Relazione di fisica sulle onde

Materie:Altro
Categoria:Fisica
Download:644
Data:06.10.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
relazione-fisica-onde_1.zip (Dimensione: 40.25 Kb)
trucheck.it_relazione-di-fisica-sulle-onde.doc     75 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Marie curie 5bst
Relazione di fisica sulle onde
Scopo:
Verificare il comportamento di onde lineari e onde circolari.
Premessa:
Un’ onda è una perturbazione che si propaga nello spazio trasportando energia senza che ci sia trasporto di materia, un’ onda ha sempre origine da una sorgente che produce perturbazione nello spazio che la circonda, dal tipo di perturbazione si creerà un tipo di onda diversa.
Le onde sull’acqua hanno un moto longitudinale nella direzione di propagazione dell’onda e trasversale(su e giù) ogni particella dell’onde compie una traiettoria circolare.
Materiali:
Ondoscopio
Disegno:
Conclusioni:
1) Grazie all’ondoscopio abbiamo prodotto onde lineari tramite una sorgente lineare e abbiamo verificato che in acque fonde la velocità è maggiore rispetto alle acque basse ma le creste d’onda sono più basse,
2) L’onda che incontra un ostacolo cambia la sua direzione in base alla posizione dell’ostacolo
3) Abbiamo poi prodotto onde circolari tramite una sorgente puntiforme e abbiamo verificato che le onde circolari si comportano esattamente come le onde lineari nel passaggio tra acqua fonda e bassa e nello scontro con oggetti.
4) Quando due sorgenti puntiformi si trovano vicine si creano delle zone di sovrapposizione ondulatoria e delle zone di interferenza in cui l’acqua romane ferma, queste zone di interferenza si espandono con andamento iperbolico.
Marie curie 5bst
Relazione di fisica sulle onde
Scopo:
Verificare il comportamento di onde lineari e onde circolari.
Premessa:
Un’ onda è una perturbazione che si propaga nello spazio trasportando energia senza che ci sia trasporto di materia, un’ onda ha sempre origine da una sorgente che produce perturbazione nello spazio che la circonda, dal tipo di perturbazione si creerà un tipo di onda diversa.
Le onde sull’acqua hanno un moto longitudinale nella direzione di propagazione dell’onda e trasversale(su e giù) ogni particella dell’onde compie una traiettoria circolare.
Materiali:
Ondoscopio
Disegno:
Conclusioni:
1) Grazie all’ondoscopio abbiamo prodotto onde lineari tramite una sorgente lineare e abbiamo verificato che in acque fonde la velocità è maggiore rispetto alle acque basse ma le creste d’onda sono più basse,
2) L’onda che incontra un ostacolo cambia la sua direzione in base alla posizione dell’ostacolo
3) Abbiamo poi prodotto onde circolari tramite una sorgente puntiforme e abbiamo verificato che le onde circolari si comportano esattamente come le onde lineari nel passaggio tra acqua fonda e bassa e nello scontro con oggetti.
4) Quando due sorgenti puntiformi si trovano vicine si creano delle zone di sovrapposizione ondulatoria e delle zone di interferenza in cui l’acqua romane ferma, queste zone di interferenza si espandono con andamento iperbolico.

Esempio



  



Come usare