Idealismo e Fitchte

Materie:Riassunto
Categoria:Filosofia

Voto:

2.5 (2)
Download:155
Data:19.02.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
idealismo-fitchte_1.zip (Dimensione: 5.58 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_idealismo-e-fitchte.doc     36.5 Kb



Testo

IDEALISMO E FICHTE

Idealismo = perché parte dalle idee

Nell’idealismo si critica il dualismo Kant di fenomeno e noumeno
Con Fiche si sviluppa l idealismo etico (tesi,antitesi e sintesi )
Con Schelling si sviluppa l’idealismo etico( non c’è triade )
Con Hegel si sviluppa l’idealismo razionale ( c’è la triade )
Fiche afferma la superiorità dell’IDEALISMO di fronte alle filosofie precedenti che egli definisce DOGMATICHE,questa superiorità dell’idealismo si basa su motivi pratici e teoretici:
1. Si fonda su motivi pratici in quanto il Dogmatismo mostra di rassegnarsi al mondo passivamente così come esso è Mentre l’Idealismo crea il suo mondo e lo fa proprio.
2. Si fonda su motivi teoretici perché il dogmatismo ammette la serie dell’essere e la serie del pensiero che sono incomunicabili,invece l’Idealismo parte dal pensiero che è e sa di essere e dunque include il sé l’essere e il pensiero.

L’IO DI FICHTE
L’io per Fiche è infinità attività rappresentatrice che è IO PURO (perché non limitato da nulla ) o IO ASSOLUTO.
L’io è libero di creare e pensare se stesso per attuare la proprio libertà.

Il processo dell’IO si attua in tre momenti :
1. Nel primo momento (tesi ) l’IO pone se stesso
2. Nel secondo momento (antitesi ) l’IO pone e crea il NON IO( finito e limitato ) incosciamente,l’io essendo solo non ha ragione di esistere e quindi non può esplicare la sua libera attività rappresentatrice (la libertà che per Fiche è superamento degli ostacoli )Dunque l’io è costretto a creare ostacoli per poi superarli,questi ostacoli sono infiniti perché lo scopo è il raggiungimento della libertà.
3. Nel terzo momento (sintesi ) L’io da infinito e assoluto diventa limitato e molteplice creando una molteplicità di IO EMPIRICI per superare il NON IO
L’IO EMPRIRICO è l’uomo che è il mezzo per arrivare alla libertà e superare l ostacolo

L’IMMAGINAZIONE PRODUTTIVA E RIFLESSIVA
Con l’immaginazione produttiva L’io crea il non io incosciamente
Con la riflessione supera questo ostacolo e da luogo ai vari io empirici

LA NAZIONE

Nei “I Discorsi alla nazione tedesca “ Fiche considera la Germania come investita dalla missione di salvare l’umanità dalla decadenza
Egli ritiene l’educazione del tempo responsabile della soggezione del popolo tedesco verso quello francese e vede pertanto in una nuova educazione l’unico mezzo per restituire alla Germania il suo compito che è quello di elevare moralmente gli altri popoli.
Questa nuova educazione dovrà costringere i singoli individui della nazione sottomettere i proprio interessi egoistici a quelli della collettività
IL dotto è colui che aspirando alla verità suprema, fa tacere gli interessi personali di fronte al dovere.
Questa figura rappresenta la nuova educazione che deve formare la nuova personalità dell’ uomo.
Lo stato rappresenta l individuo e deve garantire i diritti naturali :
• Libertà
• Vita
• Proprietà

Nello stato commerciale chiuso invece,lo stato deve eliminare la povertà assicurando lavoro e benessere a tutti i cittadini

Secondo Fiche noi possiamo raggiungere con il pensiero Dio,perché l essere di Dio rimane sempre aldilà delle nostre possibilità.

Per Fiche la storia passa attraverso 5 epoche
1. Domina l’istinto
2. Domina l’autorità
3. La ribellione contro l’autorità e il sorgere del libero arbitrio
4. Il libero arbitrio accetta una norma morale che esso stesso si impone
5. La ragione diventa del tutto autocoscienze e domina
Dunque la storia si presenta come un progressivo sviluppo della ragione che tende all’autocoscienza.

Esempio