Relazione di sistemi

Materie:Appunti
Categoria:Fisica

Voto:

2.5 (2)
Download:105
Data:07.02.2001
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
relazione-sistemi_1.zip (Dimensione: 30.77 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_relazione-di-sistemi.doc     440.5 Kb



Testo

Urzia Francesco 12/12/00
V^ EB
RELAZIONE DI SISTEMI
TITOLO: controllo della temperatura con termoresistore NTC.
SCOPO: realizzare un software che rileva la temperatura in un certo istante, questo software (realizzato con Labview), in base alla temperatura rilevata deve decidere se attivare l’elemento riscaldante.
CIRCUITO:
Rl=240R
Rt= termoresistore NTC
Rr= resistenze riscaldabili da 13.5R
FORMULA NTC:

Andamento in scala logaritmica della resistenza di un NTC rispetto alla temperatura:
INTERRUTTORE ELETTRONICO:

Questo tipo di transistor, svolge il suo funzionamento in modalità On/Off. Se Vbb ha una tensione pari a 0V possiamo affermare che il transistor è interdetto perché Vce è maggiore rispetto alla Ib che arriva alla base del nostro transistor. Se invece, Vbb>0, la corrente Ic applicata al collettore del transistor aumenta fino ad arrivare alla zona di saturazione, ciò comporta che il transistor lavora come interruttore chiuso, cioè in modalità OFF.
Calcoli per il dimensionamento dei componenti
Vcc=12V Vcc=Rc*Ic+Vce
Vce=2.4V Vcc-Vce=Rc*Ic
Vbe=2,5V Ic=Vcc-Vce/Rc=12-2,5/13,5=0.7A
Rc=13,5 Ib=Ic/hfe=0,7/750=0.9mA
hfe=750 Rb=Vbb-Vce/Ib=5-2,5/0,9=2.7K/
RELAZIONE
C’è stato chiesto di realizzare un software che rilevi la temperatura in un certo istante, esso è tenuto a capire attraverso quest’informazione se attivare o spegnere l’elemento riscaldante. Questo è stato il punto da cui siamo partiti a svolgere quest’esperienza, dopo aver analizzato il problema postomi, ho sviluppato un circuito con il programma Labview, che soddisfa le mie esigenze: ho suddiviso il circuito in stadi immaginari, dove ogni stadio ha la sua funzione.
1° STADIO: questo stadio è formato da una specie di convertitore analogico/digitale che si trova nel programma col nome di Ai One Pt. Questo componente fornito appunto dal programma, ha il compito di ricevere il segnale analogico (ricevuto dal circuito che lo precede) in un segnale digitale per immettere le informazioni nel software da realizzare. Come potete vedere nel disegno del circuito, l’Ai One Pt, è collegato a due numeri: 1 e 0, dove il numero 1 indica il morsetto a cui è collegato sull’interfaccia con l’esterno, e lo 0 indica il device.
2° STADIO: in questo stadio viene usata l’applicazione del formula node, essa è composta da un rettangolo all’interno del quale è possibile scriverci qualsiasi tipo di formula. Nel mio caso avevo la necessità di trasformare l’informazione, data dallo stadio precedente, sotto forma di temperatura. Per realizzare questo ho usato la formula del termoresistore NTC (riportata precedentemente). Con lo scopo di effettuare questa trasformazione ho immesso nel rettangolo le seguenti informazioni:
To=273, B=2, Ro=1000, Rc=13, Vc=12V e Vt che è data dallo stadio precedente.
3° STADIO: in questa parte del circuito mi sono posto il problema di come evidenziare le soglie con cui si deve far andare o non l’elemento riscaldatore.
Ho risolto il problema usando due comparatori che svolgevano l’uguaglianza di > o 0, la corrente Ic applicata al collettore del transistor aumenta fino ad arrivare alla zona di saturazione, ciò comporta che il transistor lavora come interruttore chiuso, cioè in modalità OFF.
Calcoli per il dimensionamento dei componenti
Vcc=12V Vcc=Rc*Ic+Vce
Vce=2.4V Vcc-Vce=Rc*Ic
Vbe=2,5V Ic=Vcc-Vce/Rc=12-2,5/13,5=0.7A
Rc=13,5 Ib=Ic/hfe=0,7/750=0.9mA
hfe=750 Rb=Vbb-Vce/Ib=5-2,5/0,9=2.7K/
RELAZIONE
C’è stato chiesto di realizzare un software che rilevi la temperatura in un certo istante, esso è tenuto a capire attraverso quest’informazione se attivare o spegnere l’elemento riscaldante. Questo è stato il punto da cui siamo partiti a svolgere quest’esperienza, dopo aver analizzato il problema postomi, ho sviluppato un circuito con il programma Labview, che soddisfa le mie esigenze: ho suddiviso il circuito in stadi immaginari, dove ogni stadio ha la sua funzione.
1° STADIO: questo stadio è formato da una specie di convertitore analogico/digitale che si trova nel programma col nome di Ai One Pt. Questo componente fornito appunto dal programma, ha il compito di ricevere il segnale analogico (ricevuto dal circuito che lo precede) in un segnale digitale per immettere le informazioni nel software da realizzare. Come potete vedere nel disegno del circuito, l’Ai One Pt, è collegato a due numeri: 1 e 0, dove il numero 1 indica il morsetto a cui è collegato sull’interfaccia con l’esterno, e lo 0 indica il device.
2° STADIO: in questo stadio viene usata l’applicazione del formula node, essa è composta da un rettangolo all’interno del quale è possibile scriverci qualsiasi tipo di formula. Nel mio caso avevo la necessità di trasformare l’informazione, data dallo stadio precedente, sotto forma di temperatura. Per realizzare questo ho usato la formula del termoresistore NTC (riportata precedentemente). Con lo scopo di effettuare questa trasformazione ho immesso nel rettangolo le seguenti informazioni:
To=273, B=2, Ro=1000, Rc=13, Vc=12V e Vt che è data dallo stadio precedente.
3° STADIO: in questa parte del circuito mi sono posto il problema di come evidenziare le soglie con cui si deve far andare o non l’elemento riscaldatore.
Ho risolto il problema usando due comparatori che svolgevano l’uguaglianza di > o

Esempio