Filosofia Sofista

Materie:Riassunto
Categoria:Filosofia

Voto:

1 (2)
Download:112
Data:18.04.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
appunti-schematici-filosofia-sofista_1.zip (Dimensione: 5.28 Kb)
trucheck.it_filosofia-sofista.doc     27.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

FILOSOFIA SOFISTA
1-Paideia (cultura e educazione dei giovani)
2-Valori comuni (che vengono promulgati con i viaggi)
3-Cosmopoliteismo (sentirsi cittadini del mondo)
4-Democrazia (meno bambini, schiavi, nullatenenti)

Retorica: arte di costruire discorsi persuasivi
I maestri Sofisti erano delle prostitute della cultura perché la insegnavano a chi offriva più denaro.

PROTAGORA
Vive tutta la sua vita ad Atene e quando anziano accusato di ateismo e cacciato dalla città.
Esso sostiene che: “l’uomo è misura di tutte le cose, delle cose che sono in quanto sono, delle cose che non sono in quanto non sono”
Questo significa che non essendoci una teoria precisa sull’essere la verità è personale.
Secondo lui nessuna sensazione può essere uguale ad un’altra perché la sensazione fa parte di un flusso che tra l’oggetto e il soggetto e di un altro che parte dal soggetto e va all’oggetto.
Teoria del relativismo culturale:
le abitudini, gli usi e i costumi cambiano di spazio in spazio, di tempo in tempo, di situazione in situazione.
Utilitarismo: non esiste il bene e il male, ma l’utile dal dannoso. È quindi saggio saper riconoscere l’utile del dannoso.

GORGIA
Nasce a Leontini, in Sicilia, e nella sua vita viaggia molto per tutte le regioni della Grecia e insegna retorica.
Li suoi pensieri filosofici vanno contro Protagora e Parmenide in quanto dice che non si può conoscere il fondamento (essere=ontos) di tutte le cose.
Sostiene teoria nihilismo filosofico, che nega la possibilità di conoscere la realtà in modo oggettivo e universale.
Esso sostiene 3 posizioni:
1-nulla è
2-se anche l’essere esistesse, noi non saremo in grado di pensarlo
3-se anche riuscissimo a pensarlo, non saremo comunque in grado di comunicarlo
con queste affermazioni siamo portati a due conseguenze: 1-no all’oggettivismo 2-retorica=arte di costruire discorsi persuasivi su qualsiasi argomento

SOCRATE
Rappresenta “il filosofo”.
Nasce ad Atene. È considerato un Sofista anche se in realtà molto diverso da loro.
Figlio di uno scultore e di una levatrice si ritiene uguale a sua madre, ovvero pensa che l’uomo sia come una donna incinta (verità) e che per venire a conoscenza di questa verità c’è bisogno di una persona che come lui la tiri fuori.
Socrate intende la filosofia come:
1-cura dell’anima
2-incessante dialogo basato su: a)ironia (consapevolezza di cosa è giusto ricercare e capire)
b)maieutica: (far partorire la verità)
3-Scito te ipsum (conosci te stesso
4-chi conosce il bene, non può commettere il male

Induzione: ragionamento filosofico che parte dai casi particolari e giunge alla legge generale
Deduzione: ragionamento filosofico che parte dalla legge generale e giunge al caso particolare.
MENONE

Virtù:

I definizione
virtù: c’è una virtù relativa a ciascuna azione e a ciascuna età e per ciascuna azione per ognuno di noi. E così, o Socrate, ritengo pure del vizio.

II definizione
Che altro, se non esser capaci di comandare agli uomini, se tu ricerchi qualcosa di unico in tutti i casi?

III definizione
Mi sembra dunque, dunque, o Socrate, che la virtù sia, come dice il poeta, godere delle cose belle, e averne potere

IV definizione
Questa è dunque la virtù, come sembra, secondo il tuo ragionamento: capacità di procurarsi le cose buone.

V definizione
la virtù non dovrebbe essere data né per natura né per insegnamento, ma dovrebbe toccare per sorte divina, senza che quelli cui tocca ne abbiano conoscenza. A mano che fra gli uomini politici non ce ne sia uno capace di rendere politici anche gli altri;

Figura:

Definizione:
la figura è il limite del solido

Colore:

Definizione:
effluvi delle cose esistenti

Anima:
immortale

Pitagorici:
coloro che se ne intendono e chiamano questa linea diagonale

Sofisti:
costoro sono quelli che la gente chiama Sofisti, che si proclamano di sapere

Opinioni:
quando non sono legate , se la svignano. Se sono legate (con legami causali), restano.

Esempio