Aristotele vs Platone

Materie:Appunti
Categoria:Filosofia

Voto:

1.5 (2)
Download:421
Data:28.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.txt (File di testo)
Download   Anteprima
aristotele-vs-platone_1.zip (Dimensione: 0.95 Kb)
trucheck.it_aristotele-vs-platone.txt     1.8 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Aristotele afferma che l’essere si trova nel mondo reale,che ha una sua autonoma esistenza,
al contrario di Platone che sosteneva la presenza dell’essere nel mondo ideale,l’Iperuranio,
e che concepiva il mondo reale solo copia di quello delle idee.
Per questo il mondo sensibile tanto svalutato da Platone, X A. va studiato e tutti gli essere
naturali perciт sono degni di attenzione scientifica.
Secondo A. inoltre la filosofia ha una finalitа conoscitiva,non etico-politica come affermava Platone.
Secondo Platone la dialettica и la scienza suprema mentre Aristotele sostien
e che tutti i saperi godono di pari importanza e autonomia,per questo si dice che P.
abbia una concezione piramidale del sapere,mentre A. orrizzontale.
Aristotele critica la dottrina delle idee di P: infatti egli osserva che se nell’iperuranio
esistesse realmente ogni idea ideale di tutti gli aspetti della realtа,questo dovrebbe
essere stracolmo di idee e concetti!Ad esempio,se и vero che nell’iperuranio и presente
l’idea ideale dell’uomo ideale,dovrа essere presente anche l’idea ideale dell’uomo non ideale,
deve pur sempre esistere l’Idea ideale dell’uomo non ideale, di quell’uomo imperfetto che
costituisce la copia imperfetta dell’uomo perfetto.Tutto questo creerebbe un gioco infinito
di rimandi che porterebbe una crescita infinita ed esponenziale delle Idee presenti nell’Iperuranio.
Se ci fosse ogni idea ideale dovrebbero esserci anche le idee appartenenti al passato e al futuro,
e il mondo sarebbe un caos disordinato,sovraccarico di informazioni.
INOLTRE L’uomo ideale, secondo Aristotele, и giа l’uomo che si concretizza esattamente nelle
sue qualitа contingenti, ogni uomo и giа la perfetta rappresentazione di se stesso, non si capisce
perchй per essere ideale debba essere qualcosa d’altro rispetto a ciт che и.

Esempio