svolge principalmente nella classe aristocratica e proprio nel periodo in cui и ambientato il racconto crollerа, per lo sbarco dei garibaldini e per la sostituzione di essa con nuove classi sociali. Credo che la Sicilia, cosм legata alle tradizioni, sia l'ambientazione migliore per il tema trattato.

3)TEMPO.
-Epoca storica in cui и ambientata la vicenda.
La vicenda и ambientata alla fine del 1800, periodo in cui alla vecchia aristocrazia si sostituisce una nuova classe dirigente. Inoltre и il periodo in cui Garibaldi sbarca in Sicilia per porre fine alla monarchia borbonica in Italia.
-Durata complessiva della vicenda.
La vicenda narrata dura dal 1860 al 1910.
-Riflessione sui rapporti tra tempo reale e tempo narrativo.
Gli eventi trattati sono in ordine cronologico, tuttavia alcuni anni vengono "saltati", forse perchи trattando le vicende poco significative successe in tali anni, si interromperebbe lo svolgimento della narrazione, ma anche per dare maggior rilievo ai fatti piщ importanti che determinarono le vicende principali della narrazione.

4)PERSONAGGI.
-Protagonista.
Don Fabrizio, Principe di Salina, uomo aristocratico, legato alle tradizioni e alla famiglia, ma deluso da essa a cominciare dalla moglie fino ad arrivare al figlio che si и trasferito a Londra; ha una personalitа forte e cupa e non accetta il cambiamento che sta per avvenire nella societа siciliana, o forse non ha la forza di porvi rimedio...
й un personaggio di grande temperamento, con regole molto rigide e propenso a pensieri astratti non attuabili nella societа del tempo; и un buon astronomo, ma il suo orgoglio lo spingeva a pensare che le stelle obbedissero ai suoi calcoli e che i due piccoli pianeti da lui scoperti portessero prestigio al suo casato anche tra Marte e Giove.
Fisicamente era un uomo molto forte e imponente; aveva mani molto potenti, tanto da piegare le posate durante i pranzi, ma nello stesso tempo molto delicate con macchinari e donne. Ha occhi molto chiari che rendono il suo sguardo gelido ma contemporaneamente dolce. Don Fabrizio ripone ogni suo valore (l'onore, la decenza, la continuitа, la giustizia) nella figura solenne del Re, il quale da solo impedisce la caduta del proprio regno.

-Personaggi principali.
a)Tancredi, nipote di Don Fabrizio, ragazzo rivoluzionario, il preferito di tutta la famiglia da parte del Principe.
b)Maria Stella, principessa che per la sua religiositа eccessiva e la paura di peccare spinge il marito a tradirla piщ volte
c)Padre Pirrone, gesuita consigliere del Principe, sottostante al volere di quest'ultimo
d)Concetta, figlia del Principe, timida, attaccata al passato, come si puт notare anche alla fine del romanzo, in cui, morto il padre, si ritrova con le sorelle nel Palazzo Salina, senza mariti e legate fortemente alle tradizioni ormai passate.
e)Don Calogero Sedara, uomo appartenente alla nuova classe borghese, sindaco di Salina, che tenta in ogni occasione di assecondare il Principe esprimendo raramente le proprie opinioni.
f)Angelica, figlia di Sedara, bella ragazza che sposa Tancredi; tale matrimonio и il simbolo dell'unione tra la vecchia aristocrazia e la nuova classe dirigente.

5)NARRATORE.
Tomasi и esterno alla vicenda, ma tuttavia ha la facoltа di giudizio poichи scrisse il romanzo ricordando il suo bisnonno e giustificando con esso la sua scelta di vita.

6)PRINCIPALI TEMI TRATTATI.
Il tema principale и il cambiamento. Esso и determinato da una nuova classe dirigente che affianca e sostituisce la vecchia aristocrazia, di cui faceva parte la famiglia Salina. Il romanzo prende in considerazione i vari aspetti di tale tema e mette in contrapposizione Don Fabrizio, contro la decadenza della vecchia nobiltа e la caduta della monarchia a causa di Garibaldi e il nipote Tancredi, che invece и favorevole alla sostituzione della classe che detiene il potere e che anzi prende parte alle truppe garibaldine, aiutando cosм il cambiamento divenuto ormai indispensabile.

7)STRUTTURA SINTATTICA
Complessa

8)LESSICO.
Leterario e dialettale

9)STILE.
Elaborato, ampio e ricco di descrizioni

10) OSSERVAZIONI PERSONALI.
Ho trovato molto efficace il dialogo tra il Principe e Tancredi, poichи ci fa capire i pensieri della nobiltа e quelli dei rivoluzionari, ma soprattutto mi ha colpito molto la famosa ma sempre efficace frase detta da Tancredi allo zio :" Se vogliamo che tutto rimanga com'и, bisogna che tutto cambi"; essa a mio giudizio racchiude in sи tutto il significato del libro.
Senza dubbio "Il Gattopardo" и molto interessante, perchи и un romanzo storico e sociale che tratta di unomo che si и arreso davanti a un evidente cambiamento che avrebbe portato il mondo da lui conosciuto e amato al crollo piщ completo, con conseguenti modificazioni del pensiero comune e della sostituzione dei valori da lui riconosciuti con altri.
Tuttavia spesso и un romanzo molto noioso perchи l'autore, con un lessico ricercato e ampolloso fa descrizioni lunghissime che talvolta fanno disperdere l'attenzione del lettore; devo comunque ammettere che и un libro molto bello e che non passa mai di moda perchи ormai fa parte della grande letteratura italiana.

Esempio



  



Come usare