Tempi Difficili di Dickens

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1 (2)
Download:431
Data:02.11.2001
Numero di pagine:9
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tempi-difficili-dickens_1.zip (Dimensione: 9.77 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_tempi-difficili-di-dickens.doc     37.5 Kb


Testo

Tempi difficili

Luogo: Coketown, città industriale inglese.
Tempo: Seconda metà del 1800
Tema di fondo: La vita e la società inglese nel 1800.
Personaggi principali: Thomas Gradgrind, ricco borghese di Coketown, è un convinto fautore dei fatti. Ai suoi figli dà un’educazione prettamente pratica, che relega i sentimenti e tutto ciò che non fa parte dei fatti al ruolo d’inutili perdite di tempo. Sarà eletto nella camera dei comuni per la sua circoscrizione. Solo alla fine, con un figlio ricercato per rapina, ed una figlia sposata con un vecchio arrogante che odia, aprirà gli occhi sugli errori commessi. Louisa Gradgrind, è la figlia primogenita di Thomas. Diventata adulta, a causa dell’educazione ricevuta, accetta di sposarsi con un vecchio amico di suo padre che non ama, ma detesta, anche per facilitare la carriera di suo fratello, che lavorava presso il cognato. Quando poi incontrerà un giovane di cui s’innamorerà, lascerà il marito per tornare nella casa paterna. Josiah Bounderby, banchiere amico di Thomas Gradgrind, per avere di che discorrere fa credere di essere stato allevato dalla vecchia nonna ubriacona, perché la madre lo abbandonò quando era piccolo. Provando un debole per la figlia del suo caro amico Thomas, fin da quando questa era poco più di una bambina, riesce a sposarla. Per accattivarsi le simpatie di questa assume il fratello nella propria banca. Sarà miseramente screditato quando si scoprirà che la madre non lo aveva abbandonato, ma anzi aveva fatto di tutto per aiutarlo. Thomas Gradgrind, è il secondogenito di Thomas, e fratello di Louisa. Per favorire la propria carriera, si serve della sorella, che prova per lui una profonda ammirazione. Si comporta in maniera infantile, gioca d’azzardo e conduce una vita non molto onesta. A causa dei debiti di gioco, deruba la banca del signor Bounderby, per cui lavora, ed è quindi costretto a lasciare il paese, e a cercare rifugio all’estero. Sissy Jupe, è una povera ragazza accolta dal signor Gradgrind quando fu abbandonata dal padre fu, affinché questa riceva un’educazione come concepita dal signor Gradgrind. Rimanendo lontana dal modello di vita voluto dal signor Gradgrind, e non brillando negli studi, riesce comunque ad accattivarsi le simpatie del signor Gradgrind, fino ad essere considerata da questi come una figlia. Grazie a lei Tom riuscirà a lasciare il paese.
Personaggi secondari: Signora Sparsit, è una vecchia signora d’origini nobili, caduta in disgrazia, che è stata assunta dal signor Bounderby come domestica. Per il suo datore di lavoro è un motivo d’orgoglio quello di impiegare come domestica una nobile. A causa sua, saranno scoperte le vere origini del signor Bounderby, e quindi sarà licenziata da questi. Andrà a lavorare presso una parente. Bitzer, fattorino della banca del signor Bounderby, è un giovane alto e pallido, intento a costruirsi una posizione nella società. Il suo prestigio cresce quando per un soffio non riesce a catturare Tom.
James Harthouse, giunto a Coketown per una serie di discorsi s’innamorerà di Louisa, e per preservarla abbandonerà la città. Stephen Blackpool, vecchio operaio di Coketown, sarà licenziato dal signor Bounderby perché considerato un’attaccabrighe. Sarà accusato della rapina in banca ma grazie al signor Gradgrind sarà scagionato da tutte le accuse. Rachel, vecchia amica di Stephen difenderà fino all’ultimo l’amico, credendo nella sua innocenza, e per questo s’impegnerà in prima persona per discolparlo. Signor Sleary, e il direttore dell’omonimo circo, da cui proveniva il padre di Sissy. Soffre di una forma d’asma che glia storpia le esse in effe. Nonostante tutto ha un gran cuore, ed aiuterà di buon grado, con l’aiuto dei dipendenti del suo circo, il signor Gradgrind a fare uscire il figlio dal paese. Il suo circo è come una grande famiglia. Nonostante un tempo, il signor Gradgrind, considerasse la sua attività inutile, questi non potrà far altro che provare immensa gratitudine verso il signor Sleary. La madre di Louisa, è una donna perennemente malata, che non brilla certamente per intelligenza. Morirà qualche tempo dopo il matrimonio della figlia col signor Bounderby.
Tecnica narrativa: Fabula.
Narratore: Esterno onnisciente, coincide con l’autore Charles Dickens.
Titolo dell’opera: Il titolo dell’opera è Tempi Difficili, perché l’autore(Charles Dickens) narra le vicende di un’era in cui la povera gente aveva gravi problemi di sopravvivenza, ed era quindi costretta a mettersi al servizio di padroni ottusi. Allo stesso tempo si possono considerare tempi difficili anche quelli della gente più ricca, perché era vincolata a rigide ed assurde convenzioni sociali, che non lasciavano spazio neanche ai sentimenti.
Riassunto: 1) La vita attorno a Louisa Gradgrind: Il signor Gradgrind, si era impegnato nella sua vita, a realizzare fatti, in quanto tutto il resto era secondo lui inutile. Anche i sentimenti erano inutili, e quindi nella sua vita ne aveva fatto a meno. Basandosi proprio su queste idee, aveva educato i suoi figli: aveva inculcato loro nient’altro che fatti, fatti puri.
E quindi si stupì moltissimo quando sorprese due dei suoi figli, Louisa e Thomas, insieme con un gruppo d’altri ragazzi a guardare attraverso una fessura il circo appena giunto in città. Seguendo il consiglio del suo vecchio amico signor Bounderby, decise che la colpa dell’accaduto era della figlia di un clown, da poco giunta nella scuola che gestiva, e che il giorno prima era andata a casa sua per chiedere il permesso di iscriversi nella scuola. Il nome di questa ragazza era Cecilia Jupe, detta Sissy. Decise quindi di cacciarla, affinché fatti del genere non si ripetessero più.
Si reco quindi nella locanda i cui alloggiava col genitore, per comunicare al padre che non c’era più posto per Sissy, nella scuola. Ma fu informato dal direttore del circo che il padre aveva fatto allontanare con una scusa la figlia, e che aveva abbandonato questa, perché non era più in grado di eseguire correttamente il suo lavoro. Decise allora che l’avrebbe accolta in casa sua, e educata ai fatti. La ragazza fece da subito amicizia con la primogenita del signor Gradgrind, Louisa. Louisa era la prediletta del signor Bounderby, un banchiere amico del signor Gradgrind, e per questo Tom, il fratello di Louisa pensò che una volta divenuto grande sarebbe potuto andare a lavorare nella banca di questi, approfittando proprio del debole del signor Bounderby verso sua sorella Louisa. D’altronde Bounderby era padrone di molte delle industrie che ogni giorno facevano levare su Coketown, una gran quantità di fumo che rendeva il paesaggio tutto scuro. Lui, che era stato abbandonato dalla madre quand’era ancora in fasce, ora era uno degli uomini più ricchi di Coketown, alle cui dipendenze vi era anche una signora di nobili origini, la signora Sparsit. Questo per lui era un grande orgoglio. Tra gli altri dipendenti del signor Bounderby vi era anche un certo Stephen Blackpool, il quale a causa di sua moglie era costretto a vivere in una modestissima camera. Proprio a causa di sua moglie fu costretto ad andare a chiedere consiglio al signor Bounderby. Ma il signor Bounderby affermò che per separarsi dalla propria moglie servivano molti soldi. Andatosene dalla casa del signor Bounderby, conobbe una vecchia signora, che era solita recarsi per un paio di volte l’anno a Coketown, dove cercava di vedere da lontano il Signor Bounderby, verso il quale sembrava provare una vera e propria ammirazione. Intanto, gli anni passavano, ed il signor Gradgrind si accorse che la figlia era diventata una donna. Un giorno quindi chiamò Louisa e gli parlò di una proposta di matrimonio ricevuta dal signor Bounderby. Louisa, un po’ per l’educazione ricevuta, che escludeva i sentimenti, un po’ per assecondare il fratello acconsentì.2) La vita dopo il matrimonio con il signor Bounderby: Da quando Louisa si era sposata col signor Bounderby, la signora Sparsit era stata trasferita dal signor Bounderby alla banca, affinché la gestisse. Nella stessa banca vi lavorava il fratello di Louisa, che tra l’altro viveva nella casa del signor Bounderby a Coketown. Questi ne approfittava del fatto che sua sorella fosse la moglie del proprio datore di lavoro per far carriera. Intanto il signor Gradgrind era stato eletto nel parlamento inglese, dove aveva fatto conoscenza del signor Harthouse. Questi aveva convinto ad inviare il signor Gradgrind ad inviare, dietro una sua lettera di presentazione, il proprio fratello, James Harthouse, in missione a Coketown. Quando giunse in città, questi si recò dal signor Bounderby, per presentarsi. Qui vi incontrò la giovane moglie del signor Bounderby, Louisa, di cui ne rimase fin da subito affascinato. Per avvicinarsi a lei, cercò allora di far amicizia col fratello, perché si accorse che Louisa gli voleva molto bene. Ben presto avvicinò il ragazzo, ci fece amicizia e tramite le confidenze ricevute da questi riuscì ad avvicinare Louisa. In città intanto il clima stava diventando rovente tra gli operai e i padroni: siccome si rifiutò di aderire alle manifestazioni sindacali, poiché lui aveva bisogno del lavoro per vivere, e non sarebbe riuscito a tirare avanti se i padroni avessero risposto alle richieste con una serrata, l’operaio Stephen Blackpool fu evitato dai suoi compagni. Un giorno, mentre tornava a casa fu avvicinato dal fattorino della banca del signor Bounderby che lo invitò a seguirlo. Lo condusse nella casa del signor Bounderby, dove vi erano il Signor e la signora Bounderby e il Signor James Harthouse. Lì il signor Bounderby, gli disse che aveva saputo che, per essersi rifiutato di aderire alle manifestazioni, era evitato da tutti in fabbrica. Il signor Bounderby, si scaglio quindi su quanti facevano rivendicazioni sindacali. Quando chiese a Stephen cosa si sarebbe dovuto fare con i sindacalisti, e lui affermò che si sarebbe dovuto procedere col dialogo, allora il signor Bounderby, additandolo come sobillatore, lo licenziò. Stephen tornando a casa incontrò Rachel e la vecchia signora. Decise di invitarle tutte e due a casa sua per prendere un tè. Dopo pochi minuti che erano arrivati a casa qualcuno bussò: era Louisa Bounderby, accompagnata dal fratello. Era venuta per aiutare Stephen, consegnandogli del denaro. Il fratello, chiamò fuori Stephen, e disse di voler aiutarlo: gli chiese di andare ad aspettare fuori dalla banca, per i seguenti due giorni, le notizie che Bitzer, il fattorino della banca, gli avrebbe portato se l’affare che aveva in mente fosse andato a buon fine. Stephen seguì le istruzioni ricevute da Tom, ma non vide nessuno. Al contrario però fu notato dalla signora Sparsit, che l’aveva riconosciuto. Sapendo che ormai non avrebbe più avuto nessuna possibilità di trovare un posto di lavoro a Coketown, decise di abbandonare la città. Qualche giorno dopo la città venne scossa dalla notizia che la banca era rapinata.3) Dopo la rapina in banca: La polizia avviò da subito delle indagine: il signor Bounderby incolpò l’operaio Stephen Blackpool, vistò sorvegliare la banca qualche giorno prima. La polizia decise comunque di tenere le indagine segrete. Dato che la signora Sparsit era rimasta sconvolta dall’episodio, il signor Bounderby decise che per un certo tempo la signora si sarebbe trattenuta presso la sua casa. Nel periodo di permanenza, La signora Sparsit aveva potuto notare una certa simpatia tra la signora Bounderby e il signor Harthouse. Dato che la presenza della signora Sparsit gli faceva piacere, il signor Bounderby decise che la signora Sparsit si intrattenesse per tutti i week-end presso la sua casa. Successe allora che il signor Bounderby dovesse restare lontano da casa per circa una settimana per motivi di lavoro. Durante il week-end la signora Sparsit fece sapere a Louisa che non si sarebbe recata a casa del signor Bounderby. Tuttavia vi si recò di nascosto per sorprendere la signora Bounderby col signor Harthouse. Nel bosco spiò il signor Harthouse mentre faceva una dichiarazione d’amore a Louisa. La signora Sparsit si recò subito a riferire l’accaduto al signor Bounderby, il quale intraprese la via di casa. Invece Louisa si era recata dal padre, a cercare conforto. Sissy, che nel frattempo era diventata come una figlia per il signor Gradgrind, andò dal signor Harthouse e lo convinse che per il bene di Louisa era meglio se questi se ne andasse. Il signor Bounderby, fatto ritorno a Coketown era subito andato dal signor Gradgrind, per dirgli che se Louisa non avesse fatto immediato ritorno a casa, sarebbe potuta rimanere lì. Dopo la separazione da Louisa il signor Bounderby si era dato da fare affinché Stephen, sospettato della rapina insieme ad una misteriosa vecchia signora fosse arrestato. Fece affiggere manifesti ovunque, dove si diceva che Stephen era il colpevole della rapina. Rachal, per difendere Stephen, andò dal signor Bounderby avvisandolo di averlo avvertito, e del suo imminente ritorno. I giorni in tanto passavano e Stephen non tornava: comunque un giorno la signora Sparsit, si recò dal suo padrone con l’anziana sospettata di essere la complice di Stephen.
Lì si scoprì che quella anziana signora era la madre del signor Bounderby, e che questi aveva mentito sul fatto di essere stato abbandonato, siccome la madre aveva sempre cercato di favorire il figlio, e se non si era fatta più viva quando questi era giunto all’apice del successo, la causa era nel fatto che non voleva ostacolare il figlio, e questi gli aveva chiesto di farsi da parte, in cambio di una piccola rendita annuale. Stephen era quindi scagionato, ma ancora non si vedeva in città. Quando poi una domenica Rachal e Sissy, andarono in campagna per una passeggiata, trovarono Stephen in fondo ad un pozzo. Era ancora vivo, e cercarono aiuto per tirarlo fuori. Una volta fuori Stephen incaricò il signor Gradgrind di discolparlo. Tom era scappato, e dietro consiglio di Sissy si era fatto nascondere dal circo del signor Sleary, il vecchio direttore del circo dove una volta lavorava anche il padre di Sissy. Il signor Gradgrind elaborò un piano per far abbandonare il paese a Tom. Grazie all’aiuto del signor Sleary, che nascose prima Tom, poi impedì al giovane Bitzer di catturarlo, e alla fine accompagno lo sciagurato figlio del signor Gradgrind fino ad un porto.
Alla fine Tom salì su una nave diretta in America.
Sissy invece si trasferì stabilmente a vivere dal padre, mentre il signor Bounderby Per rifarsi della figura fatta in paese fece far carriera a Bitzer, il suo orgoglio, poiché per poco non riusciva a catturare Tom Gradgring. La signora Sparsit, rimase ancora per qualche tempo al servizio del signor Bounderby, ma questi non le aveva perdonato la figuraccia che gli aveva fatto fare.
Un giorno quindi la licenzio. La signora Sparsit fu ben felice di lasciare il suo impiego, anche se fu costretta ad andare al servizio di una sua dispotica parente.

Esempio



  



Come usare