Fenomeni magnetici

Materie:Appunti
Categoria:Fisica

Voto:

2.5 (2)
Download:284
Data:15.11.2000
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
fenomeni-magnetici_2.zip (Dimensione: 4.02 Kb)
trucheck.it_fenomeni-magnetici.doc     29 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

I FENOMENI MAGNETICI
Il termine magnetismo ha origine nell'Asia minore, in cui erano presenti pietre (magnetiti) capaci di attrarre pezzettini di ferro. Su queste pietre si distinguono un polo nord e un polo sud magnetici. La Terra, ad esempio, è un grande magnete, con un polo nord e un polo sud magnetico. Questi poli magnetici, però, non coincidono con quelli geografici. Se prendiamo un pezzetto di ferro e lo mettiamo a contatto con una magnetite, questo pezzetto di ferro si magnetizza.
Il campo magnetico è la regione di spazio in cui si manifestano forze di origine magnetica. Lo verifichiamo introducendo un ago spia (nella corrente elettrica avevamo introdotto una carica spia). Si definisce direzione del campo magnetico la direzione della retta orientata secondo cui è disposto l'ago. Il verso del c. magnetico va dal polo sud al polo nord dell'ago. Per visualizzare gli spettri (o linee di forza) del c. magnetico abbiamo bisogno di una o più calamite e della limatura di ferro.
Ma se osserviamo gli spettri del c. magnetico, questi seguono le stesse proprietà di quello elettrico: 1- La tangente a una linea di forza in ogni punto della stessa linea ci dà la direzione del c. magnetico; 2- le linee di forza sono disegnate in modo che il numero delle linee di forza per unità di superficie è proporzionale all'intensità del campo magnetico.
Ci sono anche delle differenze tra c. magnetico e c. elettrico. Ad esempio nel c. magnetico non esiste il monopolo (non si può separare il nord con il sud), mentre noi possiamo separare una carica positiva da una negativa nel campo elettrico (carica isolata). Inoltre se una carica è messa nel campo elettrico subisce una forza. Nel campo magnetico poiché un ago di prova oscilla, vuol dire che l'ago è soggetto ad una coppia di forze dovute al polo nord e al polo sud. Nel campo elettrico quando un corpo si elettrizza per contatto c'è un passaggio di cariche; mentre nel campo magnetico non c'è un passaggio di cariche, ma avviene una polarizzazione d'atomi secondo una certa retta che segue la direzione del campo magnetico.

Esempio



  


  1. chiara

    sto cercando appunti su jules verne per l'esame di maturità


Come usare