Relazione di fisica Ohm

Materie:Appunti
Categoria:Fisica
Download:110
Data:11.04.2001
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
relazione-fisica-ohm_1.zip (Dimensione: 19.41 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_relazione-di-fisica-ohm.doc     94 Kb



Testo

Classe 5 B
a.s. 2000 - 2001

Relazione di fisica nr. 1
Carmignani Carola
Busto A. 24 – 1 - 2001
Parte prima
Scopo verificare la validità della prima legge di Ohm per un conduttore ohmico
Tester
+ -
mA V
mA V
Grandezze
Unità di misura
Metodo
Fondo scala max
Differenza di potenziale
Volt
Strumenti tarati (voltmetro)
60 V
Intensità di corrente
Ampère
Strumenti tarati (ampèrometro)
6 A
Circuito Resistenza
Metodo
- collegare un trasformatore con l’interruttore
- collegare l’interruttore con un ampèrometro
- collegare in serie l’ampèrometro ad una resistenza di 10 cc
- collegare in parallelo la resistenza ad un voltmetro
- chiudere il circuito collegando la resistenza al trasformatore
- regolare la tensione del trasformatore a 1V
- chiudere il circuito, abbassando l’interruttore
- misurare l’intensità di corrente indicata sull’ampèrometro
- misurare la variazione di potenziale del circuito indicata sul voltmetro
- ripetere facendo variare la tensione del trasformatore fino a 14V
Risultati
Tensione
i (A)
V (V)
( )
1 V
0,14
1,4
10
2 V
0,22
2,2
10
3 V
0,32
3,2
10
4 V
0,40
4,0
10
5 V
0,50
5,0
10
6 V
0,60
6,0
10
7 V
0,70
7,0
10
8 V
0,80
8,0
10
9 V
0,90
9,0
10
10 V
1,00
10,0
10
11 V
1,10
11,1
10
12 V
1,20
12,0
10
13 V
1,30
13,0
10
14 V
1,40
14,0
10
Conclusione
Dal grafico si nota che l’intensità di corrente e la d.d.p. sono direttamente proporzionali: infatti il rapporto fra è sempre costante ed è uguale al valore della resistenza.
Intensità di corrente e d.d.p. sono dunque direttamente proporzionali secondo la prima legge di Ohm IV=Ri
Parte seconda
Scopo verificare che la prima legge di Ohm non è valida per un conduttore non ohmico (ovvero non isotermico)
Grandezze
Unità di misura
Metodo
Fondo scala max
Differenza di potenziale
Volt
Strumenti tarati (voltmetro)
60 V
Intensità di corrente
Ampère
Strumenti tarati (ampèrometro)
6 A
Circuito Lampadina

Metodo
- collegare un trasformatore con un’interruttore
- collegare l’interruttore con un ampèrometro
- collegare in serie l’ampèrometro ad una lampadina
- collegare in parallelo la lampadina ad un voltmetro
- chiudere il circuito collegando la lampadina al trasformatore
- regolare la tensione del trasformatore a 1V
- chiudere il circuito, abbassando l’interruttore
- misurare l’intensità di corrente indicata sull’ampèrometro
- misurare la variazione di potenziale del circuito indicata sul voltmetro
- ripetere facendo variare la tensione del trasformatore fino a 9V
Risultati
Tensione
i (A)
V (V)
( )
1 V
0,18
1,4
7,78
2 V
0,24
2,1
8,75
3 V
0,29
3,1
10,69
4 V
0,34
4
11,76
Tensione
i (A)
V (V)
( )
5
0,38
5
13,16
6
0,41
6
14,63
7
0,50
7
14,00
8
0,50
8
16,00
9
0,51
9
17,65
Conclusioni
Dal grafico si può dedurre che l’intensità di corrente e la d.d.p. non sono direttamente proporzionali: la resistenza, infatti, non risulta costante.
La lampadina quindi non è un conduttore ohmico poiché non è isotermica, e di conseguenza non soddisfa la prima legge di Ohm.

Classe 5 B
a.s. 2000 - 2001

Relazione di fisica nr. 1
Carmignani Carola
Busto A. 24 – 1 - 2001
Parte prima
Scopo verificare la validità della prima legge di Ohm per un conduttore ohmico
Tester
+ -
mA V
mA V
Grandezze
Unità di misura
Metodo
Fondo scala max
Differenza di potenziale
Volt
Strumenti tarati (voltmetro)
60 V
Intensità di corrente
Ampère
Strumenti tarati (ampèrometro)
6 A
Circuito Resistenza
Metodo
- collegare un trasformatore con l’interruttore
- collegare l’interruttore con un ampèrometro
- collegare in serie l’ampèrometro ad una resistenza di 10 cc
- collegare in parallelo la resistenza ad un voltmetro
- chiudere il circuito collegando la resistenza al trasformatore
- regolare la tensione del trasformatore a 1V
- chiudere il circuito, abbassando l’interruttore
- misurare l’intensità di corrente indicata sull’ampèrometro
- misurare la variazione di potenziale del circuito indicata sul voltmetro
- ripetere facendo variare la tensione del trasformatore fino a 14V
Risultati
Tensione
i (A)
V (V)
( )
1 V
0,14
1,4
10
2 V
0,22
2,2
10
3 V
0,32
3,2
10
4 V
0,40
4,0
10
5 V
0,50
5,0
10
6 V
0,60
6,0
10
7 V
0,70
7,0
10
8 V
0,80
8,0
10
9 V
0,90
9,0
10
10 V
1,00
10,0
10
11 V
1,10
11,1
10
12 V
1,20
12,0
10
13 V
1,30
13,0
10
14 V
1,40
14,0
10
Conclusione
Dal grafico si nota che l’intensità di corrente e la d.d.p. sono direttamente proporzionali: infatti il rapporto fra è sempre costante ed è uguale al valore della resistenza.
Intensità di corrente e d.d.p. sono dunque direttamente proporzionali secondo la prima legge di Ohm IV=Ri
Parte seconda
Scopo verificare che la prima legge di Ohm non è valida per un conduttore non ohmico (ovvero non isotermico)
Grandezze
Unità di misura
Metodo
Fondo scala max
Differenza di potenziale
Volt
Strumenti tarati (voltmetro)
60 V
Intensità di corrente
Ampère
Strumenti tarati (ampèrometro)
6 A
Circuito Lampadina

Metodo
- collegare un trasformatore con un’interruttore
- collegare l’interruttore con un ampèrometro
- collegare in serie l’ampèrometro ad una lampadina
- collegare in parallelo la lampadina ad un voltmetro
- chiudere il circuito collegando la lampadina al trasformatore
- regolare la tensione del trasformatore a 1V
- chiudere il circuito, abbassando l’interruttore
- misurare l’intensità di corrente indicata sull’ampèrometro
- misurare la variazione di potenziale del circuito indicata sul voltmetro
- ripetere facendo variare la tensione del trasformatore fino a 9V
Risultati
Tensione
i (A)
V (V)
( )
1 V
0,18
1,4
7,78
2 V
0,24
2,1
8,75
3 V
0,29
3,1
10,69
4 V
0,34
4
11,76
Tensione
i (A)
V (V)
( )
5
0,38
5
13,16
6
0,41
6
14,63
7
0,50
7
14,00
8
0,50
8
16,00
9
0,51
9
17,65
Conclusioni
Dal grafico si può dedurre che l’intensità di corrente e la d.d.p. non sono direttamente proporzionali: la resistenza, infatti, non risulta costante.
La lampadina quindi non è un conduttore ohmico poiché non è isotermica, e di conseguenza non soddisfa la prima legge di Ohm.

Esempio