Sostiene Pereira, Tabucchi

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale

Voto:

1 (2)
Download:126
Data:08.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sostiene-pereira-tabucchi_1.zip (Dimensione: 4.67 Kb)
trucheck.it_sostiene-pereira,-tabucchi.doc     23.5 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Sostiene Pereira

Autore: Antonio Tabucchi (1943)

Editrice: Feltrinelli

Personaggi principali: PEREIRA: uomo grasso con problemi di cuore causati dalla sua obesità che cerca di curare nella clinica del dott. Cardoso. Pereira inizialmente viene presentato come un uomo chiuso in se stesso, non ha contatti con l’esterno e comunica solo con il ritratto di sua moglie. Successivamente subisce un cambiamento che lo porta ad aiutare Monteiro Rossi e trova la forza per denunciare la terribile situazione politica che si era creata in quel periodo in tutta la Spagna. MONTEIRO ROSSI: è un giovane laureato che viene assunto da Pereira per scrivere dei necrologi anticipati dei grandi artisti dell’epoca. È un giovane alto e snello. MARTA: è la ragazza di Monteiro Rossi. È molto rivoluzionaria con principi socialisti.

Luogo: Portogallo

Periodo: Dal 1936 al 1938. È il periodo all’orlo dello scoppio della seconda guerra mondiale. A partire dagli anni ’30 si instaura una dittatura con regimi autoritari.

Trama:
Pereira è il capo della redazione culturale di un quotidiano di Lisbona, il Lisboa. è un uomo molto solitario, non ha contatti con l’esterno, il suo unico sfogo è il ritratto di sua moglie. Le sue giornate le trascorre in redazione, a casa e al Cafè Orquidea. Un giorno d’agosto, mentre sfoglia una rivista letteraria, legge un articolo che parla della morte, scritto da un certo Monteiro Rossi. Siccome aveva bisogno di un collaboratore per la sua pagina culturale, decide di contattarlo per discutere di un’eventuale assunzione. Questo ragazzo accetta la proposta e il suo compito sarà quello di scrivere necrologi anticipati per i grandi scrittori dell’epoca. Il giorno dopo il ragazzo gli consegna il suo primo lavoro, dedicato a Garcìa Lorca. Pereira rimane molto stupito e si rende conto che è impubblicabile. Cerca di far capire al giovane che i suoi necrologi sono troppo di sinistra ma il ragazzo continua a consegnargli articoli impubblicabili. Pereira avrebbe voluto licenziarlo ma non ci riusciva perché gli faceva troppa pena. Il sabato ricevette una telefonata da Monteiro Rossi, che avrebbe voluto parlare con lui fuori città. Pereira intanto decide di trascorrere un breve periodo di tempo alle terme. Tornato a Lisbona, incontra Monteiro Rossi, che gli chiede di nascondere suo cugino nella sua casa. Pereira accetta. Arriva il cugino, e dopo essersi incontrati per strada, lo accompagna in una pensione. Successivamente incontra Marta, la fidanzata di Monteiro Rossi, con cui parla di politica. Pereira decide di andare in una clinica talassoterapeutica. Qui incontra il dottor Cardoso, un uomo molto colto, con cui fa presto amicizia. Pereira gli racconta della sua vicenda con Monteiro Rossi e il dottore gli parla di una teoria psicologica della coesistenza di varie personalità nell’individuo e lo incita a cambiare città e a far uscire il suo io egemone, risvegliato in lui da Monteiro Rossi. Dopo una settimana torna a casa. Incontra Marta che aveva cambiato completamente aspetto e nome. Viene a sapere che si trova nei guai, e con lei anche Monteiro Rossi. Viene anche a sapere che la polizia aveva messo sotto controllo il suo telefono tramite la portiera. Arriva a casa di Pereira Monteiro Rossi che non sa dove andare perché ricercato dalla polizia. Lo accoglie in casa e gli promette che lo aiuterà. Una sera, forse dopo che Celeste aveva ricevuto una telefonata di Marta, arrivano in casa di Pereira delle persone che fingono di essere poliziotti. Si trattava della polizia penitenziaria che si fanno strada nell’appartamento per cercare il ragazzo. Lo trovano e lo uccidono. Pereira cerca di ribellarsi ma viene minacciato di morte se avesse rivelato il fatto. Decide così di scrivere un articolo in cui denuncia l’accaduto e, aiutato dal dottore della clinica, riesce a farlo stampare. A Pereira non rimane altro che scappare per non rischiare la morte. Così prende un passaporto francese, uno di quelli di Monteiro Rossi, e fugge.

Critica personale: l’autore, attraverso Pereira, vuole denunciare i gravi avvenimenti inflitti ai portoghesi causati dalla dittatura e l’impossibilità di reagire. Nessuno parla, solo un giornalista, Pereira, ha il coraggio di pubblicare un articolo contro questo regime. Mi è piaciuto molto leggere questo libro forse anche per l’originalità della forma in cui è scritto.

Esempio



  



Come usare