termodinamica

Materie:Riassunto
Categoria:Fisica

Voto:

2 (2)
Download:180
Data:20.03.2006
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
termodinamica_14.zip (Dimensione: 3.72 Kb)
trucheck.it_termodinamica.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Termodinamica: è la parte della fisica che studia le leggi con cui i sistemi fisici scambiano (cedono o ricevono) lavoro e calore con l’ambiente che li circonda.
Fluido omogeneo: qualsiasi sostanza per la quale esiste una equazione di stato, cioè un’equazione che leghi tra loro le tre variabili p, V, T.
Sistema termodinamico: sistema di corpi separato dall’ambiente esterno da una superficie ideale chiusa e che viene studiato dal punta di vista degli scambi di calore e lavoro.
Equilibrio termodinamico: un sistema è in equilibrio termodinamico se è in equilibrio meccanico (no forze non equilibrate né nel sistema, né tra sistema e ambiente; equilibrio termico ( stessa temperatura in tutto il fluido); equilibrio chimico ( la struttura interna e la composizione chimica del sistema devono rimanere inalterate).
Principio zero della term…: stabilisce che, se il corpo A è in equilibrio termico con il corpo C e anche il corpo B è in equilibrio termico con il corpo C, allora anche A e B sono in equilibrio termico tra di loro.
Sorgente di calore alla temperatura T: un sistema fisico ideale in grado di cedere o assorbire qualunque quantità di calore.
Trasformazione adiabatica: trasformazione che avviene senza scambio di calore tra il sistema e l’ambiente esterno.
Trasformazione ciclica: nella quale lo stato finale coincide con quello iniziale.
Trasformazione quasistatica: che avviene in modo lento. In questo modo, passando dallo stato iniziale A a quello finale B, attraversa una successione di infiniti stati di equilibrio.
Energia interna = energia tot di tutte le molecole di un corpo. E’ una funzione di stato: a ogni stato del sistema corrisponde un solo valore dell’ energia interna.
Funzione di stato: ogni grandezza termodinamica il cui valore, relativo allo stato A, dipende solo dalle variabili termodinamiche che descrivono A.
LAVORO COMPIUTO DA UN SISTEMA TERMODINAMICO
In una trasformazione quasistatica (isobara, isocora, adiabatica): L=p*∆V
PRIMO PRINCIPIO DELLA TERM…: afferma che la variazione ∆V di energia interna di un sistema è uguale alla quantità tot di calore Q assorbita all’esterno meno il lavoro tot L compiuto dal sistema: ∆U=Q-L
Nella trasformazione isocora (V=cost) la variazione ∆V del volume del fluido omogeneo è =0 quindi anche L fatto dal sistema è nullo. L=0 quindi ∆U=Q cioè tutta l’energia è sottoforma di energia interna.
Nella trasformazione isobora (p=cost) : Q=p*∆V+∆U
Nella trasformazione adiabatica non c’è scambio di calore con l’esterno (Q=0) quindi ∆U=-L
Nella trasformazione ciclica il sistema torna allo stato iniziale quindi ∆U=0 quindi Q=L cioè è uguale alla somma algebrica dei calori scambiati tra il sistema e l’ambiente durante la trasformazione.

Termodinamica: è la parte della fisica che studia le leggi con cui i sistemi fisici scambiano (cedono o ricevono) lavoro e calore con l’ambiente che li circonda.
Fluido omogeneo: qualsiasi sostanza per la quale esiste una equazione di stato, cioè un’equazione che leghi tra loro le tre variabili p, V, T.
Sistema termodinamico: sistema di corpi separato dall’ambiente esterno da una superficie ideale chiusa e che viene studiato dal punta di vista degli scambi di calore e lavoro.
Equilibrio termodinamico: un sistema è in equilibrio termodinamico se è in equilibrio meccanico (no forze non equilibrate né nel sistema, né tra sistema e ambiente; equilibrio termico ( stessa temperatura in tutto il fluido); equilibrio chimico ( la struttura interna e la composizione chimica del sistema devono rimanere inalterate).
Principio zero della term…: stabilisce che, se il corpo A è in equilibrio termico con il corpo C e anche il corpo B è in equilibrio termico con il corpo C, allora anche A e B sono in equilibrio termico tra di loro.
Sorgente di calore alla temperatura T: un sistema fisico ideale in grado di cedere o assorbire qualunque quantità di calore.
Trasformazione adiabatica: trasformazione che avviene senza scambio di calore tra il sistema e l’ambiente esterno.
Trasformazione ciclica: nella quale lo stato finale coincide con quello iniziale.
Trasformazione quasistatica: che avviene in modo lento. In questo modo, passando dallo stato iniziale A a quello finale B, attraversa una successione di infiniti stati di equilibrio.
Energia interna = energia tot di tutte le molecole di un corpo. E’ una funzione di stato: a ogni stato del sistema corrisponde un solo valore dell’ energia interna.
Funzione di stato: ogni grandezza termodinamica il cui valore, relativo allo stato A, dipende solo dalle variabili termodinamiche che descrivono A.
LAVORO COMPIUTO DA UN SISTEMA TERMODINAMICO
In una trasformazione quasistatica (isobara, isocora, adiabatica): L=p*∆V
PRIMO PRINCIPIO DELLA TERM…: afferma che la variazione ∆V di energia interna di un sistema è uguale alla quantità tot di calore Q assorbita all’esterno meno il lavoro tot L compiuto dal sistema: ∆U=Q-L
Nella trasformazione isocora (V=cost) la variazione ∆V del volume del fluido omogeneo è =0 quindi anche L fatto dal sistema è nullo. L=0 quindi ∆U=Q cioè tutta l’energia è sottoforma di energia interna.
Nella trasformazione isobora (p=cost) : Q=p*∆V+∆U
Nella trasformazione adiabatica non c’è scambio di calore con l’esterno (Q=0) quindi ∆U=-L
Nella trasformazione ciclica il sistema torna allo stato iniziale quindi ∆U=0 quindi Q=L cioè è uguale alla somma algebrica dei calori scambiati tra il sistema e l’ambiente durante la trasformazione.

Esempio