Relazione di fisica

Materie:Appunti
Categoria:Fisica

Voto:

2 (2)
Download:282
Data:22.05.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
relazione-fisica_9.zip (Dimensione: 3.89 Kb)
trucheck.it_relazione-di-fisica.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

16/02/2006
“Verifica del principio di Archimede”

Materiale: Un Becker; un Dinamometro a molla (recante da una parte la scala in Newton e dall’altra in Kg); un doppio cilindro di Archimede (composto da una parte cilindrica cava e da un cilindretto in plastica pieno, aventi lo stesso volume); un asta per appendere il dinamometro e facilitare lo svolgimento dell’esperimento.

Procedimento: Per prima cosa abbiamo misurato con il dinamometro la Forza in Newton e il peso in Kg del cilindretto:
F=0,5 N ; P=0,05 Kg.
Quindi, abbiamo immerse il cilindretto, appeso al dinamometro, nel becker riempito d’acqua, stando attenti a mantenere fuori dal liquido la parte cava del doppio cilindro di Archimede.
Notiamo che il peso segnato dal dinamometro è variato, infatti nel fluido:
F=0,2 N ; P=0,02 Kg.
1ªosservazione: Il peso risulta invariato in quanto c’è una forza contraria (LA FORZA DEL FLUIDO) che contrasta la forza di gravità.
Bisogna verificare che le cose vadano proprio in questo modo, quindi che la spinta che viene data dal basso verso l’alto è uguale al Peso del fluido spostato.
Dopodiché riempiamo la cavità del cilindro ( che si trova fuori dal becker) e ristabiliamo in questa maniera l’equilibrio, infatti:
F=0,5 N ; P=0,05 Kg.
2ªosservazione: Questi dati risultano uguali a quelli iniziali, in quanto si è riempita la parte cava dello stessa quantità di fluido che è stata spostata; infatti il cilindro cavo e quello pieno hanno lo stesso volume.

Notiamo che se il Peso fuori dall’acqua del cilindretto è 0,5 N e dentro all’acqua è 0,2 N, allora la spinta dell’acqua è uguale alla differenza di questi due dati, e cioè 0,3 N.
Eguagliamo la spinta del fluido spostato alla spinta dell’acqua,i quali devono avere il medesimo volume.
(0,3 N) (Peso Specifico acqua) = Volume fluido spostato.
(π * raggio del cilindretto² * altezza cilindretto) = Volume cilindretto.
Eguagliamo i due volumi:
Volume fluido spostato = Volume cilindretto → 0,3 dm³ = 30 cm³ →
cm³ = cm³.

In Conclusione:il nostro scopo, ossia verificare che ogni corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del liquido spostato (PRINCIPIO ARCHIMEDE), è VERIFICATO.

16/02/2006
“Verifica del principio di Archimede”

Materiale: Un Becker; un Dinamometro a molla (recante da una parte la scala in Newton e dall’altra in Kg); un doppio cilindro di Archimede (composto da una parte cilindrica cava e da un cilindretto in plastica pieno, aventi lo stesso volume); un asta per appendere il dinamometro e facilitare lo svolgimento dell’esperimento.

Procedimento: Per prima cosa abbiamo misurato con il dinamometro la Forza in Newton e il peso in Kg del cilindretto:
F=0,5 N ; P=0,05 Kg.
Quindi, abbiamo immerse il cilindretto, appeso al dinamometro, nel becker riempito d’acqua, stando attenti a mantenere fuori dal liquido la parte cava del doppio cilindro di Archimede.
Notiamo che il peso segnato dal dinamometro è variato, infatti nel fluido:
F=0,2 N ; P=0,02 Kg.
1ªosservazione: Il peso risulta invariato in quanto c’è una forza contraria (LA FORZA DEL FLUIDO) che contrasta la forza di gravità.
Bisogna verificare che le cose vadano proprio in questo modo, quindi che la spinta che viene data dal basso verso l’alto è uguale al Peso del fluido spostato.
Dopodiché riempiamo la cavità del cilindro ( che si trova fuori dal becker) e ristabiliamo in questa maniera l’equilibrio, infatti:
F=0,5 N ; P=0,05 Kg.
2ªosservazione: Questi dati risultano uguali a quelli iniziali, in quanto si è riempita la parte cava dello stessa quantità di fluido che è stata spostata; infatti il cilindro cavo e quello pieno hanno lo stesso volume.

Notiamo che se il Peso fuori dall’acqua del cilindretto è 0,5 N e dentro all’acqua è 0,2 N, allora la spinta dell’acqua è uguale alla differenza di questi due dati, e cioè 0,3 N.
Eguagliamo la spinta del fluido spostato alla spinta dell’acqua,i quali devono avere il medesimo volume.
(0,3 N) (Peso Specifico acqua) = Volume fluido spostato.
(π * raggio del cilindretto² * altezza cilindretto) = Volume cilindretto.
Eguagliamo i due volumi:
Volume fluido spostato = Volume cilindretto → 0,3 dm³ = 30 cm³ →
cm³ = cm³.

In Conclusione:il nostro scopo, ossia verificare che ogni corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del liquido spostato (PRINCIPIO ARCHIMEDE), è VERIFICATO.

Esempio